venerdì 2 dicembre 2011

Astrology Essays: Federico Fellini (Italian)






You can get it here:


Enjoy it!











Grazie, Pasquale, di avere ricordato questa importante pagina di un libro che è stato fondamentale per molti di noi.











Benvenuto Ignazio!

Io ho studiato sul tuo orario delle 3.15 e non delle 3.30, come ho fatto negli anni passati. Quella di Rovaniemi in Finlandia, che vedi sotto, è la migliore ASR possibile per il 2012. Purtroppo dovremo correre il rischio che il Sole cada in 12^ Casa, se tu fossi nato ancora prima delle 3.15, ma non abbiamo scelta. Ti ricordo che nel mio sito vi è una pagina che si chiama "A che ora sarà il mio compleanno?" dove tu e gli altri potete controllare il momento del ritorno solare, ma non in questo caso perché l'algoritmo che gira sul sito va out of range alle latitudini alte. Comunque saranno le 7.50 del mattino, del giorno 5 e non sei, ora della Finlandia. Molti auguri.












Cara Catia, vi è la mia "Nuova Guida all'Astrologia", ma poi - chiaramente - devi inquadrare tale aspetto nel contesto specifico del soggetto. Cari saluti.








Caro Niko, ho scritto così perché mi sembra di ricordare che le altre erano ASR da "tazzina di caffè"...









Cara Danila,
è sempre bello leggere le tue osservazioni da persona con la mente libera. Vorrei chiederti un parere. Cosa pensi del fatto che i monaci buddisti del Tibet, che sono sapientissimi in astrologia e non soltanto in essa, dicono che è bene fare il compleanno mirato e la quasi totalità degli "arancioni" nostrani dice il contrario? Un saluto affettuoso.









Grazie, Roby: non fare troppi filoni!










For Anne Marie that writes:

Master Ciro,

Warmest greetings. First of all, I wanted to let you know that Mars in the 8th house of my solar return is creating a lot of home related issues in my home - repairs costs etc..(now resolved!). This is as pr your book on solar returns VERBATIM!!!
I have a quick question for you - do you regard jupiter in the 6th house of my solar return favourable for surgery (all types including cosmetic?).What factors do you take into account- lunar returns, transits etc? If I were to an some surgery in february 2012 - would you regard this period favourable taking into account a jupiter positioned in the 6th house solar return?

Your views are appreciated highly!

Anne Marie - 16.08.73 - Trieste, 2.05 am. Solar Return 2011- Hong Kong.


Dear Anne Marie,
yes, Jupiter in the Sixth House of the ASR is good also for cosmetic surgery. I advise you to choose the best time when Venus will be in your second radix House. Best wishes.





9 commenti:

Roby Casbarra ha detto...

Cari amici intervengo anche oggi solo per evidenziare che in questo meraviglioso spazio spesso, come ieri con gli interventi di Pasquale e Danila, si raggiungono livelli di dialogo astrologico elevatissimi che credetemi mi scaldano anima e corpo.... Grazie a Ciro per aver creato questa famiglia, grazie a tutti voi per l'eccelsa qualità delle discussioni!!!

Roby

Anonimo ha detto...

Per la discussione di ieri, innescata da Pasquale e rilanciata fa Danila.
Sono molto, molto d'accordo (e già Pitagora, fino a Leone Battista Alberti, Leonardo, Giordano Bruno etc, e tutte le Persone che ho avuto il privilegio di conoscere, senza magari che loro ne fossero consci).
Ecco in effetti la questione: sgravarsi dal peso
dell'Ego, per far nascere...
Scara

Danila Madau Perra ha detto...

Caro Pasquale, si avvererà per forza!! Noi siamo esseri semicoscienti o incoscienti o coscientissimi appartenenti ad una Matrice (cosmica, divina) e questo è un fatto a prescindere, che agisce comunque, indipendentemente dal nostro grado di coscienza e, come affermi anche tu, dalla nostra incapacità o capacità in progress di essere Auriga del proprio carro.

Per Ciro.
Quando diventi Auriga del tuo carro ti fidi di te stesso e ragioni con la tua testa, senza paura, consapevole che la tua forza è così tanta e concentrata da sbaragliare ogni ostacolo durante la corsa.
Paramahansa Yogananda ha portato lo Yoga in occidente e sempre in occidente ha diffuso il suo pensiero spirituale di tradizione orientale. Lo ha fatto per un calcolo umano e spirituale.
C’è un recente e grazioso film con la brava Julia Roberts dal titolo “Eat Pray Love” (Mangia, prega, ama, 2010). Verso la fine del film, quando la nostra protagonista incontra l’amore, ne è terrorizzata.
La donna è in crisi per i nuovi sentimenti che le sono nati e teme di perdere una centratura faticosamente conquistata durante il suo viaggio. A causa di ciò si chiude dentro una maschera di rigidità decidendo di allontanare il boy Felipe (Javier Bardem) incontrato a Bali (ama) durante l’ultima tappa del suo viaggio sabbatico che l’ha vista prima in Italia (mangia) e poi in India (prega). La decisione di rifiutare l’amore e ritornare in India non la fa tornare in pace e la donna è disperata. Elisabeth viene consolata (e consigliata) dal suo sciamano-guida balinese che la scoraggia dal seguire pratiche spirituali come via di fuga, riproponendole una frase del Buddha: “La via giusta sta nel mezzo: né troppo Dio, né troppo Io” e aggiunge: “A volte perdere l’equilibrio fa parte del vivere una vita equilibrata”.
Yogananda nel suo amorevole calcolo sapeva che l’Oriente (molto Dio) con la sua spiritualità e l’Occidente (molto Io) con la sua mente pragmatica avrebbero avuto solo vantaggi dall’incontrarsi e fondere le loro qualità. Quale luogo migliore degli Stati Uniti, così pragmatici, dalla meravigliosa spiritualità pratica e solidale, poteva esserci? Gli Stati Uniti, Ciro, non l’Europa!! Vorrà dire qualcosa….
Noi europei siamo rigidi (e quindi terrorizzati) nel concederci, nell’offrire la nostra gloriosa eredità intellettuale di secoli e permettere che venga rinfrescata da pensieri nuovi.
La Tradizione.. Ah che magnifica eredità!!
Mi fa tornare in mente un simpatico aneddoto della mia Maestra Yoga alle prese con una piccola discussione con il marito sul dove sistemare un pesante baule. Il marito le chiedeva dove, lei gli indicava il luogo, lui faceva di testa sua, lei protestava, lui le richiedeva dove, ecc. Andarono avanti per un po’ e noi allievi eravamo spettatori di una querelle domestica che, nonostante le apparenze, era espressa con una grazia speciale. Alla fine ebbe la meglio il marito e lei rassegnata si volse verso di noi e disse: “Mio marito è un vero Angelo… ma a volte.. le sue ali sono così pesanti…”.
Ecco che penso, Ciro: la nostra gloriosa Tradizione non potrebbe che acquistare lustro se quando serve gli spolverassimo le sue belle e grandi ali per farla volare verso pensieri nuovi.
Un caro saluto a Tutti.
Danila

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

a proposito della citazione di Pasquale Iacuvelle:
Commento di Giuseppe Al Rami Galeota
Non sottovalutiamo il potere evocativo del viaggio come significatore di percorso, direzione, sviluppo, evoluzione: alla base di esso vi è un legame analogico con l'archetipo dello sviluppo del "sé", ovvero lo sviluppo della personalità individuale. Come suggerirebbe Jung il viaggio dunque ha un significato archetipico e si sviluppa sia in senso esteriore che interiore attraverso immagini psichiche dense di significato; e questi significati vogliono portare all'abbattimento delle nostre barriere, andare oltre le difese specifiche dell "IO".
Dunque il viaggio di compleanno non è una fuga dalle responsabilità, ma è la naturale conseguenza di un bisogno di evoluzione, di crescita; e' un bisogno suggerito dai simboli archetipici che governano la nostra vita, proprio perchè innati. Oggi si è perduto il legame con le potenze naturali che collegano la nostra psiche alla realtà esterna; e per questo non riusciamo a comprendere bene come un viaggio possa essere la naturale espressione di una realtà interiore protesa all'evoluzione. La cartomanzia fa largo uso di immagini allegoriche che prese a spunto dalla nostra realtà interiore ci insegnano cose interessanti. Tra esse figura quella dell'eremita: un vecchio saggio con un bastone e una lanterna; due simboli densi di significato: il bastone è il mezzo per destreggiarsi dalle difficoltà di un viaggio che comporta sempre uno sforzo, una rinuncia alla stasi, all'annichilimento. Il bastone è il mezzo per sorreggersi, per sondare il terreno, per aiutarci a percorrere un sentiero inesplorato. Ma poi la lanterna protesa in avanti suggerisce la possibilità di una illuminazione, di vedere chiaro il nostro futuro, il nostro obbiettivo, di vedere meglio dentro noi stessi, la nostra realizzazione interiore che è il processo di individuazione del sé. Il viaggio nel giorno del proprio compleanno ha questo potere, quello di essere illuminante, di portarci verso una direzione migliore; un bastone per sorreggerci dalle nostre difficoltà e una lanterna per illuminare la nostra realtà interiore ed esteriore.

Anonimo ha detto...

Ultimamente non avevo avuto il tempo di seguire il blog...oggi ne ho fatto una scorpacciata e devo dire che e' sempre piu' illuminante..un vero orgasmo intellettuale.
Non potro' purtroppo essere a Napoli per il prossimo convegmno di Ciro e spero che qualke bella "pillola di saggezza " venga poi pubblicata..
Gabriella Napolitano

pasquale iacuvelle ha detto...

Certo Giuseppe sono d'accordo con te però cercavo di allargare un pò la cosa per noi già praticanti.
Quello che scrivi dovrebbe essere compreso a pieno da chi pratica l'AA, chi ha una certa cultura o in risposta ai suoi detrattori. Vale lo stesso in parole semplici il movimento è vita, la stasi la morte. L'evoluzione fà la differenza, sia in 'vita' sia nella 'morte'. Come direbbero alcuni alchimisti o Gurdjieffiani il viaggio ad un'ottava inferiore può essere anche dispersivo o inutile se non lo vivi coscientemente nonostante possa portare vantaggi fisici-materiali. Ugualmente ad un'ottava superiore la stasi vivificare lo spirito, tipo meditazione yoga etc. Qui si potrebbe non subire più l'influsso astrale anche non muovendoci fisicamente(Santi illuminati). Ricollegandoci all'esempio del vecchio e del bastone lo stesso.Il limite dei sensi fisici non ci porta a vedere oltre la lampada che illumina intorno a noi, ma quello che ci può far evolvere non è la meta quanto la via intrapresa(viaggio). Infatti se trascendiamo la cosa tratto dopo tratto illuminatoci dalla fioca luce(nostra limitazione visiva) compie un disegno più grande che supera la nostra comprensione. Come tanti segmenti( nostre parti divise) uniti compiono una retta che può portare ben oltre (unione corpo mente, uomo cosmico etc). E qui coscienti di ciò il viaggio acquisisce la sua numinosità, come al pari l'acquisiamo noi nel senso opposto.

Sarò felice di incontrare qualcuno di voi al seminario di Ciro la prossima settimana.

Ricambio i saluti di Ciro, Danila,Roby, Giuseppe, lo stesso per Ludovico, Luiogi Galli, Daniela,Paola Calvetti, Lella,Bianca Mele, BiancoValente, e tutti voi spero di vedervi presto ciao,

Pasqaule

Michela ha detto...

Carissimo Ciro,
sto programmando la mia ASR per il 2012 e finalmente una bomba per l'amore!! Se restassi a casa però avrei un saturno in 10 che non mi garba per nulla, allora avrei pensato di andare a Madrid, dove si sposterebbe e il sole in cuspide 3/4 mantenendo marte in 9 lontano dal MC! Che ne pensi? C'è forse qualche situazione migliore? Grazie mille.
Sono Michela nata a Borgosesia il 09/03/1973 alle 14.25...
Grazie di cuore

Valeria ha detto...

Guardate che notizia che ho appena letto!

"Delma Kinney, 51enne di Atlanta, ha vinto un milione di dollari alla lotteria per la seconda volta. La prima fu nel 2008, la seconda poco tempo fa proprio nel giorno del suo compleanno.
Ha acquistato il biglietto vincente mentre andava in farmacia a comprare medicine per l'influenza."

Non sarebbe interessante vedere che astri ha? Così glieli copiamo...? :-)))

Stefano ha detto...

Caro Ciro.Volevo farti una domanda relativa alla mia rilocazione. Tu mi avevi suggerito tempo fa per la rilocazione la citta' scozzese di Aberdeen. Vorrei sapere se ritieni valide anche le citta' di Dundee e Perth sempre in Scozia e se pensi che questo sia il periodo giusto per cambiare citta'. Io credo di si anche se con qualche sacrificio abitativo (Saturno in quarta di R.S).Poi ho Urano tra la nona e la decima sempre di R.S. e di transito ho Plutone sestile al Sole. Ho un forte bisogno di dare una scossa alla mia vita e penso che questo sia il momento giusto.Ti ricordo che ho passato la mia R.S.M. a Trabzon in Turchia.
Complimenti alla brava Danila Madau Perra per il bellissimo post.

Un caro saluto.

Stefano Meriggi