martedì 6 ottobre 2009

Ancora sui consulti astrologici


Per Roberto Minichini. Hai scelto una strada molto difficile e … occorre che tu porti la croce. Tieni presente che in tantissimi provano a fare gli astrologi, ma dopo i primi consulti, le prime “batoste”, abbandonano seppure con motivazioni diverse. Fare consulti è durissimo e non tutti hanno la spina dorsale per resistere all’usura di decenni di questa pratica e a migliaia e migliaia di persone dove ci s’incontra con ogni tipologia umana. Tanti consulti ti faranno soffrire, ma tanti altri ti daranno gioia perché ti permetteranno di aiutare il prossimo. Se ti aspetti gratitudine, cambia mestiere. Va da sé che deve esserci almeno un po’ di spirito crocerossino in te, ma a mio avviso, lo devi esprimere con il pugno fermo e duro e non con la lacrima che ti scorre sotto l’occhio.
Anche di folli ce ne sono tanti, ma fanno parte di quel grande zoo che è la genìa umana nella sua più completa e totale diversità biologica.
Registra sempre le conversazioni e dai una copia al consultante, tenendone una per te: devi essere pronto a rispondere di quanto affermi, ma assicurati, almeno, che siano parole tue e non che ti attribuiscono.
Imparerai soprattutto quando sbaglierai perché ti resteranno impressi volti adirati o semplicemente delusi.
Naturalmente, dal mio punto di vista, non concepisco il discorso del compleanno mediocre e punto solo al massimo per ottenere almeno il minimo.
Mi chiedi, poi, se si possono fare RSM a chi ha Nettuno in aspetto ai luminari o ad altro: e perché mai non si potrebbero fare? La RSM serve soprattutto a potenziare i nostri transiti positivi e a depotenziare, fin quasi ad annullarli, quelli negativi.


Bentornata Giulia e auguri posticipati di buon compleanno (ma perché non ci hai mandato una foto così avremmo festeggiato in diretta?).

Buona e simpatica l’iniziativa dell’hotel per il compleanno. Credo si tratti di una persona (la proprietaria di quell’hotel) che già una ventina di anni fa restò molto incuriosita dalla cosa e si vede arrivare ogni anno persone per il compleanno.

Per quanto riguarda il Marte del premier, perché esso si esprima da Marte in seconda, occorre che i soldi escano materialmente dalle sue tasche o che ci sia almeno una condanna definitiva in tal senso. Diversamente esso è caduto in prima oppure è caduto in seconda, ma si esprimerà in altri modi.
Ripeto, per la gioia/dispiacere di milioni di italiani, che la sua RSM di quest’anno, anche se Marte fosse caduto in seconda, è assai pesante e credo che egli sia al limite della sopportazione psico-fisica. Sicuramente subirà più di un intervento o di un ricovero.
Quello che spiace leggere sugli spazi astrologici è lo scrivere di astrologi, che dovrebbero scrivere di astrologia e invece scrivono solo il loro odio personale verso quel soggetto o quell’altro.
Le due cose andrebbero assolutamente separate e si dovrebbe scrivere di Hitler e di Stalin lasciando da parte l’odio personale e comportandosi come studiosi, “entomologi”, senza far scendere in campo il proprio tifo che nello studio dell’astrologia non c’entra assolutamente nulla.

Caro Albertolai, ti sconsiglio fortemente di piazzare, a chiunque, Marte e Saturno in undicesima. L’obiettivo dovrebbe essere sempre quello di una terza o di una nona. In molti possiedono Aladino e si potrebbero esprimere. Marte e Saturno insieme, vorrei ricordarlo, sono davvero assai pericolosi e, se Mediterraneo, prendesse in considerazione il suggerimento di un lavoro in un penitenziario, beh… dovrebbe girare all’interno con il giubbotto antiproiettile.


Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it
Posta un commento