lunedì 20 aprile 2015

Where is he going on planet Earth?



Dove sta andando il pianeta Terra?


Quando mi recai a trovare André Barbault l’ultima volta, a maggio scorso, egli, come fa di solito, accompagnò me e mia moglie alla fermata del bus, con le sue pantofoline, senza soprabito e guidando noi sulle strisce pedonali!!
E tutto ciò dall’alto dei suoi splendidi 93 anni...
Mentre ci accompagnava, come ultima nota di quel nostro piacevolissimo incontro, mi sussurrò: “Ciro, credo proprio che ci sarà la Terza Guerra Mondiale!”.
E poco dopo Papa Francesco ci ammoniva sul fatto che, senza ombra di dubbio, la Terza Guerra Mondiale era già in atto.

I fatti sono sotto gli occhi di tutti e non possiamo più dubitare di ciò. Al di là di singole dispute e tensioni più o meno grandi, come quella che vede contrapposte Russia e Ucraina, con conseguenti pazzeschi schieramenti di truppe dell’Europa da una parte e dell’ex blocco comunista dall’altro, lungo i confini, non possiamo più ignorare, in termini di guerra planetaria l’avanzata spaventosa dell’ISIS che non può essere più vista come sommatoria di tanti fatti terroristici sparsi, ma che deve essere inquadrata, necessariamente, come un evento bellico globale.

Alcuni mesi fa, Giuliano Ferrara, su Il Foglio, scrisse un editoriale, a tale proposito, editoriale che condivisi completamente: nello stesso il giornalista metteva in guardia l’Occidente esattamente dal pericolo di considerare ciò che stava avvenendo come la sommatoria di tanti piccoli fatti terroristici più o meno isolati. Niente di più sbagliato. Dobbiamo riconoscere, volente o nolente, dignità di soldati a questi nuovi barbari, nonostante i loro fini e i mezzi con i quali cercano di portarli a compimento.

Il mondo intero dovrebbe finalmente rendersi conto che è stata lanciato un jihad, una sorta di fatwa totale, una cosiddetta guerra santa, contro l’Occidente e che il risultato che costoro intendono conseguire è lo sterminio di tutti gl’infedeli e la proclamazione di uno stato islamico permanente e fondamentalista.
Non ha alcuna importanza, secondo me, stabilire se i crimini pazzeschi che costoro stanno perpetrando siano o no figli, legittimi o illegittimi, del Corano: credo che a noi occidentali debba importare poco se sia in nome di Maometto o di altri che costoro rapiscano donne, stuprino, rendano schiave migliaia di ragazze, uccidano cristiani a decine di migliaia per il solo fatto di essere cristiani o musulmani moderati. Tutto ciò è solo relativamente importante e quello che conta davvero è che costoro hanno grossi mezzi finanziari, sono armati come un ottimo esercito, avanzano dappertutto, fanno proseliti a migliaia contando anche su di un ottimo capo delle comunicazioni, riescono a conquistare sempre più città e pozzi petroliferi con cui si armano ulteriormente e il tutto si può vedere, dal nostro punto di vista, come un terribile ed enorme loop senza uscita se non quella, a mio avviso, di decidere di sterminarli tutti, dal primo all’ultimo, magari usando anche il napalm, prima che costoro facciano ciò a noi.
E qui, volutamente, uso il napalm quale metafora, ma non solo metafora, di una misura di distruzione possibilmente totale e senza eccezione alcuna.


Purtroppo, come si poteva prevedere (e io lo feci), l’entrata di Saturno in Sagittario ha portato un netto peggioramento mondiale a livello di radicalizzazioni di movimenti pseudo-religiosi orientati alla eliminazione di gran parte del genere umano.
Del resto non è stato lo stesso Francesco a dire più volte che il mondo non può più restare passivo di fronte a ciò?
E voi pensate che intendesse dire che dobbiamo pregare o che dovremmo sederci a un tavolo di trattative?

Tuttavia lasciatemi dire che personalmente non sono affatto convinto che il quadro politico generale da questo punto di vista rappresenti davvero quel bruttissimo picco della curva dell’Indice Ciclico Planetario che il grande André Barbault ha messo a punto nella forma attuale e ci ha letto tanto magistralmente fino a oggi.

Il Grande Maestro ci avvertì dello stesso già diversi decenni fa: tra il 2013 e il 2021 in Occidente ci sarebbe stato un picco davvero durissimo per l’Umanità.
E chi potrebbe dubitarne?
Alla luce di quanto scritto finora, dovremmo pensare che non si tratti di altro che della presente Terza Guerra Mondiale.

E, invece, lasciatemi dire che secondo me non è affatto così.

Già alcuni decenni fa, quando in seno all’astrologia mondiale, tra illustri colleghi si discuteva di ciò, io scrissi più volte che, a mio avviso, tale brutto picco di forte discesa nella curva dell’Indice Ciclico Planetario, si riferiva ai morti per cancro e altre malattie e non a guerre o ad altro.
E credo che i numeri mi diano ragione, purtroppo.

Infatti, se noi analizziamo le molte curve dell’ICP degli ultimi mille anni almeno, secolo per secolo (le elaborai al plotter all’inizio degli anni Ottanta e le inviai al mio maestro), noi possiamo notare, senza ombra di dubbi, che il comune denominatore che abbraccia tutti i picchi negativi delle stesse è il numero, in milioni di morti, che ciascuna discesa ha sempre accompagnato nella storia dell’Umanità.
Tanto per fare qualche esempio, ricordiamo che a cavallo della scoperta dell’America da parte di Cristoforo Colombo, il relativo brutto picco discendente dell’ICP si tradusse in milioni di morti per la diffusione enorme e rapidissima che ebbe la sifilide e che ebbero altre malattie portate soprattutto dagli europei ai nativi americani che furono sterminati per semplici patologie come la varicella e simili.
Così per i secoli successivi e così nell’ultimo secolo quando nel periodo 1915-1918 avemmo milioni di morti sia per la Prima Guerra Mondiale che per l’epidemia dell’influenza cosiddetta spagnola. Poi ci fu un altro immenso sterminio con la Seconda Guerra Mondiale, a partire dal genocidio del popolo ebraico, ma senza dimenticare picchi come quello del 1929 che accompagnò la grande crisi economica che fece anch’essa milioni di vittime: tantissime persone, negli Stati Uniti, non ebbero più lavoro e denaro, non poterono pagare le case che abitavano e l’energia elettrica, cercarono di vivere all’aperto nei gelidi inverni statunitensi, soprattutto nel Midwest, e morirono a milioni.

Ora, in tutta evidenza, a me sembra che non arriveremo a milioni di morti per mano dell’ISIS e neanche saremo noi occidentali a sterminare questi nuovi barbari secondo le cifre a cui ci stiamo riferendo.
Le loro gesta efferate sono spaventose e di grandissimo effetto, ad uno dei gradi più alti in una possibile hit parade di barbarie possibili da parte dell’Umanità, come le mutilazioni genitali alle donne utilizzate come schiave sessuali o la decapitazione dei prigionieri o il bruciare loro da vivi, ma tutto ciò, pur essendo terribile e di grande effetto, non riguarda, fortunatamente, e non potrà riguardare, milioni di persone.

E allora?
Allora io continuo a pensare, con la dovuta modestia, che non si tratti di questo, bensì dello sterminio continuo, quotidiano, vastissimo e inarrestabile dei morti per malattia, soprattutto per cancro, ma senza dimenticare milioni di vittime in Africa, per esempio, per malattie come la polmonite o la tubercolosi che stanno mietendo caduti a dismisura.
La stessa Organizzazione Mondiale della Sanità ha più volte fatto sentire la propria voce, altissima, in rapporto al pericolo costituito dal fatto che sempre nuovi ceppi di malattie infettive diventano assolutamente resistenti agli antibiotici: quanti parenti e amici conoscete che solo in questi ultimi tempi si sono ammalati di bronchiti o polmoniti che si sono poi portati dietro anche per mesi?

Ma credo che la voce più autorevole che si è espressa al riguardo sia quella di Umberto Veronesi che pochi mesi fa, dall’alto della sua autorevolezza scientifica, ha fatto un ennesimo e terribile outing: siamo al pareggio e per ogni persona sana c’è un malato di cancro e la persona sana non è tale e basta, ma semplicemente non ancora ammalata di cancro.

Voi capite che si tratta di una dichiarazione di una latitudine di gravità quasi immensa.
Altro che alieni che vogliono distruggere il pianeta Terra o carinerie del genere.

Qui siamo di fronte a una realtà spaventosa che a mio avviso è mille volte più temibile dell’ISIS, di una guerra globale scatenata dal conflitto Russia-Ucraina o di altre tragedie del genere.

E come dovremmo porci di fronte a ciò?
Secondo me con la consapevolezza e la pari rassegnazione che nel lento e lunghissimo respiro dell’universo poco importa se una fetta più o meno grossa di noi sparirà entro il 2021. Il mondo continuerà ad andare avanti, con o senza di noi.
Poco importa.





Domani è il compleanno di Sandro NH: molti cari auguri!!





























Per Tutti. Non è una notizia importante, ma vi invito a leggerla perché potrà spiegare, a qualcuno, il perché di un certo rumore di fondo che disturba, da qualche anno, l’Astrologia:


http://ilblogperidepressi.wordpress.com/


For Everybody. It is not an important news, but I invite you to read it because it can explain, to someone, the why of a certain noise leading that disturbs, from a few years, the astrology:


http://ilblogperidepressi.wordpress.com/


Buona Giornata a Tutti.


Ciro Discepolo

www.cirodiscepolo.it
www.solarreturns.com
www.lunarreturns.com
www.activeastrology.org
www.solarlunarreturns.com
MyAmazonPage
MyGoogleProfile
MyGoogleBlog


Tutto il materiale contenuto in questo blog, testi, grafici e foto, rigo per rigo, è coperto da Copyright. È vietata ogni riproduzione parziale o totale senza previa autorizzazione dell’owner.


STATE MOLTO ATTENTI A DARE I VOSTRI RISPARMI ALLE POSTE ITALIANE SE NON VOLETE PERDERLI:


http://cirodiscepolo.blogspot.com/2012/03/astrology-essays-esercizi-di-solar_15.html



Per vedere bene i grafici zodiacali e le foto, occorre cliccarci sopra: si ingrandiranno.

To see well a graph, click on it and it will enlarge itself.


Passando il puntatore del mouse su di un grafico, leggerete, in basso a destra dello schermo, il nome della località consigliata. Se ciò non dovesse avvenire, vi consiglio di usare come browser Chrome di Google che è gratuito e, a mio avviso, il migliore.


Where it will be my birthday?

Passing the mouse pointer on a graph, you will read, in low to the right of the screen, the name of the recommended place. If this didn't have to happen, I recommend you to use as browser Chrome of Google that is free and, in my opinion, the best.

A che ora sarà il mio compleanno? (At what time I will have my Solar Return?):

http://www.cirodiscepolo.it/inetpub/vvrot/oroscopi/rsmirata.asp


Qual è l’Indice di Pericolosità del Mio Anno?


CALCULATE, FREE, YOUR INDEX OF RISK FOR THE YEAR (as explained in the book Transits and Solar Returns, Ricerca ’90 Publisher, pages 397-399):

http://www.cirodiscepolo.it/inetpub/oroscopi_net/free/formnascitam.asp?oroscopo=Punteggio


Quanto Vale il Mio Rapporto di Coppia?


Test Your Couple Compatibility:

http://www.cirodiscepolo.it/inetpub/oroscopi_net/coppia_free/coppia1.asp


Sabi Sabi Selati Camp: Where I Have Lost Everything:

http://sabisabiselaticampwhereihavelosteverything.wordpress.com/


Una bibliografia quasi completa di Ciro Discepolo:

An almost complete bibliography of Ciro Discepolo:


http://www.amazon.com/Ciro-Discepolo/e/B003DC8JOQ/ref=sr_ntt_srch_lnk_1?qid=1407665052&sr=8-1


Posta un commento