mercoledì 2 gennaio 2008

Una buona notizia - credo - per i lettori francesi


Entro febbraio, quasi certamente, sarà di nuovo disponibile questo libro che è molto atteso in Francia o altrove, dai lettori di lingua francese. Vorrei ricordare che esso fu pubblicato, nel 2001, dalle prestigiosissime Éditions Traditionnelles di Parigi, le stesse che hanno pubblicato le opere dei massimi astrologi della storia moderna: André Barbault, Henri J. Gouchon, Alexandre Volguine e pochi altri. Il libro fu ottimamente tradotto da Claudine Galtieri che insegna letteratura francese all’Università Federico II di Napoli. Tale testo, di oltre 500 pagine di grande formato, seppure costasse 30 euro (un cifra sicuramente molto alta per quell’epoca), andò esaurito in pochi mesi. Sfortunatamente, quasi contemporaneamente all’esaurimento della prima tiratura francese, l’Editore iniziò le trattative per vendere la propria casa editrice, trattative che si protrassero per lungo tempo. Insomma, dopo di allora, con i nuovi proprietari della casa editrice, non è stato più possibile ristampare questo manuale che ha ottenuto grande successo anche in Italia (due edizioni e tre ristampe) e in USA (dove sta iniziando a essere venduto adesso).
Però i nostri cugini francesi non hanno mai smesso di cercarlo e continuano a scrivermi (anche dal Québec) per averne una copia, copia che non c’è più.

Alla fine ho preso la seguente decisione. Ho rivisto in alcune parti il libro e ho aggiunto molte pagine creando una nuova edizione dal titolo “Transits et Révolutions Solaires” che pubblicherò, per le Edizioni Ricerca ’90, entro febbraio 2008, con la formula “print on demand”.

Utilizzando tecnologie d’avanguardia, infatti, mi è possibile far stampare una cinquantina di copie per volta, anziché 1000 o 2000 copie, e quindi senza investire grossi capitali, ma una somma abbastanza modesta. Il libro sarà venduto esclusivamente a mezzo Internet, attraverso le pagine del sito http://www.solarreturns.com/.

In questo modo, ritengo, il libro non verrà più a mancare.
Ciro Discepolo
http://www.solarreturns.com/
http://www.cirodiscepolo.it/

Une bonne nouvelle - je crois - pour les lecteurs français

D'ici février, il sera de nouveau presque certainement disponible, ce livre qu'il est très attendu en France ou ailleurs, des lecteurs de langue française. Je voudrais rappeler qu'il fut publié, en 2001, des prestigieux Éditions Traditionnelles de Paris, les mêmes qu'ils ont publié les oeuvres des meilleurs astrologues de l'histoire moderne: André Barbault, Henri J. Gouchon, Alexandre Volguine et peu autres. Le livre fut traduit par Claudine Galtieri très bien qu'il enseigne littérature française à l'université Federico II de Naples. Tel texte, d'au-delà 500 pages de grand format, aussi en coûtant 30 euro, un chiffre sûrement très haut pour cette époque, il alla épuisé en peu mois. Malheureusement, presque en même temps à l'épuisement du premier tirage français, l'éditeur commença les négociations pour vendre la propre maison d'édition, négociations qu'ils se prolongèrent pour long temps. Enfin, après de cette époque, avec les nouveaux propriétaires de la maison d'édition, il n'a pas été plus possible réimprimer ce manuel qu'il a aussi obtenu grand succès en Italie, deux éditions et trois réimpressions, et à l'USA, où il est en train de commencer à maintenant être vendu.

Cependant nos cousins français n'ont jamais arrêté de le chercher et ils continuent à m'écrire, aussi du Québec, pour en avoir une copie, copie qu'il y n'a plus.

À la fin j'ai pris la décision suivante. J'ai revu en quelques parties le livre et j'ai ajouté beaucoup de pages en créant une nouvelle édition du titre "Transits et Révolutions Solaires" que je publierai, pour les Éditions Ricerca '90, d'ici février 2008, avec la formule "print on demand."

En utilisant des technologies d'avant-garde, en effet, m'est possible faire imprimer une cinquantaine de copies pour fois, plutôt que 1000 ou 2000 copies, et ensuite sans investir gros capitaux mais une somme assez modeste. Le livre sera vendu au demi Internet exclusivement à travers les pages du www.solarreturns.com situé.

De cette manière, je crois, le livre ne viendra plus manquer.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it

7 commenti:

b-right ha detto...

Complimenti Ciro,
sei sempre all'avanguardia ;)

Io, qualche tempo fa, ho comprato
on line un libro delle Editions
Traditionelle di Parigi: si
intitola "Les etoiles fixes"
di autori vari (i più famosi
sono Volguine, Chacornac e
Lilly). E' molto utile, perchè
è un supporto cartaceo per
delle informazioni abbastanza
rare, persino in rete.
Vi si trovano le longitudini
(tropicali) delle + importanti
stelle fisse e interpretazioni
antiche delle stelle medesime.

al rami ha detto...

gentile sig. discepolo, o oserei dire "maestro" sono contento per i suoi successi ke certamente la porteranno ancora più lontano sia in termini geografici che mentali. mi entusiasma molto la sua nuova teoria sulla questione della sincronicità di jung. non ricordo dove, ma lessi che attraverso una serie di osservazioni, fu in grado di individuare chi si sarebbe potuto sedere vicino a lei in un viaggio. a me è accaduto qualcosa di analogo: ero in duomo a Milano e mi balza agli occhi un volume con una pagina aperta e in caratteri cubitali c'era scritto San Giovanni. fin qui nulla di strano, ma il giorno dopo con degli amici fui portato a festeggiare il capodanno in un paesino Lombardo che si chiama Borgo San Giovanni! Coincidenza? sto osservando con molta attenzione ogni segnale e in questo periodo la parola "treno" è costante, sia per una serie di viaggi, nei discorsi e in altre piccole cose. chissà dove mi condurrà...

Doriana ha detto...

Carissimo Ciro,
anch'io mi congratulo per questa tua felice e riuscita inziativa.
Sarebbe bello se tu potessi estendere questo tipo di discorso anche ad altri testi, soprattutto italiani, che io per esempio non riesco proprio a trovare. Eppure ho setacciato tutte le grandi librerie di Milano (sic).
Posso almeno sperarci?
Doriana

Celeste ha detto...

Caro Ciro,
tutte le volte che annunci la pubblicazione di un nuovo libro ho un moto di gioia!
Intanto, perchè sono sinceramente contenta per te....ma anche perchè sono sinceramente contenta per me!
In questo senso: tutti quelli che hanno visto il tuo tema natale sanno che hai marte in 3 casa di nascita e sicuramente a questo marte qualcosa hai dovuto "sacrificare" se posso usare questa brutta parola.
Eppure, questo stesso pianeta ti ha dato le grandi soddisfazioni editoriali che abbiamo l'orgoglio e la contentezza di condividere con te.
E io che c'entro? Beh..io marte ce l'ho in 4 casa e (come tu sai) pago un pegno bello pesante a questo belligerante pianeta, tra cui quello di non riuscire a comperare casa. Mentre la casa ha un grande significato affettivo per me.
Per cui se sei riuscito a esorcizzare in qualche modo il tuo marte in 3 casa ottenedo questi strepitosi successi spero che anche noi riusciremo a scaricare al meglio il nostro marte ovunque esso sia!
COMPLIMENTI!!!!

uranio12 ha detto...

karl marx.
Toro ascendente acquario.
E' un toro ,karl marx,che con le sue idee profonde puo' cimentarsi a considerare le dinamiche sociali inserendoli in una dialettica che contrasta Hegel e Conmte,e cerca di minare dalle fondamenta il capitalismo,ovvero il potere dei grandi propietari terrieri e dei capi-industria.
Libido da seconda casa,si' toro allo stato puro che riesce ad acquisire un largo consenso occupandosi della sua principale libido che muove i nati col sole nel secondo settore:il denaro.
Marx,affiliandosi al comunismo pubblica vari testi,fra i quali "il capitale" e "il manifesto del partito comunista".
Nel suo tema e' presente un saturno in prima seguito da plutone,ad avvertire di un suo potenziale intellettivo nel distruggere le vecchie concezioni e nel migliorarle o almeno provarci.
Da non farsi sfuggire,l'urano al Mc:il successo che arriva improvviso e le sue continue lotte sociali che lasciera'in eredita' ai suoi seguaci.
Marx,apportera' un grosso contributo per la difesa del piu' debole in quel contesto sociale:il proletario,anche se le sue idee verranno in seguito travisate.

Ciro Discepolo ha detto...

Sì, sono d’accordo con b-right e penso che le Éditions Traditionnelles abbiano pubblicato il meglio dell’astrologia mondiale negli ultimi due secoli almeno. E non cito anche un altro grande astrologo francese, per il quale una nostra brava collega mi sta tempestando di lettere private, perché desidero che lei superi l’ostacolo tecnico e riesca a postare direttamente…
Sull’argomento “print on demand” scriverò un commento a parte.
Sono certo che Celeste sarà parimenti brava a esorcizzare il suo Marte in quarta “sbocciando”, in tutta la sua valenza, nella seconda parte della vita.
Il mio Marte in terza è nella Vergine, proprio alla fine, e forma aspetti praticamente con tutto il tema.
Avrei da raccontarvi due aneddoti relativi allo stesso. Un anno dopo l’inizio dei miei studi di astrologia mi recai a consultare Van Wood con cui mi sento ancora spesso al telefono. Egli guardò il mio tema e disse: “Scriverà molti libri…”. Io pensai che fosse un po’ scemo perché allora ero con la testa nei circuiti elettronici dalla mattina alla sera. Invece Peter aveva capito bene che una parte enorme della mia libido era orientata verso la carta stampata: libri, giornali, articoli, edizioni…
Il secondo aneddoto riguarda una conversazione tra me e la compianta Lisa Morpurgo. Eravamo molto amici e spesso ci vedevamo, oppure parlavamo al telefono o ci scrivevamo. Un giorno lei accennò al mio tema e disse: “Avendo tu Marte in Bilancia…”. Io feci un salto sulla sedia e quasi gridai: “Come puoi scambiare il mio Marte-Vergine per un Marte-Bilancia?”. Ma lei si corresse subito.
Ad al rami vorrei far notare che lui mi scrive sulla sincronicità e proprio nello stesso spazio dove stiamo scrivendo entrambi c’è un esempio di questa grandissima verità di cui parlava il grande Carl Gustav Jung: uranio12 posta uno scritto su Carlo Marx ieri sera tardi e io lo leggo stamattina quando stavo postando un mio scritto per il blog che avevo preparato ieri pomeriggio: entrambi ci riferiamo a Carlo Marx. Le sincronicità che ci accadono sono decine al giorno e dobbiamo solo puntare meglio le antenne mentali per coglierle. Nel suo meraviglioso “Sogni, ricordi e riflessioni”, Jung racconta che un giorno stava facendo una seduta con una signora, nella sua casa sul lago di Zurigo. Era estate e c’era la finestra aperta. La signora gli stava raccontando il sogno di quella notte in cui vedeva un particolare tipo di scarabeo, dorato se non vado errato. Mentre lei parlava Jung fece un salto dalla sedia e afferrò qualcosa al volo e lo mostrò alla signora: “Vede, Signora, questo è lo scarabeo che lei ha sognato stanotte…”.
Credo che quando cominciamo a vivere in quasi simbiosi con i simboli, la vita cambia completamente. Sì, nel mio ultimo libro italiano, ho raccontato di come mi riesce, spessissimo, di essere in grado, sui voli con molti passeggeri, di capire in anticipo chi mi siederà a fianco durante il viaggio: non ci sono facoltà ESP in me, neanche ai minimi termini, alla Gustavo Rol o alla Gerard Croiset, ma solo una maggiore osservazione verso migliaia di simboli che sono lì, davanti ai nostri occhi, e che non fanno altro che attendere di essere riconosciuti.
Infine vorrei dire a Doriana che quanto lei scrive è già tra i miei progetti, ma non giurerei che lo farò perché vi è, ovviamente, una scaletta di priorità nella mia testa e tengo molto di più a realizzare cose nuove che a resuscitarne di vecchie. Sia in termini di tempo che in termini economici il costo della ristampa, seppure con la tecnologia del “print on demand”, non è nullo e allora, un tot numero di ore per la posta elettronica, un po’ per il blog, un po’ per i libri…
Ne riparleremo più avanti.

b-right ha detto...

Caro Ciro,
il tuo commento mi ha
fatto riflettere su
alcuni punti:

innanzitutto, sul fatto
che, al di là dell'indiscutibile
valore tecnico/scientifico/
artistico come astrologo, ed
umano, di Van Wood, il fatto
che tu abbia scritto molti
libri e ti sia occupato di
viaggi, potrebbe anche essere
dovuto, al fatto che hai un
sole in Cancro/Gemelli, è
almeno una possibilità da
valutare molto ma molto seriamente.

In secundis, sentirti riportare
l'aneddoto di Jung mi ha un
pò spaventato, poichè, la tendenza
attuale non è verso il simbolico,
ma piuttosto verso ciò che si
vede e si tocca, verso il materiale
ed utile, e il principio di
realtà (cioè cosa è vero/reale
o meno) adesso lo detengono gli
psichiatri/psicanalisti (come
un tempo lo deteneva la chiesa).
Dire o sentirsi dire che uno
scarabeo reale è lo stesso di
uno sognato equivarrebbe, forse,
o equivarrà in futuro, ad
essere presi per "matti", dalla
doxa, dall'opinione comune,
e dagli esperti della psiche.

Inoltre, vorrei rivalutare Rol,
perchè se ho inteso bene, tu
non lo consideri molto dotato
come capacità esp, mentre, in
realtà, dipingere col pensiero
a distanza, ancorchè involontariamente, non mi
sembra una cosa di poco conto.

queste sono le mie considerazioni,
un caro saluto, Ciro.