giovedì 13 agosto 2009

Le ore nel mondo, aggiornate in tempo reale



Si tratta di un problema non da poco che riguarda l’astrologia, la geografia politica, i trasporti internazionali, ma soprattutto il diritto internazionale.
Per quanto riguarda noi sarebbe di vitale importanza possedere un database aggiornato di ora in ora che ci dicesse in un determinato punto del pianeta che ore sono in ogni istante della giornata.
La cosa varia in funzione di leggi dei vari stati o, molto più semplicemente, di regolamenti regionali all’interno di grandi Paesi come la Russia.
Se noi organizziamo un viaggio e il nostro aereo per il ritorno vi è ogni tre giorni, esattamente all’ora del return solare, può anche andarci bene, ma se una settimana prima di quest’ultimo la legge locale cambia e il nostro volo viene anticipato di un’ora?
Personalmente ho studiato la cosa da sempre e ho potuto, con l’aiuto di più collaboratori, redigere un database enorme di città e di regimi orari del mondo (tre milioni di località). In questo contesto, tanto per fare un esempio, a livello storico, io e Stefano Briganti abbiamo potuto ricostruire la famosa Linea Gotica della seconda guerra mondiale e tracciare una mappa dettagliatissima delle ore in Francia, man mano che le truppe tedesche avanzavano e conquistavano nuovi piccoli villaggi, obbligandoli a mantenere l’ora di Berlino e non di Parigi.
Abbiamo fatto questo lavoro per ogni parte del mondo e, nelle sedi opportune, è stato anche riconosciuto, per iscritto, il lavoro mio, di Luigi Galli e degli altri.
Ma tutto ciò riguarda il passato. E per il futuro?
Chi si occupa di questa materia a livello universitario/CNR, interrogato in proposito, recentemente, da noi, ci ha risposto di non conoscere soluzione al problema.
La cosa è abbastanza clamorosa e forse abbiamo scoperto un bug nel Diritto Internazionale.
Prendiamo la ricerca di criminali informatici e la persecuzione di crimini informatici. La tracciabilità, in quanto ai luoghi, oggi è totale ed è possibile rintracciare chiunque, anche se scrive da provider diversi o dal computer del cugino o da quello dell’hotel in cui va in pensione.
Resta, invece, il problema dell’orario, come scrivevo.
Credo di poter affermare, senza temere di essere smentito, che non esiste la “Cassazione” in tal senso e anche siti autorevolissimi e a pagamento sbagliano grossolanamente le ore nel mondo.
Vi terrò informati se riusciremo a scoprire altro.

Per Daniele. Sì, anche io ho molto apprezzato quel film e ve ne consiglio un terzo, minore rispetto agli altri due, ma sempre sullo stesso tema: “Goodbye Lenin”.

Per Tutti. Rimandiamo di un po’ l’assegnazione del premio indetto l’altro giorno così forniremo un quadro completo in tutti i dettagli, per il piacere di ognuno.

Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it

3 commenti:

pasquale iacuvelle ha detto...

Ciao a tutti!
Buon lavoro a chi ancora lavora e buone vacanze per chi e'in vacanza.
Finalmente ho terminato di sistemare un po'di cose essendomi trasferito di nuovo a Londra.
Un saluto a tutti spero di leggervi presto,
Pasquale.

Hapi ha detto...

hello... hapi blogging... have a nice day! just visiting here....

Marcello Phoenix ha detto...

Approposito di fusi orari ecc e le ore di guerra?http://cirodiscepolo.blogspot.com/2009/08/le-ore-nel-mondo-aggiornate-in-tempo.html

caso interessante:
[highlight][]Philip J. Berg, Philadelphia PA, 14 aprile 1944, 5.14[/[/][/highlight]
[color=purple]Philip J. Berg è l’uomo delle cause perse… ma che danno visibilità.
Procuratore della Pennsylvania, ha una passione sfrenata per sollevare
dubbi e obiezioni sulle cose più assurde. Una ricerca con google vi
illuminerà.
L’ultima, in ordine di tempo, è l’obiezione sollevata sull’autenticità
del certificato di nascita di Obama, cosa di cui si è detto già a suo
tempo.
Lo studio del tema di Berg offre spunto di discussioni notevoli.
Sappiamo dove e quando è nato, ma il problema è che *non* sapppiamo
quale differenza oraria prendere in considerazione. All’epoca a
Filadefia era in vigore l’ora di guerra (EWT=+4), ma negli ospedali
c’era l’obbligo di registrare le ore in Standard Time (EST=+5). Il
punto è che non si sa se l’ospedale dove è nato Berg rispettava la
consegna oppure no. I colleghi americani non sono riusciti ad
appurarlo.
L’ascendente passa da Pesci ad Ariete e marte passa dal terzo al
quarto campo…

[/color][IMG]http://i27.tinypic.com/osdhfc.gif[/IMG]
[URL=http://www.astro.com/astro-databank/Berg%2C_Philip_J]http://www.astro.com/astro-databank/Berg%2C_Philip_J[/URL].



[color=gray] [size=7]Fonti: [/size]
[URL=http://www.mynewsgate.net/frameset.php?w=1024&ng=free.it.scienza.astrologia&su=newsgroup.php]http://www.mynewsgate.net/frameset.php?w=1...u=newsgroup.php[/URL]

Inviato da: GraZia BORDONI ad [URL=http://www.armonics.it/_forum/topic.asp?TOPIC_ID=657]http://www.armonics.it/_forum/topic.asp?TOPIC_ID=657[/URL]


[]In effetti ho provato diversi Programmi ...per vedere se tenevano conto dell'ora di guerra .[/]

Kepler,Astral,Caratti/exp5 ecc mantegono fuso +5- h estiva -4+ ... e infatti mi esce ASC Pesci. tra 21° e i 23° ... l'unico è astro-databank -com che dà Asc Ariete a16°

[IMG]http://i29.tinypic.com/qxjb5e.jpg[/IMG]

Cosa ne Pensate .?..come risoliviamo?