sabato 17 maggio 2008

Agghiacciante Gomorra film come il Gomorra romanzo



Molte scene sembrano tratte dal database del capolavoro di Salvatores su Raffaele Cutolo, per esempio quella spietata mattanza nel carcere di Poggioreale nel novembre del 1980 durante il terremoto. Tutto il film è intriso di sangue, angoscia, degrado totale, locations da girone dell'inferno: una spietatezza che non ha limiti. Paradossalmente, però, le scene che mi hanno più colpito negativamente sono altre. Innanzitutto quella del colloquio tra Tony Servillo (davvero un mostro di bravura) e l'industriale settentrionale, esemplificazione oggettiva e non fiction della nuova camorra in giacca e cravatta. Servillo illustra il "catalogo" dei servizi che la sua "azienda" può offrire: ritiro, stoccaggio e smaltimento completo di 800 tonnellate all'anno di rifiuti tossici, a 25 cents a quintale. L'industriale con la "r" moscia chiede: "Tutto clean?", "Tutto clean", risponde l'altro con un sorriso rassicurante. L'altra scena riguarda il ragazzo che fa da portaborsa sempre a Tony Servillo; quando comprende quello che stanno facendo, si ribella e abbandona dicendo: "Tu salvi una famiglia di Venezia e ne uccidi una di Marcianise". Parole più dure dei sassi, ripeteva Gandhi. E, non per ultimo, le parole dette ad Annozero dal bravissimo Roberto Saviano (pressappoco): "E non dimentichiamo che tutto quello che sta sorgendo da decenni, anche in posti eccellenti come Mantova, Modena, Parma, dai supermercati ai complessi edilizi scolastici e ospedalieri, è finanziato dai soldi della camorra la cui provenienza è conosciuta dagl'imprenditori di quei luoghi...". Insomma il dio denaro, denaro sporco, sporchissimo, che ormai unisce trasversalmente il mondo in una sorta di globalizzazione del Male dove, mi spiace dirlo, non si salva quasi più nessuno, a cominciare dai politici pressoché al completo.

Con il transito di Plutone in Capricorno la Terra sta eruttando tutti i veleni che le abbiamo fatto ingoiare per decenni. Mentre tornavo dal cinema, ieri sera, il paesaggio era da "The day after": un allucinante alto tappeto di rifiuti che ricopriva completamente le strade di Napoli impedendo il traffico di automezzi e pedoni. A un paio di telegiornali non ho visto neanche una scena di tutto ciò.


Caro Al Rami, nella seconda edizione di "Transiti e Rivoluzioni Solari" che è anche quella venduta in inglese (soprattutto da Amazon) e in francese, le trenta regole sono un update di tutto quanto scritto negli ultimi anni. Se ci sarà una nuova edizione del "Trattato sulle RS" anche lì inserirò un riassunto delle poche cose che sono cambiate in decenni di pubblicazioni. Ma cambiate si fa per dire perché alcune cose sono logiche, come si legge anche nel commento di Giulia. Lei che ha letto con attenzione, e fa tesoro soprattutto dei moltissimi esempi riportati nella rivista, in tutti i miei libri, qui sul blog, nel corso di conferenze e seminari, e che ho ripetuto fino alla noia, sa che l'unica vera garanzia per proteggere economicamente una persona è quella di metterle Venere in seconda o in ottava Casa. Ricordate l'esempio che pubblicai credo oltre venti anni fa di quel giovane ventenne che con Venere in ottava ottenne 50 milioni di lire di prestito da una banca per presentare un progetto folle di edificazione di una fabbrica allo Stato e naturalmente sta ancora pagando un quinto dello stipendio per ciò? Una signora, che giocava al lotto, aveva contratto oltre cento milioni di debiti. Decise di vendersi una casa lussuosa per far fronte ai debiti. Ne ricavò ottocento milioni e si incaponì che doveva vincere cento milioni per ricomprarsi la casa: perse tutto in pochi mesi. Venere in ottava le fece vendere bene la casa, ma non le riparò il cervello malato. Se io non posso piazzare Venere in seconda o in ottava o Giove al Medio Cielo, tento di più con Venere o Giove in undicesima e solo in ultimo provo a utilizzare l'effetto bistabile di un Sole in seconda o, tutt'al più, di un AS in seconda, ma soltanto se alla base c'è un progetto logico, come quello di una persona che lascia il lavoro di geologo (uno degli amici che stimo di più) e si mette a fare il falegname, con il grande talento che lo contraddistingue.

Insomma, le trenta regole ci sono e ci sono anche centinaia di esempi, ma occorre usare parecchio il cervello.

Ricordo un altro caso. Un rispettabile professionista lombardo mi chiese di preparargli una buonissima RSM e una data altrettanto eccellente per iniziare un'attività di vendita nel settore erboristeria in un paesino lombardo. Io gli domandai: "Lei ha fatto fare un'analisi di marketing da un esperto?". "Sì - mi rispose costui - e mi hanno garantito un incasso di tre milioni di lire al mese". Allora io procedetti, ma gl'incassi furono di poco superiori al milione perché l’analisi marketing era completamente sbagliata. L'Astrologia Attiva aiuta, non fa miracoli. Sulla salute, essendo l'argomento che mi interessa di più (per le persone che amo) ho scritto fiumi d'inchiostro: sui libri, sulla rivista, sul blog, sul sito, sulle riviste straniere... Dappertutto ho precisato che il compleanno mirato, da solo non basta più perché i veleni che abbiamo incamerato anche vent'anni fa si presentano oggi a esigere il conto. Nel palazzo dove abito viveva una mia coetanea con cui giocavo da bambino. Due anni fa avvertiva dei dolori alle braccia e la curavano con gli antinevralgici. Scoprirono che era "mucca pazza" (ricordate, a tal proposito, che le migliaia di morti annunciate per questa malattia, inizieranno a presentarsi fra tre-cinque anni, dopo una incubazione durata una dozzina d’anni). Questa mia amica non c'è più. Decine di migliaia di casi sorgono "dal nulla" ogni giorno: sclerosi a placche, problemi alla tiroide, intolleranze a moltissimi alimenti, il ritorno della sifilide e della tubercolosi, impotenza per gli uomini e assenza totale di desiderio sessuale nelle donne. Potremmo continuare all'infinito. Nonostante ciò provate a fare questo esperimento: osservate le famiglie dove partono tutti per il compleanno mirato da anni e quelle dove non partono e poi segnatevi i dovuti paragoni. Ma ricordate soprattutto che la RSM non ve la prescrive il medico e che non è per tutti, ma soltanto per quelli che possono capirla.
Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
http://www.solarreturns.com/
http://www.cirodiscepolo.it/

2 commenti:

Alberto B. ha detto...

http://www.armonics.it/cont/it/050angoloesperto/astrologia/periniziare/0702/1202/

Un link "interessante" sugli astrologi più importanti!

Saluti

antonio ha detto...

Solitamente la gente che va dall'astrologo, ci va non per fare 4 chiacchere, ma in quanto desiderosa di un bravo "specialista" che sappia proporre delle "cure" per migliorare la propria vita,
"t u t t a",
possibilmente in tutti i settori, nessuno escluso;
sta poi al bravo "medico", munito di spirito infermieristico ed assistenzialistico, fare al meglio il suo lavoro, considerato anche che alla fine della "visita" riceve anche il suo onorario
Saluti