venerdì 20 maggio 2011

Circa la Venere isolata di Al Rami




Caro Al Rami, mi è difficile comprendere perché non riesci a collocare, nel tuo universo psicologico ed energetico, la posizione della tua Venere isolata e in esilio nel tuo tema natale.
Essa si arricchisce e si alimenta di ogni tipo di stimolo, positivo e negativo. Se fosse in angolo con Mercurio, potrebbe essere stimolata ogni volta che incontri una donna assai intelligente e intellettualmente valida. Se fosse in aspetto a Plutone, la tua Venere potrebbe sentire un richiamo forte, erotico, quasi morboso, in rappresentanti femminili che “inviano ferormoni” per la loro alta carica erotica e passionale. Se la tua Venere dovesse essere in rapporto a Marte, verrebbe sollecitata nelle dispute di ogni genere e dalle donne marziali. Se… Se… Se…
Tutto questo non c’è e la tua Venere ti ha regalato poco, fino ad oggi, secondo le tue dichiarazioni, in termini di grandi passioni e/o amori.
Tu ci assicuri che la correli, continuamente, a tutto l’universo che ti circonda, ma io – personalmente – credo più agli astri che agli uomini.
D’altronde tu possiedi tante altre speciali qualità nel tuo tema natale e non vedo perché debba farti una croce di ciò!
Con molti auguri.





A my few considerations, in English, about Natascha Kampusch:









I have read the book by Natascha Maria Kampusch 3,096 Days, Penguin. The 3,096 days are the ones of her terrible captivity. She was kidnapped a few days after her tenth birthday, exactly on the 2nd March 1998 and she was able to escape only over eight years later, on August 23th 2006, taking advantage of the one distraction of her warder-torturer Wolfgang Priklopil that a few hours after committed suicide throwing himself under a train. 
Natascha was born in Vienna on February 17th 1988. We don’t know her birth time and her Natal Chart was drawn for twelve o’clock. 
The daughter of a couple of the lower-middle class of suburb of Vienna, she had a very hard childhood because her father, a baker, was almost always drunk and her mother, a woman described as very strong, was continuously engaged in very violent fights with her husband. 
The child expressed her discomfort mainly in two ways: she ate a lot and she wet her bed every night. 
One morning, that morning, she quarrelled with her mother and decided to go to school alone. She walked past a white Mercedes lorry, with dark glasses and the sliding door open. 
A man quite young, about thirty-five years old, slender, blonde and with long and well-groomed hair, rather thin, pushed her inside, closed the sliding door and from that moment started for the nice girl a calvary which lasted more than eight years, but that will probably never end.
I have to observe that, beyond the great emotion that the reading of this very particular book caused in me, I am amazed by the impressive quantity of oddities and/or inconsistencies narrated in it.
I will end these few lines of comment with some astrological considerations, but first I will try to provide you with a very short abstract of a human story that should have never occurred and, that instead, is parallel to thousands other that ended up even worse. 
Natascha was secluded in the garage of a detached house far from the centre of Vienna, in a cell intentionally prepared for her, measuring almost 5 square metres and about 2 metres high. A very restricted space, walled in all its sides, without a window and with the only air coming from a small extractor always working and producing and producing a sinister and unbearable noise. A toilet and a small wash basin, with a thin foam rubber mattress on the floor was all that she had. 
There she suffered from anything: from cold, from hunger, from terrible isolation, from darkness, but also from continuous illumination (this system of torture is used by the police all over the world).
Her torturer that wanted to be called “My Lord” and similar titles, wished also that the kidnapped never looked at him and that she stayed immobile and with eyes on the floorin his presence. Every little disobedience was punished with very heavy and bloody beatings, for example to be dragged by her feet along the stairs with her head hitting on the steps, which left her full of bloody injuries. Her sadistic warder, that was a fan of Hitler, told her that he always desired to possess a slave at his service. To avoid that the girl, growing up, could confront him physically, he kept her almost totally without food, at the limit of survival, but he forced her also to make very hard and continuous works too heavy even for an adult. 
The kidnapping was noted by another female child who a few hours later reported all the scene to the police and she was able to describe it with a lot of particulars, but although her declarations were recorded, nothing was done in that direction. About two days after a citizen put in relation these declarations with the person of Wolfgang Priklopil, an electrician-carpenter, and also provided his name and his address. A policeman went there and, although the subject invited him to enter in his home, he refused only recording a short report. 
For these terrible negligence the poor Natascha, when free, took legal action against the Austrian State to obtain a very high money compensation, but only a few weeks ago she lost this legal action.
According to what she writes in the book, she doesn’t desire to speak about the sexual argument of the story.
She says only that the man did not rape her, at least until she was a child. After the beginning of the menstruation she hinted to the fact that there was sex too later, but – as I have written – she never speaks about this argument. 
Many other strange facts were described in the book, now a bestseller all over the world. For example, some months before the escape, her warder took her out of the prison, on some occasions, even in a supermarket and she is not able to explain why she did not ask for help.
What strikes me of her Natal Chart? Basically two aspects: the very narrow conjunction Mars-Saturn, the worst in Astrology in my opinion, closely hooked, also to Uranus and the conjunction of the Sun and the Moon, almost certainly in Aquarius. 
Many Authors disagree on this. I think that it is one of the best aspects in a Natal Chart, the famous coniunctio oppositorum of the alchemists of which Carl Gustav Jung spoke: a wonderful fusion between our own Ego and our own subconscious. And this in Aquarius the sign of a true independence!
I trust the words of this unfortunate girl when she claims that, as soon as she was kidnapped, when she was only ten, rather than blaming herself as many children would have done, she was immediately lucid and understood that she was dealing with a paranoic and without ever loosing the control, she decided that she would behave using her brains for all the time necessary to escape. And so she did.
The mental Wolfgang Priklopil thought he controlled her every minute of these very long eight years, but instead it was always Natascha Kampush to hold the reins of the situation, althaught physically overwhelmed by her weakness and by many physical injuries. 
Her mind was always firm and could like in every true Aquarius who never lets the others absorb her and that, in the old age, will be deaf that is to say: I don’t want to listen to you!
Natascha showed such independence when she chose to live by herself only a few months after her escape: an example of true, great, mental independence! 


  Ciro Discepolo




Per Stefano C. Sì, ovviamente si trattava di un piccolo refuso. Del resto, guardando la posizione degli astri del suo tema natale, si capiva. 




Dear Mordecai: no problems. Suffer these other difficult months and then we will study, for you, a very good ASR. You will see that your life will improve more every year. Best wishes. 




Ben tornata Tiziana e auguri per la tua neo condizione di pensionata. So, conoscendoti bene, che hai profuso, nella tua brillante carriera nel settore dell'insegnamento, la tua grande professionalità e oggi ti meriti un po' di riposo in più. Per il consiglio che chiedi, ecco il mio.
Utilizza la ALR del prossimo 26 Giugno (vedi grafico sotto), con Marte in prima e "chicche" varie che ci parlano di un possibile intervento. Subito dopo l'inizio della stessa, avrai Venere sull'Ascendente. Cerca un giorno con la Luna che non sia in Pesci e... il gioco è fatto!
Molti auguri.



Cara Vince, se io proprio dovessi scommettere, nel caso di Natascha Kampusch, piazzerei quello stellium in settima o in ottava Casa. Ma prima o poi conosceremo il suo orario di nascita e, allora, è meglio attendere e studiare il tutto per bene.



Caro Alberto B., come ho ripetuto tante volte, se Luigi Galli non esistesse, lo dovrebbero inventare! Però non fatevi un alibi di ciò. Come diceva un personaggio geniale e criminale nel magnifico film "Heat: la sfida" (USA 1995), con Al Pacino e Robert De Niro, "Le notizie sono lì, nell'aria; fluttuano. Basta acchiapparle!".




Caro Uranio15, forse ti sei espresso male o non ho capito io. Nell'Astrologia Elettiva noi inauguriamo un ciclo, non un ritaglio breve di tempo come studiare un pomeriggio o iniziare bene un pranzo ogni giorno. Se, invece, intendi iniziare lo studio per un esame importante, ne abbiamo parlato tante volte e se ti sforzerai di rileggerti un po' di mesi passati del blog...





Per Mariella: non devi giustificarti essendo stata tu a chiedere di partecipare al nostro Convegno di Sant'Agata dei Due Golfi. Relativamente alla tua idea di spostarti a Spezia, per il prossimo compleanno, non mi sembra buona: mettere l'AS sul filo di lana della prima Casa e Saturno in decima mi appare un atto di masochismo inutile. Tanto vale che tu ti rechi a Carbonara, con un bus cittadino.






Cara Celeste, non capisco la tua domanda: "...Salve Ciro,volevo chiederle cosa significa che in un tema natale siano racchiusi almeno tre libri di astrologia...se la mia domanda è insensata lasci pure stare.
Celeste".











Buona Giornata a Tutti.
Ciro Discepolo




10 commenti:

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

quindi mi pare di aver capito che il pianeta isolato non reagisce a richiami "tipici" stabiliti dalle sue relazioni con gli altri pianeti del tema natale, ma reagisce disordinatamente in base agli stimoli ricevuti dai transiti. Una specie di mina incontrollabile pronta ad esplodere in modo imprevedibile ad alcuni passaggi planetari, funzionando a conto proprio.
Ora la questione mi è più chiara. In effetti mi ha donato davvero poco o nulla questa venere; ma io avevo attribuito questa mancanza alla casa 5^ in capricorno, che descrive alla perfezione la mia tendenza a privarmi degli svaghi e delle avventure amorose: una sorta di seriosità-serietà sulle questioni di cuore.

Nicol Marin ha detto...

Gentile Signor Discepolo,
in ritardo, purtroppo ho avuto dei pressanti impegni, la ringrazio per aver trovato Belem, come città, per il mio prossimo compleanno..
Grazie mille ancora!!!
Nicol Marin

Celeste ha detto...

Salve Ciro,
anno scorso mi dissero questa cosa però sinceramente non so nemmeno io cosa significhi o se un significato ce l'abbia. Non si preoccupi, ritenga nulla la mia domanda e mi scusi per il disturbo ;)
Celeste

Max ha detto...

Secondo me questa frase così enigmatica potrebbe significare che per capire un tema natale, occorra studiare almeno tre libri di astrologia.
Saluti

Anonimo ha detto...

Mi darebbe una breve spiegazione di venere in sesta casa di rivoluzione solare? Grazie.

Anonimo ha detto...

Ciao Ciro,hai ragione io mi sono proposta ma lavorando all'interno di un sistema militare i turni cambiano senza preavviso......scusami ma andando a Spezia si posiziona una venere sul MC,giove sull'asse 5-6 mentre saturno è sulla cuspide dell'undicesima,l'asc.è in seconda di circa 3 gradi oltre la prima,non credi che una venere in cong al mc valga qualche rischio?un tuo consiglio è sempre gradito,Mariella

Anonimo ha detto...

.....dimenticavo nel mio TN ho venere al MC quindi dovrebbe potenziarsi moltissimo la stessa sul MC di Riv. secondo i tuoi insegnamenti,cari saluti,Mariella

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

per Anonimo: Venere in 6^ casa nella rivoluzione solare significa: 1)miglioramento della propria salute (anche attraverso cure o trattamenti di bellezza)
2)miglioramento nei rapporti con dipendenti e collaboratori
3)miglioramento nel settore lavorativo

Per Max: magari bastassero tre libri per interpretare un tema natale! ma sono certo che già lo sapevi...

per Mariella: Anche se Venere non fosse perfettamente congiunta al MC, ma solo in X^ casa, certamente non deluderebbe le aspettative! Dunque io mi terrei comunque un po' distante dalla cuspide della I^ casa. In effetti, per te che hai venere al MC nel TN, è un bel colpo di fortuna...

Tiziana ha detto...

Grazie infinite per l'indicazione farò di tutto per seguirla. Lo stato di pensionata è molto piacevole mi sono riappropriata del mio tempo che spero di dedicare nel futuro anche all'astrologia che negli ultimi anni ho trascurato. Grazie ancora.

Anonimo ha detto...

Dear Ciro, have you published any books in English on planets in the natal chart? Thanks, julie