mercoledì 7 maggio 2008

È nata Apotélesma


Care Amiche e cari Amici,
spero che ieri non abbiate sniffato cocaina perché, se arriverete alla "dose Scarface", mi dovrò suicidare.
Ricevo dalla collega Lucia Bellizia e volentieri pubblico quanto segue:

Oggi 6 maggio 2008 alle 10,30 a Genova, al consorgere del ventiduesimo grado del Cancro e delle stelle Pollux (beta Geminorum) e Rigel (beta Orionis), si è costituita l'Associazione culturale Apotélesma, che si propone lo studio della storia, dei principî e dei metodi dell'astrologia. Si propone inoltre di divulgare la corretta conoscenza delle sue basi astronomiche, filosofiche e culturali, nonché di combattere gli equivoci, l'approccio superficiale e disinformato e le mistificazioni di cui essa è oggetto.Promotrice e presidente Lucia Bellizia. Per contatti: lucia.bellizia@tin.it ".

A Lucia Bellizia, collega di valore, i miei più sentiti auguri. Sono anche onorato dal fatto che abbia voluto far nascere questa creatura con l'AS incollato alla mia congiunzione Sole-AS. Noto, inoltre, che Apotélesma avrà un carattere guerriero e la lotta la caratterizzerà moltissimo: non solo per Marte all'AS, ma anche per Giove al DS (credo che domani vi mostrerò il tema del professor Marcelletti). La cosa non mi dispiace perché la nostra bravissima collega dice che vuole lottare contro la cattiva astrologia e allora saremo finalmente almeno in due a rischio di ritrovamento di droga nei cassetti della scrivania. Comunque sono certo che Lucia ha voluto espressamente così e, secondo me, ciò le fa onore.

Cara Giulia e cara Donatella, vada per George (quanto prima). Se avete altre preferenze, non lesinate nelle richieste. Caro Olrak certo che in fatto di gusti di donne sei alquanto difficile e immagino che la tua donna sia almeno la Nicole Kidman di "Malice" altrimenti come fai, le sostituisci i pezzi durante la notte?
Non so che storia sia questa del p2p di cui parla Uranio12. Se ho capito bene hanno clonato la mia Nuova Guida. Spero di no perché in quel caso siamo davvero nell'anarchia totale. Anche io sono d'accordo con quanto scritto da Olrak e da Uranio12 e penso che prossimamente sarà interessante ritornare sui temi della violenza.
Per oggi mi fermo qui.
Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it

14 commenti:

al rami ha detto...

sono contento che venga diffuso sempre di + il sapere astrologico ad alti livelli e so che ci vorrà ancora molto tempo prima che il danno di Alan Leo possa essere dimenticato. auguri anche da parte mia per la neonata Apotelesma e spero di avere ulteriori informazioni.un bell'esemplare del mio segno zodiacale su questo blog, non guasta mai, ma secondo me è meglio ritornare alle belle curve dell'orologiaia...vorrei ringraziare Dio per aver creato un mondo così bello e complesso (quello femminile)e l'astrologia per aver dato gli strumenti per poter decriptare tali meraviglie...e pensate che non ho nemmeno sniffato coca o dato una leccatina a funghetti allucinogeni!un caro abbraccio al maestro Ciro.

Giulia ha detto...

Caro Ciro, io a parte la canotta usata non sniffo nulla, la cosa più trasgressiva che sto facendo ultimamente è farmi trafiggere dagli spilloni del mio guru Italo... che sono una gran cosa!
Ritornando ad argomento astrologico, mi riallaccio al tuo post di oggi.
Appena ho visualizzato il grafico che hai allegato in apertura stamani, mi son detta "accidenti che guerre!"
L'ho pensato con cognizione di causa non solo perchè so la teoria delle posizioni Marte e Giove da te citate, ma so anche dell'effetto veramente deleterio e da guerra perenne che ne scaturiscono, poichè un membro della mia famiglia ce l'ha pari pari.
Allora ho pensato "ma non si poteva ovviare a ciò cercando di meglio?”
Ho scandagliato un pò e ho valutato che alle 13 solari (14 legali) la situazione forse era migliore.
Il Sole e Venere sarebbero stati in 9a casa territorio dell'Astrologia, il Sole anche in zona Gauquelin.
Luna e Mercurio in 10a a significare la diffusione e la popolarità dell'associazione.
Urano in 7a poichè si tratta di una "rottura" con tutta l'oroscopia corrente.
Giove in 5a perchè è un'associazione e la gente ci deve andare numerosa per diletto.
L'unica nota dolente potrebbe sembrare Saturno all'As.
Però facendo riferimento ad oroscopi famosi, come quello di Eduardo o della Tatcher, credo possa essere garanzia di serietà e rigore nell'immagine, nella metodologia e nell'approccio.
Del resto messo com'è ora tra la seconda e la terza non brilla certo per avere un'immagine ed una comunicazione accattivante, insomma non si sa porre.
Quindi personalmente, non trattandosi di essere umano, ma potendo gestire la cosa, io l'avrei fatta nascere così.
Voi che ne dite?

Sabri ha detto...

Ciao al rami,
cosa intendi con "il danno di Alan Leo"?
Grazie.

Anche io spero che la "neonata" di Lucia Bellizia dia buoni frutti, nonostante le "cattive acque".

Saluti a tutti i lettori,
Sabrina.

Luigi Galli ha detto...

Molti auguri a Lucia e alla sua nuova creatura anche da parte mia.

Marco Celada ha detto...

Cara Lucia, come già ti avevo anticipato, sono disponibile per "lottare" a favore della vera Astrologia.

un abbraccio
Marco

Graziano Vagnozzi ha detto...

Credo che al rami si riferisca al fatto che Alan Leo possa essere considerato il primo astrologo ad aver posto un forte accento sul segno solare generando il seme dell'oroscopia.

Sergio ha detto...

Caro Ciro,
sono contento per la nascita dell'associazione.
Devo dire che la sincronicità è una cosa incredibile, ho spedito la lettera di cui ti avevo accennato alle ora 09:25 del 06/05/2008 (Padova) come raccomandata.

Pace e bene
Sergio

Sabri ha detto...

Ciao Graziano,
attendo comunque la risposta di al rami, per giusta verifica, ma se e' come intendi tu, allora inizio subito col dire che la lettura del libro di Alan Leo "Practical Astrology being a simple method of instruction in the science of Astrology" (London - 1910),
non mi ha per nulla fatto dedurre il porre da parte dell'autore il forte accento sul segno solare tale per cui abbia poi determinato la generazione dell'oroscopia segno-solare.
Anzi, ti diro' che in quel testo sopra citato vi ho trovato concetti poi espressi in maniera analoga per molti aspetti nei famosi testi di Andre' Barbault "Trattato pratico di Astrologia" e "Giove e Saturno".

Buona serata,
Sabrina.

Lucia ha detto...

Caro Ciro,
desidero ringraziarti per le parole lusinghiere che hai avuto nei miei confronti e ringraziare anche tutti coloro che mi hanno fatto i loro auguri per la nascita di Apotélesma, in particolare Marco e Luigi.
Hai colto nel segno nel dire che ero ben conscia, nella scelta dell’ora (10,30), delle caratteristiche “battagliere” che avrebbe avuto l’Associazione e ne erano consci anche gli altri Soci. Ma la decisione di optare per questo tema natale è stata preceduta da un’attenta riflessione collettiva. Se mi permetti di approfittare del tuo blog per parlare un po’ di astrologia elettiva posso provare ad esporne le tappe.
Innanzitutto bisogna tener presente che il momento “perfetto” purtroppo non esiste e che molto spesso ci si deve accontentare di uno meno buono, disponendo quanto meglio è possibile pianeti e case; in secondo luogo personalmente non credo si possano applicare in toto all’inizio di un evento gli stessi criteri di valutazione che applichiamo alla nascita di un essere umano. Insomma l’astrologia elettiva ha regole sue.
La fondazione è avvenuta alla presenza di un Notaro: si son dovuti escludere quindi i festivi, prefestivi e tutte le ore che vanno dalle 20 alle 8 ca.; per i giorni feriali residui occorreva evitare quelli in cui Mercurio è combusto o retrogrado e/o la Luna ha superato il 1° quarto. Trascorsa questa occasione non ce ne sarebbe stata un’altra nell’immediato, in quanto il 26/5 Mercurio diviene retrogrado. Inoltre Marte, che ha moto più rapido di Saturno gli si sarebbe poi congiunto. Per non interporre l’estate abbiamo optato per il 6 maggio. E veniamo alla scelta dell’ora. Perché le 10,30 e non l’ora che avrebbe scelto Giulia?
Ignorando che un membro della sua famiglia avesse l’ opposizione Marte/Giove tra le case prima/settima (avessimo potuto consultarla preventivamente ……), ci è parso invece che, non potendo evitare l’aspetto, era opportuno piazzare i 2 pianeti in posizione angolare. Questo andava a rafforzare una figura di per sé già fortissima, in quanto i due pianeti sono l’uno in una dignità dell’altro e quindi oltre che in opposizione, in receptio mutua: essi si scambiano perciò le proprie caratteristiche, in una sorta di congiunzione. La Luna, che si è separata da Giove, si applica con sestilio perfetto a Marte, prima di applicarsi a Mercurio e stando in sua dignità: più tardi avrebbe perso quest’ultima passando in Gemelli. Marte, che è già in domicilio della Luna, è ancor più sotto il suo dominio. D’accordo un Marte presente all’ascendente è certamente assai dinamico e combattivo, ma perché parlare di “guerra”? Esistono le battaglie ideologiche e quelle si, credo le condurremo ove fosse necessario e senza tirarci indietro … ma usando le sole armi del dialogo. L’astrologia ha fin troppi detrattori e qualche buon “avvocato” può far comodo. Quanto alle ore 13 solari (14 legali), forse Giulia intendeva ore 14 legali (e 12 T.U.).. infatti al momento ci sono 2 ore di differenza tra il fuso orario di Roma e quello di Greenwich. Non può essere che così, altrimenti Saturno non finirebbe all’ascendente, cosa che mi sento di definire una vera iattura, potendo scegliere. Non ci interessava Urano in 7° (per dire no all’oroscopia basta quel Marte….), né Giove in 5°: abbiamo fondato un’Associazione culturale, mica aperto una discoteca e ci farà piacere certo che la gente venga numerosa… ma a sentire le nostre conferenze. Quanto al povero Saturno finito in 3° alle 10,30 (non è tra seconda e terza, è proprio in terza in quanto avendo distanza oraria 2,07 non si è ancor separato dalla cuspide della terza) e vabbeh vuol dire che reciteremo il ruolo dei sapienti/letterati un tantinello noiosi e a procurarci amici, protettori e sostenitori ci penseranno i pianeti in undicesima, la casa del Buon genio. Chiedo scusa per lo sproloquio, ma sono certa della bontà dei nostri propositi e confido riusciremo a scegliere i mezzi. Uscendo dallo studio del Notaro noi tutti neo-soci (siamo in 6) eravamo emozionatissimi. Siamo andati poco distante, al Caffè Mangini in Piazza Corvetto (ai cui tavolini era solito sedere il Presidente Pertini quando veniva a Genova) a fare un brindisi e a godere della brezza primaverile. Ci siamo fermati a parlare, a fare progetti, a programmare eventi.
Ai quali spero vorrete partecipare.
Lucia Bellizia

Giulia ha detto...

Doppi auguri dunque a Lucia Bellizia e alla loro Apotèlesma.
In ogni caso non sarebbe stato necessario consultarmi, (sono una modestissima studiosa) per le iatture dell'opp Marte 1a Giove 7a, bastava leggere qualche testo di Ciro.
In ogni caso avendo avuto il benefico influsso di Pollux e Rigel, quale nascita può dirsi più fortunata?
P.S. per quanto riguarda l'orario da me indicato confermo tutto. Inoltre avendo inserito per la località Genova (che c'entra Roma?) l'orario effettivo di nascita indicato alle 10,30 (che sono le ore 9,30 solari) Saturno è a 1°38 in Vergine e la cuspide della terza casa è a 3° in Vergine.
La discrepanza da lei indicata sarà dovuta dal fatto che io uso i programmi di Ciro e mi attengo alle sue teorie sull'efficacia di un pianeta in cuspide.

Graziano Vagnozzi ha detto...

Ciao Sabri,
sicuramente ciò che dici del testo di Alan Leo è giustissimo. Devi però considerare che è grazie a Leo (al secolo W. F. Allen) che si è consolidato il concetto di appartenere al segno solare. Prima di Leo infatti il tema veniva considerato nel suo insieme e non aveva senso dire di essere del segno dell'Ariete, del Toro ecc... Questa è una rivoluzione del pensiero astrologico che, nel bene e nel male, si deve a lui.

Sabri ha detto...

Ciao Graziano,
cerco di sottoporti nuovamente quanto mi hai appena spiegato con una analogia cosi' mi confermi - se vuoi - quanto ho capito bene e quanto no.
E' come dire che Alan Leo ha scoperto il fuoco e ce lo ha donato, poi qualcuno lo ha usato per scaldarsi, cucinare, tenere lontane le bestie feroci, mentre qualcun'altro l'ha usato per ferire e distruggere.
Alla fine e' una caratteristica degli scritti di A.Leo oppure una carratteristica intrinseca dell'Astrologia o meglio ancora dell'uomo?
Non so se come Prometeo e' condannabile alle catene, oppure puo' essere visto come colui che ha colto nel complesso diversi aspetti dell'Astrologia e li ha tramandati ai posteri, i quali ne hanno fatto un'uso vario, magari male interpretando cio' che ha scritto (per quanto ho potuto capire lui interpreta molto in termini esoterici).

Cordialmente,
Sabrina.

Balinas ha detto...

Buonasera, visto che si parlava di Alan Leo approfitto per chiedere qui se la sua "Astrology for all" in sette volumi sia stata tradotta in italiano da qualche anima buona. Finora ho trovato solamente il sesto volume "La chiave del tuo oroscopo" disponibile in .pdf e "Astrologia esoterica" che non so se sia un'opera separata, anch'essa comunque disponibile in .pdf
Grazie, saluti a tutti.

www.ternario.net

Andrea Fontana ha detto...

Ciao carissimo Ciro ed anche ad Al Rami.
Ho letto solo oggi questo post.
Ritengo molto interessante l'osservazione di Sabri su ALan Leo, che è stato un pioniere dell'Astrologia Esoterica diversi anni prima che il Maestro Tibetano divulgasse i suoi elevatissimi insegnamenti astro-cosmologici nei libri di Alice Bailey.
Interessante anche l'ultimo commento di Balinas: oltre ai due noti libri tradotti da Alessandro Guzzi, qualcuno sa se sono stati tradotti gli altri libri di Leo?