venerdì 18 dicembre 2009

I libri cartacei con l’album dei compleanni mirati







Per Gemma. L’aiuto che mi chiedi mi trova sempre disposto perché ho perso due sorelle giovani e a cui volevo molto bene per colpa di questa sporca malattia. Vanno premesse alcune cose importanti, tuttavia.
In primo luogo ricorda che il compleanno mirato si aggiunge e non si sostituisce alle cure degli oncologi. Io credo che, come prevenzione della malattia, le RSM possano fare parecchio e la mia esperienza, fino a oggi, mi suggerisce che chi ne abbia fatte almeno dieci di seguito, senza saltarne alcuna e senza sbagliarne alcuna, si fortificherà moltissimo e tanto da ritardare l’arrivo di questa terribile malattia che ci sta uccidendo tutti.
In caso di metastasi cambia tutto e non sono in grado di dire quanto e se si possa aiutare una persona colpita.
Forse mi spiegherò meglio con un esempio che non vuole essere denigratorio verso la classe medica, ma che punta solo a evidenziare che esistono limiti umani e scientifici a vedere le metastasi anche quando esse ci sono già.
Una persona che conoscevo bene fu colpita, anni fa, da una forma gravissima di carcinoma al polmone, non operabile. Fu sottoposta a una particolare chemioterapia praticata soltanto in tre nosocomi di tutto il mondo e dove la cura consisteva, principalmente, nel praticarle una chemio cinque volte più potente (e più tossica) di quella tradizionale.
Il primario del reparto giurò alla paziente che era certo di poterla salvare. Ciò avveniva a novembre.
La persona in oggetto si sottopose a questa cura le cui sofferenze prodotte credo siano inenarrabili.
Intorno al 20 di aprile successivo all’inizio della terapia, il primario la fece chiamare e accomodare nel suo studio dove le comunicò la bellissima notizia: “Carissima, come ti avevo giurato, sei guarita completamente! Guarda tu stessa le TAC da cui si vede che il tumore è scomparso al 100% e tutti i markers tumorali legati a questo tipo di tumore, ci segnalano che non vi è in corso alcuna metastasi nel tuo corpo”.
L’abbracciò commosso e le chiese di festeggiare tutti insieme, il giorno dopo, pazienti, medici e familiari. Così avvenne, ma la signora, poco meno di un mese dopo morì colpita da metastasi al cervello, al fegato e alle ossa.
Ripeto: ciò non lo scrivo a discapito della classe medica che combatte ogni giorno, a volte molto coraggiosamente, per strappare alla morte quante più vite è possibile.
Gli attuali limiti alla conoscenza, in tutto lo scibile, non sono colpa di alcuno e rappresentano soltanto la nostra lentezza a raggiungere nuovi e brillanti risultati in tanti settori della vita umana.
Premesso tutto ciò e basandomi sull’orario di nascita che mi hai indicato e che spero sia giusto, ti consiglio di far recare la tua amica a Ficksburg, South Africa, il 18/5/2010 alle ore 6.52 di Greenwich, che, a mio avviso, è la migliore location mondiale per aiutarla con la salute, se ciò è ancora possibile.
Infatti le abbiamo posizionato una Venere in prima Casa, molto vicina all’Ascendente, ma non troppo vicina altrimenti diventerebbe una Venere cuspide 1^/12^ Casa e potrebbe significare problemi affettivi o sentimentali che peggiorerebbero il tentativo di guarigione per lei. Inoltre le abbiamo anche posizionato un Giove al MC, in zona Gauquelin, e ci siamo tenuti un po’ di minuti di tolleranza affinché il Sole non entri nei 2,5 gradi della cuspide 11^/12^ Casa. All’AS in ottava Casa non ci pensare perché io lo uso continuamente e, nella maggioranza dei casi, esso riguarda spostamenti di denaro.
Con i migliori auguri.


Per Giovanna Bianco e per Pino Valente. Ho ascoltato il giudizio lusinghiero di molti che sono venuti all’inaugurazione della mostra al Madre di Napoli dov’è esposta la vostra opera interessantissima. Appena possibile vi chiederò il privilegio di una visita accompagnato da voi. Per adesso vi rinnovo moltissimi complimenti, anche per la chiarezza con cui ci avete esposto concetti non facili per i profani in materia d’arte.




Ho creato due pagine su Facebook:

- Gli amici di Ciro Discepolo
- Le RSM (Rivoluzioni Solari Mirate) di Ciro Discepolo

In entrambe (più quella che avevo creato per iscrivermi tra i fan di André Barbault) ho scritto che esse sono per chi mi dovesse cercare su Facebook, ma sempre nelle stesse è precisato che il rapporto con amici, colleghi, lettori e studenti avviene, per quanto mi riguarda, esclusivamente su questo blog a cui tutti coloro che vengono con intenzioni amichevoli sono invitati e sul quale gli stessi possono continuare a postare le loro domande o i loro interventi, se desiderano che io li legga. Non potrò, invece, per motivi di tempo, tenere una corrispondenza su Facebook oltre a quella che mi impegna tantissimo, ogni giorno, su http://cirodiscepolo.blogspot.com/ Pertanto chiedo scusa se non risponderò alle molte persone che mi chiedono di iscrivermi alle loro pagine di Fecebook.


I libri che vedete sopra sono le prime, di poche copie cartacee, del testo in PDF che avete già scaricato dal web. Personalmente penso che il valore della carta sia insostituibile, innanzitutto perché i libri non virtuali resteranno per secoli o millenni nelle biblioteche e poi perché, al contrario dei testi scritti sul web, essi non sono modificabili, a piacimento dell’Autore. Utilizzando attrezzature avanzatissime di service che si sono dedicati al “print on demand”, ho fatto stampare solo una decina di copie cartacee del libro: una per me e le altre per alcune delle principali biblioteche pubbliche italiane.


Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
http://www.solarreturns.com/
http://www.cirodiscepolo.it/
Posta un commento