lunedì 13 ottobre 2008

Bethel e altro


Mi spiace che anche Celeste non sarà con noi a Budapest. Rispetto a ciò ho da fare un piccolo annuncio. A Budapest, come avrete notato, già dal programma semidefinitico, ho previsto un ampio tempo per poter discutere con voi del mio ultimo libro e quindi di RL e di RT. In effetti sto già lavorando da un po’ alla seconda edizione del libro: non vi meravigliate perché ciò è logico e dovuto per degli argomenti di frontiera su cui vado investigando ogni giorno di più. In tal senso avrete delle primizie che però non potrete divulgare fino a libro stampato.
In effetti non dovrei parlarvene perché io stesso sono legato a dei contratti editoriali e, se approfitto dell’indulgenza del mio editore su questo versante, è perché intendo premiare coloro i quali mi chiedono con insistenza giornate come queste e poi fanno davvero l’impossibile per parteciparvi.
Tuttavia comprendo benissimo le ragioni di Paola che amministra un posto di grande responsabilità all’interno dell’ottimo Touring Club Italia per il quale ho lavorato anche io. E, a proposito di Paola, lasciate che anche io le mandi un grosso in bocca al lupo per la sua maratona Milano-Bethel-Milano-Dublino-Milano! Lei, come me e come molti di voi, potrebbe emulare Newton quando rispose ad Halley sull’assurdità delle sue credenze astrologiche: “Perché io ho studiato l’Astrologia e tu no!”.
Noi che abbiamo provato tantissime volte l’effetto delle RSM, soprattutto, su di noi e sui nostri conoscenti, ci gettiamo con entusiasmo in imprese di quelle simili alla prossima di Paola. A molti nostri colleghi ciò appare assurdo: ma che livello di alfabetizzazione possiedono, costoro, in materia?
Al Rami ha posto una domanda credo più che legittima, anche se ironica: “Non vorrai, Paola, farti venire quasi un infarto come avvenne a Ciro?”.
Questo rischio esiste e io vi prego di scusarmi fin da adesso se un giorno non lontano doveste perdermi per una ragione del genere. Ho sempre amato vivere intensamente e rifarei tutto quello che ho fatto e che faccio, principalmente lavorare e studiare fino all’esaurimento totale delle forze. Vi è un rischio infarto? Va bene anche quello, ma se dovesse giungere, sarei stato ripagato tantissime volte, e in anticipo, per le conseguenze di ciò.
Doriana e Celeste ci mettono a parte di quella che potremmo definire una loro “piccola sindrome da compleanno mirato”. Essa esiste e colpisce quasi tutti gli esseri umani. Il nostro inconscio ci gioca scherzi incredibili rispetto a ciò e, a volte, ci fa stare male maledettamente pur di impedirci di partire (che è sinonimo di cambiare). Una volta, com'è accaduto a una cara amica che ci legge, il nostro inconscio fu capace perfino di far sopravvenire una febbre da cavallo a un figlio, pur di non farci partire…
Per quanto mi riguarda, quando devo partire per rilocare un cielo, sono talmente carico che potrei viaggiare anche appeso alle ruote dell’aereo e non mi ha mai fermato nulla. Una volta mi beccai, nell’aeroporto di Pechino mentre ero diretto a Baotou, Mongolia cinese, gastrite, febbre alta e congiuntivite acutissima. Partii ugualmente, pur sapendo che mi attendevano quattro giorni senza farmacie e senza farmaci.
Un’altra volta partii per l’Australia poche ore dopo essere stato colpito da un acutissimo colpo della strega: piangevo dal dolore, durante tutti i giorni successivi, ma dovevo farlo quasi senza respirare perché a ogni apertura di diaframma… Insomma, facciamo così non perché siamo eroi, ma più semplicemente perché comprendiamo la differenza tra restare e partire. Tutto il resto è filosofia.
Al Rami mi chiede circa possibili fatti eclatanti nella vita privata di Veltroni: certamente, ne sono quasi assolutamente convinto, ma la mia analisi si è volutamente fermata all’aspetto politico e al suo ruolo in ambito professionale.
Ho dato un’occhiata alla RS del presidente Berlusconi e non mi piace affatto: credo che i leader politici la dovrebbero cambiare per legge, nell’interesse del Paese che governano.
Meno male che non ci legge nessuno, altrimenti potrebbero anche arrestarci…

Buon pomeriggio a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it

12 commenti:

Giulia ha detto...

Caro Ciro, io credo che dei “quasi infarto” dovrebbero preoccuparsi quelli che si lasciano Marte in 1a o cose similari… ma poi, davvero l’hai rischiato?
Volevo dire a Paola che anche io mi feci, tre anni fa, una gitarella fuori porta simile alla sua RSM.
Anche io presi KLM via Amsterdam-Seattle, ma poi mi fermai più vicino, arrivai solo a Juneau.
Comunque è un viaggio agevole, ne ricordo di ben più faticosi, anche se io cerco di infilarci dentro sempre una parte "turistica", infatti in quell'occasione mi visitai pure Vancouver e, sulla via del ritorno, Montreal.
Ti consiglio di attenerti strettissimamente ai vincoli del bagaglio a mano per i liquidi, ed anche i meno liquidi, tipo creme, dentifrici e prodotti di bellezza vari.
Tra Seattle ed Alaska trovai la polizia aeroportuale più cattiva mai incontrata. A me fecero buttare quasi tutto GRRRRRR!!!!!! Che rabbia, me lo ricordo ancora! Ti consiglio di munirti di campioncini omaggio, meglio se in bustine piuttosto che mini tubetti.
Comunque complimenti per la tempra, del resto sei una Capricorno, io sarei ridotta in poltiglia dopo una RSM simile accoppiata ad una RLM di contorno
Anche io per gli strani scherzi dell’inconscio, la sera prima di quella RSM, ebbi nell’ordine, un’emicrania fortissima con vomito, una colica biliare ed una febbre che non quantificai per non autosuggestionarmi.
Sta di fatto che, sommersa sotto tonnellate di coperte, pensai seriamente che non ce l’avei fatta a partire il giorno dopo. Invece all’alba resuscitai e partii felicemente.
Non so se è riferito a me l’episodio della febbrona del figlio, ma mi capitò anche questo circa 15 anni fa.
Mio figlio aveva poco più di un anno e la sera prima placche alla gola e febbrone.
Partimmo per Lisbona. All’aeroporto di Fiumicino per farlo stare buono lo feci salire su un modello in scala della Ferrari che era su una pedana in esposizione… volevano arrestarmi!
Ed in hotel, ogni sera, prima di scendere giù a cena, il mio allora piccolo bimbo, prendeva le sue cose dal cassetto credendo che si partiva per tornare a casa… che tenerezza!
Anche la sua prima RSM, un paio di anni fa, fu funestata da una fortissima otite, ero molto preoccupata, si andava a New York, ma, sotto copertura antibiotica, riuscimmo a partire ugualmente.
Ma del resto, come dice ciro, noi sappiamo bene che il malanno di un giorno non ci impedirà di andarci a prendere la nostra dose di vaccino a copertura annuale.

Celeste ha detto...

Caro Ciro e cari amici del blog,
anche io sono dispiaciuta per non poter essere a Budapest.
Ma cio' a causa di una questione che cercherò di sistemare con la prossima RSM.
Qualora vada tutto bene, allora mi prenderò sicuramente lo sfizio di venire a Vico Equense la prossima estate e spero di incontrarvi tutti.
Credo proprio che Ciro abbia toccato un tasto dolente quando accenna che i sintomi e le paure sono a volte dovute al nostro inconscio che ci mette la zampa e vuole evitare il cambiamento.
A questo riguardo lo capisco bene dai miei sogni che spesso riguardano mezzi di locomozione e viaggi in cui ho problemi, perdo l'aereo in partenza o non riesco a tornare, oppure non mi lasciano passare al check in ecc..
E questo ha sicuramente un senso...
Normalmente prima del viaggio del viaggio di RSM mi ammalo, almeno un'influenza.
Così, già ora che sono influenzata, sto preparando il mio super cestino delle medicine...
;-) ho di tutto di piu'e mi curo in viaggio.
Del resto meglio una settimana malata all'estero che un anno con la RSM che mi becco qui!
Buona serata a tutti.

Antonella CT ha detto...

cari tutti,
vi capisco perfettamente,so cosa significa partire per viaggi lunghi e faticosi con gli acciacchi dell'ultimo minuto,il rimorso e la paura di lasciare i figli per diversi giorni,il terrore che per qualche disguido tu non riesca ad arrivare in tempo a destinazione, le insinuazioni di amici e parenti (serpenti) che dicono :"certo è tutta una scusa per farti un bel viaggio..!" o altri "tanto tutto il Karma negativo che accumuli,ti si scaricherà addosso tutto insieme la prima volta che non potrai partire!"ecc. Ma noi, ritengo senza presunzione,siamo persone speciali e non ci facciamo abbattere da queste cose.Forse è un piccolo prezzo che dobbiamo pagare per tutte le cose negative che andiamo ad evitare....
buona serata a tutti

uranio13 ha detto...

Ciao raga,ciao Ciro.
stamattina ho ricevuto il libro tramite posta,anzi i libri,in quanto mi e' anche arrivato il libro del Baurbault su"astrologia e l'arte della previsione"e dalle prime leggiucchiate (avendo un sole in terza casa e quindi un puro gemelli non e' che leggo un libro dall'inizio alla fine ma a saltallare tra le varie parti e poi ricominciare dall'inizio fino alla fine:in pratica leggo un libro due o tre volte in questo modo!).
Allora e'arrivato oggi(luna in terza casa) e gia' dalla pima occhiata ho visto che sara' interessantissimo anche per quanto riguarda il caso Cogne (di cui io sospetto fortemente il fratellino e coperto dalla madre perche' in quella tragica mattina non arrivasse a perdere un altro figlio oltre al piccolo Samuele).
Vorrei chiedere a chi ne avesse informazioni sul dove posso trovare il libro "dalla psicanalisi all'astrologia" del Barbault.

cristiana ha detto...

Carissimi del forum,
leggo con piacere dei vostri viaggi roccamboleschi e sinceramente vi invidio un po'per il coraggio che avete, anche nello spostarvi da soli...personalmente ad Aprile sara' la prima volta che mi sposto DA SOLA ( sono sempre riuscita a trascinare qualcuno nei miei viaggi), comunque la localita' e' qui vicino ( 5 orette d'aereo), Azzorre, niente a che vedere con la maggior parte dei vostri compleanni mirati...
Scusa , Giulia se sono insistente, ma , muoio dalla voglia di sapere il perche' non va bene la RSM per Dublino di mia figlia, se ti va di spiegarmelo questo e' il link, https://www.blogger.com/comment.g?blogID=4837225311858817366&postID=8831095901908696222 ,dove ti ponevo alocune domande, sempre se ti va di rispondermi.

Un caro saluto a tutti

Cristiana

Giulia ha detto...

Ciao cristiana, per la verità non credo di essere la persona più adatta ad aggiungere ulteriori commenti, visto che già ciro si è espresso chiaramente nel suo post di apertura di mercoledì 8 u.s.
Potrei risponderti esattamente le stesse cose che ti ho detto in precedenza.
A parte l'opportunità di far spostare bambini così piccoli, che può essere più un ansia genitoriale che una effettiva necessità.
Io credo che togliere un Marte dalla 1a per ficcare un Saturno in 10a sia solo uno spreco di soldi che non sortisce nessun effetto migliorativo.
Non so chi ti confeziona le RSM, ma credo che facendosi guidare dal buon senso, che può scaturire solo da un'attenta lettura dei testi di ciro sull'argomento (in cui elargisce a piene mani regole e consigli pratici) converrai anche tu che l'operazione suddetta non ha ragione di esistere, nè sul piano teorico nè su quello pratico.

Marco Celada ha detto...

si ma Saturno in decima e Marte in prima non ho dubbi a "scegliere" Saturno in decima.


Marco

cristiana ha detto...

Grazie ragazzi, per le risposte:)...le rs me le confeziono da sola:)con il programma Astral del caro Discepolo....
Saturno dove lo metto puo' creare problemi, in 9@, no , per la scuola che per l'asc 12@ e marte , sole in 1@, saturno nella 11@ la danneggerebbe con le amicizie, che per un bimbo sono importanti e gia' ne ha pochissime....se lo piazzo in 12@ poi marte finisce in 3@ con asc in 9@, percio' viene sottolineato il problema scolastico...eccetera eccetera..io credo che saturno e marte se non si possono mettre in 3@ o in 9@, da qualche parte bisogna pur metterli, sempre tenendo conto del vissuto del soggetto....infatti ho fatto lo stesso pensiero di Marco Celada, meglio un saturno in 10@ che un marte in 1@ ....essendo una bambina, che non lavora, non credo le possa dare grossi problemi...saturno in 10@ l'ho provato anche su di me che non lavoro e non mi ha creato grossi problemi, poiche' anch'io non sono occupata ( almeno cosi' ho pensato...chissa' magari stavolta sono stata fortunata ed una prossima non succedera'...), so che la casa 10@ e' la casa dell'emancipazione e sarebbe assurdo unirla ad un ascendente in 10@, ma considerando tanti fattori, mi e' sembrata una situazione abbastanza ragionevole...per quanto riguarda i transiti sulla 10@ , non mi sembra ce ne siano di preoccupanti...l'unico, marte che nel periodo natalizio passera' nella sua 10@...presumo sia riferito piu' a me poiche' staremo sempre assieme e probabile mi faccia un po' arrabbiare...
Scusatemi per l'insistenza, ma amo molto l'astrologia previsionale....mi fa molto piacere imparare cose nuove sull'argomento tramite persone molto preparate come voi :)

Buona giornata a tutti

Cristiana

Giulia ha detto...

Rispondendo a Marco, anche io, “forse” ma proprio se costretta con una pistola alla tempia, potrei preferire un Saturno in 10° piuttosto che un Marte in 1°.
Ma si dà il caso che si sta parlando di una bambina di 8 anni!!!
Perché farla spostare? E perché farla spostare senza aver davvero dato una svolta positiva al suo anno?
Per un adulto è diverso. Per un anziano poi!!!
A parte che chi può decidere che perdere il lavoro, magari a 40-50 anni, è meglio di un angina pectoris?
Io personalmente per i miei due unici casi familiari monitorati e scientemente lasciati “nature” con un Marte in 1° sono stati appunto l’intervento tonsille-adenoidi di mia figlia che aveva 7 anni e Marte in 1° di Riv. E pensa che incoscientemente (allora) la feci operare dopo 10gg dal compleanno.
Andò tutto bene.
Io mi lasciai un Marte in prima l’anno che finalmente capii che sarei entrata in possesso della mia casa comperata tre anni prima. Mi lasciai Sole Giove in 4° e mi feci un bell’intervento chirurgico di 4 ore e passa di sala operatoria. Tutto bene. E certo ero più vecchia, di anni ne avevo 35.
L’unica aggiunta fu che ebbi un anno pienissimo e faticosissimo, causa appunto lavori in corso nella nuova casa, che durarono 9 mesi.
Per due conoscenti che ho in archivio, Marte in prima furono un infezione al cavo orale che durò alcuni mesi resistendo a tutti gli antibiotici. L’altra fu un’isterectomia, inevitabile al punto di compromissione raggiunto dall’organo e che lasciai lì, con altri potenti splendidi appoggi facendo operare dopo la RS incriminata.
Vorrei far notare a cristiana che sua figlia nella RS 2003 aveva Marte in 6°; RS 2004 Sole in 1° As in 12° e Marte cuspide 12°; RS 2005 Marte in 1°; RS 2006 Sole con stellium in 6°…
Aggiungo a contorno che mio figlio è stato bocciato al primo liceo solo perché non studiava.
La sua RS parlava d’altro, infatti nella sua beata incoscienza adolescenziale, non gliene fregò nulla dell’anno perso a scuola.

cristiana ha detto...

Cara Giulia,
intanto ancor grazie per avermi ascoltata :)
Gli anni che hai indicato "brutti" di mia figlia, li conosco benissimo...non e' stata una passeggiata...mia figlia appunto dal 2003 ha vissuto anni pessimi per la salute...ha avuto gravi problemi salutistici...per un anno intero , ha avuto quasi sempre la febbre, piu' volte a 41 , percio' molte volte siamo ricorsi all'ospedale...nessuno aveva capito che erano le tonsille , di cui dopo e' stata operata,(..oggi non si tolgono piu'), nemmeno professori e primari, davano sempre la colpa all'asilo e che la bambina doveva formarsi le difese immunitarie..finita questa vicenda , pochi mesi dopo, siccome la bimba non parlava ancora , le abbiamo fatto fare visite per accertamenti , la diagnosi era "problemi gravi di logopedia", che potevano compromettre l'andamento scolastico...dal 2007 la situazione si e' risolta..ora frequenta la 2@ elementare , anno in cui si e' ancora a rischio di scoprire problemi dislessici...inoltre , rischia di operarsi ai piedini , problema gia' che aveva , scaturito appunto negli anni che tu hai intercettato....alla luce di tutti questi fatti, sinceramente , non mi va di rischiare un probabile ritorno agli anni "bui", che non auguro a nessuno, come genitore di passare le angoscie che io e mio marito abbiamo avuto....infatti quando posso anch'io mi favorisco la 5@ di rs...
Personalmente marte in 1@ , non mi piace , poiche' prima di conoscere le RS ho provato cosa vuol dire, percio' quando e' presente nella mia RSB , al 100%, lo tolgo piazzandolo da altra parte...nel caso di mia figlia, invece , non ha come RSB di Bologna, solo marte in 1@, ma anche ascendente in 12@ e sole in 1@ nonche' saturno in 9@ ed urano in 3@ ( la scuola), ed i transiti non belli si sarebbero attivati..sinceramente , usare l'astrologia attiva come mi hai suggerito tu, ( ...che per altro conosco), non mi e' sebrato il modo migliore per far affrontare l'anno a mia figlia...non mandandola dai suoi nonni e cugini , niente feste di compleanno, niente gite fuori porta, farle subire l'intervento ai piedi, ( per altro attualmente la situazione e' sotto controllo e in fase di miglioramento), oppure altre cose....ecco perche' fuggo...al limite massimo le avro' fatto fare un bel viaggio a Dublino, che da brava sagittario ascendente sagittario non le dispiacera'.

Grazie dell'attenzione :)

Cristiana

Giulia ha detto...

Cara cristiana, i miei erano solo esercizi teorici che discendono direttamente dai miei studi che sono al 99% discepoliani.
Ciascuno di noi è il miglior conoscitore e giudice del proprio vissuto personale e familiare.
Tanti auguri ed un grosso in bocca al lupo a te e a tua figlia!

cristiana ha detto...

Grazie Giulia della tua pazienza, a RS finita, porterò qui la testimonianza di cio' che sara' avvenuto...

Un saluto a tutti

Cristiana