mercoledì 20 maggio 2009

Meglio il nord della Svezia o le Mauritius?


Ieri giornata abbastanza elettrica dove, tuttavia, credo che abbiano tenuto il campo soprattutto alcune piccole incomprensioni e sono dell’idea che tutti condividiamo un sentimento di rispetto assoluto per ogni tipo di interesse astrologico altrui che, com’è stato detto, non ha bisogno di aggettivi: studiare il feticismo del piede sinistro maschile o la connessione astri e farfalle del Bangladesh non è né strano, né buono, né cattivo ed è soltanto una delle infinite espressioni di quello spirito di ricercatore che anima ciascuno di noi.
E poi, scusate: se non lo comprendiamo noi che esistono giorni più elettrici di altri, chi dovrebbe comprenderlo? Sono certo che tutti vorranno tornare a un dialogo sereno e costruttivo: nessuno di noi è obbligato a stare qui e lo facciamo soltanto per il piacere di condividere soprattutto una grande passione per l’Astrologia.

Per Paola. Cara Paola, osserva con attenzione il mio grafico di ieri: Marte e Saturno non toccavano né la quinta né la sesta. Riguardo a Saturno in nona credo tu non debba preoccuparti. Prendiamo me. Occorre poco a capire che la mia libido è orientata prevalentemente in direzione libri, scritti, letture… E dove pensi che io abbia piazzato gli stellium peggiori in questi ultimi trentanove anni? Sì, proprio tra la terza e la nona. Allora non avrei dovuto pubblicare libri? Invece attualmente sarò a quota 57, 58, non lo so neanche. E sono stati libri di scarso successo? No, al contrario! E allora? Allora, se mi consenti, non si procede in questo modo quando si pensa a una RSM. Se una seconda Casa bomba ci dice che venderai moltissimi libri, Saturno in nona potrà significare che dovrai recarti molto di più all’estero a fare conferenze e cose del genere. Cosa fanno i malefici a me, in terza Casa? Beh, di solito producono maggiore veleno da parte dei nemici. Per esempio esce un mio nuovo libro e una rivista di astrologia, non potendone fermare la pubblicazione, si sfoga, per esempio, pubblicando un articolo sulle RS e non citandomi neanche nelle note a pie’ di pagina. E secondo te questo sarebbe un danno? Chi ne esce con le ossa rotte, io o alcuni cialtroni travestiti da studiosi? Come sai stanno stampando un mio libro in Russia, ma con le cattive posizioni che avevo ho dovuto beccarmi un paio di viaggi a Mosca, in pieno inverno, con temperature polari, per contrattare ogni più piccolo particolare, anche impegnandomi a tenere un seminario lì. Ma queste cose, a mio avviso, sono da leggersi positivamente, dato lo scopo, e non in negativo.
Del Sole o dell’AS in ottava non ho alcun timore e lo uso per me e per i familiari (dovrei dire lo usavo perché credo che solo la mia compagna faccia attualmente le RSM o comunque non ho notizia di altri compleanni mirati familiari). In questo caso, però, come ti spiegavo, corri dei rischi seri, ma non di morire quanto, piuttosto, di avere seri problemi legali che potrebbero venirti, che so, da una ingiusta accusa di plagio. Tu puoi rispondermi che non ti preoccupa perché hai la coscienza pulita, ma voglio raccontarti un episodio importante che forse ti chiarirà le idee.
Un noto psichiatra romano, molti anni fa, ebbe lo stesso passaggio tuo di adesso. Avvertii sua moglie che il Professore correva seri rischi con la legge. Lo studioso in oggetto, valentissimo e stimato da tutti, non sapeva neanche della mia previsione. Mandò una lettera alla Procura della Repubblica denunciando che nel suo ospedale gl’infermieri lasciavano i malati con le feci addosso e a letto, che nelle camere blindate passeggiavano topi e scarafaggi e altre meraviglie del genere. La Procura inviò un ispettore e il soggetto accompagnò lo stesso stanza per stanza, dettandogli appunti. Una settimana dopo arrivarono i carabinieri, applicarono lunghissime catene ai polsi del docente (come si usava tanti anni fa) e lo fecero apparire su tutti i telegiornali come l’aguzzino che torturava i malati…
Ecco, se io fossi in te, andrei a trascorrere il compleanno nel nord della Svezia e, subito dopo, partirei per un viaggio premio alle Mauritius con tanto sole, tanto caldo e tanto successo professionale garantito.

Per Giustina. Anche io sarei interessato a capire come studia Andrea le sinastrie (lui scrive che non le fa, ma allora perché esprime giudizi sulle stesse?). A me risulta un punteggio di 28 punti e non di 22. Come si spiega? Ne abbiamo scritto spesso. Il computer assegna dei punti sulla base di aspetti e aspetti. Se un aspetto è “al limite”, può succedere che la longitudine geografica della città scelta in rete da te non sia la stessa scelta sul mio computer e saltano due aspetti o 6 punti…
Tu dici che le cose non stanno andando bene e vuoi conoscere la mia opinione: le cose possono andare temporaneamente male, e ciò dipende dalle RS e RL e dai transiti, ma ricorda un’altra cosa fondamentale che ripeto da tempo e che penso sia importantissima su questo argomento, ovvero il fatto che altro è un 28 punti senza aspetti conflittuali tra Marte e i Luminari dei due soggetti e altro è una situazione come la tua in cui esistono pesantissime afflizioni reciproche Marte/Luminari. Un’altra variabile importante è la crescita umana dei due soggetti: se c’è amore e civiltà, si possono superare tanti ostacoli. In caso contrario anche un 40 punti può essere stracciato, mettiamo, da un uomo che picchia la moglie.

Per Pasquale. I tuoi interventi sono sempre ben calibrati e t’invito a partecipare più attivamente. Se un tuo commento è saltato, non è detto che io abbia avuto un piccolo mancamento mentale. A volte si tratta di problemi informatici, più semplicemente. Per esempio, tante volte la moderazione la faccio attraverso il mio BlackBerry e in alcune zone il segnale radio è basso… Penso che la cosa migliore, quando non vedete comparire un vostro post il giorno dopo averlo inviato, sia quella di rimandarlo.

Benvenuta Medusa. Spero che riceverai presto tanti consigli. Personalmente ho lavorato per molti anni alla messa a punto di un protocollo di correzione dell’ora di nascita basato non sulle sensazioni, ma sui fatti. Se ti va, lo puoi trovare nel mio Nuovo Trattato di Astrologia (le prime cento pagine circa).

Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it

7 commenti:

francesca ha detto...

Buongiorno a tutti,
vorrei porre due domande "livello principiante" , confidando nella pazienza di qualche blogger:
uno stellium in 12^ di RL può indicare sofferenza psicologica (tipo malinconia, depressione latente etc), anche se nel suddetto stellium non vi è la luna?

Sempre a proposito della 12^, ricordo di aver letto ne "La natura delle case", di Lisa Morpurgo, che può essere associata al lavoro indipendente, in quanto opposta alla 6^.
Cosa ne pensate?

Grazie, e buona giornata a Ciro e a tutti

chandra ha detto...

Grazie Ciro
per aver "livellato" le incomprensioni.

Se posso ora andrò molto volentieri a vedermi Monet
che anche io adoro... e non
per mettere il dito nella piaga, ma... era anche lui
Scorpione! (14 novembre 1840)

cari saluti

Chandra

Niko ha detto...

Per Francesca: certo, uno stellium in dodicesima può causare quello di cui parli, anche se non c'è la Luna, per quanto riguarda la dodicesima casa e il lavoro indipendente, penso sia un'associazione corretta ma credo che si debba vedere il resto del Tema Natale del soggetto per capire verso quale lavoro potrebbe essere più portato.



Niko

pasquale iacuvelle ha detto...

Cara Francesca i significati della 12a possono essere; chiusura volontaria e non,contrasti, depressione,solitudine e problematiche varie.
Non è solo la Luna ad indicare malinconia o sofferenza psicologica,ma ogni pianeta con il suo significato.
Il Sole mette l'accento sulle questioni pratiche e reali nostre o di figure maschili come tipico del suo simbolismo,la Luna sui sentimenti,figure femminili etc.,Mercurio sugli spostamenti,fratelli,comunicazioni etc.,e via via lo stesso per ogni pianeta con le sue caratteristiche intrinseche.
Riguardo la seconda domanda tenderei a pensare il contrario,nel senso che di solito chi ha forti valori di 12a tende a diventare schiavo o vittima di certe situazioni rappresentate dalla coloritura dei pianeti in questione,quindi la leggerei differentemente e non con spirito d'iniziativa o d'indipendenza nell'ambito lavorativo.
Cosa differente sarebbe se della dodicesima intendiamo zona Gauquelin allora i pianeti in questione se comunque congiunti all'ASC o dominanti acquisirebbero una differente coloritura come se facessero parte della prima casa quindi valori Arietini e da qui si può giustificare lo spirito di iniziativa ed indipendenza specialmente se si tratta di Sole-Marte o uno stellium.
Ciao Pasquale.

andrea ha detto...

Mi spiace Sig. Discepolo di aver creato malinteso, perchè di questo si tratta.Giustina voleva un parere ed una risposta ad un suo quesito, io ho risposto in bese alle mie conoscenze.
Mi pare di aver capito, almeno a quanto è stato riportato sull'ultima sua mail, ed aver trovato i problemi che intralciano il cammino della loro storia.
Non c'è altro.
Non credo di aver espresso alcun giudizio sulle sinastrie, ho detto semplicemente che non le uso.
I miei clienti non chiedono come vengo a conoscenza di certe cose ma chiedono solo il mio aiuto.
Ripeto ancora che non è una mail polemica, vi giuro che quello ho scritto per Giustina lo avrei scritto per qualsiasi altra persona.
Io Sig. Discepolo la seguo da un pò, ho acquistato i suoi libri il suo sito è tra i primi sulla lista "Preferiti", ed ora volevo interagire con voi per praticare e per "setire" ogni sfumatura in questo settore cosi particolare e speciale.

Buona serata

Celeste ha detto...

Pasquale, ho trovato interessante il tuo post sulla 12 casa.
Puoi darmi il tuo parere sulla posizione di plutone radix in questa casa? Grazie

paola ha detto...

Sono nata con Plutone e luna congiunti in casa dodicesima. La luna quadra saturno. Infanzia triste, orfanilità, solitudine, senso del magico e della segretezza. Da adulta queste difficoltà, chiamiamole così, si sono non dico attenuate ma ho imparato a "usarle", a gestirel, ad esempio HO BISOGNO di solitudine e me la godo molto, anche se sono socievole; quando Plutone è passato in Saggitario trigono a questa congiunzione, la mia immagine anche interiore ne ha risentito potentemente; la luna in XII mi aiuta a scrivere a stare bene scrivendo da sola, mi dà senso dell'indagine che nel giornalismo si sono rivelate utilissime e mi dà molta capacità intuitiva. Ho donne che mi invidiano e mi detestano, ma anche a questo ci si abitua, affinando le amicizie, scegliendo e "sentendo" quando scappare. Con le amiche, invece, l'aspetto di cng, rende profondi i rapporti.
spero di essere stata utile.