domenica 4 gennaio 2009

Sul post odierno di Pino


Concordo pienamente.
Buon pomeriggio a Tutti.
Ciro Discepolo

28 commenti:

Giulia ha detto...

Caro Ciro, rifacendomi al tuo intervento di due giorni fa in cui chiedevi i dati di almeno un'altro familiare di Carlà, ho fatto un pò di ricerche in rete.
C'è da dire che sono state laboriosissime, infatti i dati dei familiari a lei più vicini, pare siano quasi un segreto di stato.
Madre, padre putativo, padre naturale…nessun dato in rete. Almeno fin ora.
Dopo varie ed articolate ricerche sono giunta queste conclusioni.
La sorella
Valeria Bruni Tedeschi Torino 16-11-1964 ore 02,10 e questo dato pare certo.

Per il figlio che Carlà ha avuto da Raphael Enthoven, è stato un vero miracolo avere la data ma senza orario
Aurelien Parigi 21-07-2001

Poi la cosa si fa più articolata.
Carla Bruni era la compagna di Jean-Paul Enthoven, poi ha conosciuto il di lui figlio, Raphael Enthoven, che all’epoca era sposato con Justine Juliette Levy, e colta da fulmineo innamoramento ha lasciato il padre e si è unita al figlio, generando Aurelien.

Sul padre del piccolo vige il segreto più blindato, neppure l’anno di nascita è definito con certezza, alcune biografie riportano 1977 altre 1975.
A mio parere, Raphael Enthoven, un gran bel pezzo di ragazzo, col suo sguardo misterioso, i colori scuri, ed il sopracciglio folto ha qualsosa di “scorpionesco”

Mentre di suo padre (cioè il nonno del figlio di Carlà)ho trovato
Jean-Paul Enthoven Mascara (Oran) 11 gennaio 1949

A buon peso ho trovato anche Justine Juliette Levy, Francia (sich!)27-09-1974

Continuerò le ricerche perchè, visto che Carlà mi sta particolarmente « simpatica »,
vorrei monitorarla bene (naturalmente solo ai fini dello studio astrologico, insomma una topolina-cavia) in attesa dei piacevoli effetti della sua RSM in corso.

Marco Celada ha detto...

Come non essere in accordo anche con le ultime dichiarazioni di Pino e Ciro;
ho fatto anche gli auguri di Buon Anno all'esponente del Cicap (il fisico che si presentò a Porta a Porta) da cui attendo da mesi un'incontro;
l'ultima risposta ricevuta dal Cicap (è recente) per valutare la mia proposta di analisi di seri dati astrali, parlava di investimenti economici per fare degli studi con me e mi chiedevano ancora di attendere con pazienza; ho risposto:”pago tutto io”.

un saluto a tutti
Marco

Astromauh ha detto...

Cari amici,
mi potete aiutare? Sono un astrologo, o forse dovrei dire un ex-astrologo perchè è da un po' di tempo che ho smesso di fare oroscopi. Mi sono bloccato,non posso continuare a fare l'astrologo se prima non riesco a dimostrare che l'astrologia è reale. Da solo, queste verifiche non posso farle, ho bisogno che qualcuno mi organizzi dei test.
Non so bene che tipo di test si potrebbe escogitare, la cosa andrebbe studiata, magari qualcuno di voi ha delle idee. Vedo che Marco Celada parla del CICAP, ma cosa c'entra il CICAP con l'astrologia? Loro dicono di essere un comitato di controllo, ma non è vero. Non sono quello che dicono di essere. Non sono affatto dalla parte della scienza, sono dalla parte dello scetticismo, che non è altro che una malattia mentale. Io sono dalla parte della scienza, perchè sono io che sento l'esigenza di un controllo, a cui non è possibile rinunciare. Senza controlli non si va da nessuna parte, non ci sto a rimanere nel ghetto delle pseudoscienze, piuttosto rinuncio a fare l'astrologo. Datemi una mano, non vi chiedo altro che di aiutarmi a testare le mie capacità, non le vostre. Se i test dovessero fallire, sarò io che avrò fallito, un mitomane che credeva di essere un astrologo. E' un rischio che mi sento di correre, che problema c'è?
Io suggerisco, di non fare queste verifiche sul blog, magari qui potremmo discutere sulle modalità con cui eseguire i test, ma poi
li facciamo altrove. Non c'è motivo di rendere pubblici dei "tentativi" di test, perchè è ovvio che inizialmente non si trattera altro che di tentativi. Ciro, l'altra volta mi hai risposto: "Metti in pratica i mie metodi e vedrai che funzionano". Penso che chiunque faccia l'astrologo, abbia la certezza che l'astrologia funzioni. Tu hai pensato che fossi un novellino alle prime armi, e che fossi ancora in una fase di innamoramento con l'astrologia. Non è cosi', convivo con l'astrologia da parecchi anni, e so benissimo a cosa ti riferisci quando parli di certezza interna della bontà dei metodi astrologici, è qualcosa che conosco anch'io molto bene. Il problema è quello di capire se questa autocertificazione, è sufficiente. Per qualcuno questo criterio di autoconvalida della bontà dei propri risultati non è sufficiente. Conosco troppo bene i meccanismi di autoinganno che vedo nel prossimo, da poter credere di esserne esente. Ho parlato troppo di "test", forse è meglio parlare di giochi, quest'anno nella mia RS c'è uno stellium in 5°, allora volete giocare con me?

cristiana ha detto...

x gianni...perche' i topolini?....siamo gia' noi del blog e tanti altri al di fuori le cavie per le RS o RSM...senza contare i vari testi di Discepolo,pieni di testimonianze...e comunque se ne vuoi di ulteriori.. semplice...basta che tu provi a fare una ricerca tramite google indicando come argomento le Rivoluzioni Solari,troverai parecchie testimonianze in alcuni forum ...

Cri:)

Astromauh ha detto...

Marco, ma gli auguri di capodanno al fisico del CICAP, glieli hai fatti perchè pensi che portino male? ;-)
Il CICAP è una BUFALA.
Come credo sappiate, il CICAP basa la propria stessa esistenza sul premio di J.Randi di un milione di dollari.
Il premio viene usato dal CICAP come una prova dell'inconsistenza dell'astrologia.
Sono andato a curiosare sul sito di J.Randi, per verificare i metodi con cui questo signore intende verificare l'astrologia, ed ho trovato una pagina molto interessante che trovate qui:

http://forums.randi.org/showthread.php?t=41120

Vi consiglio di salvarne una copia sul vostro PC.

In questa pagina c'è un dialogo tra un astrologo ed un funzionario dell'organizzazione di J.Randi, in cui vengono discusse le procedure da adottare nella conduzione di un test, che alla fine non verrà fatto. Si tratta di un matching-test, in cui l'astrologo (o presunto tale), avrebbe dovuto abbinare correttamente un certo numero di date di nascita con altrettanti questionari contenenti le risposte delle persone nate in quelle date.
Metodo senz'altro valido per una verifica sperimentale dell'astrologia.
Il problema è tutto nel numero di abbinamenti richiesti.
Secondo J.Randi l'astrologo avrebbe dovuto cercare di abbinare 12 questionari con 12 oroscopi, e sarebbe stato considerato un successo anche una prova con 10 abbinamenti corretti su 12.

And by the way, 10 "hits" out of 12 attempts would suffice.

Nel caso la prova fosse stata superata, sarebbe stata ripetuta una seconda volta, ed in caso di successo l'astrologo avrebbe vinto il premio.

Quante sono però, le probabilità che qualcuno riesca a superare le due prove richieste?

Dobbiamo calcolare il numero delle permutazioni possibili di 12 elementi che sono 12! (dodici fattoriale) ossia:
1x2x3x4x5x6x7x8x9x10x11x12= 479.001.600

Le probabilità di indovinare perfettamente tutti gli abbinamenti questionari-oroscopi sono 1 su 479.001.600
a cui vanno aggiunte le 66 possibili combinazioni con almeno 10 abbinamenti corretti, per cui le probabilità di superare la prima prova sono
1 + 66 = 67 / 479.001.600 ossia 1 probabilità su circa 7.149.277

Le prove da superare sono due, quindi le probabilità di successo complessive sono 7.149.277 x 7.149.277 = 51.112.170.372.590

C'è quindi c'è 1 una sola possibilità di successo contro 50 mila miliardi (50.000.000.000.000) di probabilità contrarie.

Il test di James Randi è impossibile!

Naturalmente un test dovrebbe essere difficile, altrimenti qualcuno potrebbe superarlo per puro caso, ma questo numero, 51.112.170.372.590
(50 mila miliardi), significa che quello di cui stiamo parlando non è un test sull'astrologia, è un trucchetto da prestigiatore.

L'astrologo, come si legge nella pagina che vi ho segnalato, aveva chiesto uno sconto, ma Randi non glielo ha concesso.

Regarding "setting the bar high" for what the JREF would consider a successful demonstration of your claim, well, yes, we do set the bar high, but not inappropriately so (in our opinion), considering the Million Dollar Prize we offer in return.

Questo test è impossibile, e se le scienze "ufficiali" venissero sottoposte ad un simile test, fallirebbero tutte miseramente, e diventerebbero anch'esse delle pseudo scienze.

Non credo che nessun astrologo asserisca di avere la sfera di cristallo, e nessuno di noi ha il dono dell'infallibilità.

E nemmeno affermiamo che nella carta del cielo c'è TUTTO ciò che riguarda una persona, perchè il carattere delle persone dipende da tanti altri fattori, genetici, ambientali, esperienze vissute, casi imponderabili ecc. ecc.

Questi fattori vanno considerati ed infatti è proprio questo che facciamo normalmente quando interpretiamo un oroscopo, magari anche senza esserne del tutto consapevoli, instaurando una comunicazione con la persona che ci sta consultando.

Qui però si tratta di un test, e queste informazioni aggiuntive a cui ricorriamo normalmente, sono escluse intenzionalmente, per verificare se le carte del cielo, contengono effettivamente alcune informazioni, che permettono agli astrologi di formulare le interpretazioni.
Ed in questo caso, è solo possibile fare delle previsioni probabilistiche, che possono rivelarsi esatte in modo statistico, ma non certo assoluto.

Lo scopo di un test serio dovrebbe essere quello di accertare se ci sono alcuni astrologi (non necessariamente tutti) che siano effettivamente in grado di fare meglio del caso, e che riescono ad ottenere dei risultati positivi in modo continuativo.

Questa è invece solo una truffa, architettata anche piuttosto male, perchè credo che sia evidente a tutti, che un test che ha una sola probabilità su 50 mila miliardi di essere superato, è una sciocchezza colossale. La cosa che è veramente incredibile, è che ci sono migliaia di persone che credono che il CICAP e J.Randi, siano una specie di difensori della razionalità e della scienza.

Non so se vi è chiara la mostrosuità di questo test, che è tanto difficile quanto imbroccare il 6 al superenalotto per due settimane consecutive giocando un sistemino da 80 euro.
Pensate che le probabilità di fare 13 al totocalcio sono 1 su 1.594.323

E' questa la scienza a cui fa riferimento il CICAP?
No, chiaramente questo non ha nulla a che fare con la scienza.

Ciro, io la notizia l'ho trovata, vorresti occuparti tu di divulgarla, come merita?

Dobbiamo sbugiardare questi impostori, questi scentisti ignoranti e calunniatori.

Salvate una copia della pagina che vi ho segnalato, J.Randi è un prestigiatore ed è molto bravo nel far sparire le cose.

Saluti a tutti.

Maurizio

francesca76 ha detto...

Ciao ASTROMAUH. Non sei un astrologo. Perchè se sei un astrologo sai che è colpa di qualche transito se non hai i clienti che vorresti...risolvi il problema con una RSM per il tuo prox compleanno...E lo scetticismo, in sè, non è una malattia mentale: come astrologo devi sapere che devono esistere gli scettici a questo mondo.
Poi, in una carta natale C'E' TUTTO quello che riguarda una persona...
Il modo naturale di fronteggiare il CICAP è continuare a studiare e diffondere l'Astrologia, aspettando il CICAP al varco (perchè le stelle girano, e prima o poi sarà il turno dell'Astrologia di star su e del CICAP di farsi da parte).
Questo è mio pensiero personale.

francesca76 ha detto...

A proposito di verifiche...Astromauh hai qualche pianeta tra 15° Leone e 15° Vergine?

pasquale iacuvelle ha detto...

A volte penso di fare pensieri strani originali molto eccentrici,poi leggendo alcuni post mi rendo conto che sono normale che bello!!

doriana ha detto...

Beato te Pasquale carissimo...
Io a volte penso di fare pensieri strani, originali, eccentrici,poi mi guardo intorno e capisco che... è davvero così....
Caro ASTROMAUH, io davvero non posso aiutarti per quello che chiedi... ma è poi così importante??
Dubiti e va bene (immagino significhi che pensi... pensa che orrore una vita di certezze incrollabili, che mai vengono messe in discussione...)... tenta ogni giorno, vivendo, con coerenza, di dimostrare la validità di queste teorie...
Non credo ci sia esperimento più efficace...
Un saluto a tutti

Marco Celada ha detto...

Astronauth,

ti ripetiamo: "metti in pratica i metodi della scuola di Astrologia Attiva e vedrai che funzionano"; sinceramente non capisco il tuo problema.

Marco

Amarti ha detto...

Per Astromauh

Tu pensi, da astrologo, che ci possa essere del falso nell'astrologia. Io penso, da scienziato, che potrebbe esserci del vero. Mi sembra una bella occasione di dialogo (più unica che rara)...

Quanto dici sull'esperimento di Randi è sbagliato. Le probabilità non sono 12! perchè gli eventi non sono indipendenti: dopo che hai associato una carta ad un individuo te ne resta una di meno (11) da assegnare ad altre 11. E così via. Per chiarire: l'ultima che ti resta va abbinata all'ultimo individuo ancora non abbinato e le scelte sono solo UNA.
La corretta probabilità di azzeccare "alla cieca" TUTTI gli abbinamenti è di

1/12*12+11*11+10*10+9*9+8*8+7*7+6*6+5*5+4*4+3*3+2*2+1, pari a 1/650, ma quella per passare semplicemente il test (10 abbinamenti) è di 1/385: anche troppo "pericoloso" per il signor Randi!
Per questo fa rifare il test ("perchè non sia un caso"!)
Se pensi che ci sono astrologi che pensano che "in una carta natale C'E' TUTTO quello che riguarda una persona...", capisci che agli occhi di Randi sarebbe banale per un bravo astrologo superare il test e intascare il malloppo.

Ho idee un po' più pratiche per verificare l'astrologia. Se vuoi ne parliamo: amartigliani@nonme.hotmail.com (togliendo "non me", naturalmente)

Astromauh ha detto...

x Amarti

Perchè dici di essere uno scienziato, hai una laurea in scienze dello spettacolo? Sei molto bravo, infatti stai dando proprio un bello spettacolo.

Le probabilità di superare il test di Randi, sono quelle che ho calcolato io.

1/ 51.112.170.372.590

Una probabilità su cinquantamilamiliardi

Debbo dire che il sospetto che tu non fossi un vero scienziato, mi era già venuto quando ho letto il tuo post sugli influssi gravitazionali dei pianeti.

Sintetizzando il tuo ragionamento, praticamente affermavi che l'astrologia non può essere vera, perchè non conosci il meccanismo che la possa spiegare.

Non riesco ad immaginare nulla di maggiormente antiscientifico di questo modo di ragionare.

Il fatto che non sia nota la spiegazione di un fenomeno, non può essere il criterio per stabilirne l'esistenza.

L'esistenza di un fenomeno si accerta verificando se questo fenomeno si produce oppure no.

Un criterio potrebbe essere quello di verificare se gli astrologi riescono a formulare delle previsioni che si avverano.

Se ci riescono, il fenomeno esiste, se non ci riescono il fenomeno potrebbe ancora esistere, perchè questo potrebbe spiegarsi con la poca conoscenza del fenomeno da parte degli astrologi.

In questo caso, bisognerebbe capire perchè gli astrologi sbagliano e continuare a cercare.

Vedi Amarti, l'astrologia NON può non esistere, io non riesco proprio ad immaginare un meccanismo che potrebbe rendere gll uomini estranei, al mondo da cui sono stati generati.

Come potremmo non essere in relazione al mondo che ci ha plasmato cosi' come siamo?

http://it.youtube.com/watch?v=AnwoXboQDKE

Guardare questo video, è per me sufficiente, per rendermi conto che NON può non esistere una relazione strettissima tra me e il mondo che ha permesso la mia esistenza.

La necessità logica dell'esistenza dell'astrologia è superiore ai risultati delle verifiche sperimentali.

Io credo fermamente nel metodo sperimentale, ma alla sua versione originale e non alla sua versione distorta. Una cosa non provata resta una cosa non provata, e non diventa una cosa inesistente.

Gli esempi che fa Ciro, a proposito del tabacco ed ai danni alla salute che esso comporta sono molto chiari. Il fatto che 40 anni fa non ci fossero le prove scientifiche della sua nocività, di sicuro non vuol dire che allora non fosse nocivo.

Io ho iniziato a fumare proprio 40 anni fa, senza conoscere gli studi scientifici sull'argomento, comprando le sigarette sfuse dal tabaccaio. Oggi se qualcuno vedesse un tabaccaio vendere delle sigarette sfuse ad un bambino di 11anni, chiamerebbe i carabinieri. Allora era normale, ed io ragazzino undicenne che di certo non avevo letto gli studi scentifici che assolvevano il tabacco, sapevo benissimo che le sigarette facevano male.

Come è possibile pensare che una cosa che ti fa tossire, lacrimare, e che ti stordisce non faccia male? Lo sapevo perfettamente che mi faceva male, e che stavo facendo una grossa stupidaggine di cui un giorno mi sarei pentito.

Perchè gli scienziati non l'hanno chiesto a me, glielo avrei detto che il fumo faceva male.

Un tempo c'erano gli aristotelici che credevano che una cosa non fosse vera se non l'aveva detta Aristotele, oggi ci sono degli scienziati che pensano che una cosa non sia vera se non è stata provata.

In entrambi i casi gli errori non sono di Aristotele o di Galilei, ma di coloro che ne deformano il pensiero.

Il fatto che tu faccia notare, che la distanza dei pianeti dalla Terra, vari moltissimo specialmente nel caso di Venere e di Marte, è effettivamente interessante, a condizione che tu non lo usi come argomento per prenderti gioco dell'astrologia.

Chi ti ha detto che non ne teniamo conto?

Noi prendiamo in considerazione anche la distanza dei pianeti dalla Terra.

Ad esempio, Marte in Toro quando si trova alla distanza minima dalla Terra, è diverso da Marte in Toro quando si trova alla distanza massima della Terra.

Nel primo caso si tratta di un Marte in Toro in opposizione al Sole in Scorpione e nel secondo caso si tratta di un Marte in Toro in congiunzione al Sole in Toro.

Per cui, per noi astrologi, non si tratta dello stesso Marte in Toro, perchè lo consideriamo in modo diverso proprio tenendo conto della sua distanza dalla Terra.

Astromauh ha detto...

Francesca sullo scetticismo mi sono espresso male, perchè in realtà alludevo allo scetticismo del CICAP, che è al contrario una forma di dogmatismo. Loro non dubitano affatto, hanno invece molte certezze, e sebbene si dichiarano possibilisti, mi sembra abbastanza evidente che non sia cosi'.

Una identità tra la carta del cielo e la persona nata sotto quel cielo non può esistere. Questo dovrebbe essere evidente a tutti.
Pensi forse di assomigliare ad una gatta che è nata dove e quando sei nata tu?

Due carte del cielo identiche, si possono interpretare in modo diverso, perchè non esiste un rapporto di identità tra le persone e la carta del cielo.

Lo so, gli astrologi molto spesso se ne dimenticano, e finiscono con il pensare che tra le carte del cielo e le persone ci sia un vero e proprio rapporto di identità.

Tutto infatti sembra corrispondere, gli elementi delle carta del cielo combaciano perfettamente con le caratteriste psicologiche e gli avvenimenti della vita della persona a cui questa carta del cielo appartiene.

Infatti tutto corrisponde, ma non c'è TUTTO nella carta del cielo.

Se io ti portassi una carta del cielo di un gatto e quella di un bambino, tu non saresti in grado di stabilire quale delle due è quella del bambino e quale è quella del gatto.

Se non è possibile distinguere la carta del cielo di un bambino, da quella di un gatto, significa che nella carta del cielo non c'è nulla?

I gatti sono molto diversi dalle persone, quindi ci si aspetterebbe che questa differenza cosi' macroscopica, dovrebbe risultare in modo molto evidente, da una carta del cielo, ed invece questa informazione basilare nella carta del cielo non c'è.

Oppure sei convinta di riuscire a distinguere la carta del cielo di un gatto da quella di un bambino?

Allora nell'astrologia non c'è nulla, sono tutti pazzi gli astrologi?

No, nella carta del cielo, piuttosto che esserci la persona che è nata sotto quel cielo, c'è l'onda di quel momento.

Chi nasce, non può nascere in contrasto con questa onda, però l'essenza di ciò che è dipende anche da altro.

Ad esempio, le cose che galleggiano sul mare, si alzano e si abbassano a secondo delle onde, però osservando soltanto le onde, non si può riuscire a stabilire che cos'è che effettivamente sta galleggiando.

Debbo interrompermi, continuerò il mio discorso più tardi.

Qui c'è la pagina che calcola le probabilità dei matching test:

http://www.astrionline.it/ciro/amici.aspx

ciao

Amarti ha detto...

Astromauh,

nessuno dice che una cosa non provata non esiste. Potrebbe anche essere, ma non se ne può dire nulla. E l'astrologia non è provata. Il fatto che molti ci credono (e tu stesso conosci le insidie dell'autoinganno) non è una prova. Può essere al massimo un motivo per cercare di capire cosa ci stia dietro. Ed è per questo che sono qui.

Cosa stia alla base della tua convinzione non mi è chiaro. Ti basta sapere che siamo nati nell'universo per credere che siamo influenzati da esso. Ma l'astrologia non è nata su questa base: è una tua rilettura in chiave filo-scientifica. E in ogni caso è una tua impressione, una tua opinione. Ho visto persone impressionabili esprimere giudizi sbagliati di fronte a visioni meno meravigliose di quel filmato. Indotti in errore da pregiudizi. E se pure fosse vero, perchè non dovrebbe influenzarci a maggior ragione il nucleo della nostra galassia madre, la Via Lattea, che esercita su di noi forze molto maggiori di Plutone? E perchè, se anche esistessero influssi, dovrebbero essere proprio quelli considerati dall'astrologia? I pianeti non sono divnità. Marte non è il dio della guerra, è un sasso intermedio, come grandezza, tra la Terra e la Luna. Quindi che c'entra l'aggressività? Sono le basi stesse dell'astrologia ad essere molto dubbie...
Il fatto che l'astrologia non spiega l'origine delle influenze che presuppone non significa, e qui hai ragione, che siano sbagliate, ma questo non è un motivo per credere che siano reali. E perciò mi sembra che la natura delle influenze sia un buon punto di partenza per interrogarsi sulla validità dell'astrologia.
Ma alla fine la prova vera la può dare solo un astrologo architettando un test che dia una prova indubbia non solo per lui che ci crede ma anche per chi non ci crede (e se ne possono inventare a iosa).

Insomma, le prove non sono opinioni (e viceversa). Una volta che sono state prodotte chiudono le bocche perchè placano gli interrogativi. A me basterebbe; così come a te basta, diciamo, il moto di una sonda tra i pianeti per prendere sul serio la legge di gravitazione universale. Una volta che c'è una prova incontrovertibile si smette di interrogarsi sul "presunto" fenomeno. Sull'astrologia invece non cessano gli interrogativi scettici. Perchè non è mai stata provata.

Non dico ancora che l'astrologia è tutta un'illusione, ma che sin qui è solo un discorso senza prove convincenti (dico "convincenti per tutti", naturalmente: c'è chi crede anche agli gnomi, o a Wanna Marchi, per dire).

A proposito di Marte vicino/lontano, provi da solo che la distanza NON viene presa in considerazione dagli astrologi (ma io non lo dicevo, lo chiedevo!), mostrando che se ne considera solo l'aspetto col Sole e non una sua intrinseca variazione (anche Plutone, per esempio, può essere in cong./opp. col Sole, cosa considerata dall'astrologia, ma senza variare altrettanto la sua distanza dalla Terra: o è sbagliato il modo in cui si considerano le cong./opp. di Plutone col Sole o è sbagliato quello per Marte).
Cong./opp. sono l'unica possibile variazione considerata dall'astrologia proprio perchè essa nasce quando non si sospettava che i pianeti mutassero la propria distanza dalla Terra.

Per il resto, se non ti basta la prova matematica per capire che il calcolo delle probabilità che hai fatto è sbagliato, dubito che tu sia realmente pronto a uscire dal tuo scetticismo del tuo primo post.

PS l'uso che fai del video di YouTube mi ha fatto venire in mente questo. Libera associazione di idee http://www.youtube.com/watch?v=b4XfzZXb_C4

Astromauh ha detto...

Non avete dei commenti sul test di Randi? I miei calcoli naturalmente sono esatti.
Un tempo gli astrologi venivano chiamati matematici, le due parole erano dei sinonimi.

Gli scettici a quanto pare non sanno contare. La cosa divertente e che sulla pagina del sito di Randi, inizialmente veniva richiesto all'astrologo di abbinare correttamente almeno 11oroscopi su 12, e hanno continuato a parlare di 11 abbinamenti validi su 12 per lunghissimo tempo.

Naturalmente non è possibile commettere un solo errore, perchè se si commette un errore questi debbono essere necessariamente almeno 2.

Non vi sembra che pretendere di testare l'astrologia con un matching-test che ha una sola possibilità su 50 mila miliardi, di riuscita sia una assurdità?

Amarti ha detto...

Astromauh, dici: "Non vi sembra che pretendere di testare l'astrologia con un matching-test che ha una sola possibilità su 50 mila miliardi, di riuscita sia una assurdità?"
A parte che non ho capito la tua proposta al riguardo, forse dovresti riflettere un attimo su quello che dici.
Abbinare, per dire, 12 stati europei a 12 capitali per te è un "un matching-test che ha una sola possibilità su 50 mila miliardi, di riuscita"?
Certamente no (spero!): basta aver fatto le scuole medie per superarlo! Allora la logica vuole che basta che l'astrologia funzioni per superare il suo test: mica devi scegliere a caso!

(Mai mi sarei immaginato di difendere Randi...)

Sembri voler mandare il discorso a ramengo. L'hai fatto con la distanza di Marte e l'hai fatto con il discorso sulla scienza. Ma non eri tu lo scettico che temeva che le apparenti conferme dell'astrologia provenissero dall'"autoinganno" (parola tua)?

Un tempo si credeva che i segni esistessero e che la Terra fosse circondata dai pianeti su orbite circolari. E l'astrologia poteva non apparire così implausibile. Come si può ignorare, oggi, che i segni non esistono fisicamente (nel senso che non "esistono" più di quanto esistano i "mesi" del calendario), e che i pianeti (che sono innumerevoli) girano attorno al Sole e su orbite molto irregolari rispetto alla Terra? Il cosmo di un tempo, quello aristotelico, non esiste più: è ragionevole quindi chiedersi come mai le regole dell'astrologia non cambino.
Non è l'unico problema strutturale dell'astrologia, e, tutto considerato, nemmeno il più grave, ma non mi sembra naturale far finta di niente e tirare innanzi (a chiacchiere). Sbaglio forse? A te non fa pensare a un paraocchi per vedere solo ciò che fa comodo?

Astromauh ha detto...

Discutere con qualcuno, che è convinto, che le probabilità di riuscire ad associare correttamente le 12 capitali del pianeta Banthemal, con le rispettive 12 nazioni, siano 1/650, quano in realtà sono 1/479.001.600 è naturalmente una cosa priva di qualsiasi utilità.


Il Maestro ha perfettamente ragione.



Mi dispiace di non potere amarti.


Addio

Astromauh ha detto...

Io non ho mai detto che l'astrologia è falsa.

Non si può assolutamente discutere con questo genere di persone, che travisano in continuazione quello che uno dice.

Non ho certo il tempo di mettermi a rettificare tutte le affermazioni che mi vengono attribuite.

Come potrei asserire che l'astrologia è falsa?

Su una cosa hai ragione Francesca76, io non sono un astrologo, io sono l'astrologia.

Per me l'astrologia non è un hobby, e non è un lavoro, per me è l'aria che respiro.

E' talmente viscerale la passione che mi lega a questa SCIENZA, che mi rimane difficile distinguere tra lei è me, mi identifico in essa, sino al punto da ritenere che siamo la stessa cosa.

Se tu veramente ritieni che nella carta del cielo, ci sia TUTTO, vuol dire che stai ridicolizzando, la mia scienza, e che vuoi trasformarla in una burletta.

La mia scienza è una cosa serissima, e non permetto a nessuno di diffamarla, ne agli scettici, ne agli astrologi.

Maurizio

gianni ha detto...

Cara Cristiana, ti ringrazio per non avermi invitato ad andare in un altro blog. Meriti una risposta. Conosco e seguo Ciro da circa trent'anni ormai, giorni fa, mi sono regalato Aladino, quindi capisci, che per me le Rivoluzioni Solari non sono in discussione. Parlavo d'altro, mi spiace che il buttafuori del blog non se ne sia accorto. In parte è colpa mia, frequento poco il blog, e non mi sono accorto, che in questo periodo, ci sono persone, che stanno cercando di fare amicizia con noi, nel modo sbagliato, forse sono stato confuso con uno diloro.
I topolini. Se a te capita marte in 12 cerchi di evitarlo, non di beccartelo, per vedere che effetto ti fa. Con i topolini si potrebbe vedere, per esempio quale organo verrà colpito, non per "dimostrare" a chicchessia, ma per pura e semplice Conoscenza. Poi perchè questa fobia per le "dimostrazioni scientifiche"??? e le statistiche di Ciro, dove le mettiamo??? Astral Detector funziona con degli algoritmi matematici, non con la sfera di cristallo...Comunque, a quanto pare i topolini possono dormire sonni tranquilli.

cristiana ha detto...

Ciao Gianni..beato te che hai Aladino :)...io scrivo in un forum di astrologia, dove seguo prevalentemente la sezione previsioni...percio' le RS....di casi, per esempio con marte in 12@ ne ho visti tanti...percio' ti dicevo di fare una verifica con google, poiche' so per certo che ci varie testimonianze sulle rs ....ho capito cosa intendi...ma basta un a rs non fatta bene di un anno X che potrebbe insorgere una malattia silenziosa come il tumore , per poi accorgersene anni dopo....mio padre e' morto di tumore allo stomaco e dalla sua carta natale gia' si vedeva la predisposizione a tale malattia...e' mio pensiero , che ,se mio padre fosse partito ogni anno per una RSM mirata per la salute , ad oggi probabile potesse essere ancora qui accanto a me e/o perlomeno si poteva tardare di parecchio l'insorgere della malattia, oppure prendere in tempo il tumore allo stomaco....non posso darti l'indirizzo pubblicamente del sito dove scrivo , ma se vuoi questa e' la mia mail rivsol@libero.it e in privato ti daro' il link di riferimento..

Cri:)

Astromauh ha detto...

Gianni,
alludi a me quando parli di persone che stanno cercando di fare amicizia con voi nel modo sbagliato?

Io, infatti vorrei fare amicizia, ma perchè dici nel modo sbagliato?

Anch'io temo di essere confuso con qualcun altro, giusto per essere chiari con Amarti è un semplice disturbatore, che non ha nulla a che fare con me, e da cui mi dissocio nella maniera più assoluta.

Io sono un astrologo, che avendo praticato l'astrologia per una trentina di anni, so perfettamente che l'astrologia è reale e funziona.

Però, mi chiedo, come mai il mondo non se ne accorge? Perchè l'astrologia viene rifiutata dalla scienza?

Se noi astrologi siamo in grado di fare quello che asseriamo di riuscire a fare, perchè dovrebbe essere cosi' difficile riuscire a dimostrarlo?

So perfettamente che d'altra parte della barricata, c'è un muro di basato sul pregiudizio, e dei ciechi che non vogliono vedere.

Sapere che esiste questo muro, però per me non significa, che debbo girare le spalle ed andarmene da un altra parte.

Se un piccone non è abbastanza per abbattere questo muro, allora userò la dinamite.

Però, poi guardo da questa parte del muro, e quello che vedo non mi piace.

Vedo degli atteggiamenti fideistici, e vedo il rifiuto all'utilizzo dei metodi della scienza.

La tua idea delle cavie, mi piace moltissimo, perchè se parli di topolini, vuoi dire che come me ritieni che sia necessario fare degli esperimenti.

Se sto cercano di fare amicizia con voi è proprio per questa ragione, vorrei cercare di sensibilizzarvi sulla necessità di adottare il metodo scientifico.

Dobbiamo farlo, in modo più rigoroso, di quanto non lo facciono i nostri nemici.

L'obbietttivo non è semplicemente quello di sconfiggere loro, ma anche quello di migliorare l'astrologia.

Se debbo prendere un aereo, per mettere Marte in una certa posizione, nella mia RSM, vorrei avere una ragionevole certezza che sto facendo bene, e non che magari la cosa sia più dannosa che salutare.

Piuttosto però, che sperimentare le RS, mi interesserebbe sperimentare qualcosa di più basilare, ossia la possibilità di prevedere il carattere delle persone.

Francesca, asserisce che nella carta del cielo c'è tutto.
Se fosse vero quello che dice, non avrebbe difficoltà a superare un semplice test.

Gli diamo i dati di nascita, di 4 persone della stessa età e dello stesso sesso, e le diamo 4 schede con delle informazioni riguardanti queste persone.

Le informazioni che le diamo, sono decise da Francesca, sarà lei a chiederci cosa vuole sapere di queste persone.

Poi le chiediamo di abbinare le 4 carte del cielo, con le 4 schede, e vediamo che succede.

Le probabilità di abbinare in modo corretto 4 elementi sono 4! fattoriale ossia 1/24.

Io scommetto che non ce la fa, ad abbinarli correttamente.

Per prima cosa, vorrei verificare come stanno effettivamente le cose, e se come prevedo non riuscirà a superare questo semplice test, vorrei capirlo proprio perchè ritengo che l'astrologia sia fondamentalmente valida.

Possibile che non si possa fare questo semplice test?

Qualcuno potrebbe pensare che non vogliamo farlo, proprio perchè sappiamo che non riuscirebbe.

Volete, sottoporre me il test?

Io voglio provare, vediamo cosa succede.

gianni ha detto...

Caro Astromauh, non alludevo a te.
La Scienza non ammetterà mai l'Astrologia, perchè molti baroni perderebbero un po del loro potere, (e dei loro finanziamenti)perchè dovrebbero dividerlo/i con gli ultimi arrivati, cioè con gli Astrologi.

Astromauh ha detto...

Se noi riuscissimo a superare il test che ho proposto sopra un giorno si ed un altro no, la scienza sarebbe costretta, ad ammettere di essersi sbagliata.

Secondo me, qui si fa un po' di confusione, non potete pensare che la scienza sia rappresentata da questi loschi personaggi del CICAP.

Tra i rappresentanti della scienza, ci sono anche persone intelligenti e per bene.

Non dipingiamo il diavolo più brutto di quello che realmente è.

Gli scienziati ovviamente vanno soggetti a dei pregiudizi, sono degli esseri umani.

Se noi riuscissimo ad aumentare l'evidenza delle prove a sostegno dell'astrologia, ad un certo punto nessuno potrebbe far finta di non vedere.

Astromauh ha detto...

Sinceramente mi aspettavo che qualcuno facesse dei commenti a proposito del test di J.Randi.

In questa pagina si leggono le modalità del test:

http://forums.randi.org/showthread.php?t=41120

All'astrologo vengono richiesti almeno 10 abbinamenti corretti su 12, e di ripetere la prova 2 volte.

La difficoltà di questo test è inverosimile, perchè le probabilità di risolverlo per puro caso sono 1 su 50 mila miliardi.

Sinceramente mi aspettavo che Marco Celada rifacesse i calcoli e confermasse che le cose stanno effettivamente cosi'.

Adesso è capitato che un personaggio su questo blog, mette in dubbio la bontà dei miei calcoli, perchè secondo lui il grado di difficoltà insito nel test sarebbe molto minore.

La matematica però per fortuna non è questione di opinioni, e adesso vi spiego megliocome si calcolano le probabilità in un matching-test.

Tutto dipende dal numero di oroscopi e schede del test, che chiamiamo N.

Se N=1 vuol dire che abbiamo 1 oroscopo ed 1 scheda. E' impossibile quindi sbagliarsi perchè quell'oroscopo deve riferirsi necessariamente a quella persona.

Se N= 2

Ci sono 2 possibilità che sono:

1 2
2 1

Se N= 3

ci sono 6 possibilità che sono:

3 1 2
3 2 1

1 3 2
2 3 1

1 2 3
2 1 3

Se N= 4
le possibilità diventano 24

4 3 1 2
4 3 2 1
4 1 3 2
4 2 3 1
4 1 2 3
4 2 1 3

3 4 1 2
3 4 2 1
1 4 3 2
2 4 3 1
1 4 2 3
2 4 1 3

3 1 4 2
3 2 4 1
1 3 4 2
2 3 4 1
1 2 4 3
2 1 4 3

3 1 2 4
3 2 1 4
1 3 2 4
2 3 1 4
1 2 3 4
2 1 3 4

Quante sono le possibilità per
N=5?

Piuttosto che continuare a riempire di numeri questo post, conviene andare a vedere che cosa abbiamo trovato sino a questo momento.

N N!(Possibili Combinazioni)

1 ......... 1
2 ......... 2
3 ......... 3
4 ......... 24

N!(1) = 1
N!(2) = 1 * 2 = 2
N!(3) = 1 * 2 * 3 = 6
N!(4) = 1 * 2 * 3 * 4 = 24

Per cui

N!(5) = 1 * 2 * 3 * 4 * 5 = 120
N!(6) = 1*2*3*4*5*6 = 720
N!(7) = 1*2*3*4*5*6*7=5040
N!(8) = 1*2*3*4*5*6*7*8=40320
N!(9)= 40320 * 9 = 362880
N!(10)= 362880 * 10 = 3628800
N!(11)=3628800 * 11 = 39916800
N!(12)=39916800 * 12 = 479001600

Abbinare correttamente 12 oroscopi con 12 schede, significa scegliere la soluzione corretta tra 479001600possibili soluzioni.

Si tratta decisamente di un compito impossibile, ad ogni modo Randi diceva che avrebbe ritenuto valida anche una prova con solo 10 abbinamenti corretti su 12.

Questo rende la prova leggermente più facile perchè tra le 479001600
combinazioni possibili ce ne sono 66 che contengono 10 risultati corretti e due errati.

(Fare 11 abbinamenti corretti non è possibile)

Questo numero 66 si ottiene da
1+2+3+4+5+6+7+8+9+10+11 = 66
ossia sommando tutti i numeri da 1 a (N-1).

Potete controllare questa regola verificandola con le serie basse che ho messo sopra.

Quindi c'è 1 soluzione con tutti e 12 i risultati corretti, e 66 soluzioni con 10 risultati corretti, che sono comunque ritenute valide.

Abbiamo quindi complessivamente 1 + 66 = 67 valide sulle 479001600 possibili.

Le probabilità di superare il test sono quindi:

67/ 479001600

ossia 1 /(479001600/67)

ossia 1 / 7149277

Però se anche abbiamo superato questa prova, questo non basta ancora, perchè occorre superarla per una seconda volta.

Le probabilità complessive sono quindi date dal quadrato di quelle necessarie per una sola prova.

Il quadrato di 7149277 è
51112161622729.

Le probabilità di superare questo test per puro caso sono quindi:
1/51112161622729

1/cinquantamilamiliardi

1.95 e-14

0,0000000000000195

ossia NESSUNA.

Astromauh ha detto...

A questo punto però qualcuno dirà:

"Ma che problema c'è, a superare un test del genere? Se è vero che gli astrologi ricavano delle informazioni dalle carte del cielo, allora è un gioco da ragazzi, abbinare correttamente i 12 oroscopi con le 12 schede.

Il numero delle probabilità 1 su 50milamiliardi, si riferisce alle probabilità di riuscire a fare gli abbinamenti per puro caso, ma voi astrologi non dite di fare gli oroscopi basandovi sul caso, voi dite di ricavarli dalle carte del cielo."


Però, non è vero che gli astrologi asseriscono di ricavare TUTTE le informazioni riguardanti una persona dalla carta del cielo.

Ci sono naturalmente altri fattori che sono indipendenti dalla carta del cielo, che contribuiscono a determinare la personalità e gli eventi della vita delle persone.

Gli astrologi asseriscono di ricavare ALCUNE informazioni dalle carte del cielo, non TUTTE le informazioni.

Il CICAP & co. NON dice l'astrologia funziona POCO, loro dicono l'astrologia NON funziona per NIENTE.

Se qualcuno potesse superare il test di Randi, non dimostrerebbe semplicemente che l'astrologia funziona, ma dimostrebbe che l'astrologia funziona meglio di ogni altra cosa.

La logica di questo test è la seguente:

Tu dici di essere bravo nel salto in alto? Noi siamo scettici, non crediamo nell'esistenza del salto in alto. Se vuoi provare che il salto in alto esiste e non è una baggianata, devi saltare questo palazzo di 11 piani e devi farlo con una gamba legata.

Se nessuno riesce a saltare un palazzo di 11 piani con una gamba legata, questa è la prova che il salto in alto non esiste.

Astromauh ha detto...

Potete calcolare tutte le probabiltà dei matching-test, sul mio sito, alla pagina seguente:

http://www.astrionline.it/ciro/amici.aspx


Se qualcuno nonostante la mia spiegazione, avesse ancora qualche dubbio sulla correttezza dei calcoli, può consultare anche questa discussione a cui ho partecipato su un sito di ASTROFILI e matematici.

http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=21335

Ciro, mi farebbe piacere che pubblicizassi quanto più è possibile, tutto ciò che ho spiegato nel tuo blog.

Facciamo del 2009 l'anno dell'astrologia.

Non è possibile che il CICAP, continui a diffamarci con la storiella del premio di un milione di dollari, di J.Randi.

Se non lo avete ancora fatto, consiglierei a tutti di salvate sul vostro PC, la discussione originale tra l'astrologo è Randi, che si trova sul sito di Randi, prima che la facciano sparire.

http://forums.randi.org/showthread.php?t=41120

ciao a tutti

Maurizio

gianni ha detto...

Astromauh, non esistono due carte del cielo identiche. Anche i gemelli monozigoti nascono a qualche minuto l'uno dall'altro. Ti ricordo, che un grado è formato da sessanta primi, e un primo da sessanta secondi. Se trovassero il modo di farli uscire tutti e due assieme, nascerebbero comunque in punti diversi: uno qualche centimetro più a nord o a est. In un determinato punto del tempo e dello spazio, può nascere solo una persona. Interessanti i tuoi calcoli. Scusa, ma anzichè arrabbattarsi tanto in calcoli e discussioni, perchè non facciamo una bella simulazione. Secondo me, se il test
prevede la possibilità di fare domande sulla vita passata delle 12 persone da esaminare, tipo, incidenti, interventi chirurgici ecc. la cosa è fattibilissima.

Astromauh ha detto...

Gianni, hai ragione, non si può nascere nello stesso spazio-tempo di un'altra persona.

Però gli orari di nascita sono SEMPRE sbagliati, e gli astrologi tengono anche conto in modo approssimato delle coordinate terresti.

Se fosse indispensabile avere un orario di nascita preciso per fare gli oroscopi, gli oroscopi non si potrebbero fare.

Supponiamo che ci siano 4 bambini che nascono contemporaneamente in 4 stanze dello stesso ospedale, la loro carta del cielo è identica.

Non c'è però motivo di credere che questi bambini siano identici, e che avranno un identico destino.

Se questi bambini, una volta cresciuti venissero da me per farsi leggere l'oroscopo, io direi a ciascuno di essi delle cose diverse.

La stessa carta del cielo si può interpretare in modi diversi.

Ed è questo che rende impossibile il test con 12 soggetti, basterebbe provare e te ne accorgeresti.

Dei test con 4 o 5 oroscopi potrebbero invece funzionare, e mi piacerebbe misurare il dato oggettivo che realmente c'è nelle carte del cielo.