lunedì 14 gennaio 2008

Una telefonata dall’oltre...


... oceano: quella che mi ha fatto l’amico Emanuele Vinciguerra l'11 gennaio scorso. Erano due anni che non si faceva vivo ed ero un po' preoccupato, ma stava gasato al massimo all'isola di Sao Miguel, Azzorre, per il compleanno.
Molti auguri a lui.
Se andate a San Miguel (o Ponta Delgado), pernotttate al Sao Pedro: è un po' caro, ma ne vale la pena. È tutto di legno sulle pareti, sul soffitto, sul pavimento... I letti sono quelli enormi, a baldacchino, del '700. La vista è sul porto e la prima colazione è con tanto di maggiordomo stile English.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it

24 commenti:

sabri ha detto...

Bene, buone notizie.
Allora fatemi gli auguri che venerdi' 18 p.v. parto per Lisbona (andata e ritorno in giornata).
Viste le pessime notizie che si continuano a sentire sui voli e sui problemi negli aeroporti, penso mi possano servire.

Grazie!
Sabrina.

Giulia ha detto...

Ma certo Sabri, augurissimi di buon compleanno e che tutto fili liscio per farti realizzare il tuo programma.
A proposito di Azzorre, secoli fa trascorsi lì la mia seconda RSM.
Alloggiai all'Hotel Acores Atlantico, un 4 stelle sul lungomare di Ponta Delgada.
Sono passati tanti anni, ma ricordo ancora il personale gentilissimo, c'era persino un impiegato della reception che parlava italiano e che mi chiese incuriosito cosa ci facevo lì per due giorni, con partenza all'alba e per giunta con due bambini che allora erano appena deambulanti.
A rischio di passare per folle glielo spiegai, ma lui non parve molto sorpreso e sembrò anche interessato alla cosa.
A corollario di ciò, la sera del mio compleanno, rientrando in camera trovai una rosa rossa, una bottiglia di champagne ed un biglietto di auguri del management dell'albergo, che naturalmente ancora conservo tra i miei cimeli di viaggiatrice astrologica!

b-right ha detto...

premesso che auguro a tutti
voli sereni e sicuri,
notifico solamente, come
commento a questo post,
che ho risposto a Ciro
sul problema di Marte in VII
o VIII casa nei temi di
Hitler e Mussolini, commentando
il post dove si è svolta la
discussione (quello intitolato
"due libri che non potrete
più trovare" di Mercoledì
9 Gennaio 2008 A.D./D.C.).
Purtroppo questo blog, come
il mio, non mostra gli ultimi
commenti a tutti i post pubblicati
(come invece fanno i blog
ospitati su Blogspirit, una
piattaforma Francese),
quindi ritengo necessario
ribadirlo anche qui affinchè
venga letto dal numero maggiore
possibile di persone, e io
non passi per un mentitore
o uno scemo.
Grazie dell'attenzione

Celeste ha detto...

Cara Sabrina,
auguroni di buon compleanno e affinchè la tua RSM ti porti tante soddsfazioni cioè tutto quel che desideri,
BUON VIAGGIO!!

Celeste ha detto...

Vorrei poi solo dire a b-right che siamo tutti qui per confrontarci e imparare.
Personalmente mi piacerebbe poter continuare a leggere i tuoi post, proprio perchè non conosco l'astrologia come l'hai studiata tu (veramente sono una neofita: è solo 1 anno che studio anche l'astrologa attiva).
Per cui ripeto, mi piacerebbe leggerti ancora.
Con simpatia.

Celeste ha detto...

Grazie ad Alberto.b per l'indicazione che mi hai fornito e un benvenuto sul blog!
Ciao.

b-right ha detto...

Gentile Celeste,
i miei interventi su
questo blog non sono
post (che pubblica,
invece, Ciro) ma
semplici commenti ai
post che vengono
proposti all'attenzione
dei lettori. Quindi,
per assurdo, potrebbero
venire cancellati dal
proprietario del blog
anche oggi stesso.
Lascierebbero il tempo
che trovano. Persino
un blog potrebbe scomparire
se i server che lo ospitano
cessassero di ospitarlo
o avessero problemi tecnici
(penso ai tanti blog su
Excite che, a quanto ne
so, si sono persi, per
sempre???).
Come disse il Buddha, la
caratteristica dei fenomeni
terrestri è l'impermanenza.
Tutto si consuma, persino
le piramidi egizie, che
incarnano/impietrano conoscenze
astronomiche antichissime,
figuriamoci i libri, che
sono di carta (hai presente
l'alluvione di Firenze del
1966?) o i blog, che sono
fatti di bits, su memorie
di silicio soggette al magnetismo.
Quindi, possiamo rilassarci.
Io continuerò a scrivere di
astrologia sul mio blogghino.
un saluto

uranio12 ha detto...

Certo che e' veramente simpatico questo telefono e credo che porti solo buone notizie!
A chi fosse interessato vorrei dire che a Marzo 2008 finalmente arriva in italia il capitolo Hades della serie "i cavalieri dello zodiaco".
Nella precedente serie(penso che Ciro non li conoscera')vi era la lotta delle 12 case(vi ricorda niente?)e la lotta contro i 12 cavalieri d'oro ognuno associato a un segno zodiacale.
Cosi' nella serie si incontra il "Cancro" come guardiano delle porte dell'inferno(cancro nel senso utero ma anche tomba),il "gemelli" con una doppia personalita'(il lato oscuro e quello buono),il cavaliere d'oro della Vergine che non si scontra nella sua casa-tempio per non "sporcarne"il pavimento col sangue dei vinti,in tal personaggio spiccano le mani e le tendenze mistiche(vergine compensata?),si incontra l'Ariete dotato di un forte intuito e lo Scorpione con l'immancabile pungiglione.
Per chi non li conoscesse li trova in youtube.
Credo che Sant Seya abbia conoscenze astrologiche sulla scuola esoterica-karmica.

uranio12 ha detto...

Sant Seya e' l'autore di questi manga

Alberto B. ha detto...

Guardate un pò come vogliono screditare la nostra amata astrologia!!! tratto dal corriere.it.

L'analisi del Cicap, Comitato italiano per il controllo delle affermazioni sul paranormale
Astrologia: le previsioni sbagliate del 2007
«In Francia vincerà la Royal. Prodi gestirà facilmente il governo. Scoppierà la guerra negli Urali»


Nostradamus
MILANO - Il momento migliore per investire? Tra luglio e agosto: peccato che in estate sia scoppiata la bolla dei mutui subprime. Buffon e Alena Seredova? Non ci sono bambini in arrivo: si vede che il piccolo Louis Thomas, nato il 28 dicembre, l'ha portato la cicogna. Le elezioni in Francia? Vincerà Ségolène Royal: e adesso Sarkozy si gode la bella Carla Bruni. Sono solo alcune delle (tante) previsioni sbagliate degli astrologi riferite al 2007, raccolte da Cicap (Comitato italiano per il controllo delle affermazioni sul paranormale), che vuole smascherare una volta ancora le fole di chi legge il futuro nelle stelle e nei transiti planetari.

GUERRA E ALTRO - Secondo il campione di profezie Nostradamus, interpretato da Renucio Boscolo e Luciano Sampietro, all'inizio del 2007 ci sarebbe stata «una guerra negli Urali, con conseguente esodo biblico delle popolazioni per sfuggire alla guerra». Sempre secondo Sampietro, «nel 2007 o nel 2012 la regina Elisabetta (o forse Camilla Parker Bowles) morirà in guerra (a cavallo)». Il noto astrologo francese Andrè Barbault aveva dichiarato al Nouvel Observateur che, grazie all’incrocio armonico di tre cicli planetari, il 2007 sarebbe dovuto essere l’anno della pace tra israeliani e palestinesi. Secondo la sensitiva Stefanova, nel 2007 ci sarebbe dovuta essere la «caduta di Ahmadinejad in Iran». Grazia Bordoni aveva invece previsto «la ripresa della popolarità di George W. Bush», crollato invece ai minimi della sua presidenza.

POLITICA - Grazia Bordoni su Sirio: «Romano Prodi potrà contare su un 2007 più facile da gestire, grazie soprattutto a un transito di Giove in Sagittario». Il Professore in realtà ha dovuto combattere tutto l'anno per tenere in piedi il suo governo. L'astrologa Horus sulle pagine del Venerdì di Repubblica: «Non si riusciranno a fare i partitoni come quello Democratico». Veltroni ringrazia.

Pitis Sophia ha detto...

Caro sig Discepolo

la ringrazio come sempre, per le sue informazioni e chiarimenti

vorrei acquisire chiarimenti su un concetto di base riguardante le RSM !!!!

A ) di base vi è il quadro generale dei transiti

B ) la RSM vine fatta IN FUNZIONE DEI TRANSITI ?? mi spiego cioè si cerca di rettificare o attutire i transiti ??

C) o la RSM annulla "totalmente" ripeto totalmente l'effetto dei transiti ???

la saluto affettuosamente

Marco Celada ha detto...

In un precedente Post ho allegato uno scambio di mail con un'esperto del Cicap; a tale esperto ho chiesto di organizzare un'incontro conferenza sull'astrologia, ho proposto un metodo per esaminare differenti situazioni astrologiche ma dopo un anno sono ancora in attesa di essere chiamato; in ogni caso continuo a sollecitarlo finchè ammetterà che non è in grado di fare valutazioni in quanto non conosce l'astrologia (ha già parzialmente ammesso verbalmente); mi ha detto di essere un fisico ed io gli ho risposto che anch’io sono un fisico (nel senso di laureato in fisica) ma non sono vittima di pregiudizi; sto conservando le mail e attendo speranzoso …

Per quanto riguarda lo studio delle RSM, sicuramente la scelta del luogo ideale tiene conto anche dell’analisi dei transiti e l’analisi del tema natale; una buona RSM sicuramente attenua i transiti negativi ed enfatizza quelli positivi; ricordo una frase importante di Ciro: “se una RS è ‘cattiva’ non è detto che accadano episodi negativi ma se accadono episodi negativi la RS è sicuramente ‘cattiva’”.

Marco

gianni ha detto...

Cara Sabri, credo che sul fatto di stare 24 ore, sul luogo del compleanno, o starci invece poche ore, non ci siano certezze. Anch'io in passato, ho fatto compleanni "mossi", ma francamente, in assenza di certezze, mi prenderei il sicuro e starei almeno 24 ore. Lisboa è bellissima, all'hotel Altìs si sta abbastanza bene, e dal suo ristorante all'ultimo piano si vede tutta Lisboa. Se chiedi un piatto di spaghetti te lo cucinano davanti a te con una specie di fornello mobile. Buon compleanno.

sabri ha detto...

Grazie a Giulia, a Celeste ed a Gianni per gli auguri.
Mi sarebbe piaciuto rimanere di piu' a Lisbona considerato che mi piace conoscere nuovi luoghi, culture, ecc..
Purtroppo pero' sia per questioni economiche sia per questioni familiari non posso proprio fare di meglio.
L'anno scorso ho gia' dato il meglio di me andando a Taiwan con pancione di 9 mesi, ma in quel caso la questione era piu' grave e coinvolgeva direttamente la mia ultima splendida nata che ora ha 11 mesi ed e' uno spettacolo.
Grazie per i consigli.
Sabrina

sabri ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Sabri ha detto...

Sorpresona di compleanno!
Eccovi la risposta all'email che ho spedito due giorni fa' in merito ai dati di nascita di Ettore Majorana e che condivido nel caso potesse essere utile a qualcun'altro:

"G.le Dott. [...],
in riscontro alla Sua richiesta di informazioni e dai riscontri effettuati presso i registri di Stato Civile, custoditi presso l'Anagrafe del Comune di Catania, Ettore Maiorana risulta essere nato il 05 Agosto 1906 alle ore 20,15.
Distinti Saluti.
Il Responsabile
Marcella Minissale."

Per inciso: non sono laureata e non mi sono spacciata come tale, ma spero al piu' presto di arrivare anche a questo agognato traguardo.

Saluti a tutti,
Sabrina.

Ciro Discepolo ha detto...

Cara Sabri,
molti auguri di felice compleanno anche da parte mia. Come forse hai letto in alcuni miei testi, Lisbona è la mia città magica e ci sono stato almeno cinque volte nella mia vita. Cito a memoria perché stamattina proprio non ho il tempo di fare delle ricerche su Internet, ma mi sembra si chiami Tivoli un meraviglioso hotel sull'Avenida de Libertade (anche qui cito a memoria). All'ultimo piano di questo hotel si può anche andare solo per cenare o pranzare. La vista è eccezionale: il ristorante affaccia sul fiume Tago, all'incrocio delle due colline laterali che terminano la lunghissima strada che arriva lì partendo quasi dall’aeroporto. Tra l'altro si mangia benissimo.

Bene, allora, b-right, buona permanenza in altri spazi e sono convinto che riuscirai anche a trovarne dove potrai convincere qualcuno che Hitler e Mussolini avevano Marte in ottava Casa. Io non ti risponderò più perché è una mia regola precisa non farlo con le persone che insultano (chissà perché quelli che dichiarano di seguire sentieri spirituali elevati, percentualmente parlando, sono quelli che insultano di più appena vengono contraddetti?). Tuttavia gli altri sono liberi di farlo se lo desiderano. Credo anche io, come scrivi tu, che qualche preoccupazione legale, con quel Marte in settima, dovresti averla: il codice penale punisce chi crede di poter insultare il prossimo ogni volta che gli aggrada. Ti sei detto anche preoccupato che qualcuno potesse pensare che sei bugiardo o scemo. Ti posso assicurare, al cento per cento (e ritengo di parlare a nome di quasi tutti) che nessuno ha mai pensato tu fossi un bugiardo, perfino quando hai continuato a sostenere di possedere il numero 1 di Ricerca ’90, numero 1 che non esiste e non è mai esistito.
Good luck.

Caro alberto b., la sortita annuale del CICAP è come il bollettino di pagamento del canone RAI che ci aspettiamo, puntualmente, e che, puntualmente, arriva. Personalmente ho risposto loro tante volte e sono un po’ stanco di farlo. L’altra sera ascoltavo un dibattito in TV dove un famoso oncologo parlava di guarigioni, per gli ammalati di cancro, dell’80, 90 e anche 100%. Esiste un libro che si intitola “La parola agli esperti” (non ho sottomano i riferimenti) dove vengono elencate migliaia di perle, nel senso di bufale spaventose, che la Scienza ci ha propinato e ci propina quotidianamente. Come ha scritto Marco Celada lui chiede di fare dibattiti con questi signori e loro prendono tempo. Qualche volta, incautamente, lo hanno chiesto loro a me e ora decine di pagine o registrazioni audio e video sono sul mio sito a testimoniare l’ignoranza pazzesca con cui procedono costoro.
Direi di notare soltanto due cose: come mai gli astrologi, o gli psicanalisti, giusto per fare due esempi, non hanno mai dato vita a crociate per debellare gli scienziati dal mondo? E come mai, costoro che dicono di essere a favore del metodo scientifico, non lo usano quando attaccano l’astrologia?

Benvenuta pitis sophia. Credo che in altra parte ti abbia risposto bene Marco Celada. Scusatemi, ma stamattina ho un po’ di fretta perché devo andare per uffici (cosa che mi deprime molto) perché ho smarrito la tessera di giornalista (interessante lapsus, non è vero?). Comunque ricorda che il concetto base è utilizzare la sinergia. Se Giove transita sul nostro MC natale e noi mettiamo Giove di RS al MC di RS, i risultati saranno pirotecnici. Nei miei libri potrai trovare migliaia di esempi di come le RS siano più potenti dei transiti, come per quel signore che stavano licenziando, con Saturno di transito, per il terzo anno consecutivo in decima Casa e anche opposto al Sole, e che invece promossero di grado perché gli piazzammo uno splendido Giove al Medio Cielo. Le RSM non annullano al 100% gli effetti dei transiti (sarebbe troppo bello!), ma li possono depotenziare enormemente. Occorre guardare tutto l’insieme e prendere una decisione. Se ci sono troppi transiti contemporanei contro l’amore, perché tentare di progettare una RSM tutta a favore dell’amore e non puntare su altre cose?

Caro gianni la mia esperienza è diversa. Da 38 anni ripeto la pratica del compleanno mirato e riparto poche ore dopo; a volte pochi minuti dopo il return. Lo stesso dicasi per le oltre ventimila persone che ho mandato in giro per il mondo. D’altra parte perché occorrerebbe restare 24 ore? E perché non 48 o 55 o 127? La stessa cosa la potremmo dire per una nascita. A noi interessa l’imprinting dell’attimo di nascita o delle ore successive alla nascita? Se tuo figlio nasce a Padova e tu, dopo dieci ore lo porti a Pechino, quale sarà il suo cielo di nascita: quello di Padova o quello di Pechino?

Giulia ha detto...

Volevo rispondere a Gianni per ciò che riguarda la permanenza sul luogo di RSM.
Io qualche anno fa ho sperimentato questa cosa della toccata e fuga, ed ho potuto constatare sia da subito che nel corso dell'anno che anche il fatto di essere rimasta sul posto meno di un'ora era stato sufficiente.
Avevamo piazzato una brutta nona casa.
La mia destinazione era l'Alaska.
Siccome il posto non aveva grandi attrattive, decisi di fermarmi in Canada, a Vancouver alcuni giorni.
Però per arrivare alla mia destinazione che è territorio USA dovetti prendere il volo Vancouver-Seattle e poi Seattle Juneau.
Eravamo in pieno periodo attentati.
In canada al controllo bagagli a mano trovai una impiegata gentile e comprensiva che mi lasciò tutti i prodotti di cosmesi ed igiene che di solito una donna porta con se, chiedendomene 2 ai quali non tenevo perchè doveva far vedere che gettava qualcosa.
Poi mi fece l'occhiolino e disse di non aprire più il trolley in aeroporto.
Al controllo negli USA (tratta Seattle-Juneau) andò anche bene e nessuno mi filò anche se gli americani facevano gettare anche le salviettine imbevute per detergere i neonati.
Stetti una nottata a Juneau (vorrei riuscire a postare le foto è davvero carina e poi c'è un ghiacciaio perenne conosciutissimo)
la mattina tornai nel piccolo aeroporto per la partenza verso Montreal, quindi una tratta USA-Canada.
Passai il controllo bagagli circa 20 minuti dopo scattato il mio return.
Capirete che dopo i vari saccheggi patiti nei controlli precedenti (dall'Italia in poi)avevo con me solo il pigiama e poche cose di cosmesi di routine.
Un omaccione grosso e nero con un ghigno terribile soprintendeva la gentile ma sadica impiegata che iniziò a frugare nel mio bagaglio.
Impietosamente mi gettarono tutto, dico tutto, ed una donna può capire (specie dopo i trent'anni) cosa significi restare senza creme, detergenti, struccanti.
Io iniziai a piagnucolare cercando di impietosirli, spiegando che i loro colleghi il giorno prima avevano reputato lecito e già allegerito il mio bagaglio.
Niente da fare, mi ripulirono, mi venne una rabbia, primo perchè sarei arrivata a Montreal di sera e non avrei potuto ricomprare nulla subito (le signore mi capiranno se dico che arrivata in hotel fui costretta a togliermi il mascara waterproof con il burrocacao)e secondo perchè erano prodotti di ottime marche che valevano in tutto circa 300 euro
Sono sicura che l'impiegata si fece un bel bottino quel giorno, avrei voluto svuotare vasetti e flaconi nell'immondizia davanti a loro!!!
Questo per dire che i significati di nona ostile si palesarono da subito, bastò meno di mezz'ora, e purtroppo mi perseguitarono nel corso dell'anno con bagagli smarriti e viaggi annullati all'ultimo momento quando tutto era stato già pagato...
A conforto di ciò penso che il mio orario di nascita abbia avuto una ulteriore conferma!
Quindi vorrei dire a Sabri di stare tranquilla anche se resta nella sua destinazione solo poche ore, funziona lo stesso!

gianni ha detto...

Caro Ciro, ubi maior minor cessat, difronte alla tua esperienza, non posso che inchinarmi, e del resto i tuoi argomenti sono difficilmente confutabili. Il mio ragionamento è il seguente: tra una RS e la successiva, ci sono 365 giorni, ogniuno di questi giorni abbiamo l'as. che fa un giro completo dello zodiaco, quindi per 365 volte l'as. fa il giro dello zodiaco. Quindi io penso, probabilmente sbagliando, che, come il giorno, è formato da un giro completo dell'as. anche il giorno del compleanno, per essere "completo" abbia bisogno di un intero giro dell'as. Giro che comunque c'è anche se ci si sposta dopo pochi minuti dal Return, ma che io temo, possa modificare la RS oltre le nostre aspettativa. Mi rendo conto che i tuoi argomenti e la tua esperienza sono più convincenti di questa mia convinzione, ma io mi sento più sicuro così, del resto, anche tu ci hai spesso consigliato, di arrivare un giorno prima e ripartire il giorno dopo il giorno del Return.

gianni ha detto...

Ringrazio Giulia, per averci raccontato la sua esperienza, vorrei chiederle, così per scrupolo, se ha provato a comparare le due RRSS cioè quella per Juneau e per Vancouver, per vedere se la nona casa domificando per Vancouver non giustificasse anch'essa i problemi che hai avuto.

b-right ha detto...

Bene, Ciro,
dato che io mi sono solo
e sempre difeso laddove
attaccato (anche, magari,
con allusioni sul mio
q.i.) direi che ho già
sprecato troppo tempo,
visto il mio status
(c'è un detto popolare
che dice di "lasciar
stare i santi", non so
se lo conosci).
Il resto della tua replica
(marte in VIII, il numero
01 che per me è l'1,
visto che lo zero, conta
zero e ne puoi mettere
anche 100 davanti a un
numero e quel numero rimane
tale a se stesso), vabbè,
lascia il tempo che trova.
Fortuna audaces iuvat (una
cosa così + o -)


p.s. di codici ve ne sono due,
eh! (il penale mi sembra
riservato a reati gravi,
forse sarebbe meglio parlare
di codice civile)

Giulia ha detto...

Si, certo Gianni che la domificazione cambiava rispetto a Vancouver, altrimenti non mi sarei fatta altri 1500 km!
E comunque nello specifico, visto che il problema era la permanenza nel luogo di RSM, io eventualmente me ne sarei scappata prima, e quindi sarei dovuta essere in aereo in viaggio verso Seattle.
Comunque oltre quel marcatore di nona ce ne erano altri che differenziavano le due RS, e per fortuna (e sfortuna visto che i malefici da qualche parte vanno piazzati) quella per Juneau è stata quella che ha fatto testo durante l'anno.
C'è da dire che io sono molto pignola sulle località, già ho dovuto rettificare l'orario di nascita a cose fatte e pagandone un prezzo altissimo negli anni passsati, quindi ora, per dirti, mi sono fatta una RSM che discostava di 400 Km da quella consigliatami, perchè c'ho la "capa tosta" e perchè volevo sentirmi sicura e rilassata rispetto alcune tematiche a cui tengo molto.

Ciro Discepolo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ciro Discepolo ha detto...

Caro Gianni,
vorrei correggere leggermente un'affermazione che mi viene attribuita. Personalmente suggerisco di giungere sempre almeno tre-quattro giorni prima del genetliaco sul luogo del compleanno, a evitare scioperi e tempeste di neve, e di ripartire poche ore dopo il compleanno. A qualcuno suggerisco di partire il giorno dopo perché vedo che fa fatica a comprendere che il giorno del compleanno può essere diverso da quello di nascita. Ma per chi ha un orario preciso, anche cinque minuti bastano. Nel mio prossimo libro che uscirà in autunno ci sono alcune mie RLM in cui contavo di ripartire addirittura 10-15 minuti prima del return, fidando sul ritardo degli aerei o sul fatto che, comunque, una volta in cielo, l'aereo sarebbe ancora sulla città prescelta per il mirato.
Io penso che a noi interessi l'attimo dell'imprinting e, come dice il termine, non può che essere un attimo. Se fosse una questione di cicli e se noi dovessimo restare in loco un trecentosessantacinquesimo del ciclo completo dell’anno per "assorbire" gli "influssi astrali", allora ciò dovrebbe valere anche per il cielo di nascita. Mettiamo che il tuo bimbo (che ti auguro sarà bellissimo e sanissimo) vivrà cento anni, affinché il suo cielo di nascita "si fissi" in lui, dovremo lasciarlo in loco per una frazione precisa dei cento anni, prima di poterlo spostare a Pechino e ogni spostamento dovrà essere in relazione agli anni che vivrà nostro figlio.
No, vai tranquillo: se lo porterai a Parigi anche mezz'ora dopo la nascita, tuo figlio avrà il cielo della città dov'è nato e se nascerà durante un volo aereo avrà il cielo di quella precisa longitudine e latitudine geografiche.