domenica 22 aprile 2018

Pochissime considerazioni sull'Inferno






Stanco di tanti telefilm di produzione canadese/inglese/tedesca camuffati da film e distribuiti soprattutto da Sky, mi sono goduto ieri un buon film su Netflix, “Domenica” (Come Sunday il titolo originale), un film del 2018 diretto da Joshua Marston e interpretato da Chiwetel Ejiofor, Condola Rashad, Jason Segel, Martin Sheen e Danny Glover che narra la storia di Carlton Pearson, pastore evangelico dell’Oklahoma che alla fine degli anni Novanta si allontanò dalla chiesa madre per diffondere il suo “Vangelo dell’Inclusione”.

Potremmo semplificare e dire che il protagonista di questa storia vera, dopo avere visto un documentario sui massacri e genocidi in Ruanda, disse nel suo successivo sermone domenicale: “Se quel dio permette che milioni di uomini brucino all’inferno per sempre solo perché hanno scelto il posto sbagliato per nascere, allora quel dio è un mostro!”.

Che richiama, grosso modo, quello che pensava anche, tra tantissimi e me compreso, il grande Umberto Veronesi: “Non credo in Dio per due motivi: per quanto fu fatto in termini di sterminio di massa nel corso della II Guerra Mondiale e per l’esistenza del cancro”.



In effetti si tratta di qualcosa di molto semplice: esiste o no l’inferno, nella sua accezione cristiana?
Il pastore Carlton Pearson che per tutta la vita era stato convinto di salvare le persone dalle fiamme eterne dell’inferno, dichiara che ciò non può essere assolutamente vero e che Dio, della cui esistenza egli non dubita minimamente, non può condannare a un atroce ergastolo senza fine milioni di persone che sono nate in luoghi ancora incivili del pianeta e “moriranno nel peccato”.
Lo so che se aprissimo un tavolo pubblico sull’argomento, raffinati teologi ci spiegherebbero che non è così e che il discorso è molto più “alto” e complesso, ma la sostanza, tralasciando l’ovvio e il superfluo, è esattamente questa: Pearson iniziò a dire ai suoi fedeli che non dovevano salvarsi in quanto erano già stati salvati da Gesú, ma questo mise immediatamente in crisi soprattutto l’apparato economico di quella chiesa che contava sulla continua generosità di migliaia di fedeli che, del tutto in buona fede, pensavano di doversi guadagnare, giorno dopo giorno, il paradiso.

Mi rendo conto che sto dando il via, con queste righe, alla possibile rottura di una diga senza confini e tengo subito a precisare che, pur da non credente, provo il massimo rispetto per chi crede e comprendo profondamente le persone che cercano nella fede soprattutto una soluzione a quel problema mai risolto del tabù della morte che, se ci ragioniamo, è davvero insuperabile: sapere che tutti, ma proprio tutti, dobbiamo morire, fra pochissimo.

Condivido il pensiero di quei filosofi che si sono immaginati, all’alba della civiltà, qualcuno che ha avuto l’idea della vita eterna dopo la morte, proprio per tentare di superare l'invalicabile tabù della morte. Da questa idea è discesa, quasi certamente, come ovvia conseguenza, anche l’altra idea di un dopo vita eterno e premiante per coloro che agiscono nel bene e di un dopo vita altrettanto infinito e punitivo per i malvagi.

Chi è passato, come il sottoscritto, a vent’anni, attraverso la lettura del libro di Jung “Risposta a Giobbe”, non vede nulla di nuovo in tutto ciò: di cosa si tratta?
Il grande Carl Gustav Jung si chiede, in questo libro, se egli possa fare la psicoanalisi a Dio e risponde di sì, perché egli è uno psicoanalista che ha studiato molto e perché la Bibbia contiene, secondo i credenti, tutte le verità su Dio.
Allora lo studioso zurighese esamina l’episodio di Giobbe e, di conseguenza, la scommessa che Jahvè (il dio del Vecchio Testamento) fece con il Demonio: prova a torturare anche Giobbe, mio figlio devoto, e vedrai che egli non mi rifiuterà.
Tutti ricorderanno quel passo delle sacre scritture e le centouno torture che Giobbe fu costretto a subire in conseguenza di tale scommessa: anni e anni di carestia, perdita di quasi tutto il suo patrimonio a causa di pandemia, morte di quasi tutti i suoi cari per mano di bande di predoni che uccisero anche i suoi servi e le sue mandrie, terribili piaghe e pustole che gli procuravano pruriti lunghissimi e insanabili... e via discorrendo fino all’iniziale tentativo di ribellione da parte di Giobbe che, però, rimproverato duramente dal Padre Celeste, chiede scusa e “autorizza” il Signore a continuare a perseguitarlo.

Alla fine Jung giunge a queste conclusioni: se Dio esiste, egli non è il buon Dio che ci viene descritto. Intanto perché Egli, essendo onnisciente, sapeva già come sarebbero andate le cose e non aveva bisogno di fare una scommessa con il Demonio, come se fosse stato un soggetto complessato. E poi: perché infliggere simili sofferenze a un suo figlio devoto? Sofferenze che non si augurano neanche al peggior nemico?
Jung conclude il libro affermando che, secondo il suo vedere, Dio è immenso, nel bene e nel male, e come tale lui lo recepisce.


Mi scuso di nuovo con i miei “quattro lettori” credenti perché non vi è alcuna intenzione offensiva o di sfida verso di loro: considerate questi miei come semplici spunti di riflessione che poi ciascuno, ne sono certo, sarà in grado di elaborare al meglio.

Tuttavia vi consiglio caldamente sia di leggere il libro di Jung che di vedere tale film.









I NOSTRI DUE CONVEGNI ANNUALI DI ASTROLOGIA ATTIVA


Si svolgono a Milano e a Sant’Agata sui Due Golfi, vicino Sorrento, Napoli, al Grand Hotel Due Golfi (081 878 0004).


Il Convegno di Giugno si tiene, solitamente, il terzo weekend di giugno, quest’anno il 15, 16 e 17 giugno (venerdì 15-19, sabato 9-13 e 15-19, domenica 9-12). Controllate sempre, però: se la Luna si trova a circa 9° in Sagittario, allora si passa al 4° weekend di Giugno, ma farete bene, sempre, a chiedere alla direzione dell’Hotel.
Il tema è libero, come in ogni nostro convegno: vari argomenti proposti dagli stessi partecipanti. 
La formula è ancora aperta e gratuita, ma molti intendono male questa realtà e scelgono di soggiornare e pranzare e cenare altrove: quando non potremo più godere della squisita ospitalità del Grand Hotel Due Golfi, tale convegno di giugno sarà soppresso e resterà solo per pochissimi amici/amiche (massimo una decina), in forma assolutamente privata.
Per quest’anno è prevista la cena del venerdì al Ristorante “Da Michele”, alla Marina della Lobra (081 878 9871), a pochi chilometri dall’Hotel, con prenotazione obbligatoria, e per la serata del sabato una cena intorno alla meravigliosa piscina a sfioro del Grand Hotel Due Golfi (è necessaria la prenotazione).









Il convegno di Milano si svolge il terzo weekend di ottobre o il quarto (se la Luna si trova a 9° circa in Sagittario). Sede da stabilire. Ingresso libero e pranzi e cene altrettanto liberi. Quest’anno il 20 e il 21 ottobre (sabato 9-13 e 15-19, domenica 9-12).

Questa pagina resterà sempre il punto di riferimento anche per eventuali altri incontri annuali.



Per Tutti. Non è una notizia importante, ma vi invito a leggerla perché potrà spiegare, a qualcuno, il perché di un certo rumore di fondo che disturba, da qualche anno, l’Astrologia:


http://ilblogperidepressi.wordpress.com/ 


For Everybody. 
It is not an important news, but I invite you to read it because it can explain, to someone, the why of a certain noise leading that disturbs, from a few years, the astrology: http://ilblogperidepressi.wordpress.com/ 


Buona Giornata a Tutti.






Tutto il materiale contenuto in questo blog, testi, grafici e foto, rigo per rigo, è coperto da Copyright. È vietata ogni riproduzione parziale o totale senza previa autorizzazione dell’owner.


Per vedere bene i grafici zodiacali e le foto, occorre cliccarci sopra: si ingrandiranno.To see well a graph, click on it and it will enlarge itself. Passando il puntatore del mouse su di un grafico, leggerete, in basso a destra dello schermo, il nome della località consigliata. Se ciò non dovesse avvenire, vi consiglio di usare come browser Chrome di Google che è gratuito e, a mio avviso, il migliore.Where it will be my birthday?
Passing the mouse pointer on a graph, you will read, in low to the right of the screen, the name of the recommended place. If this didn't have to happen, I recommend you to use as browser Chrome of Google that is free and, in my opinion, the best.



A che ora sarà il mio compleanno? (At what time I will have my Solar Return?): http://www.cirodiscepolo.it/inetpub/vvrot/oroscopi/rsmirata.asp


Qual è l’Indice di Pericolosità del mio Anno? CALCULATE, FREE, YOUR 
INDEX OF RISK FOR THE YEAR (as explained in the book Transits and Solar Returns, Ricerca ’90 Publisher, pages 397-399): http://www.cirodiscepolo.it/inetpub/oroscopi_net/free/formnascitam.asp?oroscopo=Punteggio


Quanto vale il mio rapporto di coppia?


Test Your Couple Compatibility
http://www.cirodiscepolo.it/inetpub/oroscopi_net/coppia_free/coppia1.asp 



Una bibliografia quasi completa di Ciro Discepolo:

An almost complete bibliography of Ciro Discepolo: 
http://www.amazon.com/Ciro-Discepolo/e/B003DC8JOQ/ref=sr_ntt_srch_lnk_1?qid=1407665052&sr=








Milano, Settimana del Mobile 2018. Triennale e Fuorisalone. Alcune foto di Ciro Discepolo.




















































Posta un commento