domenica 23 dicembre 2007

Auguri a Tutti


Il bambino, si sa, è un simbolo assai positivo in psicologia: soprattutto quando lo sogniamo. Perché? Perché il bambino può solo crescere e ha tutte le potenzialità per crescere nel migliore dei modi. Ecco perché ho scelto questa immagine meravigliosa, inviatami da un appassionato di astrologia, per accompagnare i miei migliori auguri a voi Tutti.
Gradirei che coloro che vorranno ricambiare lo facessero su questo spazio.
Buon Natale e Felice Anno Nuovo,
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it

22 commenti:

Luigi Galli ha detto...

Auguro anch'io ai frequentatori e lettori del blog di trascorrere delle Felici Feste, invitando tutti a pubblicare un pensiero augurale per manifestare la propria presenza.
Penso rappresenterebbe un piccolo dono molto apprezzato dal caro Ciro.

sabri ha detto...

Rinnovo a tutti i miei AUGURI con la citazione che segue:

RITORNAR BAMBINI

"Le cose che il bambino ama
rimangono nel regno del cuore
fino alla vecchiaia.
La cosa più bella della vita
è che la nostra anima
rimanga ad aleggiare
nei luoghi dove una volta
giocavamo."

(Kahlil Gibran - "Self-Portrait")

ed in particolare un augurio al caro Ciro, con la seguente:

"Nessuno puo' rivelarvi nulla
se non cio' che già si trova
in stato di dormiveglia
nell'albeggiare della nostra conoscenza.
L'insegnante che avanza
nell'ombra del tempio,
fra i suoi discepoli,
non trasmette la sua sapienza,
ma piuttosto la sua fede
e la sua amorevolezza.
Se è veramente saggio,
non vi introdurrà
nella casa della sua sapienza,
ma vi accompagnerà
alla soglia
della vostra mente."

(Kahlil Gibran - "Il profeta")

Sabrina

b-right ha detto...

Auguri a tutti anche da
parte mia.

eh, sì, i bambini sono
la purezza e l'ingenuità,
e rattrista vedere che
oggi non gli si dia più
credito, neanche quando
ci raccontano cose molto
spiacevoli e, per loro,
inconsapevoli.

Un consiglio per gli
acquisti di Natale, che
mi ha fatto venire in
mente il comment di
Sabri: Osho è stato un
grande commentatore di
libri altrui (io ho letto
quasi tutto "la visione
tantrica vol. I" commentario
ad un un monumento del
tantrismo Indù, "il canto
reale di Saraha").
Ha scritto anche questo:

I silenzi dell'anima.
Commenti a "Il Profeta"
di Kahlil Gibran

uranio12 ha detto...

Auguro un sereno natale a Ciro e famiglia e a tutti gli amici del blog.
Un sereno Natale anche per b-right una vera "capa tosta"che mi ha fatto combattere in questi giorni.
Spero che tu possa rimetterti dai problemi di salute che accennavi in uno scorso blog che solo stamattina ho letto.
Vorrei pubblicare un'immagine sul blog:qualcuno mi puo' gentilmente spiegare come si fa?

doriana ha detto...

Poichè dalla splendida proposta di luigi galli, questo potrebbe diventare un piccolo dono al nostro grande Maestro Ciro:

"Noi chiamiamo destino, secondo la filosofia, la costellazione che agisce in noi.
Perchè si riconosca meglio il destino, dirò che ogni uomo possiede uno spirito che abita fuori di lui e che risiede nella sua stella superiore.
Esso realizza la volontà del suo Maestro: predice gli eventi futuri e rinarra quelli passati"
PARACELSO

Un grazie al nostro Maestro e affettuosi auguri di Buon Natale e di un fulgido 2008, a tutti voi ed alle vostre famiglie.
Doriana

Celeste ha detto...

Anche io auguro al nostro Maestro e a tutti voi di passare Feste Felici.
E per l'occasione vi dedico questa frase che amo molto ed è tratta da un libro di Coelho.
Nei momenti difficili mi ha aiutato, in quelli felici mi ha confermato che è proprio così: che vale la pena di trovare qualcosa
che ci dia un senso.

"La luce è instabile, si spegne con il vento, si accende con il fulmine,non è mai sicura, brillante come il sole, ma vale la pena di lottare per lei".

Auguri a tutti voi.

b-right ha detto...

Allora, Uranio12,
cerco di concludere ora questa nostra piccola
polemica poichè io non amo le polemiche,
benchè ne sia vittima (che altrimenti avrei
un Marte in I e non in VII, no?). Approfittiamo
quindi del Natale, che per me è un giorno
come un altro (primo, xchè non è certo che
il Redentore sia nato il 25 Dicembre, secondo,
perchè io cerco di comportarmi come se fosse
sempre Natale), per cercare di ricomporre
questa frattura.

Ho già ribadito al nostro Ciro, se vai a leggere
ciò che ho risposto a lui nel mio più recente
commento al post "Lettera aperta di alcuni
colleghi a Wikipedia", che io non sono di certo
antisemita. L'idea di essere contro un intero
popolo, indistintamente, è un non senso.
Si può essere contro certi gruppi o certi poteri,
che, secondo me, una ripassata al decalogo
dovrebbero darsela, ma non contro un popolo
in sè.

Sinceramente, ciò che non mi è piaciuto, dei
tuoi interventi, è anche stato il ricorso ad un
termine cui io sono un pò allergico, carico
com'è divenuto, ai nostri tempi, di valenze
e connotazioni di giudizio negative, cioè
quello di "santone". Ora, come avrai capito
leggendo il mio blog, se l'hai, almeno in parte,
o anche superficialmente, navigato, vi sono
dei collegamenti e riferimenti ad almeno due
grandi maestri spirituali, Osho e Aivanhov,
presenti come link esterni o nelle citazioni
che faccio degli stessi. Bene, io non discuto
il fatto che, al mondo, possano esservi
moltissimi uomini che sfruttano, persino
inconsapevolmente (essendo cioè in buona
fede e credendo di fare del bene e di andare
verso il giusto), i loro discepoli spirituali,
nel senso che, ciò che detti maestri danno
agli allievi in termini di evoluzione spirituale,
è molto meno di ciò che gli stessi maestri
ricevono, soprattutto in forma di denaro,
quando non in forma di mero sodisfacimento
di brame molto terra-terra (brame di piacere
e/o potere, fondamentalmente). D'altra parte,
noi uomini, abbiamo il discernimento ed il
giudizio proprio per usarli (e sono funzioni,
la prima più Saturnina, e la seconda più
Gioviana), quindi, se uno è o vuole essere
ingannato pertiene alla sua libertà, come
anche, è libertà di chiunque quella di ingannare
o ingannarsi per primo lui stesso, poichè,
in ultima analisi, chi ha l'Autorità per stabilire
che questi maestri stiano ingannando qualcuno??
Per dirla in due parole: ognuno trova il maestro
che "si merita", nel bene e nel male, o che, in
quel dato momento, fa per lui.
Se, invece, il riferimento al santone, fosse
stato indirizzato verso il sottoscritto, posso
dirti che, soprattutto in questo blog di Ciro,
io non mi sono mai proposto in questa veste,
nè ho intenzione, a breve, di creare un qualche
movimento spirituale attraverso qualsiasi mezzo
(conferenze, corsi, seminari, iniziazioni, o
quant'altro). Non posso, però, tacere la mia
autocoscienza (tutti dovrebbero avercela, un
minimo, non credi?), la mia consapevolezza di
chi sono o penso e mi sento di essere, in forza
del mio percorso spirituale decennale (letture,
iniziazione Reiki, meditazioni di tradizioni varie),
culminato in un picco di "illuminazione",
dieci anni fa, a N.Y., che nessuno può dire
che forma, livello e persistenza abbia
raggiunto. Neanche io, figuriamoci voi :).

C'è tuttavia una cosa che mi preme dirti. Il fatto
che tu veda solo due colori base ed opposti, il
bianco e il nero, in una visione sbrigativamente
manichea di tutto, lascia molti dubbi sul fatto
che noi si possa dialogare in futuro. Poichè io,
come dirtelo?, sono il grigio, l'infinita gamma
dei grigi. Se vuoi fare una scansione di un
documento, persino il programma applicativo
che gestisce lo scanner ti chiede, in una "finestra
di dialogo", se si tratta di un documento da
riprodurre a colori, in bianco e nero o in scala
di grigi, la seconda opzione essendo adatta
ai documenti di testo mentre l'ultima rendendo
meglio i disegni a china o a matita. Tralasciando
la possibilità di dividere le nostre opinioni
sull'infinita gamma cromatica dei colori, magari
lasciandola a chi ha letto Goethe, e restando
al bianco, che ha in sè tutti i colori, ed al
nero, che lo contiene a sua volta, posso dirti
che....esiste sempre la possibilità di trovare
un equilibrio tra bianco e nero, tra una cosa
ed il suo apparente contrario. Non è retorica,
ma è arte dell'inter-mediazione (ne ho una certa
nozione venendo da un ramo familiare di mediatori
immobiliari), del pacificante e venusiano equilibrio
tra opposti, che è l'unica possibilità per una
diplomazia, a qualsiasi livello, dal personale al
macropolitico, che, a sua volta, è l'unica chance
degli uomini per evitare la guerra e la distruzione.

Ti auguro, com'è solito fare Zio Ciro, tante
care cose, e in più, la possibilità di intravedere,
al di là del suo aspetto bellicoso, la profonda
natura di forza energetica pura, generativa e non
distruttiva, del pianeta tuo governatore, Marte.

Sergio ha detto...

Sereno Natale a Voi Tutti e alle Voste Famiglie.
Sergio

Marco Celada ha detto...

Ricordo quando sognai la mia nipotina che mi salutava a pochi giorni dalla sua nascita; poi arrivò a casa dall'ospedale (dove nacque)proprio il giorno di Natale;
fu un dono di serenità che i bimbi diffondono e noi tutti abbiamo il compito di conservare;
tanta auguri e serenità a Tutti.

Marco

uranio12 ha detto...

Charlie Chaplin.
In onore di questo grande poeta del secolo scorso gli dedico un'accenno astro-biografico.
Chaplin nasce da genitori artisti e approda in teatro alla tenera eta' di 5 anni.(mercurio in 5).Passa un'infanzia nelle privazioni e nella poverta'(mercurio quadrato saturno e opposto ad urano)e prematuramente gli scompare il padre.(maestro della 4 in 11,la morte).
Nella sua produzione artistica si viene a riflettere la sua libido Vergine(sole in sesta casa):attenzione smisurata per i dettagli,un vagabondo che fa una vita in realta' molto organizzata rispetto alla sua condizione;l'attenzione rivolta ai lavoratori e all'avvento delle macchine,l'inghiottimento di un su personaggio in "tempi moderni" nei grandi ingranaggi di una fabbrica,
un film nel quale assiste una donna bellissima e di talento ma cieca(insomma piu' Vergine di cosi!).
Ha nel suo tema un'asc Scorpione con una luna incollata all'asc e dominante,da qui la sua arte mimo-poetica sarcastico-drammatica,
e uno stellium di pianeti nella settima casa:l'impegno e la lotta profusi durante la sua vita nella difesa delle classi piu' deboli,i processi subiti da parte di nemici dichiarati.Divorzia dalla moglie e si risposa.
Resta per me,uno dei primi capolavori della storia del cinema oltre al divertentissimo "tempi moderni","il Grande dittatore",parodia contro la dittatura hitleriana e le persecuzioni antisemite.
Nella seconda parte della vita' subira' un processo rigurdante una sua presunta ex amante e una presunta ex figlia,che poi in seguito si scoprira' non essere tale.Chaplin morira' nel natale del 1977.Raitre' trasmettera' alle 23 del 25 "il grande dittatore" cosi' come la7 trasmettera "luci della ribalta"alle 21.

Caro b-right,riferendomi ai santoni non mi riferivo ad Oxo(nn so niente di quest'uomo,essendo io non molto amante della filosofia),ma mi riferivo agli atteggiamenti ipocriti e inquisitori di molte figure storiche,sempre nel contesto delle crociate e delle inqisizioni.
Scusami se ci ritorno:ma se qualcuno fa una cosa malvagia e sadica(come nel caso del nazismo)io non ci vedo' alcunche' di grigio ma soltanto un nero,un nero piu' cupo della morte.Sono per i fatti e non per la filosofia.
Cosa strana,pero': ho un Nettuno dominante all'asc e una congiunzione dominante sole-luna sul fc e un urano dalla 12 con molti aspetti,oltre che a un mercurio trigono a nettuno!

Ciro Discepolo ha detto...

Ringrazio tutti per le belle parole e per i pensieri altrettanto gradevoli.
Se volete caricare immagini potete collegarvi a www.blogger.com e leggere tutte le istruzioni. Credo che possiate utilizzare anche YouTube o lo spazio web di un amico dove appoggiare una foto.
Anche io amo Charlie Chaplin, come tutti i cani sciolti di questa terra che non hanno mai accettato, di avere il guinzaglio e mi produco in una piccola citazione. Nel film Vite sospese, Melanie Griffith era una cinefila, come chi scrive, e inorridita dal fatto che Michael Douglas, il suo uomo, non avesse mai visto un film di Charlie Chaplin, dichiara: "Secondo Charlie Chaplin ogni giorno senza una sola risata è un giorno perso".

In tema di massime, molto più modestamente di quel gigante di Charlie Chaplin vorrei dire quella che è l'unica che cerco di insegnare alle mie figlie:

"Siamo soli al mondo, ma ce la possiamo cavare lo stesso".

E infine la mia preghiera per il Natale:

"Signore, dona il cervello a molti che non ce l'hanno (voi sapete a chi mi riferisco), porta un po' di giustizia su questa terra, aiuta i troppi poveri, porta la pace tra Israele e Palestinesi, in tutte le guerre del mondo e anche tra b-right e unario12. E, soprattutto, dacci almeno l'Air France altrimenti noi viaggiatori attivi finiremo con il sedere per terra...

Ciro Discepolo ha detto...

Un'altra cosa. Molti mi hanno scritto privatamente perché non sono riusciti a postare sul blog o perché non vogliono farlo: va bene lo stesso.

Franca ha detto...

Auguro a Ciro Discepolo mio"faro", e a tutti Voi che vi raccogliete attorno al suo blog, un sereno Natale.
" Colui che non sa niente,
non ama niente.
Colui che non fa niente,
non capisce niente.
Colui che non capisce niente,
è spregevole.
Ma colui che capisce:
ama, vede, osserva...
La maggiore conoscenza è congiunta indissolubilmente all'amore...
chiunque crede che tutti i frutti maturino contemporaneamente
come le fragole,
non sa nulla dell'uva..."
(Paracelso).
Buon Natale
Franca Maenza

al rami ha detto...

auguro a tutti voi di ritrovare l'innocenza dei bambini che non conoscono ancora la tristezza del mondo; ma di conservare la speranza di un domani felice. la vita è una corsa fatta di speranza e se vi guarderete indietro, scoprirete che avete ancora molto da correre qualsiasi sia il punto in cui vi trovate nella corsa. per finire un augurio speciale: che l'astrologia aiuti tutti noi a trovare tutte le risposte che vogliamo. già conoscerla è un dono inestimabile.

Ciro Discepolo ha detto...

Benvenuta anche Franca (e la sua bella famiglia: Ugo e Jacopo) a cui dobbiamo molto perché custodisce i molti numeri arretrati di Ricerca '90, la nostra memoria storica.

b-right ha detto...

Il nr. 1 ha un valore
economico, Ciro? ahaha!!! ;)
di Ricerca '90, dico.

Perchè ce l'avrei.
Magari mi sbaglio,
ma, mi sembra di
ricordare che lo
donò ai presenti (per
promuoverlo) Dante
Valente, nel corso
di una sua conferenza,
molti molti anni fa,
quando le conferenze
del Cida di To, si
tenevano al caffè
San Carlo (uno dei
più prestigiosi della
città, nello scrigno
di Torino), dietro
ad un bellissimo pianoforte
a coda, (che suonò
anche? non ricordo),
parlandoci con competenza
di....non ricordo cosa :(
(scusate ma sono passati
17 anni e qualche mese).
Sempre, se mi ricordo bene.

Lucia ha detto...

Cari auguri a tutti anche da me (che sono tornata a casa da poco e sono ancora intontita dal cambio di fuso orario).
Il mio compleanno 2007 è andato e anche questo giorno così particolare, il Natale, si avvia alla fine.
Spero solo che la buona volontà di tutti permetta di fare di ogni giorno un Natale.
Lucia (Bellizia)

Ciro Discepolo ha detto...

Ben tornata, Lucia. La tua posta, come quasi sempre, mi torna indietro.
P.S. Caro b-right, il n° 1 di Ricerca '90 non esiste: com'è tradizione per molte buone riviste, si passa dal numero 0 al numero 2...

b-right ha detto...

Beh, però questo tuo
commento, Ciro, getta
un po di discredito sulle
mie parole, non trovi?

non vorrei che mi
si prendesse per
contaballe, che
non sono, mai.

per piacere, potresti
confermare che stavi
scherzando o comunque
alludendo ad altri
significati???

te ne sarei grato. ;)
ciao

Ciro Discepolo ha detto...

Caro b-right non vedo perché dovremmo scegliere tra una tua presunta natura menzognera e il fatto che io sia un burlone. Esiste una terza possibilità: il numero 1, volutamente, non esiste e tu hai associato, mentalmente, il numero 0 al numero 1. In caso contrario fatemelo sapere perché così inizio a preoccuparmi circa la mia lucidità mentale.

b-right ha detto...

Con tutto l'affetto che
posso ti ripeto che
il volume che ho io
in libreria, riporta
in nr. 1 (Aprile 1990),
non sono sicurissimo
però del fatto di
averlo ottenuto a quella
conferenza cui ho accennato,
sono passati molti anni,
però di sicuro l'ho
avuto gratis, per
promozione, poichè io
non sono mai stato abbonato
alla tua rivista.
verifica anche tu nella
tua libreria, per piacere.
ciao

Ciro Discepolo ha detto...

Beh, la cosa è semplicissima: fai una scansione della copertina e mandala per posta elettronica. Se esiste il numero 1 di Ricerca '90, mi iscrivo al CICAP!

P.S. Non riesco a rileggermi ogni giorno tutto il contenuto del blog che, vivaddio, sta diventando sempre più voluminoso. Allora vorrei pregare i frequentatori di questo spazio, se mi dovessero chiamare in causa, dopo molti giorni da un commento precedente, di segnalarmelo via email. Grazie molte.