mercoledì 22 aprile 2009

L’ora del compleanno




Grazie a Luigi Galli per gli aggiornamenti sempre importantissimi per i viaggi. Il suo post di ieri può sembrare poco importante, ma non è così perché, ai fini dell’ora in cui trascorrere il proprio compleanno all’estero, occorrono siti aggiornati con le leggi di quel Paese che spesso, per motivi diversi, può scegliere se eliminare l’ora legale estiva, spostarla nel tempo, cambiare fuso orario…

Per Roberto Minichini. Ti ringrazio per gli apprezzamenti. Credo che sarò molto più apprezzato da morto che da vivo, per ovvi motivi. Ti racconterò un fatto che pochi conoscono. Molti anni fa tenevo, su Ricerca ’90, una rubrica intitolata “Sul sofà dell’astrologo”, che poi ho visto copiata da qualche parte. In essa, con un po’ di autoironia, tentavo di psicoanalizzare l’impegno dell’astrologo e dell’astrologo Ciro Discepolo in particolare. Nacque l’idea di farne un libro. Io e un collega de Il Mattino che stimo moltissimo, trovammo un editore e ci mettemmo a scrivere a quattro mani. Ricordo che trascorremmo alcune settimane chiusi nel mio studio (era agosto) e, mangiando panini e bevendo Coca Cola, stendevamo appunti delle cose più singolari che mi erano capitate da quando ebbi il primo incontro folgorante con gli astri.
Le cose andavano avanti, ma di lì a poco, il mio collega di cui non possedevo neanche i dati di nascita precisi, ebbe un grave incidente automobilistico da cui si riprese solo anni dopo. Ritornato al lavoro, credo per un fatto di superstizione, non volle più saperne di continuare a scrivere quel libro e anche io lasciai perdere. Tornando al tuo interesse per l’AA credo che non ti deluderà perché essa non è La Verità, ma è Verità e non ti mentirà mai. Se, nel frattempo, avrai risolto i tuoi problemi filosofici e religiosi, ti potrebbe aiutare molto nella vita pratica di tutti i giorni. Nel peggiore dei casi, ti sarai fatto una cultura.

For Neena. For the subject of December 2th, you cannot think to Abu Dhabi because you have, there, 3 asters in the first House and it is a bad situation. Instead you can move him in Daharan where this problem doesn’t exist. The Ascendant in the tenth natal House, in this case, can go well. In the Active Astrology we have not interest for the retrogrades planets, aster aspects, Arabic Parts, Asteroids, Solar Arcs, and all the elements that usually are used from the Esoteric Astrology.


Per Valeria. Sono assai lieto del tuo inatteso, improvviso e tracimante impegno in questo spazio. Relativamente al tuo terzo intervento vorrei fare poche osservazioni. Al punto 1 ci spieghi il tuo punto di vista sul far partire o meno i ragazzi ed esso ha pari dignità e importanza di quello di ciascuno di noi. Prendiamo atto della tua posizione. Relativamente al punto 2 ho già risposto ieri ad Al Rami e credo non ci sia altro da aggiungere.
In quanto allo step 3 credo ci sia un po’ di confusione sull’argomento. Il lavoro portato avanti per anni da me e da Luigi Miele non aveva come scopo quello di dimostrare l’ereditarietà astrale in toto. Quella era già stata dimostrata brillantemente (e mai riconosciuta dai cicappini e dagli astrologi invidiosi) su decine e decine di migliaia di dati di nascita, ma - ATTENZIONE – soltanto relativamente alle dominanti planetarie.
Sia i coniugi Gauquelin che tutti i vari ricercatori che si sono cimentati, nella storia dell’astrologia, a studiare nel tentativo di dimostrare delle leggi statisticamente valide sui segni, anche relativamente alla ereditarietà astrale, hanno sempre fallito, escludendo pochissimi studi pubblicati su Correlation e basati sull’esame di qualche centinaio di dati di nascita, come nel caso di un lavoro di Hans J. Eysenck.
No, io e Luigi Miele, cercammo di provare, e ci siamo riusciti, che almeno una variabile segno/segno e non pianeta/pianeta si poteva provare su di un numero altissimo di dati di nascita di genitori e figli e con grande rilievo statistico.
Va da sé che ogni astrologo che si rispetti, guardando i cieli di un’intera famiglia, ha bisogno soltanto di un colpo d’occhio per individuare subito quante volte la Luna o il segno solare dei nonni è anche quello dei nipoti, quante volte un aspetto angolare si trascina per generazioni e generazioni e potremmo continuare a lungo. Questo lo sapevano già gli antichissimi astrologi, lo sapevano negli ultimi secoli e lo sappiamo noi tutti astrologi di oggi. Io e Luigi Miele, sta qui tutta la differenza, lo abbiamo anche provato su di un numero altissimo di casi. Che poi la variabile trovata da noi non sia la tua preferita, beh, devi avere un po’ di indulgenza per noi perché non abbiamo mai mirato a ottenere l’unanimità dei consensi.

Per Eva. Benvenuta tra noi. Oltre alle cure dei tuoi medici e a tutti gli altri presidi che secondo me possono e dovrebbero affiancare le chemioterapie, in casi come il tuo, a cominciare dalla medicina omeopatica e continuando con la giusta alimentazione e con risorse eccellenti come il Vischio Iscador, per il prossimo compleanno ti suggerisco o Pechora, Russia, 57°06’ Est con 65°07’ Nord, oppure Sorocaba, zona di San Paolo del Brasile. In questo secondo caso è necessario piazzare un Marte in quarta Casa che potrebbe indicare la necessità di un intervento chirurgico durante l’anno. I nostri migliori auguri.

Molti auguri a Olrak da parte mia e credo di tutti. Come tu stesso osservi la tua prima RSM è sbagliata, tecnicamente parlando, ma è giusta nel senso di avere rimosso un masso che per tanti è un semplice pregiudizio. Sono certo che ti farà molto bene.

Buon pomeriggio a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it
Posta un commento