martedì 18 dicembre 2007

Un Natale rattristato, ma con tanta speranza

Ho ricevuto, questa mattina, una lettera da André Barbault. Erano molti mesi che non ci scrivevamo. Da settimane avvertivo la necessità, quasi l’urgenza, di recarmi una mattina, insieme a mia figlia Luna o a Laura, a trovarlo, per mezz’ora, riabbracciarlo e ripartire. Poi ho desistito perché ho pensato che avrei potuto affaticarlo troppo ed egli non è in condizione di affaticarsi. La mente è sempre lucidissima e sta lavorando a un nuovo libro, ma mi scrive anche dei pensieri malinconici su di lui.
Io gli ho risposto che qui in Italia gli vogliamo tutti (o quasi) bene e che i nostri pensieri positivi saranno, per lui, come tante iniezioni di energia e di ottimismo.
Vorrei fargli un regalo speciale, per Natale, con la vostra collaborazione. Tutti quelli che lo amano come me, sono invitati a postare su questo blog poche righe di saluto e di pensieri affettuosi: poche parole per fargli sentire con quanto affetto lo circondiamo. Mi raccomando, però: nessuna richiesta personale di consigli o di altro e neanche lettere che richiedano una risposta. Quando ne avrò raccolto un certo numero, le inserirò in un unico documento Word che gli farò avere.
Chi non vorrà scriverlo sul blog, si astenga anche dal mandarmelo privatamente.
Evviva André, evviva l’Astrologia di qualità!
Ciro Discepolo
http://www.solarreturns.com/
http://www.cirodiscepolo.it/
P.S. Questa mattina Blogger non ne vuole sapere di caricare immagini...

26 commenti:

Ciro Discepolo ha detto...

P.S. Naturalmente i messaggi dovrebbero essere in francese.

sabri ha detto...

Caro Ciro,
non conosco il francese purtroppo, solo l'inglese.
Mi spiace non poter trasmettere ad Andre' Barbault tutta la mia riconoscenza e la mia ammirazione per il suo fondamentale apporto all'astrologia.
Lei Ciro ed Andre' Barbault siete stati i primi autori che ho letto e negli anni siete rimasti le pietre miliari.
Con profonda riconoscenza e stima,
Sabrina.

paola ha detto...

Provo. In francese, scusandomi per gli errori.
J'ai connu les livres d'André Barbault grace au chorégraphe Maurice Bèjart. J'étais chez lui, à Lausanne, il me n'a donné un (je ne souviens pas le titre), qui appartenait à son pére, le philosophe Gaston Berger. C'ètai le 1984. Depuis ce livre, j'ai lu plusierus livres (tous les livres en italien) de Ciro Discepolo. La connaissance de l'astrologie peut changer une vie, ou mieux, la vision de la vie.
On a moins peur.
Merci, monsieur Barbault et monsieur Discepolo.
Paola Calvetti

Luigi Galli ha detto...

La frase è stata tradotta da traduttore automatico e perciò potrebbe non essere perfetta.

Cher André,
en Italie nous te pensons tous et nous espérons de pouvoir se revoir au Sorrento peut-être.
Un merci de coeur pour tout celui-là tu as fait pour l'astrologie.
Beaucoup de Voeux de Bonnes Fêtes
Luigi Galli

Celeste ha detto...

Mi dispiace anche io non conosco il francese ma vorrei fare sapere ad Andrè Barbault che la strada verso l'astrologia me l'ha aperta, unn po' per scherzo, proprio Lui circa 25 anni fa: avevo 15 anni.
Gli faccio tanti cari auguri ed invio un grande ringraziamento con stima e profondo rispetto per tutto quello che ha dato a me e a tanti altri come me che ha iniziato all'astrologia.
Grazie, Celeste.

uranio12 ha detto...

en la vie d'astrologie' il l'est l'homme,le plus important;merci beaucoup.

Marco Celada ha detto...

Sicuramente Laura o Luna sapranno tradurre pertanto non utilizzo traduttori o miei ricordi scolastici;
"tantissimi auguri al grande Andrè Barbault maestro del mio maestro e attendiamo ancora tante altre pagine di vera astrologia."

Marco Celada

Sergio ha detto...

Il lume del suo sapere ci illimina e ci guida.
Grazie
Sergio

Gianni ha detto...

Purtroppo non conosco il francese, sarei grato se qualcuno potesse tradurre il messaggio. Grazie.

Carissimo sig. Barbault,
desidero esprimerle la mia più profonda stima e ringraziarla per i capolavori che ci ha lasciato.
Da giovane studente universitario quale sono, la ringrazio anche a nome delle generazioni future, che beneficeranno immensamente dei suoi importanti lavori.
Vi sono schiere di giovani che scoprono l'astrologia, quanti ce ne sono!
Le sue opere continueranno ad illuminare i tanti antri bui della materia, e placheranno i nostri mille dubbi.

Ancora grazie,
Giovanni Cirillo

Ciro Discepolo ha detto...

Grazie a tutti. Abbiamo l'onore di ospitare anche un messaggio di Paola Calvetti, tra le più importanti scrittici, notissima in Italia e all'estero per le molte edizioni dei suoi libri.
Vorrei invitare tutti a seguire l'esempio di Luigi Galli: traducete i vostri messaggi con un traduttore automatico e postateli nuovamente in francese. Infatti è vero che ho scritto che le mie figlie sono splendide, ma non fino al punto di tradurmi ogni cosa che passo loro...
Farò passare ancora un po' di giorni prima di inviare questa raccolta di messaggi ad André: sono certo che lo riempirà di gioia. Facciamogli sentire il nostro affetto e la nostra gratitudine! Al limite, se siete molto pigri, scrivere in italiano: qualcosa capirà...

b-right ha detto...

entro domani al massimo
scrivo qualcosa anch'io,
mi aspetti!!!!

al limite, visto che lei
lo conosce bene, se dovessi
scrivere qualcosa che lei
reputa lui non amerebbe
sentirsi dire, tagli pure,
le do ampio mandato :-)))

Ciro Discepolo ha detto...

Va bene, ma sono certo che non si possa offendere, neanche involontariamente, una persona come André Barbault.

b-right ha detto...

Cher monsieur Barbault,
je profite de l'occasion qu'il nous offre son ami
e disciple Discepolo, pour vous porter mes
saluts et hommages même. Je n'ai pas lu
tous vos livres, mais j'espere le faire vite.
J'ai beaucoup apprécié son "Astrodiagnostic
d'orientation professionelle" (Editions Ciro
Discepolo ; Napoli ; 1984), livre que je trouve
très important pour l'éducation et l'évolution
des nouvelles générations, car l'occupation et
la profession ils sont fondamentaux pour
garantir le bonheur ou moins d'un être humain.
Moi, malgré j'aie seulement quarant(e)un ans,
j'ai eu la fortune de connaître le professeur
Capone, et j'aimerais même vous connaître en
personne. Donc, j'espère qu'il voudra nous
faire l'honneur de venir au congrès prochain de
Sorrento. Moi, j'appartiens au treizième marque,
ce qui il n'y a pas, l'Ofiuco, ce qu'il a donné les
noëls à des mystiques comme Osho, et je pense
que l'astrologie doive être surtout le moyen
prince pour suivre l'enseignement des anciennes
grecs: "gnoti sauton", "connais toi même".
En ce sens vos livres ont été, pour moi et pour
nous tous, illuminants, et a vous bien vous vaut
l'appellation que en Italie on emploie pour les
professeurs de notres Universités des Etudes
Superieurs: "Chiarissimo" (trèstrèsclair).
A bientot, au presto (re)voir.
Paolo Canale

Questo sarebbe quanto. Veda lei, sig. Discepolo,
o faccia vedere, se ho fatto qualche marchiano
errore di traduzione del testo della mia lettera,
e se è adeguata e politically correct.

Sergio ha detto...

La lampe du sien savoir nous éclaire et tu nous guides.
Merci
Sergio

sabri ha detto...

Caro Ciro,
ecco quanto sono riuscita a fare con un traduttore automatico in internet.
Grazie!
Sabrina.


Gentil Andre'Barbault, je voudrais lui exprimer toute mon estime pour son fondamental apport à l'astrologie et à la sérieuse approche scientifique de la même. Elle rimmarra'comme pierre miliare dans mon existence et je suis sûr dans l'existence de beaucoup d'autres personnes.
Avec infinie gratitude, Sabrina.

b-right ha detto...

circa la costellazione
dell'Ofiuco o Serpentario,
a chi interessa:

http://users.winshop.com.au/annew/Ophiuchus.html

Ciro Discepolo ha detto...

Conoscendo bene André, sono certo che questi messaggi gli strapperanno più di una lacrima, anche perché dovete sapere che egli è odiatissimo in Francia: perché? Provate a immaginarlo...
Comunque vi ringrazio io per primo perché fare un po' di bene a un gigante che ci ha dato tanto è molto importante. Aspetterò Natale e poi gli manderò la raccolta completa dei messaggi.
Approfitto dell'occasione per una comunicazione "di servizio". Come succede ogni Natale, si blocca quasi completamente la posta elettronica (io ne ho diverse e con diverse società), l'invio di SMS, i trasporti e tutto il resto. Succede anche che alcune persone, quasi ogni anno, non immaginando che ciò possa accadere in un paese perfetto come l'Italia, pensino che io non risponda loro e mi inviano una seconda lettera dove, invece dei saluti, abbondano gl'insulti. Pazienza, succede anche questo. Tuttavia vi prego di considerare, se non ricevete risposte alle vostre lettere, che le stesse potrebbero anche non essere mai giunte (in media ne ricevo da 50 a 80 al giorno e mi è davvero difficile rispondere a tutte e subito).
Inoltre, mi piacerebbe trascorrere ancora più tempo sul blog, ma di solito lo posso fare una sola volta al giorno. Mi sembra, tuttavia, che, soprattutto con il vostro attivo contributo, stia diventando un bel luogo da frequentare. Grazie.

b-right ha detto...

dalle 50 alle 80 lettere
al giorno?????????????
Mamma mia, ma come fa
a rispondere a tutti?
Lei è un fenomeno (vabbè
che i Soli angolari come
il suo, e quello del Cavaliere
azzurro, fanno...i superman),
quantomeno un genio, le
dovrebbero dare un cavalierato
della Repubblica (come a mio
nonno), se non del Lavoro
(a un astrologo?! Mmmm!
purtroppo è impossibile :( ).

Io non ce la farei, almeno
al momento. Sono pochi anni
che ho ripreso piano piano
possesso delle mie facoltà
mentali, dopo un buco di
molti anni dovuto alla
Sindrome da Stanchezza Cronica,
C.F.S.(eh, sì, Saturno stanca),
che mi ha anche fatto abbandonare
gli studi universitari in
Filosofia.

Tornando a lei, adesso non ho
ben presente il suo tema radix,
ma non mi stupirei se, sotto
sotto, avesse una dominante
Mercuriana. Tutti questi scritti
e viaggi!!!

Vabbè, in tutti i casi la
invidio un pò. I Gioviani come
me hanno sempre bisogno dei
Mercuriani, e viceversa.
Io non ce la farei proprio
a rispondere subito a tutti,
mi dovrei fare la segretaria...
...così, per spezzare un pò,
nelle pause tra una lettera
e un'altra :) (scusi questa
ultima battuta, devo avere
l'ascendente cinese nel maiale)

Ciro Discepolo ha detto...

Cavaliere, come hai notato tu, essendo astrologo, non lo sarò mai. Cavaliere è Marinella (il mio amico che confeziona le migliori cravatte del mondo), ma ultimamente mi risulta abbiano fatto cavaliere anche una imprenditrice napoletana che si occupa del trasporto della nettezza urbana: mi mordo la lingua e non commento.
Comunque penso non ci sia nulla di anormale: sicuramente un Marte Vergine che riceve moltissimi aspetti, in terza Casa, è una libido indirizzata allo scrivere e qualche anno fa ero capace di farlo, a grande velocità e senza pensare, anche per 24-36 ore di seguito. Adesso non me lo sognerei neanche. Victor Hugo, quello sì che era un fenomeno: mentre il nostro Manzoni lavorava al centesimo editing dei suoi Promessi Sposi, il nostro sfornava, uno dietro l'altro, quelli che secondo me sono i più grandi capolavori della letteratura mondiale. Si alzava prestissimo e subito scriveva e continuava così fino a notte tarda. Trovava anche il tempo per scrivere una decina di lettere al giorno alle sue amanti. La notte andava a letto e continuava a scrivere finché la penna non gli cadeva dalle mani e si addormentava. Ma essere forte in qualcosa non vuol dire esserlo in tutto e se dovessero darmi un punteggio relativamente alla fantasia, in una scala da 1 a 100, prenderei zero.

b-right ha detto...

insisto, mamma mia,
24 - 36 ore di seguito?

Sarà che io, per via della
malattia, ho perso la nozione
della mia normalità funzionale
(da giovane e ai tempi
dell'università leggevo
tomi di filosofia - Gadamer,
Blumenberg, Shopenauer, etc. -
con facilità, avevo la media
del 28, poi, durante la
malattia, non avevo la concentrazione
neanche per leggere un giornale
o topolino, da suicidio),
comunque mi sembrano performances
elevate, soprattutto se
protratte nel tempo. Certo
Hugo e Manzoni saranno nati
per essere scrittori (io,
comunque, apprezzo anche molto
l'opera di cesello su una
singola opera, immortale, come
ha fatto il Manzoni), ma, fossi
in te, una chiacchierata
su questo argomento personale
con la tua amica Marinangeli
(che mi risulta essere esperta
di astrologia indiana) la farei.

Parlando invece di fantasia,
il mio campo, mi piacerebbe
che vedessi qualche mia opera,
chissà che non ti piaciano?

questo è il link ad una mia
mostra on-line (clicca, poi,
su ARCHIVIO On-line):

http://www.arteincornice.it/mostre_galleria_2.htm

un saluto

Ciro Discepolo ha detto...

I mughetti e i papaveri mi sembrano davvero splendidi. Non sono un intenditore, ma come mi spiega spesso l'amico Pino Valente, se qualcosa mi piace o mi colpisce molto, allora vuol dire che ha colto nel segno.
Tornando un'ultima volta sulla questione della resistenza fisica, non vorrei far passare una mia immagine simile a quella del Duce che a petto nudo falciava quintali di grano senza tirare fuori una goccia di sudore e che, come raccontato in un'ottima biografia di cui ora non ricordo l'autore, ogni pomeriggio, tra un ambasciatore e un altro, trovava il tempo per "sverginare", in una stanzetta attigua al suo studio, una campagnola, per lo più, che si offriva al suo duce...
Allora vorrei ricordare che quando avevo circa trentacinque anni partecipai, nel corso di una vacanza estiva in un villaggio turistico, a una gara di nuoto per uomini, donne, bambini... Mi tuffai e nuotai per alcuni minuti senza prendere fiato, pensando dentro di me che stavo "stracciando tutti". Poi aprii gli occhi e vidi tutto il gruppo lontanissimo davanti a me...

b-right ha detto...

Mughetti e papaveri?
Non capisco, io non disegno mughetti e
papaveri.

Beh, però c'è un pò di diversità tra
la forza fisica e quella mentale, se
permetti. Non ti ho mica detto che sei
Sansone o Ercole?

La questione del Duce pertiene molto,
secondo me, ad un abuso di Solarità,
in quanto mi sembra che avesse valori
Leone e un Sole angolare. Il Sole,
purtroppo, ha questo effetto collaterale,
quello di agire molto sul nostro ego.
(io ho il Sole in zona Gauquelin, ma
è ben temperato da Saturno, Urano,
Plutone, e poi io non ho una dominante
precisa). Gli astro-logoi, invece, secondo
me, li fa più Nettuno di quanto li
faccia Urano, più affine agli astro-nomi.
Il senso-simbolo-significato degli astri,
per quanto nebuloso e difficile da
individuare, è molto più nettuniano
della semplice nominazione degli stessi
che possono effettuare i signori del Cielo.

Scusa se insisto, scusa se sono una
persona sconvolgente e politically scorrect,
ma ti pregherei caldamente di considerare,
veramente, e non assolutizzando
un pensiero, quello junghiano, pur
legittimo, che tutti gli approcci che nel
corso dei secoli su tutta la terra, gli
uomini hanno dato allo studio degli astri
(cinesi, tibetani, indiani, arabi, sudamericani),
contengono una parte di verità, e, a volte,
siamo così concentrati su quello che
stiamo facendo che perdiamo di vista
il contesto e quadro generale in cui
tutto il nostro sapere umano si inscrive.

Così, ti propongo due perle che aprono
le effemeridi che ho in casa (sono della
Hieratic publishing, le comprai tanti anni
fa, prima che le scrivessi tu - ho però
le tue tavole delle case - in un negozio
del libro usato in Via Vanchiglia, in quella
magica città che risponde al nome di
Torino). La prima vale anche come
risposta indiretta al tuo ricordarmi che
gli astronomi del passato erano anche
astrologi, lo so, e concordo con la
necessità di sostenenrlo pubblicamente
in rete. La seconda, invece, è una
citazione indiana (presto ti lancerò una
sfida, magari privatamente, e con 4,
dico 4, temi natali, spero di convincerti
che l'astrologia occidentale è, forse,
su un binario morto :(( ).

Eccole:

"Sir, j have studied it, you have not"
("signore io l'ho studiata, tu non l'hai fatto")

(La risposta di Isaac Newton allo scopritore
della cometa Halley's che metteva in
discussione le basi dell'astrologia ; ca. 1680)


"An error in the calculation of an ephemeris
is as sinful as the murder of a Brahmin"
("un errore nel calcolo di un'effemeride
è pernicioso come la morte di un bramino")

(Varaha Mihira's Brihat Jataka ; ca. 540 A.D)

b-right ha detto...

ah, dimenticavo,
una chicca dal mio blog
(che sarebbe tutto da
leggere, soprattutto
i miei post sulle stelle
fisse, l'astrologia
cinese, e la poesia
astrologica sulle torri
gemelle):

http://b-rightful.ilcannocchiale.it/post/1479052.html

doriana ha detto...

Cher Monsieur Barbault,
Merci pour les enseignements précieux qu'il nous a offerts en tous ces ans. Il a donné un nouveau dignit à cet Art cos merveilleux...
Et un message d'espoir pour tous nous.
Doriana

Ciro Discepolo ha detto...

Bene. Io sto in partenza, ma anche dall'estero, penso che il giorno di Natale manderò il documento ad André e sono certo che ne sarà felice.

Ciro Discepolo ha detto...

Pochi minuti fa ho inviato tutti i vostri messaggi ad André. Non credo che risponderà presto, ma certamente gli avremo allietato, tantissimo, l'inizio del Natale.