venerdì 12 agosto 2011

Il Verbo Di Paul Krugman















Leggendo il libro di Paul Krugman Il ritorno dell’economia della depressione e la crisi del 2008, Garzanti, mi sono convinto ancor più di due presunte verità:

-         personalmente capisco nulla di economia
-         gli economisti capiscono nulla di economia


La prima affermazione è mia. La seconda è il mea culpa recitato dagli economisti migliori del mondo, quale appunto Paul Krugman che la Fondazione Discepolo ha avuto il privilegio di premiare lo scorso maggio a Vico Equense.


Ecco alcune perle tratte dal libro in oggetto:

“Cinque anni fa quasi nessuno pensava che le nazioni moderne avrebbero potuto essere costrette a sopportare terribili recessioni per difendersi dalle speculazioni valutarie; che un grande paese industrializzato non sarebbe riuscito a investire abbastanza per mantenere occupati lavoratori e industrie; che anche la Federal Reserve avrebbe messo in discussione la propria abilità di fronte al panico dei mercati finanziari. Abbiamo scoperto che l’economia mondiale è molto meno rassicurante di quanto potessimo immaginare”.





"È incredibile osservare quante delle nazioni che più hanno sofferto in questi ultimi anni, dal Giappone alla Corea, erano state messe sul piedistallo non molto tempo fa; dato per assodato che i loro ammiratori si erano lasciati prendere eccessivamente la mano, queste nazioni erano veramente così mal gestite come la gente oggi è portata a pensare? O si tratta semplicemente di un fenomeno di ‘razionalizzazione ex post’”?



“… La cosa strana è che tutte queste critiche erano, fino a un certo punto, corrette. Forse la politica del Fondo Monetario Internazionale – che difende il tasso di cambio a un costo enorme, ma che non riesce né a garantire il successo delle sue decisioni, né a imporre limiti alle speculazioni in caso di fallimenti – ha creato il peggiore di tutti i mondi possibili…”.




“Nel 1930 John Maynard Keynes scrisse che “ci siamo ficcati in un bel pasticcio, abbiamo dovuto cominciare a guidare una macchina estremamente sensibile di cui non conosciamo il funzionamento”.



Bisogna dare merito all’Autore di avere riempito il proprio libro di punti interrogativi e di avere confessato, in più passaggi del testo che vi consiglio senz’altro di leggere, che non esiste una ricetta unica e funzionante per non cadere nella depressione (sì, perché la brutta notizia è che “potremmo cadere nella depressione”).



Per ogni paese occorrono soluzioni diverse: la ricetta per il Brasile non andrebbe assolutamente bene per gli USA e quella per il Giappone dovrebbe contemplare leggi e azioni lontanissime da quelle che occorrerebbero in Europa. Ma ci vorrebbe anche un’autorità mondiale capace di imporre tali leggi al di sopra delle singole sovranità nazionali e riflettendo su questo Paul Krugman, persona intelligente ed espertissima, si rende conto che si tratterebbe di una utopia dacché l’unica vera regola che sembra poter essere il primo comandamento dell’economia mondiale è: non si può uscire dal modello del libero mercato!






La macchina economica mondiale è un congegno difficilissimo da gestire, con migliaia e migliaia di variabili che configgono spesso tra loro e che portano alla definizione di una equazione con tante variabili tanto che anche il maggiore esperto mondiale di leggi finanziarie avverte la necessità di parlare per metafore e soprattutto usando molti punti interrogativi.


Egli, in sostanza, conclude dicendo che questi problemi, con gli anni, si risolveranno da soli, diciamo in una trentina d’anni, quando noi non ci saremo più.
Ma non è forse l’ammissione che a governare questo aspetto della vita terrestre ci sono sempre e ovunque gli astri?
Noi astrologi non potremmo leggere questa conclusione come la prova che i problemi cesseranno quando le configurazioni astrali saranno cambiate?
E allora, come ho detto molte volte, avendo studiato almeno mille anni di curva di Indice Ciclico Planetario, io penso che già dal 2013 ricominceremo a risalire dal fondo del burrone.


Ciro Discepolo







Cara Vince, comprendo le ragioni della tua decisione, ma ti sconsiglio di recarti a Madrid dove incolleresti Saturno al MC di RS, un brutto passo indietro rispetto alle conquiste di questi ultimi anni. Se proprio non puoi recarti dove ti ho suggerito, cerca almeno di andare a Johannesburg: vi è un volo diretto Francoforte-Johannesburg, di circa 9 ore di viaggio, che ho preso anche io un paio di volte e che potrebbe risolverti il problema con una ASR mediocre, ma non cattiva. Guarda il grafico. Molti auguri.






Benvenuta DanyLibra74!
Come ti ha consigliato anche Lella, parti con lo spirito di migliorare la qualità della tua vita, e - se poi - riesci anche a evitare posizioni pericolose, tanto meglio!
Ti consiglio Buenos Aires. Vedi grafico sotto e ti ricordo che vi è un volo diretto Roma-Buenos Aires con Aereolineas Argentinas alquanto economico e buono (l'ho preso anche io). Moltissimi auguri. 










Cara Scara, ti aiuterei volentieri, ma tra le 5, le 6 e le 7 di mattina ci sono moltissimi Temi Natali del tutto differenti tra loro e noi non possiamo correre il rischio di fare del male alla persona che ci chiede aiuto.






Caro Niko, ricambio saluti affettuosi.






Per Anonimo-Anonimo: ti ha risposto Niko.





Per Roberto Minichini. Ti credo perché i tuoi scritti parlano da soli e perché tu ti sei gettato nell'arena dei consulti dove, con i fatti e non con le parole, cerchi di affrontare i problemi della gente, ogni giorno. Vai avanti così, anche se la tua astrologia è diversa dalla nostra in tanti aspetti. 





Per Laura. Ti consiglio Air Lanka con cui ho volato due volte a Colombo ed è economica e buona.






Dear Mery, Puebla is good for your sister, but only if her birth time is correct! In the home page of my website www.solarreturns.com you can read, free, the book of mine "Solar Returns". Some people think that it is a clone of "Transits and Solar Returns", but these few persons understand nothing of Solar Returns. It is a tecnichal manual, a mathematical manual about the Aimed Solar Returns that explains, among many other things, that in the construction of the ASR Chart is not important the time set in relation to Greenwich. Best wishes.








For all. This is not an important piece of news but I ask you to read it anyhow because it will explain, to some, the background noise which has been disturbing Astrology for some years (Per Tutti. Non è una notizia importante, ma vi invito a leggerla in quanto potrà spiegare, a qualcuno, il perché di un certo rumore di fondo che disturba, da qualche anno, l’Astrologia. Appena avrò un po’ di tempo, creerò altri tre o quattro blog per altre persone su cui vi state ponendo delle domande):















Buona Giornata a Tutti.
Ciro Discepolo


10 commenti:

katia ha detto...

Caro Ciro,
mi piacerebbe avere un chiarimento rispetto alla lettura dell'indice planetario di Andrè Barbault. L'indice vedrebbe un discesa a picco fino al 2020, che più o meno combacia con previsioni economiche di altre fonti che prevedono che intorno al 2020 il processo di trasferimento della ricchezza da occidente a oriente sarà terminato. A quel punto si ritornerà ad un equilibrio.

Anonimo ha detto...

Lo so Ciro, ed infatti ho voluto lo stesso rischiare i tuoi fulmini...
Allora facciamo così, consapevole di non uscire dall'ambito della tua cortesissima, e molto giusta critica, enucleiamo monotematicamente, ed in via del tutto generale (categorizziamo, per spiegarci), le quadrature a Plutone in Leone (10a) e a Marte in Acquario (4a) di un Sole in Scorpione 1a Casa, congiunto a Venere (anch'essa quadrata a Plutone) e a Saturno (anch'esso quadrato a Marte). Infine, fondamentale, cosa può significare in via generale una Luna in Gemelli in 8a.
Lo so che mi merito lo stesso uno scapaccione... Ti aggiungo inoltre che con questa persona non sto facendo per ora un discorso astrologico, e credo che mai direttamente lo farò (credo nutra una notevolissima diffidenza ad ogni tipo di scandagliatura, ed inoltre, non mi è stato richiesto). Ho con lei strettamente a che fare (personalmente e professionalmente), e vorrei per quanto meglio illuminare quegli aspetti caratteriali che menzionavo (potere/sessualità come modalità dell'io con sé e con gli altri).
Ti chiedo dunque una "sbozzatura", consapevole di tutti i margini di aleatorietà, con cui confrontare le mie, in attesa di poter riuscire a meglio precisare il quadro di nascita.
Se tu volessi, ti sarei gratissima.
Scara

Roberto Minichini ha detto...

Caro Ciro , l'insegnamento fondamentale che ho appreso da te è l'importanza di aderire alla astrologia giudiziaria basata sulla Tradizione , capace però di allargare il proprio campo di ricerca e di conoscenze con il passare del tempo : niente rigidità passatista dogmatica e niente innovazioni basate su teorie strane , non verificate dalla conoscenza trasmessa e verificata sul campo concretamente . Molte scuole di astrologia moderna , non tutte , sono semplicemente fumo buonista , e mi dispiace doverlo dire , un modo abusivo di giocare a fare gli psicologi senza averne le qualifiche e le competenze accademiche e scientifiche necessarie . Un astrologo non è uno psicologo o psicoterapeuta , ma è un interprete di simboli astrologici che deve fare delle analisi e dare dei responsi basati sulla astrologia . Se poi , a livello di personalità individiuale , l'astrologo è forse anche una persona saggia ,capace di introspezione e anche di "vedere dentro" l'altra persona , questo è molto bello e ovviamente legittimo , ma non autorizza lo stesso a confondere l'astrologia con la psicologia o psicoterapia . Fine prima parte- continua .Roberto Minichini

Roberto Minichini ha detto...

Un astrologo può fare il percorso che vuole , ed accumulare esperienze e culture varie , ma rimane un astrologo , altrimenti confonde il suo ruolo con quello di qualche altre categoria , forse perchè si crede poco alla astrologia in quanto tale , forse perchè si è servi dello spirito dominante dei tempi ( questa forma mentis fa parte del 99% dell'umanità di tutte le epoche e luoghi...) , forse perchè ci si sente poco dignificati dalla semplice pratica astrologica e si vuole assumere più "autorevolezza" . Un altro paio di maniche sono quei colleghi , che in gran parte esercitano la professione di astrologo all'estero in altri paesi ( l'astrologia è sempre stata un mestiere ...solo oggi si pensa che l'astrologo esista per divertire gli altri , come se fosse un hobby...) , i quali hanno le qualifiche giuridiche ed accademiche necessarie per essere e definirsi psicologi e psicoterapeuti . Questi spesso mi danno l'impressione di aver messo la dicitura "astrologo" sui loro biglietti di visita per scopi promozionali e di marketing . Nel senso che hanno pochi clienti/pazienti , il mercato è pieno , e allora bisogna inventarsi qualcosa per distinguersi , rendersi particolari ...Questo tipo di astrologi spesso non fanno affatto consulti di astrologia , ma hanno stravolto la disciplina astrologica , trasformandola in una babele di teorie e chiacchere psicologistiche fumose , new age , buoniste , politically correct e progressiste radical chic . Fine seconda parte - continua . Roberto Minichini

Roberto Minichini ha detto...

Personalmente credo che l'astrologia possa benissimo camminare da sola o in abbinamento ad altre mantiche divinatorie , le quali sono comunque sistemi differenti ed indipendenti , anche se in molte , per esempio nella geomanzia o nella chiromanzia , esiste un chiaro simbolismo astrologico .Per il resto l'astrologia fa parte dell'occultismo , molti grandi astrologi della storia erano stati occultisti , e molti occultisti famosi erano esperti nell'arte dell'astrologia . Qui non parlo di un fenomeno recente , ma antichissimo e che continua anche ai nostri giorni . A me risulta che il fratello di André Barbault seguiva la mia linea di pensiero e le mie tendenze , ne so poco , anzi , non ne so quasi nulla . Una volta ho avuto occasione di acquistare a prezzo molto basso ( pochi euro ) un volume usato , in lingua francese , adesso per me introvabile , scritto da un certo Armand Barbault . Purtroppo non l'ho comprato e oggi mi pento . Il testo parlava di astrologia , geomanzia e tarocchi e quindi è nella linea della mia pratica e delle mie ricerche . Tu , caro Ciro , sei a conoscenza di questa figura e di questo uomo , mi sapresti dire qualcosa di più su di lui ? Fine terza parte - continua . Roberto Minichini

Roberto Minichini ha detto...

Anche studiando discipline come la magia o l'alchimia è evidente , evidentissimo , che un mago cerimoniale e un alchimista devono conoscere molto bene l'astrologia per poter percorrere il loro sentiero . La connessione fra astrologia , magia ed alchimia è talmente antica che questa unione profonda è considerata come uno degli insegnamenti del mitico Ermete Trismegisto . Personalmente mi occupo di sufismo , di mistica o esoterismo islamico , e come in molte forme di spiritualità , anche qui la figura del Maestro spirituale è centrale . Con il mio grande disappunto , dopo anni di ricerche ed esperienze , ho raggiunto ormai da molto la convinzione totale che la stragrande maggioranza dei cosidetti Maestri spirituali , appartenenti all'Islam o ad altre tradizioni religiose , sono quasi sempre dei ciarlatani assetati di potere e in ricerca di seguaci da dominare . Come musulmano sufi ho dovuto abbandonare la fiducia in Maestri umani ed affidarmi alla guida di Maestri del mondo dello spirito , almeno per ora . Il rifiuto della gerarchia ufficiale delle religioni organizzate ("exoterismo") e il rifiuto delle conventicole capeggiate da Maestri fintamente luminosi("esoterismo") , porta inevitabilmente a una ricerca spirituale individuale in cui si cerca il contatto intimo e diretto con la "Luce" . L'astrologia nella mia visione è una delle componenti di un quadro più vasto in cui l'Eterno ci insegna il segreto del significato del nostro esistere su questa terra . Quarta ed ultima parte - Fine . Roberto Minichini

Vince ha detto...

Caro Ciro, ti ringrazio infinitamente. Ieri ho guardato gli orari e le coincidenze da Torino per il volo Francoforte-Johannesburg. Considerando che il 5 settembre inzio il mio lavoro con orario dalle 14 alle 18 e che da dove sarò all'aereoporto c'è circa un'ora di viaggio e che inoltre non farei in tempo a prendere la coincidenza per Johannesburg così come non combaciano gli orari di rientro (verifica fatta con agenzia viaggio) credo che o dovrò rinunciare al lavoro o alla mia mediocre RSM. RS che se passata a Torino avrà comunque un Saturno lontano dalla cuspide della X casa ma resta comunque con stellium in ottava oltre che con Plutone Luna all'ascendente e.... continuo a non comprenderne la gravità.
:-(((
Un abbraccio e ancora grazie comunque.
Vince
PS ci sono pilloline in cui spieghi il significato di Plutone agli assi in RS??!!

Anonimo ha detto...

Buongiorno a tutti,
sono Giulia, premetto a Giuseppe e a Ciro che ho ordinato il testo consigliatomi per approfondire la conoscenza dell'argomento ma intanto continuo a "curiosare" fra temi natali e simbolismi vari cercando di acquisire almeno "l'alfabeto", come dice giustamente Ciro, della materia.
Rivolgo perciò il seguente quesito a chi vorrà rispondermi.
Ho analizzato il Tema Natale di mia figlia(17/12/90 ore 11.57 - sora-FR) ed intanto ho trovato conferma di molti aspetti della sua personalità. Dal punto di vista dello studio ho notato, però, una cosa ai miei occhi singolare: ha un accumulo di pianeti quasi tutti fra le stesse case e gli stessi segni. Che significato può avere?
In riferimento a che cosa si stabilisce se un pianeta è armonico o no? Urano, ad esempio,in questo caso è armonico o no? E giove in leone? Inoltre nel 2010 ha trascorso il suo compleanno a Pescara dove frequenta l'università e durante quest'anno ha avuto una svolta improvvisa ed inaspettata: ha deciso di fare il servizio m. in Marina ( ha fatto le prove con esito positivo ed ha deciso di accettare 1 anno di corso). Partirà il 22 agosto. Guardando la R.S. del 2010 era prevedibile tale possibilità? in base a quale aspetto? C'è possibilità che si affermi in questo settore o potrebbe restare solo un'esperienza momentanea?
Un caro saluto e buon ferragosto a tutti. Giulia

Michele ha detto...

Per Roberto Minichini:

Armand Barbault è il fratello maggiore di Andrè, un vero nettuniano, studioso e praticante di astrologia e di spagiria. E' stato astrologo di De Gaulle.
Andrè Barbault sostiene che sia stato proprio lui a suggerirgli un punto di partenza per lo studio dei cicli planetari in astrologia mondiale; infatti aveva notato la congiunzione nettuno-saturno in concomitanza con la Rivoluzione di Ottobre, associandola quindi alla diffusione e alle sorti del pensiero comunista alle masse. Da lì poi Andrè è andato avanti...
L'associazione Nettuno-Saturno sarà sempre associata da Barbault alle idee socialiste/comuniste, al blocco sovietico ecc,
contrariamente all'associazione Giove-Urano, associata al capitalismo e alle rivoluzioni liberali.
Probabillmente il libro di cui parli è "L'oro del millesimo mattino", ed. Mediterranee.

Ti lascio un paio di link:

http://www.youtube.com/watch?v=l4ssz8hzrOc

http://www.youtube.com/watch?v=Gs1qPxyOMGk

In questo canale trovi molte interviste ad Andrè Barbault; naturalmente in francese.

http://www.youtube.com/user/baglistv

Quì trovi il suo tema natale e cercando "barbault" quelli di figli e nipoti dei due grandi francesei che sono tutti astrologi professionisti!

http://www.astro.com/astro-databank/Barbault%2C_Armand


Un caro saluto a Ciro e a tutti

Michele Pellegrini

Giovanni ha detto...

Gentile Ciro,
anch'io, come katia, sono rimasto un po' perplesso dall'affermazione che, in base allo studio dell'indice ciclico di Barbault dovremmo iniziare ad uscire dalla crisi già a partire dal 2013. Evidentemente ci manca qualche dettaglio nell'interpretazione dello stesso.
Cordiali saluti
Giovanni