martedì 27 maggio 2008

Era una bufala, ma non tanto


Cari Amici,
i vostri post sono così interessanti che mi avete costretto a scrivere quasi alle tre di notte...
L'amica Lucia Bellizia, sempre scrupolosissima, ha investigato e ha scoperto che la normativa UE contro gli astrologi è una bufala, ma forse no, perché di scienziati ottusi ce ne sono anche in UE e, se non in questa occasione, almeno in altre hanno scritto cose anche peggiori di quella che ci ha interessato ultimamente.
Ecco cosa scrive Lucia:

Caro Ciro,ho letto sul Blog (la cosa è partita dal messaggio del Signor Graziano Vagnozzi) delle nuove norme europee su "maghi, fattucchieri, cartomanti e astrologi" ovvero di regole che prescrivono che sui siti, negli studi e nelle pubblicazioni astrologiche sia presente un avviso che recita più o meno "tutto questo non ha alcuna validità scientifica ed è solo un gioco" e ti dico la verità, incuriosita, mi sono messa alla ricerca della Direttiva UE (in rete vengono pubblicati gli elenchi di tali direttive anno x anno) nella quale queste norme sarebbero contenute.Guarda che in nessuna Direttiva è detto questo e che si tratta di una colossale bufala o comunque di un grosso frainteso.Tutto ha preso le mosse da un articolo pubblicato il 24 maggio su Repubblica, a firma Enrico Franceschini, corrispondente da Londra, dal titolo “L’oroscopo con l’etichetta”. Ecco il link: http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2008/05/24/092l.html Fonte del suo articolo è il Times di Londra. La direttiva UE alla quale fa riferimento, ma che evidentemente non ha letto, è la Direttiva 2005/29/CE Pratiche commerciali sleali tra professionisti e consumatori nella quale viene stabilito un divieto, comune e generale a tutti gli Stati membri, che prevenga l'alterazione del comportamento economico dei consumatori, al fine di determinare se particolari procedure e pratiche commerciali possano definirsi sleali. Questa Direttiva è stata ripresa in Italia nei Decreti legislativi 02.08.2007 n° 145 e 146 che contengono norme sulla pubblicità ingannevole e sulle pratiche commerciali scorrette [le singole nazioni hanno 2 anni di tempo x recepire le Direttive UE, che sono appunto direttive e sono inefficaci se non tradotte in legge dai singoli stati membri]: beh, mi sono letti pure questi e di astrologi, maghi etc. e di avvisi o etichette nemmeno l'ombra.Quindi direi che si tratta di un grosso equivoco... Franceschini ha tradotto/sintetizzato un articolo del Times che si riferisce espressamente all’attuazione della Direttiva nel Regno Unito. Invece però di riferirsi alla normativa di attuazione britannica - come correttamente fatto dall’articolista del Times - ha attribuito all’UE le scelte legittime del legislatore d’oltremanica. Insomma la normativa che si occupa nel modo più ampio e generale possibile delle pratiche commerciali sleali è stata stravolta e non è certo colpa dell’UE se il Regno Unito ha trasposto la direttiva in quel modo. Quindi ci dobbiamo senz'altro scandalizzare per l'atteggiamento della di solito liberale Inghilterra, ma non possiamo levare gli scudi contro l'UE, che in verità è stata a torto tirata in ballo.Tanto ti racconto per amore di completezza e verità.Molti sono i nemici dell'astrologia (primi fra tutti i cattivi astrologi, gli oroscopari, i ciarlatani), a partire dagli astrofili - personaggi disinformati e settari ancor più degli astronomi ed eredi degli inquisitori di un tempo - ma non ce la possiamo prendere con la UE.Almeno stavolta!Ti abbraccio.
Lucia
N.B. Scusa se non ho scritto sul blog, scegli tu se rendere noto qual che ho scritto. Non vorrei che - agli occhi degli stupidi - quel che ho scritto suonasse come un contraddittorio alle tue affermazioni (sulle quali sono d'accordissimo, specie quando parli del silenzio colpevole dei cosiddetti "liberi pensatori"). E' che questa gente non dovrebbe parlare in quest'occasione (da quel che ho scritto sopra non ne avrebbe motivo), bensì sempre, ogni giorno, tutte le volte che la libertà di espressione e di pensiero viene censurata.
Ad Al Rami e a Sergio (ottimo il commento "Quella degli scientisti fanatici è una fede irrazionale!") vorrei ricordare che il nostro Enrico Fermi fu l'unico scienziato, tra i creatori della bomba atomica, a non firmare la petizione al Presidente USA perché la stessa non fosse sganciata sul Giappone. La scienza è anche questo: non lo dimentichiamo mai!
Per fortuna la maggior parte degli scienziati lavora a favore del progresso del mondo e non perde il tempo a denigrare cose che non conosce minimamente. Benvenuto Mika-el. Il film l'ho visto diverse volte perché tutti conoscete la mia posizione su tale argomento, ma sono d'accordo con Sabrina e Paola che la lettura in chiave saturnina dello stesso sia assai riduttiva: il problema della eutanasia è molto complesso e non può fare capo solo a Saturno.
Pienamente d'accordo con Paola sul film Shine che adoro (forse per l'Australia e anche per il grande Rachmaninov).
Beh, cara Paola, adesso non sparire di nuovo per sei mesi...
Buon mattino a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it
Posta un commento