mercoledì 25 febbraio 2009

Le centrali nucleari


Per Uranio14. Diverse volte, negli ultimi mesi, ho scritto, su questo spazio, le mie previsioni per Berlusconi e il suo governo. Le date delle crisi passate e future sono tutte segnate nel grafico di AstralDetector riprodotto su questo blog. Ovviamente, come ho già scritto, non penso affatto che ci siano imminenti pericoli di crisi di governo, ma solo momenti critici e infausti, un po’ per tutti, come la faccenda Englaro.
Ci sono tante cose che non condivido della politica dell’attuale premier, a cominciare proprio dal discorso sul testamento biologico. Tuttavia penso sia un errore gravissimo continuare a proiettare i propri demoni sulla figura di Silvio Berlusconi, “a prescindere”.
Sono d’accordo con lui su tante sue decisioni e sul nucleare sono schierato a favore da sempre. Chi ha seguito in diretta, decenni fa, il brutto dossier su Felice Ippolito? Egli, già direttore del CNEN, arrestato nel 1964 per irregolarità amministrative nel suo istituto (del tipo abbonamenti a riviste che non esistevano) e poi, dopo diversi anni di carcere, deputato PCI e quindi ammalato di cancro e scomparso dalla scena pubblica e privata dove aveva dato molto fastidio, soprattutto per una cosa: da sempre aveva gridato a voce alta che l’Italia doveva uscire dalla dipendenza energetica e passare al nucleare. Pestò i piedi a personaggi importanti e diede fastidio al gioco miliardario del petrolio e dei petrolieri e fu solo un miracolo che scontò semplicemente il carcere invece di finire schiacciato tra due TIR in autostrada.
A mio avviso il discorso sul nucleare mostra in tutta la sua estensione il fariseismo italiano.
Paghiamo bollette di energia elettrica doppie rispetto al resto dell’Europa, con grave danno anche per la nostra industria, dipendiamo quasi completamente dall’estero per il fabbisogno energetico e se scoppiasse una centrale nucleare al confine francese o svizzero o serbo o…, sarebbe praticamente come se scoppiasse a Campobasso o a Reggio Calabria o a Modena.
La persistenza di Giove in Aquario, segno in cui, in questo momento, sono presenti ben quattro astri, ci spiega, da un punto di vista astrologico, la scelta dell’Italia (la stretta congiunzione Giove-Mercurio in Aquario richiama proprio la presenza dei nostri cugini francesi da cui abbiamo molto da imparare). Se ci spostiamo, invece, sul piano strettamente economico-politico, credo che tutto il mondo occidentale sia con noi e mi spiace non avere ascoltato, nei TG di ieri sera e di stamattina, e neanche letto sui principali quotidiani di stamattina, commenti al riguardo del neopresidente Franceschini. Se io potessi, gli chiederei: “Vogliamo parlare un attimo di Felice Ippolito?”.

In ogni caso non temete, questo sito non è un sito politico e non lo diventerà, ma credo sia legittimo esprimere pareri, soprattutto personali, e forse anche ricordare ancora una volta il fenomeno della proiezione, in psicologia. Secondo voi perché gli “yankee”, per decenni, ci hanno mostrato film western in cui i pellerossa venivano descritti come brutti, sporchi e cattivi? Non era forse per dire: “Fate attenzione, noi siamo puliti come un lenzuolo bianco. Gli stupratori stanno da quella parte…”.
Insomma, quello che vorrei sottolineare è che non ho votato e non credo voterò mai per Berlusconi, ma trovo degno di studio astrologico la demonizzazione che si fa di costui, “a prescindere”.

Per Paola. Spero che tu possa fare qualcosa per Elisabetta che lo merita davvero. Ma veniamo un attimo alle RLM. Io, quest’anno, credo che ne farò un paio in tutto. Le ragioni le ho già spiegate, credo esaustivamente, sia nel mio libro italiano che in quello inglese. Credo, invece, che tu possa e debba potenziare la diffusione del tuo ultimo romanzo (che Daniela mi ha sequestrato e che sta leggendo al posto mio). Per una scrittrice come te che pubblica in diversi Paesi del mondo, non penso sia un grosso problema mettere Saturno in nona Casa, per un mese. Saturno in decima, invece, può fare molto più danno, ovviamente nei limiti di un’ottima RSM in corso…
Insomma, al posto tuo, non ipotizzerei viaggi alle Hawaii o cose del genere, ma semplici viaggi low cost, quando ciò sia possibile, di una-due ore di volo.

Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it
Posta un commento