giovedì 18 luglio 2019

Resilience and Active Astrology






Resilienza e Astrologia Attiva


Ieri sera, in aereo, ho visto un gran bel film: duro, davvero duro, ma anche pieno di senso della vita.

Descrive la lotta di un superstite di incidente aereo tra i ghiacci dell’artico in cerca di una possibile salvezza. Si tratta di Arctic, film di Joe Penna con Mads Mikkelsen, Islanda 2018.

 

Già guardando le prime scene mi sono chiesto dove avevano potuto girare con tanto freddo, montagne sterminate di ghiaccio, temperature polari e vento gelido senza sosta, dato che ormai il pianeta si sta letteralmente sciogliendo. Mi sono detto che solo in Islanda ciò è ancora possibile e infatti così era.

L’uomo, di cui non si conosce la storia e neanche il nome di battesimo, che praticamente non parla mai, se non per poche sillabe senza risposte, mangia pesce crudo, ha due dita dei piedi perse per il freddo e si ripara, pochissimo, dal gelo all’interno del suo aereo semidistrutto.

Presto gli farà compagnia una giovane donna a sua volta precipitata per soccorrerlo e gravemente ferita. L’uomo si fa carico di questa tremenda realtà e procede a piedi tirandosi, su di una piccola slitta, il corpo quasi morente della donna e piccoli oggetti come una borraccia, due razzi segnalatori, qualche corda…

Ad appesantire il tutto, la presenza di un orso polare che li ha fiutati e che giustamente reclama la loro carne.

 

Non vi svelo il finale, peraltro neanche tanto imprevedibile, e — invece — desidero condividere con voi una breve riflessione.

L’eccezionale resilienza di quest’uomo, cugina stretta dello spirito assoluto dell’Astrologia Attiva, non ha bisogno di decrittazioni o commenti.

 

Ma c’è dell’altro. Perché, da quando nasciamo, siamo così caparbiamente determinati ad andare avanti, a combattere, per non morire, anche quando la morte, come in questo caso, potrebbe essere salvifica, in assoluto, soprattutto per eliminare immediatamente decine e decine di dolori, di sofferenze, di privazioni di ogni genere?

Qui, ovviamente, hanno diritto di cittadinanza tutti i credi personali di ciascuno di noi, credo religioso compreso.

 

Ma, prima di tutto, questa pellicola quasi agghiacciante come The grey (“Vi manderò come pecore in mezzo ai lupi”), con Liam Neeson (di Joe Carnahan, USA 2012), a me ha fatto scaturire una domanda ancora più a monte: qual è il motore principale che alimenta la vita di ciascuno di noi?

Sapete già cosa io pensi della libido e della Casa occupata dal Sole al momento della nascita, ma — ancora prima — qual è, per ciascuno di noi, la fiamma iniziale assoluta?

 

Forse per me è stata, è e sarà sempre la curiosità.











Alcune mie foto scattate l'altro ieri, all'alba, a Samarcanda. Uzbekistan.






















Per Tutti. Non è una notizia importante, ma vi invito a leggerla perché potrà spiegare, a qualcuno, il perché di un certo rumore di fondo che disturba, da qualche anno, l’Astrologia:


For Everybody. It is not an important news, but I invite you to read it because it can explain, to someone, the why of a certain noise leading that disturbs, from a few years, the astrology:


Buona Giornata a Tutti.




Tutto il materiale contenuto in questo blog, testi, grafici e foto, rigo per rigo, è coperto da Copyright. È vietata ogni riproduzione parziale o totale senza previa autorizzazione dell’owner.


Per vedere bene i grafici zodiacali e le foto, occorre cliccarci sopra: si ingrandiranno.To see well a graph, click on it and it will enlarge itself. Passando il puntatore del mouse su di un grafico, leggerete, in basso a destra dello schermo, il nome della località consigliata. Se ciò non dovesse avvenire, vi consiglio di usare come browser Chrome di Google che è gratuito e, a mio avviso, il migliore.Where it will be my birthday?
Passing the mouse pointer on a graph, you will read, in low to the right of the screen, the name of the recommended place. If this didn't have to happen, I recommend you to use as browser Chrome of Google that is free and, in my opinion, the best.
A che ora sarà il mio compleanno? (At what time I will have my Solar Return?): http://www.cirodiscepolo.it/inetpub/vvrot/oroscopi/rsmirata.asp


Qual è l’Indice di Pericolosità del mio Anno? CALCULATE, FREE, YOUR 
INDEX OF RISK FOR THE YEAR (as explained in the book Transits and Solar Returns, Ricerca ’90 Publisher, pages 397-399): http://www.cirodiscepolo.it/inetpub/oroscopi_net/free/formnascitam.asp?oroscopo=Punteggio


Quanto vale il mio rapporto di coppia?


Test Your Couple Compatibility
http://www.cirodiscepolo.it/inetpub/oroscopi_net/coppia_free/coppia1.asp 


Una bibliografia quasi completa di Ciro Discepolo:

An almost complete bibliography of Ciro Discepolo: 
http://www.amazon.com/Ciro-Discepolo/e/B003DC8JOQ/ref=sr_ntt_srch_lnk_1?qid=1407665052&sr=




18 commenti:

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti, a proposito di film, qualcuno mi sa dire l'orario di nascita di Jodorowsky? É nato sotto il segno dell'Aquario ma non ho l'ora.
Grazie a chi mi vorrà rispondere.
Franca

Anonimo ha detto...

https://www.astro.com/astro-databank/Jodorowsky,_Alejandro

Sandro NH ha detto...

https://www.lastampa.it/scienza/2019/07/11/news/bere-due-succhi-al-giorno-aumenta-il-rischio-di-cancro-1.36947855

Quindi se lo dice Panzironi è una stronzata, ma se è l'istituto prestigioso francese a dirlo, è una verità assoluta...
Bell'esempio di malafede!

Anonimo ha detto...

Grazie mille!
Franca

Sandro NH ha detto...

https://www.corriere.it/cronache/19_luglio_25/rai-piero-marrazzo-sospeso-sede-gerusalemme-20b5749a-aebd-11e9-a3aa-bf10ee0de0b6.shtml?refresh_ce-cp

Piero Marrazzo, 29 luglio 1958

Sandro NH ha detto...

Ho tralasciato nel post precedente il fatto che Marrazzo ha pure il transito di Urano su Marte in Seconda Casa.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Caro maestro, non ti dico di guardare tutto il video (sono tre ore e mezza di documentario), ma ti esorto vivamente ad ascoltare con attenzione dal 1h.45m al 1h.47m circa perché ci sono informazioni che potrebbero essere mooolto moooolto utili per l'AA, per ragionare scientificamente su di una tua "regolina" ;)
Il video è questo: https://youtu.be/IOVK1gAvo8A

Ciro Discepolo ha detto...

Caro Giuseppe (nota la maiuscola…),
credo che al nostro ultimo convegno di Sant’Agata ti perdesti una vera chicca, forse perché impegnato in una passeggiata romantica con la tua bella.
Dopo la cena del sabato, infatti, ci trovammo un posto fresco tra gli alberi davanti al Grand Hotel Due Golfi e in circa una dozzina di noi restammo a chiacchierare amabilmente per un paio d’ore. Io ne approfittai per chiedere al mio amico Massimo Davascio, geologo e persona molto intelligente, di dirci qualcosa sulla teoria “terrapiattista” di cui egli è un sostenitore.
Lo rassicurai sul fatto che non intendevo creare un “duello” su ciò, ma non potei fare a meno di esprimergli alcune mie obiezioni assolute.
L’amico Massimo si disse non pronto per tenere una sorta di conferenza sull’argomento e stuzzicò semplicemente la nostra curiosità con una serie di osservazioni, ma ammise anche di non essere in grado di rispondere alle poche e fondamentali obiezioni mosse dal sottoscritto. Pertanto ci demmo appuntamento al prossimo convegno di Sant’Agata (Giugno 2020) quando egli, carinamente, ci parlerà di ciò, durante i lavori.
La cosa si fa interessante e mi dispiace per chi non ci sarà.
Per il momento posso ripetere quanto ho già detto in passato: anche io sono convinto che ci siano grosse probabilità sul fatto che le prime foto inviate alla Terra sull’allunaggio (ma anche sulle trasmissioni successive) siano dei falsi e ciò per un motivo assoluto e anche molto semplice: la fotocamera usata in quella occasione fu una Hasselblad, assai costosa, ma di serie. Essa fu sottoposta, nel giro di poche ore, a uno sbalzo termico enorme (cito a memoria: di oltre cento gradi di temperatura) e in quelle condizioni qualunque pellicola sarebbe divenuta cenere…
Tuttavia, detto ciò, sono assolutamente certo che l’allunaggio ci fu, per i motivi che spiegai quella sera e che ripeterò a chi li vorrà ascoltare il prossimo anno. Un caro saluto.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

In realtà volevo farti osservare la questione dei 2,5 gradi ;-) Non ti sembra una curiosa "coincidenza"?

Ciro Discepolo ha detto...

Sì, certo... :) :)

Anonimo ha detto...

Qui c'è una spiegazione in merito:

https://lunasicisiamoandati.blogspot.com/2017/12/81-troppo-caldo-la-pellicola-si-sarebbe.html

A.P.

Giuseppe Al Rami Galeota ha detto...

Si, ci sono molti siti di debunking che potrebbero a loro volta smontare
pezzo pezzo tutte le ipotesi cospirazioniste. Per esempio, relativamente alla pellicola fotografica e alle altissime o bassissime temperature lunari, i cospirazionisti non hanno specificato tali temperature estreme si verificano esclusivamente sul suolo lunare e non in genere nello spazio attorno al suolo lunare. Pare che le temperature siano come quelle della montagna in alta quota. Tuttavia io ho pubblicato questo video non per parlare della luna ma per sottolineare che il segnale radio emesso dalle apparecchiature lunari, poteva essere captato dalla terra esclusivamente entro un range di 2,5 gradi prima e 2,5 gradi dal punto preciso di ricezione. Questo mi ha fatto pensare immediatamente alle cuspidi delle case astrologiche. Che l'energia astrologiche funzionino per mezzo di segnali radio?

Ciro Discepolo ha detto...

Sì, Giuseppe, si era capito il tuo pensiero.
Contro le teorie complottiste e contro l'idea terrapiattista, come scrivevo giorni fa, ho delle obiezioni assolute, ma non voglio anticiparvele perché vi farei perdere il gusto di ascoltare un vivace dibattito (non un duello) al prossimo convegno di Sant'Agata dove il mio carissimo amico Massimo Davascio, geologo, sosterrà la teoria terrapiattista... Mi raccomando, Giuseppe, non mancare! O non ti imboscare con Francesca...
P.S. Sulla questione della temperatura al suolo, non posso dare del tutto torto ai "complottisti". Mentre Armstrong scendeva sulla Luna, dov'era l'Hasselblad? Sospesa nel vuoto? O ancorata a un piede della navicella. In quest'ultimo caso, non vi era il "vuoto" tra il suolo lunare e la fotocamera, ma delle parti meccaniche che potevano trasmettere la temperatura del suolo anche alla pellicola.

Anonimo ha detto...

Maestro, il link non è stato esaustivo?

Comunque può porre la domanda all'autore del blog ed esperto Paolo Attivissimo, vediamo se potrà soddisfare la sua legittima domanda.

paolo.attivissimo@gmail.com

A.P.

Ciro Discepolo ha detto...

Caro A.P.,
credo che su quel punto sia inutile insistere perché nessuno può sapere dove fosse esattamente la fotocamera che ha scattato la foto nel momento in cui il primo piede umano si posava sul suolo lunare. Tuttavia le mie obiezioni sono assai più a valle di ciò.

Anonimo ha detto...

Mai dire mai Maestro, chiedere è lecito, rispondere è cortesia.

A.P.

Sandro NH ha detto...

Patrick Crusius, folle sparatore di El Paso, 27 luglio 1998

https://www.eluniversal.com.mx/mundo/difunden-foto-del-presunto-tirador-que-dejo-multiples-victimas-en-el-paso

(molte altre fonti confermano la data di nascita)

Ciro Discepolo ha detto...

Francesco S., una volta bastava citare il comma della "Legge Bassanini" e tutto procedeva per default. Ultimamente ho visto che ogni anagrafe si comporta diversamente. Io mi sto regolando nel modo che segue e finora non ho avuto rifiuti. Scrivo all'email dell'Ufficio Anagrafe del Comune che mi interessa. Mi rivolgo con cortesia, mi qualifico, aggiungo che vorrei studiare, da un punto di vista astrologico, quel determinato personaggio (di cui scrivo luogo e data di nascita), e quindi avrei bisogno del semplice certificato di nascita, con l'aggiunta anche a penna, dell'ora di nascita. Ringrazio, allego le due facciate della mia carta di identità (file piccoli) e saluto. Prova anche tu così. :)