giovedì 14 febbraio 2008

Ucciso 11 giorni prima del compleanno



Un pensiero di cordoglio al nostro connazionale maresciallo Giovanni Pezzullo, già scampato alla strage di Nassiriya e ucciso ieri, in Afghanistan, mentre distribuiva cibo.Sarebbe interessante per gli storici di astrologia (ma se non vado errato, oltre all'ottimo Enzo Barillà, non ne conosco di valore) raccogliere e indicare le regole pratiche, evidenti, utilizzabili e soprattutto controllabili delle varie scuole di astrologia.Per esempio quella famosa dei 20 giorni prima e dopo del compleanno, nel bene e nel male. Sarebbe interessante raccogliere e indicare quelle dell'Astrologia Attiva, ma anche le altre, a cominciare da quelle delle scuole che criticano l'Astrologia Attiva.A uranio12 vorrei rammentare che non esiste l'astrologia solare, semmai l'oroscopia, ma cosa c'entra con noi? Sono d'accordo con quanto dice Olrak quando afferma che Fox è un ottimo uomo di spettacolo e, in questo, credo consista il suo valore. Non mi risulta che si occupi anche di astrologia.
Zia Paperina ha ragione. Il FC, come hanno dimostrato decine di libri dei coniugi Gauquelin, è l'angolo più debole dei quattro. Questo si vede con tanto di grafici e di statistiche su centinaia di migliaia di persone e non è un fatto soggetto al giudizio di filosofie o altro.
Una buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it

8 commenti:

Celeste ha detto...

Ritorno su un precedente intervento di OLRAK a cui chiedo se puo' svilupparmi un poco piu' approfonditamente la risposta che già diede in merito ai valori astrologici concomitanti un certo tipo di produzione manga giapponesi.
Li ho studiati dal punto di vista artistico ma non astrologico.
La presentazione in italia dei primi manga si aggira intorno al 1975. (L'ideazione è precedente ma non trovo le date)
Questo era il suo intervento.
Grazie
"Io credo che Ken e il guerriero e simili debbano ricollegarsi a valori bilancini, nello specifico Plutone in Bilancia, ma ad es. intorno agli anni 81/82 in Bilancia abbiamo anche Giove e Saturno.
Insomma, questa ossessione di vedere nemici dappertutto, siano essi malvagi o alieni, trovo debba ricollegarsi, tra le altre cose, ad afflizioni o particolari stimolazioni della Bilancia intesa come il mondo degli altri con cui l'Io (o il "noi") si scontra. Tra l'altro Plutone rappresenta anche i nemici, i malvagi e la cattiveria, la vendetta, e in Bilancia questo pianeta è in duro esilio".

b-right ha detto...

mi associo al cordoglio
e all'ammirazione per
questi eroi del nostro
tempo (truppe Nato/Onu
missioni di pace e di
stabilizzazione, osservatori
Internazionali sulle
elezioni democratiche
in paesi non democratici,
etc.)

Sul Punto (Fiat Punto)
del FC conservo alcuni
miei distinguo dai Gauquelin
(non è detto che ciò che
appare ed è evidente
"alla luce del sole", sopra
l'orizzonte, sia, per questo,
più forte, di ciò che
sta sotto, non appare, poichè
è in una sfera intima ed
interiore), oltre al fatto,
sempre per citare il tema
dell'Avvocato, che Egli fu
Marziale (Marte)e Popolare
(Luna) sin dalla giovinezza
e quindi questi valori
furono fortissimi per lui.

Comunque un blog, per quanto
sia qualificato, non è la
sede adatta per discutere
di capisaldi di Astrologia.
I fraintendimenti (dovuti
alla mancanza di riferimenti
metalinguistici come gli
atteggiamenti, le espressioni,
la sim-patheia personale, tutte
cose che ci permettono di
comprenderci nella vita reale)
sono all'ordine del giorno.
Le cose basilari andrebbero
appurate nei congressi, dove
c'è più possibilità di replicare
in tempo reale, di riflettere
con calma e di ascoltare anche
gli altri. Questa naturalmente
è una mia opinione personale,
se ho ancora diritto ad averla.

Un saluto cordiale a tutti.

Giulia ha detto...

E' veramente una cosa tristissima e assurda morire cercando di portare aiuto e pace.
Ieri sera ascoltavo Roberto Benigni che leggeva e commentava il 33° canto dell'inferno.
Tra i traditori più traditori, dopo quelli che tradiscono gli affetti familiari, e quelli che tradiscono il proprio popolo, più in basso di tutti ci sono quelli che tradiscono coloro che vanno verso di loro con le mani tese a portare conforto e parole di pace e di amore...
Certo quante cose si potrebbero migliorare applicando alcune regole di Astrologia Attiva!
In similitudine con il famigerato controllo della lista passeggeri degli aerei, evidenziato da Ciro in un recente post, anche quello delle truppe scelte da mandare in missione potrebbe essere utilissimo a salvare vite.
E quindi via ad uno screening per escludere tutti quelli che hanno un Marte in 1a casa (quante morti violente provate dalla statistica!) o in 8a, o comunque in aspetti dissonanti "da incidente" nel tema radix.
Per poi passare ad un esame delle RS in corso, ad un indagine sui luoghi di destinazione con l'Astroplanisfero, alle regole dei 20gg prima e dopo il compleanno, specie se "pericoloso".
Si arriverà mai ad avere un'apertura mentale verso queste grandi realtà astrologiche? che avrebbero solo bisogno di un accoglienza non gravata da preconcetti ed aperta alla sperimentazione?
Io per la verità sono poco ottimista, anche perchè di presunzione ce n'è tanta in giro, e di menti "illuminate" aperte a testare la bontà di un'idea, ne vedo ben poche...

uranio12 ha detto...

Giulia,la tua proposta e' davvero molto idealistica e il riferimento all'inferno dantesco ottimo.
Appena Ciro puo' spero che ci posti il tn di questo nostro soldato,che,sottolineo io,fa parte dei tanti che sono morti in questa assurda guerra.

Torniamo a un altro argomento.Voglio dissentire.Fox,nell'ambito dell'oroscopia e' il migliore sulla "piazza"(non piazza grande,eh?)e credo che le sue parole molto mielate(non per niente conduce una rubrica oroscopica a Latteemiele)infonde speranza e fiducia ogni giorno un po a tutti.
Certo non e' nulla,non e' la verita',ma perche' toglierci questo effetto placebo e un'accenno seppur casuale alla vera Astrologia?
Lo stesso Fox,per chi ne ha seguito le trasmissioni,dice sempre che e' molto importante,secondo l'astrologia,calcolare l'ascendente e il tema natale di una persona per averne veramente un quadro reale.

Terzo punto.Sto seguendo il telefilm "Lo Zodiaco" e l'ho trovato davvero molto bello,anche se tratta piu' che la nostra astrologia un'astrologia esoterica con riferimenti alla Quintessenza cosi' cara agli esoteristi e al semifolle Crowley.
Serie davvero ben fatta,in cui spiccano i caratteri dei vari protagonisti tra cui l'eroina principale Gemelli e l'investigatore del segno della Vergine.Tra i due nel serial e' nata una storia.
L'accoppiata Gemelli-Vergine vi ricorda qualcosa?
Chissa' chi sara' l'ideatore di questo film e se si basa su qualche romanzo pubblicato.

Sabri ha detto...

Caro Uranio12,
l'accoppiata Gemelli-Vergine, mi ricorda gli attuali Marte in Gemelli e Saturno in Vergine, comunque in quadratura tra loro (almeno per segno).
A mio parere Crowley non era solo un pazzo, perseguiva un genere di "esoterismo nero" da evitare grandemente.
Se quel telefilm, che io non ho mai visto, si riallaccia a quel personaggio o quanto meno lo ricorda, direi che non lo vedro' anche con questa cognizione di causa.

Cara Giulia,
speriamo almeno nel buon senso, anche quello ultimamente deficita, figurati se ci puo' essere possibilita' di una cosi' grande apertura mentale verso l'Astrologia.

Saluti a tutti,
Sabrina.

Graziano Vagnozzi ha detto...

Ciao a tutti sono nuovo.
Vorrei aggiungere una battuta al riguardo degli oroscopi in tv. La scorsa settimana su Canale5 a Verissimo la simpatica Ada Alberti sciorina il suo dodecalogo al termine del quale una ospite commenta "io credo nell'astrologia come studio del tema natale ma non come oroscopo" e la Alberti replica "ma infatti quella è la vera astrologia". Mi chiedo quale coerenza ci sia in tutto ciò...

doriana ha detto...

Caro Graziano,
mi duole dirlo (e per cerattere non sono certo una cinica, anzi...) ma una coerenza c'è, anzi due: soldi e fama...
Che poi si diffami così un'arte antichissima pare non importare a nessuno... Del resto dopo la messa , programmi di medicina, sedute di psicoanalisi "pubbliche", in televisione ormai passa di tutto e dissacriamo tutto. Ma la colpa è anche nostra che dovremmo fare una bella resistenza passiva.
Personalmente ho la nausea della tv del dolore (al mondo ce n'è così tanto che dovremmo evitare di farne uno spettacolo) o della tv dove in diretta si fa persino all'amore, o si paga il biglietto per spiare dal buco della serratura. Ci trattano da decerebrati, e forse piano piano lo stiamo diventando tutti davvero... L'unica soluzione è scegliere (che poi è sinonimo di libertà).

Sabri ha detto...

Ciao a tutti,
in merito all'oggetto di questo post, vorrei riportare un pensiero di Blaise Pascal:

"L’uomo è solo una canna, la più fragile della natura, ma una canna che pensa. Non occorre che l’universo si armi per annientarlo: un vapore, una goccia d’acqua bastano a ucciderlo. Ma quand’anche l’universo lo schiacciasse, l’uomo sarebbe sempre più nobile di quel che lo uccide, perché sa di morire ed è conscio della superiorità che l’universo ha su di lui."


Sabrina