martedì 7 giugno 2011

Tre "Pillole" di Astrologia sul Film "Apocalypto"




















L'integralismo del suo modo di fare cinema assume i colori degli "stati di coscienza alterata" (Nettuno in 5^ Casa) e perfino i toni del desiderio di vendetta (la congiunzione Marte-Saturno in Scorpione, sempre nella 5^ Casa).


Ecco le "Pillole":



 Ciro Discepolo - Poche considerazioni sul film "Apocalypto" 1  - "Pillole" di Astrologia
http://www.youtube.com/watch?v=zI_ndKIOH8Y
     
Ciro Discepolo - Poche considerazioni sul film "Apocalypto" 2   - "Pillole" di Astrologia
http://www.youtube.com/watch?v=otA2ccsalSQ
   
Ciro Discepolo - Poche considerazioni sul film "Apocalypto" 3   - "Pillole" di Astrologia
http://www.youtube.com/watch?v=E1oIu0CSEiU 







E sempre per la serie Cinema&Astrologia, di Danila Madau Perra:

UN CAPRICORNO CHE SOGNA DI VOLARE








Questi e anche i dati di nascita di Mel Gibson provengono da AstroDatabank




Una mia stretta collaboratrice che segue il nostro Blog e che ha inaugurato la sua serie di compleanni mirati proprio quest’anno, mi ha chiesto, allo scopo di farmi perdonare per non averla portata con me a vedere in 3D l’ultimo film della serie Pirati dei Caraibi, un commento non troppo tecnico sul film.

Io, poiché le voglio tanto ma tanto bene, farò di più. Le svelerò perché, astrologicamente parlando, il protagonista della pellicola, con il kajal sugli occhi e la bandana in testa, le piace così tanto.



Premetto che non ho visto le produzioni precedenti della multimiliardaria saga cinematografica della Walt Disney Company. Ho il privilegio di avere un Multisala a pochi passi da casa ma non sempre offre film che mi interessano. Avevo poco tempo per spostarmi altrove e così ho scelto in quella circostanza quello che consideravo in quel momento il male minore.

Il film mi ha così tanto divertito che, una volta a casa, ho subito acquistato on-line i tre film precedenti della fortunata serie.



Questa quarta versione della saga avventura/fantasy, “Pirates of the Caribbean: On Stranger Tides” (Pirati dei caraibi – oltre ai confini del mare, 2011) uscito nelle nostre sale appena il mese scorso, continua ad avere come protagonista indiscusso il pirata Jack Sparrow, interpretato, come sempre, da Johnny Depp. Accanto a lui nel film troviamo: il bravissimo Geoffrey Rush che interpreta il personaggio di Capitan Barbossa, Penelope Cruz che veste le sorti di una ex fiamma del pirata, Ian McShane che interpreta Barbanera e in una breve apparizione veste i panni del padre di Jack il musicista Keith Richards.

Accompagna le scene la trainante colonna sonora di Hans Zimmer, molto simile a “The Gladiator”, di Ridley Scott di cui aveva già a suo tempo curato le musiche.



Nel film stavolta si parla di una fonte misteriosa che conduce all’eterna giovinezza.

Il personaggio del Capitano/Pirata è spiritoso, ironico e spensierato anche di fronte ai pericoli, diverte per le movenze da cicisbeo e salta dappertutto. Nel film molte corde agguantano i personaggi e li tirano al cielo, c’è movimento in avanti e slancio verso l’alto. Se si scende verso il basso non si cade al suolo ma si affonda in acqua.

“Nella vostra nebbia di parole è difficile vedervi..” dichiara Capitan Barbossa al Capitano Jack.

Il messaggio del film è delizioso: saltare e ironizzare sugli ostacoli perché così facendo c’è solo da divertirsi.



Il pirata Jack, calza a pennello la personalità di Johnny Deep (o dovremmo dire il contrario?), il bellissimo attore viene valorizzato nel vestire il personaggio. Deep è un Gemelli con Sole in 11°, si comporta da Acquario e quindi, da manuale, è originale, “alternativo”. Nei panni di Jack Sparrow per i modi e l’aspetto, riesce a rendere il suo personaggio un Peter Pan esotico. Ha l’ASC in Leone che enfatizza il Sole in 11°, l’energia esplosiva fornita da un Marte congiunto a Urano e la bellezza giovanile di una Venere in Toro valorizzata dalla sua collocazione in X° e dalla congiunzione a Mercurio. Saturno in Acquario in VII° casa lo rende insieme al suo Sole in 11° uno spirito indipendente. Una volta calati i panni da pirata, Johnny Depp ritrova più stabilità del suo personaggio e agisce conformemente all’energia di sei pianeti in segni di Terra.



La scena che, a mio avviso, nel film rappresenta meglio l’energia Gemelli/Acquario del nostro protagonista, che lo rende tanto sfuggente quanto proprio per questo attraente, è quando, con la bella Angelica/Penelope Cruz, si ritrovano concluse le avventure, in una piccola isola in mezzo all’Oceano. Lei gli dichiara che, nonostante le loro scaramucce rocambolesche durate tutto il film, lo ama ancora. A tutta risposta lui la guarda, per un momento pare sciogliersi e le dice occhi negli occhi: “Anch’io ti amo… Ti ho sempre amata.... Sempre ti amerò…. E…. ti saluto!” le volta le spalle e l’abbandona sull’isola.



Allora, perché piace tanto a Maria Rosa l’uomo/pirata Jack?

La mia cara amica è nata a Genova il 19 gennaio del 1950 alle 18.40.

E’ un Capricorno con ASC in Leone ha cinque pianeti tra l’Acquario e la Bilancia, un Plutone incollato all’ASC opposto alla congiunzione Luna/Venere al DISC e al Giove che precede la coppia nello stesso segno. Urano ai primi gradi del Cancro è in 11° casa. E’ capace di farmi scenate di gelosia da lasciarmi basita.

Questa “gatta inversamente calma”, come la chiamo io, è molto giovanile, snella, tesa, nervosa, affettuosa, con una folta chioma di riccioli scuri, amante delle moto e molto passionale. La sua passionalità però è cerebrale e questo è il motivo per cui con Plutone dominante e una Venere al DISC abbia aspetto e modi da pin-up, quelle tipiche bellezze americane in costume da bagno riprodotte nelle cartoline degli anni trenta. .

Il suo corpo spinge l’energia verso il cielo, le sue gambe sottili non stanno mai ferme, il seno è prosperoso e i capelli sono tanti e ribelli.

La vita dinamica, fuori dagli schemi, lontana dalla routine, è energia vitale per questo sempreverde Capricorno (Sole, Mercurio, Giove e Venere e Luna in 6°) che frequenta amici originali e legge libri di Astrologia e di spiritualità.



Danila Madau Perra





Per Antonio. È più appropriato il collegamento segno del genitore/segni lunari dei figli. 





Per Francesca Babette che scrive: "Caro Ciro,
bella la tua recensione di The tree of Life. Ho visto il film e mi sono trovata in disaccordo con chi non lo apprezza per via della mancanza di una struttura narrativa...nella sala del cinema in cui mi trovavo, alla fine della proiezione, molti del pubblico sono addirittura scoppiati in una sonora risata, forse liberatoria. Possibile che oggi la cultura dell'immagine sia così scarsa da non far apprezzare un montaggio ipnotico di immagini raffinatissime, pur se lungo due ore? Non c'è forse dentro una sequenza di immagini già una storia? Devo dire che sono rimasta alquanto delusa da questa reazione di pancia del pubblico; ma sono invece rimasta molto coinvolta dal film, e forse questa è la cosa più importante.

buona giornata a tutti!
Francesca".





Cara Francesca,
anche il cinema, che è un'arte a pari meriti con le altre, non è per tutti...
È bellissimo, però, poter "to share" qualcosa di speciale quando si è in grado di percepirne la bellezza e la grandezza.




Per Tutti. Ricevo, quotidianamente, molti inviti a iscrivermi  a Linkedln e ad altre realtà simili del web. Chiedo scusa a Tutti, ma non posso proprio accettare. Sono diversi giorni che non riesco neanche ad aprire la pagina di Facebook a cui sono iscritto. Chi volesse condividere qualcosa con me è pregato di farlo soprattutto in questo spazio oppure privatamente. 





Per Tutti. Come avrete letto sui quotidiani, soprattutto, Google viene attaccata da giorni da pirati informatici, evidentemente indirizzati da qualche grossa multinazionale. Vi invito a esprimere Tutti la nostra solidarietà a questa meravigliosa realtà del web, a mio avviso la migliore di tutte, soprattutto per non dimenticare mai che Google ci ha offerto i migliori motori di ricerca, i migliori browser (usate Chrome che è fantastico!), la migliore posta elettronica del pianeta e potremmo continuare all'infinito. Come tutte le realtà che primeggiano, anche l'eccezionale società californiana fondata da Larry Page e Sergey Brin, è odiata dai mediocri che cercano di attaccarla in tutti i modi, anche quelli più meschini e vili.







Buona Giornata a Tutti.
Ciro Discepolo



Posta un commento