martedì 16 settembre 2008

L'uomo in più


Ho rivisto questo film per l’ennesima volta e lo trovo sempre straordinario. Forse ha ragione un mio caro amico, anche lui ammalato di cinema come me, quando sostiene che la coppia Sorrentino-Servillo è almeno pari all’altra Scorsese-De Niro…
La storia è interessante, soprattutto per chi si occupa di astri. Due uomini vivono nella stessa città e hanno lo stesso nome e cognome. Sono anche nati lo stesso giorno e mese, in anni diversi. La loro storia è, per molti tratti, parallela. Il primo è un calciatore del Napoli (vi è un riferimento abbastanza chiaro a un personaggio davvero esistito) e il secondo un cantautore anch’egli di successo (sembra esserci un preciso richiamo alla figura di Califano).
Entrambi toccano, contemporaneamente, una vetta di grande successo professionale, ma subito dopo subiscono un incidente grave: il calciatore si rompe i legamenti del ginocchio e non può più giocare; il cantante viene letteralmente sedotto da una giovane donna che però dimostra più dei suoi sedici anni. Entrambi vanno giù giù in fondo, fino a dove ogni uomo può giungere dopo avere toccato vertici di grandezza.
I loro destini, in più occasioni, sembrano toccarsi. Il calciatore tiene duro per oltre quattro anni e tenta di diventare allenatore, ma il presidente della squadra a cui ha dedicato la vita gli darà il colpo di grazia: “Antonio, se posso dirti la verità, io credo che il calcio non faccia per te. Il calcio è un gioco e tu sei un uomo fondamentalmente triste…”.
E infatti Antonio si toglie la vita.
L’altro Antonio, invece, ha un altro carattere e “stupra” la vita anziché esserne stuprato. Va dal presidente della squadra del suo omonimo defunto e lo uccide. Poi tenta la fuga, ma viene arrestato.
Non vi svelo il lieto finale per non togliervi il piacere di vedere questo film particolare che sembra suggerirci, appunto, che, volendo, una buona fetta del destino ce la possiamo costruire con la nostra volontà.
E noi che crediamo nell’AA ciò lo condividiamo certamente.

Benvenuta Virginia nella nostra famiglia e grazie per le belle parole che mi hai dedicato. Grazie anche a voi tutti e speriamo che questo libro (già disponibile presso Armenia e in libreria il 25 settembre) possa farvi appassionare ancora di più al segmento a mio avviso più affascinante dell’Astrologia.

Buona serata a Tutti.
Ciro Discepolo
http://www.solarreturns.com/
http://www.cirodiscepolo.it/

3 commenti:

paola ha detto...

ciao a tutti, mancano pochi giorni...e parte la caccia al TESORO. Io il 25 mi piazzo prima di andare in ufficio davanti alla libreria hoepli di Milano e aspetto che il libro del Maestro arrivi. Il primo che lo trova batta un colpo e inizi il passa-parola...non vedo l'ora di capirci un po' di più delle RL e delle RT...
buona giornata
Paola

Celeste ha detto...

Siamo tutti curiosi vedo...
;-))
Buona giornata a tutti.

Giulia ha detto...

Ciao Paola bentornata, proprio ieri valutavo che era da parecchio che non ti leggevo.
Ma ti capisco, io, per esempio, ho un sacco da fare, come dice Ciro i giorni pre/post compleanno sono pieni di avvenimenti... e non mi sto collegando più con la frequenza di prima.
Anche io, proprio ieri, sono andata alla Feltrinelli a prenotare il libro, ho lasciato un'acconto e quando arriva mi avvisano con un sms!!!