lunedì 28 maggio 2018

Poche osservazioni sulla brutta crisi politica italiana





Alle ultime elezioni politiche ho annullato la mia scheda, in segno di protesta verso la maggioranza di miei concittadini che avevano votato no al referendum su sistema maggioritario, abolizione del Senato e repubblica presidenziale.

Nel contempo registravo di essere molto in disaccordo con il programma dei 5 Stelle e della Lega.

Se, invece, io fossi chiamato a votare nuovamente domani, e se fosse possibile farlo, questa volta voterei per Lega e 5 Stelle, tanto alto è il mio sdegno per quanto accaduto in questi giorni.
Vediamo.

Il Presidente Mattarella ha dichiarato che, con la morte nel cuore e nell’esclusivo interesse del popolo italiano, ha detto no all’elezione del ministro Savona nel dicastero delle Finanze.
Con la morte nel cuore e nell’esclusivo interesse degli italiani.

Perché, in quale altro modo avrebbe potuto giustificare  il gesto gravissimo che a mio avviso ha compiuto?
Avrebbe forse potuto dire “Per fottere i 5 Stelle, la Lega e il Popolo Italiano”?

E quando il presidente Napolitano fece qualcosa di ancora più grave, “licenziando” un presidente del consiglio in carica e sostituendolo con un uomo non eletto dal popolo?
Non disse anch’egli di averlo fatto con la morte nel cuore e nell’esclusivo interesse del Paese?

Mattarella ha affermato, di fronte al mondo, di avere agito così perché Savona minacciava di farci uscire dall’euro. A mio parere si tratta di una grandissima stupidaggine: non è che un ministro si insedi e subito dopo riesca a portare il proprio paese fuori dall’Europa e dalla moneta comune: questi automatismi non possono avvenire, come tali, neanche se tutto il parlamento fosse d’accordo.
Ma se pure fosse stato possibile, non era questa, in ogni caso e a prescindere, la volontà del popolo italiano?
Lui dice: perché i cittadini del nostro stato non si stavano rendendo conto del pericolo verso cui si incamminavano. E se pure fosse così, i cittadini non sono liberi di decidere il loro destino?
Se essi hanno bisogno di un tutore o di una badante, allora che andiamo a fare a votare?
O vorremmo teorizzare che quando le forze che hanno ottenuto la maggioranza dei voti vogliono procedere per strade “troppo rischiose”, è giusto che l’arbitro scenda in campo, diventando giocatore, e da buon padre di famiglia riporti il gregge all’ovile?

Ma vogliamo scherzare o stiamo facendo sul serio?

Vogliamo ribattezzare il tutto e dire che l’Itala è una repubblica a sovranità limitata e sempre soggetta alle correzioni sagge e benevoli del presidente/padre di tutti noi?

Ma, allora, viene anche da chiedersi: perché ci hanno detto che gli italiani avevano votato contro la repubblica presidenziale se poi — nei fatti — la stessa è perfettamente in funzione?
I bravi costituzionalisti, quelli che hanno studiato, ci spiegheranno che l’articolo 92 permette al Capo dello Stato di fare ciò, ma va da sé che se Mattarella, Napolitano o altri vogliono decidere al posto di milioni di votanti, è ovvio che diranno che l’hanno fatto nell’esclusivo interesse dell’Italia: in quale altro modo potrebbero giustificare il loro atto?

E poi: non è stato forse il cavallo di battaglia sia del M5S che della Lega quello di affermare che la sudditanza all’Europa e alla Germania sono esattamente la causa dell’enorme aumento del debito pubblico?
Loro sostenevano e sostengono che non è vero che saremmo giunti alla bancarotta o a scenari del tipo Grecia: hanno o no diritto di governare in questo modo avendo avuto mandato da parte del popolo?

Non è vero che anche in tre casi, in passato, altri presidenti hanno fatto nello stesso modo: essi chiesero di cambiare dei ministri e lo ottennero. Ma in tale specifica circostanza, dopo averlo chiesto e non avendolo ottenuto, Mattarella ha tolto il mandato al Presidente del Consiglio e questo mi sembra di una gravità mai vista fino ad oggi.

Tuttavia questa non è la sola enormità a cui abbiamo assistito negli ultimi quasi novanta giorni.
Anche la Lega e il M5S ci hanno sorpresi in quanto a comportamenti assai poco ortodossi, cominciando dal fatto che hanno gestito le loro campagne elettorali soprattutto a base di odio e di disprezzo verso l’altra forza oggi alleata: si consulti, giusto per fare un solo esempio, quanto dichiarava Di Battista contro la Lega, solo pochi mesi fa

 

Senza parlare del fatto che in questi ultimi mesi, sia il Carroccio che i followers di Grillo sono passati più volte, e con grande disinvoltura, da posizioni antieuropeiste a posizioni di rassicurazione verso i nostri partner europei e atlantici, anche dicendo tutto e il contrario di tutto, più volte e nel giro di pochi giorni.

Tutto, a mio avviso, è stato determinato da una legge elettorale truffa ideata per fregare il M5S e non ce lo nascondiamo perché anche un cieco lo vedrebbe.
Però, a mio avviso, Di Maio e compagni, invece di denunciare a gran voce ciò e di pretendere di cambiare subito tale sistema elettorale a favore di un maggioritario secco, del tipo di quello utilizzato per l’elezione dei sindaci, si sono tenuti tale aborto costituzionale e hanno fatto i salti mortali pur di governare giungendo perfino a dichiarare che a loro andava bene fare un accordo sia con il PD che con la Lega…

Non è soltanto propaganda di sinistra quella che dichiara l’estrema ignoranza politica sia di Di Maio che di Salvini: i primi parlano di “reddito di cittadinanza“, teorizzato dallo “psicologo” De Masi e già in funzione in vari paesi del mondo, ma — in tutta evidenza — non sanno neanche di cosa stanno parlando. Sono convinto che Di Maio e compagni non hanno neanche letto il libro del sociologo De Masi “Lavorare gratis, lavorare tutti”, altrimenti saprebbero, at least, che l’esperimento del reddito di cittadinanza è stato provato soltanto su duemila cittadini finlandesi ed è stato eliminato dopo pochi mesi…
E non si facciano paragoni con le teorie economiche di John Maynard Keynes che molti indicano, erroneamente, come l’ispiratore di Herbert Hoover, il 31° presidente USA che durante la grande depressione del 1929 pagava un piccolo salario “per far scavare buche nel terreno a milioni di americani” (ovviamente si trattava di tutt’altra cosa rispetto al reddito di cittadinanza).

Salvini, dal canto suo, ha impostato la campagna elettorale al grido: “Mezz’ora dopo che andremo al governo, caricheremo tutti i neri sui barconi e li riporteremo in Africa!”. Sapendo benissimo che tutto ciò era soltanto propaganda e che non avrebbe mai potuto fare nulla di simile.
Ma è anche vero che tantissime persone di sinistra, perfino nelle storiche regioni rosse, hanno votato Lega in grande percentuale perché davvero non se ne può più di una deregulation totale che vede intere città italiane nelle mani anche di mafie nigeriane e simili che si dedicano prevalentemente al racket della droga e della prostituzione, senza parlare di molti altri reati.

Insomma l’Italia sta vivendo anni davvero nerissimi e questa ciliegina sulla torta che ci ha regalato Mattarella ieri sera, “con la morte nel cuore e per salvare gli italiani”, al di là del giudizio di piccola dittatura che credo porterà una valanga di voti a Salvini e compagni, per adesso, lungi dal far abbassare lo spread e dal salvarci da precipizi di borsa, secondo me ha ulteriormente peggiorato la situazione perché — questo lo sanno perfino i bambini — i mercati finanziari risentono molto negativamente soprattutto dell’incertezza politica e più incertezza politica di quella che si è creata ieri sera, non riesco proprio a immaginarla (mentre scrivo queste righe lo spread ha raggiunto quota 230 e le borse stanno andando giù a picco).

Infine mi viene da pensare che, ancora una volta, le parole di Woody Allen possono sintetizzare l’intera vicenda (dal film il Dittatore dello stato libero di Banans): “Noi possiamo anche accettare che l’imputato abbia idee diverse da quelle del nostro presidente, ma NON TROPPO DIVERSE!!”.









Il Cielo Natale di Sergio Mattarella. Come si può notare la sua dominate Marte, in Ariete e stretta al Discendente, ci parla di lui in tutt’altro modo rispetto a come, forse, lo immaginavano tanti italiani: un uomo “belligerante”, nel bene come nel male.
Per inciso: la sua stretta e pessima congiunzione Urano-Saturno in Ottava Casa, non solo non lo qualifica in materia economica, ma — in questo campo — gli suggerirebbe di non parlare affatto, “per il bene degli italiani”.








I NOSTRI DUE CONVEGNI ANNUALI DI ASTROLOGIA ATTIVA


Si svolgono a Milano e a Sant’Agata sui Due Golfi, vicino Sorrento, Napoli, al Grand Hotel Due Golfi (081 878 0004).


Il Convegno di Giugno si tiene, solitamente, il terzo weekend di giugno, quest’anno il 15, 16 e 17 giugno (venerdì 15-19, sabato 9-13 e 15-19, domenica 9-12). Controllate sempre, però: se la Luna si trova a circa 9° in Sagittario, allora si passa al 4° weekend di Giugno, ma farete bene, sempre, a chiedere alla direzione dell’Hotel.
Il tema è libero, come in ogni nostro convegno: vari argomenti proposti dagli stessi partecipanti. 
La formula è ancora aperta e gratuita, ma molti intendono male questa realtà e scelgono di soggiornare e pranzare e cenare altrove: quando non potremo più godere della squisita ospitalità del Grand Hotel Due Golfi, tale convegno di giugno sarà soppresso e resterà solo per pochissimi amici/amiche (massimo una decina), in forma assolutamente privata.
Per quest’anno è prevista la cena del venerdì al Ristorante “Da Michele”, alla Marina della Lobra (081 878 9871), a pochi chilometri dall’Hotel, con prenotazione obbligatoria, e per la serata del sabato una cena intorno alla meravigliosa piscina a sfioro del Grand Hotel Due Golfi (è necessaria la prenotazione).


Il convegno di Milano si svolge il terzo weekend di ottobre o il quarto (se la Luna si trova a 9° circa in Sagittario). Sede da stabilire. Ingresso libero e pranzi e cene altrettanto liberi. Quest’anno il 20 e il 21 ottobre (sabato 9-13 e 15-19, domenica 9-12).

Questa pagina resterà sempre il punto di riferimento anche per eventuali altri incontri annuali.


Le due cene del Convegno di questo giugno 2018


Premessa.
A Sant’Agata, come tutti sanno, è possibile avere un pasto, gustoso e sano, anche con meno di 5 euro...
Inoltre io e Daniela abbiamo davvero piacere di stare tra tanti amici e amiche che non vediamo per tanti mesi, ma è anche vero che con quelli più stretti ci vediamo e ci continueremo a vedere più volte all’anno.
Il Grand Hotel Due Golfi, rinnovando una tradizione di grande ospitalità e simpatia, ci continua ad invitare ogni anno e solo pochi di voi soggiornano nell’Hotel.
Per me questo non è un problema, ma come ho spiegato più volte, quando tale notevole ospitalità cesserà, io non cercherò un’altra location: semplicemente lascerò invariato tale appuntamento, ma in forma assolutamente privata e destinato solo a quelle dieci persone circa che tutti gli anni si ritrovano con noi all’interno di tale splendida cornice.



Quest’anno abbiamo modificato l’organizzazione delle cene, accogliendo qualche vostro suggerimento e gl’inviti ricevuti.
Venerdì sera la cena sarà presso il ristorante “Da Michele”, alla Marina della Lobra, un incantevole borgo marinaro nei pressi di Massalubrense da cui potremo godere il panorama del tramonto e mangiare al meglio. Il ristorante “Da Michele” è un luogo a me particolarmente caro, sia per la qualità del cibo, che per la cornice in cui si trova, senza considerare la simpatia e la professionalità dei proprietari...

Per praticità di gestione abbiamo concordato un menù fisso di 3 portate + dolce al costo (comprese le bevande) di euro 30 a persona (più la mancia). Naturalmente c’è la disponibilità per qualcuno che abbia delle intolleranze a fare qualche piccola variazione (da chiedere telefonicamente prima di giungere al ristorante), ma vi chiedo di attenervi il più possibile a quanto previsto.

Il menù stabilito è il seguente:
Antipasto (focaccia, frittelle, treccia con pomodori locali)
Linguine cozze e pecorino
Cozze gratinate e alici fritte
Dolce del giorno

Una monovolume 7 posti  farà dei viaggi dal Grand Hotel due Golfi e ci riaccompagnerà a fine cena. Se qualcuno di voi prevede di venire in auto, è invitato a comunicarmelo per tempo: potrebbe, utilizzando il parcheggio gratuito e riservato del ristorante, aiutarci a raggiungere più rapidamente la destinazione.
Vi consiglio di essere lì già alle 19.30 per godere del magnifico spettacolo del tramonto.
Per partecipare alla cena di venerdì è necessaria la prenotazione scrivendo direttamente al seguente indirizzo mail:
Siete tutti pregati di non presentarvi a inizio cena e senza prenotazione.


La sera di sabato 16 giugno, invece, la direzione dell’hotel Due Golfi ci ha riservato la splendida area a bordo della piscina panoramica e con loro abbiamo concordato un menù tipico con 3 portate in cui ci sarà un antipasto, una selezione di 3 primi piatti, una di due secondi piatti e una  scelta tra due dessert, più bevande al costo di 40 euro a persona (più la mancia). La professionalità del Personale e la cornice della location sono davvero speciali. Considerata anche la rinnovata disponibilità dell’Hotel ad accoglierci di giorno nelle sale, ed anche l’opportunità di riservarci per la sera un’area generalmente  utilizzata per eventi a pagamento, invito tutti a partecipare.

Anche qui potrete prenotarvi direttamente via mail all’indirizzo: mariorusso@grandhotelduegolfi.com

Menù della cena del sabato:

Antipasto terra e mare ai sapori del territorio.

Primo:
1° scelta: Spaghetti alla Nerano, con zucchine e formaggio
2° scelta: Risotto ai frutti di mare e basilico
3° scelta: Mezzo pacchero al ragù di scorfano di fondale

Secondo:
1° Scelta: Filetto di orata su crosta di patate e verdurine croccanti
2° scelta: Scamorza filante su sfoglia di limone di Sorrento 

Dessert
Delizia a limone
Caprese al Cioccolato

Vino: Falanghina o Aglianico ½ bott. a persona

Venerdì faremo un ceck delle prenotazioni per confermare il numero dei partecipanti.

I pranzi come al solito, invece, sono liberi. Io e Daniela andremo da Mimmo, allo “Stuzzichino”, la cui cucina non ha bisogno di presentazioni.







Per Tutti. Non è una notizia importante, ma vi invito a leggerla perché potrà spiegare, a qualcuno, il perché di un certo rumore di fondo che disturba, da qualche anno, l’Astrologia:


http://ilblogperidepressi.wordpress.com/ 


For Everybody. 
It is not an important news, but I invite you to read it because it can explain, to someone, the why of a certain noise leading that disturbs, from a few years, the astrology: http://ilblogperidepressi.wordpress.com/ 


Buona Giornata a Tutti.






Tutto il materiale contenuto in questo blog, testi, grafici e foto, rigo per rigo, è coperto da Copyright. È vietata ogni riproduzione parziale o totale senza previa autorizzazione dell’owner.


Per vedere bene i grafici zodiacali e le foto, occorre cliccarci sopra: si ingrandiranno.To see well a graph, click on it and it will enlarge itself. Passando il puntatore del mouse su di un grafico, leggerete, in basso a destra dello schermo, il nome della località consigliata. Se ciò non dovesse avvenire, vi consiglio di usare come browser Chrome di Google che è gratuito e, a mio avviso, il migliore.Where it will be my birthday?
Passing the mouse pointer on a graph, you will read, in low to the right of the screen, the name of the recommended place. If this didn't have to happen, I recommend you to use as browser Chrome of Google that is free and, in my opinion, the best.



A che ora sarà il mio compleanno? (At what time I will have my Solar Return?): http://www.cirodiscepolo.it/inetpub/vvrot/oroscopi/rsmirata.asp


Qual è l’Indice di Pericolosità del mio Anno? CALCULATE, FREE, YOUR 
INDEX OF RISK FOR THE YEAR (as explained in the book Transits and Solar Returns, Ricerca ’90 Publisher, pages 397-399): http://www.cirodiscepolo.it/inetpub/oroscopi_net/free/formnascitam.asp?oroscopo=Punteggio


Quanto vale il mio rapporto di coppia?


Test Your Couple Compatibility
http://www.cirodiscepolo.it/inetpub/oroscopi_net/coppia_free/coppia1.asp 



Una bibliografia quasi completa di Ciro Discepolo:

An almost complete bibliography of Ciro Discepolo: 
http://www.amazon.com/Ciro-Discepolo/e/B003DC8JOQ/ref=sr_ntt_srch_lnk_1?qid=1407665052&sr=





Posta un commento