venerdì 29 luglio 2011

What terrible things are happening now in the world?












What terrible things are happening now in the world?



More and more often, as a citizen and most of all as an astrologer, I wonder what is happening in the world, today.
No, it is not the usual cricket club complaint lamenting the world’s decline while smoking the pipe and drinking scotch.
We are at very different levels. The evidence of an enormous, worldwide, monstrous degradation, apparently unstoppable, that is changing the face of this planet, is under the eyes of all, also of cold rationalists that write history books with a cynicism which for that work is even useful besides being necessary.
Hotbeds of wars and consequent massacres, mostly managed by dictators, take thousands and thousands of victims in every corner of the Earth. The violence of the individuals, magnified every time for thousands of times in every corner of the world, kills old people, women, kids, men, entire families.
Diseases put down populations of millions of human beings, like in Africa, but not only, and where old and new infections are not even stopped by antibiotics that have become, by now, ineffective against a lot of diseases.
The cancer chapter is very sad and of enormous proportions.
The violence is not only the one of the machete or of the hunter gun by which family and non family feuds are regulated. In the impossibility, for the police of all countries to deal with “minor crimes” it is as if a magical piper called armies of big rats from the sewers and leading them to the attack of humanity: we assist to shameful shows of anonymous characters who feel the inebriation, the thrill, as with an ecstasy pill, to write insults and addressing them to heads of state, to the spiritual guides of every country, to figures that have improved the quality of life of this planet dramatically.
Sex, no longer as a healthy expression of love or also as simply hormonal drive towards another human being, is practiced, on a very large scale, practically everywhere and in collective forms. It dismays even more the one practiced by teenagers in the classrooms in exchange for a drug dose. No one  cares to appear on the web into some shows where nothing human is left.
The scandal of a great part of  priests who raped, for decades, young boys and girls is but one of the thousands of grim realties that make me wonder what is happening in the world.
The economic speculation requires that it is necessary to destroy the planet also in the ecological sense and carcinogenic and nuclear waste are poured daily in the oceans.
To get profits many speculators don’t hesitate to sink the whole economy of entire nations, impoverishing thousands of families in one stroke.
The corruption in politics is actually total and widespread and only cross-eyed and shortsighted supporters would point their finger to one half of the world political zoo.
The world that we are leaving to our children and grandchildren has become a terrible place where some monstrosities go far beyond even the horrors of Nazi extermination camps.
On top of that there are earthquakes, tsunami, apocalyptic floods, collapsing nuclear plants and the list could continue for tens and tens of pages.
I think that I must interrogate myself on all that, most of all as an astrologer, but not only as an astrologer.


The following reflections, then, are the fruit of some meditations of mine. As such they have not the pretension to understand what is happening, but they could be useful also to others for some considerations that we all have the duty to make on this hellish scenario around us.



I think that a possible reading key of the present world situation lies, at least in part, in considering the evil synergy of three fundamental elements.


Let’s start from God. I know, I am the least suitable person to speak about it, but I refer my thinking to the results of the greatest psychologist-philosopher of the history of the humanity, Carl Gustav Jung, who influenced the whole route of my life.
The book, as you certainly know, is “Answer to Job” where Job’s episode of the Old Testament is narrated. At the end of his “psychoanalysis” to God, Carl Gustav Jung concludes that, from the behaviour of Jahvè specifically referred to this single episode of the Bible, He should not be seen as the Good God of the New Testament, but as – in a Yin-Yang logic – contemporarily as the most superior and better being of the universe and, at the same time, the greatest reification of Evil, in its supreme manifestation.

Actually, if we look at the history of the humanity, of this humanity that we have followed for 3-5000 years before Christ, we have to think of a God that in a dichotomous way has been at times a great lovely father that has accompanied the humanity in some special periods of its growth and, some other times, the Mister Hyde part of that dichotomy Apollinian-Dionysian positioned to the top of the universe.
The cyclicity (if it exists) of such supposed periods could be explained, for the third part, in the conjunction with the other two elements that I will discuss shortly, the endless degradation that we are living above all in these last years.



The second element, that in my opinion, deserves the greatest attention was and is the entrance and the permanence of Pluto in Capricorn: the most beastly (in the hellish sense) forces in the human being have now emerged, without any censorship and most of all have found an “institutional site” that legitimates everything, without human beings being upset by that, not even feeling the least shame for ferocious crimes. Think, for example, of how quite tacitly the paedophilia’s scandal  of a lot of priests that is widening everyday or the fact that adolescents − also twelve- thirteen-year-old −  have group sex to get filmed and appear on YouTube.



The third element that I think could have sustained this abominable synergy is the peak of contemporaneous descent in the Index of Planetary Cycles elaborated by my Great Master and whose simultaneous existence, in reference to the other two items already written, can have generated this monster of mythological inspiration that is showing us, probably, a total and evil pervasiveness that the World has never seen, at 360 degrees, as it is happening in these years.



If this writing of mine can enclose also a useful grain of sand to partly explain what is happening, then I am optimist, as always I am, that in front of us there is not the Apocalypse, but a new humanistic renaissance, starting from 2013 when the curve of the Index of Planetary Cycles will rise again.



Ciro Discepolo



Traduzione in italiano


Quali cose terribili stanno avvenendo ora nel mondo?



Sempre più spesso, da cittadino e soprattutto da astrologo, mi chiedo cosa stia avvenendo nel mondo, oggi.
No, non si tratta della solita lamentela da soci del circolo del cricket che lamentano il degrado del mondo mentre fumano la pipa e sorseggiano uno scotch.
Siamo a ben altri livelli. L’evidenza di un degrado enorme, planetario, mostruoso, apparentemente inarrestabile che sta cambiando il volto di questo pianeta è sotto gli occhi di tutti, anche di freddi razionalisti che scrivono libri di storia con un cinismo che per quel lavoro è addirittura utile oltre che necessario.
Focolai di guerre e conseguenti stragi, per lo più gestite da dittatori, mietono migliaia e migliaia di vittime in ogni angolo della Terra. La violenza dei singoli, moltiplicata quotidianamente per migliaia di volte in ogni angolo del mondo, uccide, vecchi, donne, bambini, uomini, interi nuclei familiari.
Le malattie abbattono popolazioni a milioni di esseri umani, come in Africa, ma non solo lì e dove vecchie e nuove infezioni non trovano neanche più l’ostacolo degli antibiotici divenuti ormai impotenti rispetto a tantissime malattie.
Il capitolo cancro è tristissimo e di dimensioni spaventose.
La violenza non è soltanto quella del machete o del fucile da caccia con cui si regolano le faide familiari e non. Nell’impossibilità, per le polizie di tutto il mondo di occuparsi dei “reati minori” è come se un pifferaio magico richiamasse eserciti di grossi topi dalle fogne e li indirizzasse all’attacco dell’umanità: assistiamo a spettacoli vergognosi di personaggi anonimi che provano l’ebbrezza, la scossa, come con una pasticca di ecstasy,  di scrivere insulti e di indirizzarli ai capi di Stato, alle guide spirituali di ogni Paese, a personaggi che hanno migliorato la vita di questo pianeta in maniera marcata (per esempio ai Premi Nobel).
Il sesso, non più come sana espressione di una pulsione d’amore o anche semplicemente ormonale verso un altro essere umano, si pratica, in larghissima scala, praticamente ovunque e in forme collettive. Sgomenta di più quello praticato dagli adolescenti nelle classi scolastiche in cambio di una dose di droga. Non importa più a nessuno di finire sul web in spettacoli dove di umano non è rimasto più nulla.
Lo scandalo di una parte enorme di sacerdoti che hanno violentato per decenni bambini e bambine non è che soltanto una delle migliaia di truci realtà per le quali mi chiedo cosa stia avvenendo nel mondo.
La speculazione economica esige che si distrugga il pianeta anche in senso ecologico e rifiuti cancerogeni e nucleari vengono riversati quotidianamente negli oceani.
Per ottenere profitto non ci si preoccupa di affondare l’economia di intere nazioni, mandando in mezzo alla strada decine di migliaia di famiglie in un solo colpo.
La corruzione in politica è praticamente totale e generalizzata e soltanto una tifoseria miope e strabica vorrebbe indicare la direzione del male in un’unica metà dello zoo politico mondiale.
Il mondo che stiamo lasciando ai nostri figli e nipoti è divenuto un luogo allucinante dove certe mostruosità superano di gran lunga gli orrori perfino dei campi di sterminio nazisti.
A ciò si aggiungano terremoti, tsunami, inondazioni apocalittiche, centrali nucleari che collassano e l’elenco potrebbe continuare per decine di pagine.
Io credo che debba interrogarmi su tutto ciò, soprattutto da astrologo, ma non soltanto da astrologo.


Le riflessioni che seguono, allora, sono il frutto di mie meditazioni. Come tali non hanno la pretesa di capire cosa stia accadendo, ma potrebbero essere utili anche ad altri per delle riflessioni che noi tutti abbiamo il dovere di compiere su tale scenario infernale che ci circonda.


Penso che una possibile chiave di lettura della situazione attuale mondiale sia, almeno in parte, il considerare la sinergia malefica di tre elementi fondamentali.


Cominciamo da Dio. Lo, so, sono il meno indicato a parlarne, ma mi rifaccio al pensiero del grandissimo pensatore che ha influenzato l’intero cammino della mia esistenza: Carl Gustav Jung.
Il testo, come saprete, è quello che ho citato spesso: Risposta a Giobbe, dove si narra l’episodio di Giobbe del Vecchio Testamento. Al termine della sua “psicoanalisi” a Dio, Jung conclude che, dal comportamento di Jahvè specificamente riferito a questa parte della Bibbia, Egli non dovrebbe essere visto come il Buon Dio del Nuovo Testamento, ma come – in una logica Yin-Yang – contemporaneamente come l’essere superiore e migliore dell’universo e, al tempo stesso, la reificazione del Male, nella sua massima espressione.

In effetti, se guardiamo alla storia dell’umanità, di questa umanità che noi seguiamo da 3-5000 anni prima di Cristo, dobbiamo pensare come a un Dio che dicotomicamente sia stato a tratti un grande e amoroso padre che ha accompagnato l’umanità in periodi speciali della propria crescita e, altre volte, la parte Mister Hyde di quella dicotomia apollineo-dionisiaca collocata al massimo vertice dell’universo.
La ciclicità (se esiste) di tali supposti periodi potrebbe spiegare, per un terzo, in unione agli altri due elementi di cui parlerò a breve, il degrado senza fine che stiamo vivendo soprattutto in questi ultimi anni.



Il secondo elemento che, a mio parere, è degno della massima attenzione è stato ed è l’ingresso e la permanenza di Plutone in Capricorno: le forze più bestiali (nel senso infernale) dell’uomo sono emerse ormai senz’alcuna censura e soprattutto hanno trovato una “sede istituzionale” che le legittima tutte, senza che gli esseri umani restino sconvolti da ciò, neanche provando un minimo di vergogna per reati efferati. Pensate, per esempio, a come si accetta abbastanza tacitamente lo scandalo della pedofilia di moltissimi preti che si allarga ogni giorno di più o il fatto che adolescenti anche di dodici-tredici anni facciano sesso di gruppo per filmarsi e apparire su YouTube.



Il terzo elemento che penso possa avere sostenuto una tale sinergia abominevole è il picco di contemporanea discesa nell’Indice Ciclico Planetario elaborato dal mio Grande Maestro e la cui simultaneità di esistenza, rispetto ai precedenti altri due item già indicati, può avere partorito questo mostro di ispirazione mitologica che ci sta facendo conoscere, probabilmente, una generalità totale e malefica quale il Mondo non aveva mai assistito, a trecentosessanta gradi, come sta avvenendo in questi anni.



Se ciò può racchiudere anche un granello di sabbia utile a spiegare in parte ciò che sta avvenendo, allora sono fiducioso, come sempre, che davanti a noi non ci sia l’Apocalisse, ma un nuovo rinascimento umanistico, già a partire dal 2013 quando la curva dell’ICP riprenderà a salire.













Ciro Discepolo








Per Mirko: sì, in buona percentuale.




Caro Giuseppe, sono lietissimo che tu sia riuscito a dimostrare la validità del tuo studio, anche se l'argomento morte andrebbe trattato a sé stante e con una molteplicità di variabili, come dicemmo a Sant'Agata. Tuttavia mi permetto di darti un consiglio: quando si tratta di politici importanti, di star del cinema o della musica, di VIP internazionali, astieniti dal commentare la loro ASR perché nel 99% dei casi nessuno sa dove hanno trascorso il momento del return e quasi mai, comunque, questo coincide con il loro luogo di nascita.






Per Antonio sulla prima domanda: Giove, Venere e poi il Sole.




Per Antonio sulla seconda domanda: assolutamente no.






Benvenuta Medusa da Milano!
Ti aiuterei molto volentieri, ma con uno scarto di un'ora alla nascita ciò è praticamente impossibile. Rivolgiti a un vero professionista e fai un consulto di persona: se costui è bravo e ha alle spalle una grossa esperienza, potrebbe limitare, in prima approssimazione, questo enorme scarto orario di partenza. Molti auguri.














Buona Giornata a Tutti.
Ciro Discepolo












Posta un commento