sabato 15 dicembre 2007

La lettera di un ingegnere




Mi ha scritto un laureando in ingegneria appassionato di astrologia che, tra l'altro, ci fornisce utili informazioni sul sistema censorio applicato a tappeto da Wikipedia.Al di là di ciò, che è cosa risaputa da tutti, mi ha fatto piacere la sua lettera perché personalmente dialogo benissimo con ingegneri, matematici, fisici, biologi e scienziati vari, ma con quelli senza paraocchi. Il motivo sta forse nel fatto che molte parti dell'Astrologia Previsionale, dell'Astrogeografia e dell'Astrologia Attiva (quest'ultima, a mio avviso, le comprende tutte, le integra e le applica in modo assai utile) sono "matematica pura" o quasi: lo studio, per esempio, che facciamo per valutare se un astro, un anno dopo un compleanno mirato, sia caduto a monte o a valle di una cuspide, ci "costringe" (meravigliosamente) a lavorare con una matematica ad altissimo livello, soprattutto al di sopra del Circolo Polare Artico e utilizzando la domificazione Placidus.
Mio padre era ingegnere, io ero iscritto a fisica prima di incontrarmi con l'astrologia e di sposarmi con la stessa abbandonando tutto il resto, uno dei miei migliori allievi è una giovane e bravissima ingegnere torinese e potrei continuare.
Non dimentichiamo il nostro eccellente fisico nucleare Marco Celada e i fantastici scienziati di quel glorioso Convegno di Vico Equense di cui sto scrivendo nel libro a cui lavoro attualmente.
Allora accogliamo molto simpaticamente Giovanni Cirillo, prossimo - ne sono certo - ingegnere e astrologo di valore!
Ciro Discepolo




Gentile sig. Discepolo,

mi chiamo Giovanni Cirillo e sono un ragazzo di 22 anni, laureando in ingegneria informatica alla Federico II qui a Napoli, appassionato di astrologia. La conosco naturalmente per i suoi libri, le ricerche e per l'indubbia fama che questi le hanno procurato. Le battaglie che conduce (spesso in solitudine) in nome dell'Astrologia sono per me motivo d'ispirazione a non fermarsi davanti a chi vuol porre un sapere al di sopra di un altro. Inoltre il fatto che lei è italiano, del sud, e per lo più napoletano (io sono della provincia di Salerno, ma ora vivo qui a Napoli per lo studio), può solo inorgoglirmi. Ho un blog (http://johnnysperceptions.blogspot.com/), e mi trovo spesso a citare il suo nome e i suoi libri quando scrivo post nella sezione astrologia.
Consulto spesso il suo blog, e volevo quindi esprimerle la mia solidarietà in merito alla questione della censura che ha subito sull'enciclopedia 'libera' wikipedia. E' davvero indegno ciò che è accaduto, e devo dire che ha fatto bene a documentare tutta la serie di soprusi che si è trovato ad affrontare da parte di un gruppo di megalomani ignoranti. Se la può rincuorare, comunque, non è il solo.
Già Larry Sanger (uno dei fondatori di Wikipedia) in aprile si trovò a criticare aspramente questa comunità al punto da definirla'irrecuperabile':http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1957613
Lo stesso Sanger, ha allora lanciato il progetto Citizendium (http://en.citizendium.org/ ) cercando di venire ai ripari dei problemi che affliggevano Wikipedia (in cui, tra le varie migliorie c'è l'obbligo da parte di autori e redattori di fornire il proprio nome e cognome, senza nascondersi dietro a un nickname). Un articolo sul progetto lo trova a questo link:http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/tecnologia/grubrica.asp?ID_blog=30&ID_articolo=2075&ID_sezione=38&sezione=
Detto questo, è già da molto tempo che si parla di informazione controllata e censura su wikipedia, tant'è vero che si è creato un vero e proprio comitato denominato WikiTruth (http://www.wikitruth.info/) che ha cominciato a cacciare tutto lo sporco presente sotto il tappeto Wikipedia, con fatti a dir poco scandalosi.http://punto-informatico.it/p.aspx?i=1459776http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2133151http://www.trackback/.it/articolo/wikipedia-in-profonda-crisi-politica-e-stata-esposta-una-cricca-segreta-di-censori-con-vasti-poteri/3106/
Insomma dalle stelle,alle stalle.
Ho avuto anche delle conferme da parte di miei amici che, volendo inserire liberamente dei lemmi nell'enciclopedia, si sono trovati ad essere bloccati per tutta una serie di futili e irragionevoli questioni. E quando anche si riesce a contribuire, lo si deve fare seguendo tutta una serie di pretese da accettare senza possibilità di replica. Personalmente non mi sono mai ritrovato in simili questioni, per cui non mi sono fatto il sangue amaro, ma è ormai evidente e sotto gli occhi di tutti che il sistema Wikipedia sta fallendo nel suo intento.
Al di là di ciò, le assicuro che gli studiosi e gli appassionati di astrologia non avranno bisogno di wikipedia per sapere chi è lei. Per cui, le 'ragioni' lasciamole pure ai fessi.
E' con questo mio umile consiglio che la saluto e le auguro buone feste, Giovanni Cirillo
Posta un commento