mercoledì 20 febbraio 2008

Provaci ancora... Sam



Per Graziano Vagnozzi: non direi. Provaci ancora...
Cara Sabrina, naturalmente tu puoi considerare la libido dove più ti fa piacere. Secondo la mia esperienza essa ci è indicata, fondamentalmente, dalla posizione del Sole in una Casa, dalla posizione di Marte in una Casa e dalla posizione di uno stellium in una Casa: questo ci dice la direzione, la qualità; il discorso sulla quantità è completamente diverso. Tu forse confondi la tua Luna in quinta con una libido da quinta: secondo la mia pratica la Luna ci dice solo delle acque che vorremmo navigare e che non navighiamo; il Sole ci dice ciò che siamo, ciò che facciamo, ciò che realizziamo. C'è un abisso tra le due cose.Vorrei ricordare un esempio interessantissimo. Molti anni fa conobbi un professore di liceo e ci frequentammo per un po'. Mi chiese un consulto. Parlammo. "E come mai non mi dici nulla dei figli?". "Perché nel tuo cielo non ci sono proprio". "Ah, ma allora questa astrologia deve essere piuttosto miope: i figli sono tutta la mia vita". "Vediamo. Raccontami la tua giornata. Quante ore passi al giorno con i tuoi figli". "In effetti neanche un minuto perché esco prestissimo la mattina e loro dormono ancora. Quando torno loro non sono rincasati ancora e io mi chiudo a chiave nel mio studio ad ascoltare musica classica e a leggere. Poi la sera esco per andare dalla mia compagna e quando torno loro stanno già dormendo". "Caro Carlo, la musica, i libri e la tua donna sono la tua vita, non i tuoi figli!".
Chiedo scusa per eventuali refusi, ma sono le 6.37 del mattino e sto lavorando all'incirca dalla stessa ora di ieri. Questa notte ho dovuto saltare.
Divertenti gl'interventi di Celeste che sicuramente ha dei veri poteri ESP. Il fatto che dichiari di non potere scrivere perché... mi fa pensare a quella striscia di Linus in cui il quadrupede si chiede: "Io partecipare a un concorso canino? E come potrei: non possiedo neanche un cane?". Hai rimesso il dito sulla piaga. È vero, Nicole Kidman, in Moulin Rouge è, per me, un archetipo della femminilità, ma anche Stefania Sandrelli in Sedotta e abbandonata, Alic McGraw in Gateway, Melanie Griffith in Vite sospese, Candice Bergen in Soldato blu e poche altre.
Caro Uranio12, ogni tanto mi sgomenti. Mentre procedi dicendo cose del tutto sensate, di tanto in tanto, mi fai venire dei dubbi: ma fai sul serio a consigliare il libro di Piero Angela sulla Parapsicologia? Poniti una sola domanda: come mai non ha citato neanche una volta Jerard Croiset?
E, per favore, non mi fate arrabbiare Luciano che ha ragione...

Buona giornata a Tutti (me compreso perché non vado a dormire).

Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it

Posta un commento