giovedì 17 dicembre 2009

Bianco-Valente, Relational, Museo Madre, Napoli











Un’altra importantissima realizzazione dei nostri amici Giovanna Bianco e Pino Valente, tra i pochissimi artisti internazionali scelti per allestire opere speciali, molto speciali, al Museo Madre di Napoli che, nei prossimi mesi, sarà sede della mostra sul Barocco a Napoli. Ecco cosa è stato scritto sulla loro opera:

La rete Elettro-Luminescente di Bianco-Valente avvolge le quattro pareti del cortile interno del Museo per mettere in relazione l’ottocentesco Palazzo Donnaregina con i diversi corpi di fabbrica che, nel tempo, su quest’area si sono succeduti: dal seicentesco Palazzo Capano alle mura Greco-Romane. Non a caso Relational è il titolo dell’opera, tesa a reinserire l’edificio nelle dinamiche relazionali, architettoniche e sociali di Napoli, a partire dal luogo in cui questo insiste.
Un intreccio irregolare di nessi e giunzioni sinaptiche in cui il tempo rimane come irretito, rivelando la vitale energia di questo sito che nella sua storia di stratificazioni, superfetazioni e restauri conserva memoria dei mutamenti che hanno attraversato il quartiere e la città.
È però di notte che questa trama opera la sua più completa metamorfosi: un reticolo di traiettorie astrali e asterismi della volta celeste, tanto da riportare alla memoria le costellazioni osservate per la prima volta da Galileo Galilei con il cannocchiale e descritte nel trattato Sidereus Nuncius del 1610.

(Testo tratto dalla scheda dell’opera, distribuita ai visitatori della mostra Barock, di cui Relational fa parte)



A ciò mi permetto di aggiungere, con parole mie e profane, che Giovanna Bianco e Pino Valente, avendo conosciuto, molti anni fa, la pratica del Compleanno Mirato, ne sono rimasti così impressionati, positivamente, che, oltre a partire ogni anno, entrambi, pervadono la loro opera artistica, quasi totalmente, con i concetti che le RSM ispirano loro. Quei “fili” luminosi che avvolgono una location carica di storia e di civiltà, ma soprattutto di millenni di destini umani che lì sono scorsi, potrebbero essere i fili dei destini che noi muoviamo con il nostro partire.
Meravigliosa, a questo proposito, una frase che la pubblicità ci sta ripetendo ultimamente:


Un viaggio di scoperta non è cercare nuove terre ma avere nuovi occhi


Andrea Pazienza


Naturalmente (credo di parlare a nome di tutti) ci piacerebbe molto se i nostri amici Giovanna Bianco e Pino Valente scrivessero qualcosa per noi, su questo blog.
Grazie in anticipo.


Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo

6 commenti:

tagskie ha detto...

hi.. just dropping by here... have a nice day! http://kantahanan.blogspot.com/

Pino 067 ha detto...

Grazie a Ciro per lo spazio che ogni volta ci offre sul suo Blog, ovviamente la stima e l'affetto sono reciproci, siamo contentissimi di conoscere così bene la persona che ha avuto il coraggio e la forza necessari per trasformare e ricodificare una vecchia teoria astrologica che poteva al massimo essere utilizzata come metodo previsionale, per renderla, con un capovolgimento di prospettiva, un mezzo con cui poter modificare attivamente le tendenze del proprio futuro.
Questo capovolgimento di fronte verificatosi negli anni settanta era così estremo che Ciro ha dovuto lottare con moltissimi suoi colleghi per fare accettare le sue teorie. La sua forza è stata appunto il non dubitare mai dei numerosissimi e continui riscontri che gli arrivavano dai suoi consultanti che si impegnavano a partire per le RSM, oltre che, ovviamente, dalle sue esperienze personali.

Ciro ha visto giusto, le linee che si vedono in Relational sono i legami fra le persone e fra le persone e gli eventi, che nella vita di tutti i giorni non sono visibili. Sperimentando su noi stessi il funzionamento dell'Astrologia Attiva abbiamo imparato ad intravedere e riconoscere queste linee che noi possiamo controllare (tirandone di volta in volta alcune e lasciandone altre) con le RSM, e adesso ci piace renderle visibili nelle nostre opere. In questo caso si tratta appunto di una rete Relazionale che dovrebbe ricordarci che anche gli eventi che ci appaiono assolutamente casuali fanno comunque parte di una rete che lega persone, influenze planetarie ed eventi al tempo.
Giovanna e Pino

girasole ha detto...

Qualcuno mi puo aiutare x la rs di una amica-paziente che ha avuto un melanoma asportato ora ha una piccola metastasi è nata il 18.05.1966 alle 16.50 a bollate(MI) la rs gli interessa solo x la salute sacrifica il resto grazie

girasole ha detto...

Qualcuno mi puo consigliare una rs solo x la salute di una mia amica-paziente alla quale è stato asportato un melanoma e ora ha una metastasi nata il 18.05.1966 a bollate(mi) alee 16.50 grazie

viola57 ha detto...

Cara Girasole per un prblema così delicato,il mio consiglio è solo quello di metterti in contatto con il prof.re Ciro Discepolo.solo un uomo di grande esperienza in materia,può darti i dati giusti per la tua amica,e il pro.re la prima cosa che guerda quando fa una RSM,è quella della salute.Perchè è il bene più prezioso che abbiamo. Ti faccio tanti auguri Viola57

francesca ha detto...

I lavori di Bianco-valente sono di grande suggestione, perciò mi rammarico di non poter vedere dal vivo questo "Relational".
Molti molti complimenti.