mercoledì 23 gennaio 2008

Due consigli per viaggiare con meno stress


Molte volte ciò che stressa maggiormente in un viaggio sono le attese. Vi propongo due modi per rilassarvi un poco.A volte succede, mettiamo, che il vostro volo inizi alle 19, da una qualunque città del mondo. In genere dovete lasciare la stanza d'albergo alle 10 o, nel migliore dei casi, alle 12. Restare in aeroporto tanto tempo, o anche in hotel senza disporre di una stanza, è davvero assai stancante. Provate a chiedere un "late check-out" (un rilascio della stanza in ritardo): nella maggior parte dei casi ve lo accordano gratuitamente. In caso contrario pagherete una piccola differenza sul prezzo della stanza, ma potrete anche fare un riposo pomeridiano prima di recarvi in aeroporto.
Un'altra situazione davvero stancante è trascorrere una giornata intera in aeroporto, soprattutto su sedie scomodissime e senza poter utilizzare prese elettriche per il computer, l'Ipod, ecc. (sembra un dispetto fatto di proposito dagli architetti).
Quest'anno sono stato molte volte per 7-8 ore all'aeroporto di Fiumicino ad attendere una coincidenza. Lì, a fianco al ristorante, vi è la lounge Athena, o qualcosa del genere, riservata ai viaggiatori di business di varie compagnie aeree. Apparentemente non potete entrare e invece è possibile farlo pagando un ticket: con 20 euro vi mettono a disposizione una saletta dove, solitamente, siete soli, con tanto di bar dove potete servirvi in continuazione e senza pagare, ambiente climatizzato e senza rumori, comode poltrone, tavolini, prese elettriche per il computer, un bagno pulitissimo. Insomma venti euro spesi benissimo!Questa sala è disponibile quasi ovunque, anche all'aeroporto di Bologna dove un cameriere di bar credo un po' stupido e razzista mi giocò uno scherzo degno della sua testa. Io chiedevo dove potermi sedere e collegare a una presa elettrica e lui, apparentemente gentilissimo, mi indicò una "Sala di cortesia" o qualcosa del genere. Non ero neanche entrato che giunsero due vigili urbani e una guardia del servizio di sicurezza dell’aeroporto spiegandomi che la sala era riservata solo ai portatoti di handicap... Io feci notare che secondo molti colleghi mediocri lo sono, ma loro non furono d’accordo e mi cacciarono fuori.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it
Posta un commento