giovedì 7 febbraio 2008

Quasi nel mezzo di una brutta discesa



Si tratta della curva del cosiddetto ICP (Indice Ciclico Planetario), sistema di analisi della situazione mondiale ideato da Henri J. Gouchon e perfezionato dal grande André Barbault.
Ne ho scritto varie volte nei miei libri e soprattutto su Ricerca ’90 dove conto, in uno dei prossimi numeri, di ritornare sull'argomento perché, purtroppo, la mia interpretazione della discesa tra il 2003 e il 2013 sembra corrispondere perfettamente ai fatti che stanno avvenendo e che avverranno nei prossimi anni.
Ci attendono anni molto duri, ma l'Astrologia Attiva non si piange addosso e, mostrando il "proprio pugno chiuso" al cielo, esclama: "Venderò cara la pelle!".
Visto che siamo in tema di curve discendenti, vorrei accennare a qualcosa di personale dato che mi sento di avere molti doveri verso i miei lettori e seguaci. Potrete rintracciare, in un numero vecchio di Ricerca ’90, una data ben precisa che si riferisce ad alcuni anni fa: erano gli anni in cui gestivo in prima persona i compleanni mirati di tutta la famiglia. Per decenni le cose sono andate molto bene a noi tutti (mi riferisco al nucleo stretto della mia famiglia acquisita). Da un po' di tempo non posso più utilizzare l'effetto sinergia dei compleanni mirati dell'intero mio nucleo familiare. Questo lo dico per segnare un punto di confine storico tra quello che è stato e quello che sarà, non tanto per me.
Ritornando al piano generale, nella rubrica Astri&Arti, sempre su Ricerca ’90, vorrei scrivere, quanto prima, un breve saggio sul film Dracula, di Francis Ford Coppola, in rapporto alla curva che osservate più sopra e anche all'ingresso di Plutone in Capricorno.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it

Posta un commento