domenica 16 dicembre 2007

Nascita con parto cesareo


Quella che segue è la lettera di uno studioso di astrologia interessato soprattutto alla parte finanziaria della nostra materia. Astrader sta per diventare papà ed è un po’ preoccupato perché suo figlio si è girato in posizione podalica e i medici hanno deciso di intervenire il 24 dicembre con un cesareo. È preoccupato soprattutto per uno stellium che sarà presente in cielo quel giorno, come potete vedere dal grafico.
Le ansie, gli interrogativi, le aspettative intorno a un evento del genere sono tanti e tutti legittimi, a mio avviso.
Nella mia carriera mi è stato chiesto molte volte di indicare un giorno e un’ora per far nascere un bimbo e mi sono sempre rifiutato, per diversi motivi, ma principalmente perché non conosciamo abbastanza l’astrologia medica e potremmo, involontariamente, essere gli artefici di una nascita non sana.
Tuttavia penso che, di fronte a una situazione del genere, si possa anche avere una posizione mediata e non giungere agli estremi di un’accettazione completamente passiva degli eventi, dando per scontato che qualunque cielo sia potenzialmente meraviglioso. Credo che ciò sia solo in parte vero e che, calandoci nella pratica, se non aspiriamo a far diventare nostro figlio un secondo Padre Pio o una seconda Madre Teresa di Calcutta, potremmo, legittimamente, aspirare a che egli abbia una vita meno difficile di quella che gli toccherebbe di vivere se mettessimo, per esempio, tutto lo stellium in dodicesima Casa all’opposizione di Marte e Luna.
Mi rendo conto che è un problema che tocca le corde più alte della coscienza e della sensibilità di ciascuno di noi e penso nessuno abbia da insegnare agli altri su questo tema.
Molto probabilmente il figlio di Astrader nascerà tra le 10 e le 16, considerando la media delle nascite in Italia, in questi anni, fortemente condizionata da orari di lavoro di medici e paramedici, regolamenti sindacali e altro ancora.
Tuttavia l’elemento ereditarietà astrale ha il suo peso, come modestamente abbiamo potuto dimostrare io, Luigi Miele e, prima di noi, i coniugi Gauquelin, ma anche, ultimamente, Didier Castille.
Allora vorrei raccontare ad Astrader questo fatto familiare.
Mio fratello Bruno, architetto e professore universitario, è del Leone e ha sposato una Cancro. Il suo primo figlio si era stabilito che dovesse nascere il tale giorno di metà luglio, più o meno per problemi simili a quelli di chi ci ha scritto la lettera che segue. Ma gli astri non sono acqua e allora è successo quanto segue. Tre-quattro giorni prima della data decisa dai medici, la Luna è entrata in Leone e poche ore dopo l’Ascendente su Napoli è passato in Leone. Detto fatto: alla moglie si sono rotte le acque ed è nato, in pochi minuti, Nicolò!
Ciro Discepolo

Salve mr Discepolo, la seguo da 24 anni, ed ho notato che asteromart, di franke burns, mette le sue interpretazioni nella sezione lingua italiana, quindi è considerato il n° 1 per l'italia, e ciò mi fa molto piacere, nel suo unltimo libro(credo) ho finalmente trovato sollievo in quel maledetto sole in settima che tutti indicavano come matrimonio felice etc. etc. GRAZIE!! la sua è stata una liberazione!
le scrivo con una certa ansia perchè ho un problema che riguarda mio figlio che deve nascere, hanno fissato la data per il 24 dicembre con il cesareo perchè è podalico, ora , guardando un po' gli aspetti che si formano sono rimasto ... di sasso, c'è un'agglomerato enorme e con potenziali che non riesco a definire forse per il fatto di essere coinvolto in prima persona, ho veramente molti timori ma, visto che non ci posso fare niente, almeno un consiglio o un'opinione mi sono permesso di chiderlo, sempre che non sia di disturbo... so' già che lei non si muove di un centimetro se non ha le date e ore di nascita giuste, comunque, la mia quest'anno rivela un sole in quinta e quella della mia partner, nata il 5-12-1969 in brasile alle 11,30,in salvador de bahia, ora della nonna che era un'ostetrica, quindi presente al parto, da il sole in quinta pure a lei,(ha fatto il compleanno a verona!!) o perlomeno nei paraggi di qualche grado, direi che ci siamo, visto che è accaduto senza programmazione.
non vorrei disturbarla più di tano visto che sicuramente avrà molto da fare, ma se fosse così gentile da fornirmi un'opinione le sarei molto grato.
i miei dati: o2/o7/1965 H 19,20-verona, atto di nascita.
mio padre ( deceduto il 3/10/2005) 20/07/1939 H 20 mantova
Astrader
Posta un commento