giovedì 1 luglio 2010

La Luna di nascita in ottava Casa






Caro Carmine, benvenuto!
Qui sul blog ci diamo del tu.
Io credo che se gli psicologi e i sociologi facessero una ricerca enorme sui tabù di noi occidentali di oggi, scoprirebbero che il maggiore è rappresentato dall’idea della morte. Eppure credo che essa non meriti tanto.
Tuttavia la Luna in ottava, soltanto in piccola percentuale, può indicare quello che tu temi.
Essa potrebbe significare una gran voglia di scavare. Sì, di scavare: sotto terra, per esempio. E qui potremmo avere degli aspiranti becchini o archeologi o molto più semplicemente dei geologi. Ma scavare potrebbe significare anche dentro l’animo umano e potremmo avere che la tua nipotina sognerà di diventare psicologa o psicoanalista. Ma ella potrebbe anche sognare di fare il notaio (avere a che fare ogni giorno con il denaro e la morte). Potrebbe diventare una “fissata” del sesso.
Come vedi potrei continuare per pagine intere, ma attenzione a non confondere il Sole con la Luna: il Sole in ottava fa i notai, la Luna in ottava “produce” coloro che avrebbero voluto fare i notai e non l’hanno fatto.
Insomma, sarà il resto del tema, e soprattutto il gioco dei Dispositori (Nuova Guida all’Astrologia, Armenia Editore), che ti potrà illuminare in proposito.
Con molti auguri.



Per A.P. Bravo, avrei fatto lo stesso anche io.




Condivido perfettamente quanto scritto da Michele, Katia e Al Rami. Ritengo che siete dei veri astrologi e che siamo perfettamente in sintonia. Noi continuiamo per la nostra strada. A chi non piace la nostra astrologia può evitare di entrare qui.





Caro Uranio15. Le mie domande non erano banali, ma scaturivano da pesanti critiche rivolte a Steve Jobs, per il suo nuovo “giocattolo”, e pubblicate sul giornale della Apple! Infatti lo stesso genio dell’informatica lamentava che stavano molto indietro con l’autonomia della batteria (circa 6-8 ore contro i 5 giorni del Kindle: appena ti farai 48/72 ore di viaggio in aereo mi darai una voce) e con la visibilità in piena luce. Sì, qualcuno ha detto che se mantieni l’IPad con un preciso angolo rispetto al sole e agli occhi… e se mio nonno avesse avuto il trolley sarebbe stato un tram. Insomma, ciò che rimproverano fortemente a Steve Jobs è di avere creato un ibrido tra un e-book puro (il Kindle, per l’appunto) e un notebook, che però non ha la fotocamera che permette a molti di chattare e di fare centinaia di altre cose. Se io avessi avuto bisogno di navigare, sarei rimasto al mio Acer da 299 euro dove, oltre tutto, ci faccio girare anche Aladino Google Earth e altre meravigliose applicazioni. Ma parliamo di due cose diverse. Comunque, come dice il detto, dove c’è gusto, non c’è perdenza!




Per Silvia. Ti aiuterei volentieri, ma – se mi passi il paragone – lanciare uno Shuttle in un giorno meraviglioso, se il suo lancio battesimale fu pessimo, può produrre disastri notevoli…
Allora credo di poterti essere più utile in questo.
Come forse saprai, circa 18 mesi fa mi feci operare alla spalla. Qui a Napoli consultai alcuni importanti specialisti che con molta benevolenza, verso un troglodita come me, mi spiegarono che la spalla non si può operare (ricordi la storia del calabrone?) perché è irrorata pochissimo e il 99% delle operazioni non riesce.
Mi dissero che avremmo potuto tentare, con 20.000 euro.
Io seppi, invece, che a Lione esiste un gruppo di ortopedici che è considerato il migliore del mondo: dove mandano o mandavano i vari Maradona, Pelé e via dicendo, ogni volta che si rompevano un osso.
Allora andai a visita dal dr. Gilles Walch che mi visitò per 200,00 euro e mi disse che lui operava soltanto alla spalla (infatti è il numero uno al mondo) e ottiene il 99% di guarigioni totali.
Spesi 4000,00 euro che mi furono rimborsati dalla Casagit (cassa mutua dei giornalisti) e sono guarito al 100% tanto che posso fare anche le contorsioni con quella spalla.
Una mia amica francese mi ha spiegato che facendo la pratica indiretta, noi italiani non paghiamo nulla.
In questo caso non è addirittura meglio del compleanno mirato?



Spero di non dimenticare nulla.
Una buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Caro Ciro,
ti ringrazio per la risposta ma non so in che cosa consiste la pratica indiretta, cioè in che modo devo muovermi per non pagare nulla? Silvia

Anonimo ha detto...

Caro Ciro, eccomi!
Il darsi tutti del tu sul blog vale anche per me???
Ecco il quesito:
poiché sono sicuramente nata poco prima delle 2.50 a.m., andando a Rikitea mi cadrebbero in IV di rivoluzione, come ci è noto, saturno, venere e marte. Se mi sposto sulla verticale a nord, finisco alle isole Hawai (ho calcolato per Honolulu) e nella IV rimarrebbe dei tre solo saturno. Venere e marte finirebbero in V. Perderei la cuspide IX/X della congiunzione giove/urano e mi finirebbe il sole in cuspide III/IV. Quel sole esalterebbe gli argomenti da "PRIMA PAGINA" della RSM. Mi rimarrebbe nettuno in IX ed mi offre già da questa RSM in corso ottime ispirazioni.
Caro Ciro, non voglio andare in Russia.. Andando ad est, saturno cadrebbe in IX.. L'ho già provato quando sono andata a Fairbanks nel 2008 e mi ha castrato la vitalità. Saturno in IV è notoriamente meno forte di marte nella stessa casa, che tra l'altro ho già provato (dormii per un anno sui tappetini della sala yoga con grande gioia della mia schiena) andando a Colonia nel 2007. Ho provato anche marte in X e lo vorrei evitare perché significa che ci sarà nuovamente qualcuno che minaccia la mia emancipazione.. Non sono regole assolute ma ho capito che su di me fanno questo effetto. Saturno in V quest'anno non mi ha dato nessun fastidio, il sole in V che lo accompagnava ha ben compensato.
Che ne pensa delle Hawai?? Vero che non si arrabbia, Maestro? Mi ritiene un pò in grado di ragionare "astrologicamente" con la mia testa? Mi benedirebbe l'alternativa?
Un caro saluto..
Danila

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

caro maestro una domanda: hai mai sentito parlare dei pianeti derivati? (cioè, per sapere della salute della madre, basta contare sei pianeti a partire dalla luna) cosa ne pensi?

Neena ha detto...

Respected Ciro,
I need some guidance. My uncle has requested my help. My cousin has finished her Pre-Med program and is not inclined to do anything and seems to have taken an indefinite time off of studies. My uncle asked me if there was anything I could do using solar return that would motivate her to apply or force her back into school. Currently she seems to be spending most of her time spending his money and partiying.
Her date of birth is Jan 8 1988 at 10:30pm in Richmond Virginia.
She has a stellium in 12th through 1st if she stays in New york. Do I need to push the planets to 3rd and 9th house or what should I work on to give her good chances of going back to school and being successful?
Thanks,
Nina

paola ha detto...

Ragazzi, test astrologico per me che mi aspetta nelle prossime due sttimane. In sintesi: è mancata una zia della quale non conoscevo l'esistenza, sorella di mio padre che è mancato quarant'anni fa. Oggi apertura testamento: ha lasciato appartamento milanese alla Chiesa e vabbè; ora a me e ai miei fratelli restano due possbilità in quanto eredi unici: il denaro sul conto corrente e altre cose in campagna (un terreno e casette). Sapremo qualcosa alla metà di luglio. Controllo le effemeridi e mi accorgo che la mia casa ottava inizia a 3 e qualcosa di ariete: e dove si trova Giove fra due settimane? A 3° e qualcosa di Ariete cioè sulla cuspide dell'Ottava casa, disgiunto da urano che resta in VII. Mi sono detta: se eredito (anche poco, ma è la verifica che mi interessa), significa che il ragazzo Giove è preciso e quando entra in una casa fa sentire evidentemente i suoi effetti da subito. Questa eredità è del tutto inaspettata, piovuta dal cielo e verificare l'effetto di Giove mi confermerebbe che i transiti sono SCIENTIFICI, PRECISI IMPLACABILI. Vi aggiornerò su questa piccolo, non miracolo, ma segno di grande importanza astrologica.
Stiamo cercando con Katia un luogo acconcio per il mitico convegno di Ciro a Milano: esigenze precise? Ciro: noi milanesi ti vizieremo!
Paola

Anonimo ha detto...

Ad Al Rami, vorrei aggiungere sempre per quel che riguarda i nodi, che proprio oggi ho avuto sotto mano due temi natali, uno di una persona giovanissima, e uno di una signora anziana. La prima una bimba, non sappiamo quando il destino deciderà di segnarla, la seconda una signora anziana ha avuto tre lutti in casa: una figlia morta in un incidente e due mariti morti prematuramente. Ho guardato con più attenzione il nodo di queste due persone e solo per la seconda che ne conosco il vissuto, ho potuto evidenziare un nodo lunare in IV^ casa, quindi significativo come prova destinica di tre morti in casa. Inoltre questa signora presenta un Saturno e Venere in undicesima casa, che non vuole dire protezione, ma credo, una figura femminile (la figlia) morta investita davanti a casa quando aveva quattordici anni. Quindi tre morti avvenute in famiglia e in casa evidenziate appunto dal nodo lunare come prova destinica. L'altro tema natale della bimba, ha un nodo in XII^ casa congiunto a Urano, ed in più ha un Marte anche in fondo alla casa stessa. Purtroppo credo che anche questo nodo sia indice di destino drammatico (speriamo di no). Queste non sono prove statistiche (per il momento), ma sembra che il nodo sia la ragione per cui siamo nati, e solo attraverso questa esperienza potremo avere la spinta necessaria per la nostra evoluzione.
E' stato utile anche per me approfondire la cosa.

Un caro saluto
Anonimo6

Carmine ha detto...

Ancora una volta la scelta di confronto con te ha prodotto un effetto positivo. Grazie per l'ampia e serena interpretazione. E' evidente quanta strada ancora debbo percorrere per meglio "leggere" i transiti. Fantastico l'accostamento con la locandina de: "viaggio al centro della terra". Subito mi metto all'opera per meglio decifrare i dispositori ecc. Alla prossima discussione.
PS: Non c'è nulla da fare, più passa il tempo e più mi lego a questa magnifica scienza. E, come se non bastasse, il mio interlocutore è davvero un "astro" nella materia. Ciro,buon prosieguo di lavoro. Carmine Covino