martedì 27 ottobre 2009

Bruno e Louise Huber







Conobbi personalmente Bruno Huber a Milano, nel settembre 1975, essendo entrambi relatori al Primo Congresso Internazionale di Astrologia che si svolse al Museo della Scienza e della Tecnica, ottimamente organizzato da Serena Foglia. Una seconda occasione in cui i nostri destini s’intersecarono parzialmente ci fu due anni dopo quando l’editore Giovanni Armenia ci affidò l’incarico, su proposta di Serena Foglia, di scrivere una monografia sui nostri segni zodiacali: lui scrisse il Sagittario e io il Cancro, dodici autori di tutto il mondo, due italiani (Serena Foglia e io), lui scrisse il nono segno e io il quarto.
Quello stesso anno, se non vado errato, o l’anno successivo, ebbi il piacere di cenare con lui e con la moglie Louise allo stesso tavolo del casinò di Campione d’Italia, in occasione del primo o del secondo (non ricordo) Convegno Internazionale di Astrologia organizzato dalla rivista ASTRA. Con noi c’era anche André Barbault, un collega spagnolo e un americano, credo fosse Martin Freeman, ma non ne sono certo. Poi perdemmo i contatti, e non per caso, occupandoci di scuole diverse di astrologia.
In quelle occasioni, e leggendo alcuni loro libri, ebbi l’impressione di essermi confrontato con maestri di grande sapere (la nostra differenza di età era notevole) e io ammirai la loro cultura astrologica anche se essa era orientata secondo direzioni lontanissime rispetto alla mia.
Oggi le Edizioni Mediterranee ci propongono un loro classico, I nodi lunari in astrologia, con la prefazione di Paolo Crimaldi e ho avuto piacere di rileggere alcuni capitoli dello stesso.
Parliamo di astrologia esoterica, astrologia dell’anima, di karma, reincarnazione, di sistemi di analisi astrologica lontanissimi dai nostri, a cominciare dalla scelta del tipo di domificazione usata nella preparazione dei cieli natali, ma non per questo meno interessanti.
Come non è possibile dire che una mela sia più buona di una pera, o viceversa, così non vi è alcuna gara tra l’astrologia esoterica, o Psicologia Astrologica ispirata alla Psicosintesi di Roberto Assagioli, e l’Astrologia Giudiziaria o l’Astrologia Attiva.
Ve l’ho raccomandato tante volte: se vorrete essere dei buoni astrologi, leggete e studiate il meglio di ogni scuola e solo dopo potrete scegliere oppure prendere parti di esse e farne la vostra strada personale verso una possibile verità.


Chi, invece, volesse seguire, nel centro-nord Italia, a Bologna, un corso di Astrologia Attiva, potrà farlo rivolgendosi a un collega e ex mio allievo, Alfio Strano (alfstr@libero.it) che ci segnala il corso che volentieri vi presento a mezzo della sua locandina.


Benvenuta Valvola. Se non sei pratica di RS, non puoi avere compreso la tua che, comunque, non t’invita, almeno fino al prossimo agosto, né a sposarti né a tentare di fare figli. Non credo, però, che tu sia alla frutta. Il tuo tema natale è di quelli faticosi, sì, e ti dovrai guadagnare tutto quello per cui lotti, ma la cosa non la ritengo drammatica. Sei disposta a lottare? Sì? Quanto? Allora comincia a cambiarti i tuoi prossimi cieli di compleanno.



Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
http://www.solarreturns.com/
http://www.cirodiscepolo.it/

9 commenti:

Valeria ha detto...

Ciro, grazie per la risposta sull'ora di nascita di Franceschini, ma non ho avuto più tempo e voglia di occuparmene perché sono stata a letto quasi una settimana per una forma virale non fortissima ma antipatica e duratura, che si è aggiunta ai sintomi molto forti e fastidiosi di questa stupida menopausa... insomma, Saturno si sta preannunciando bene, eh?
"Speriamo" bene... eheheh

antonellina ha detto...

Caro Ciro,come sempre parli bene di tutte le scuole di astrologia e di tutti i tuoi colleghi,ti stimo molto per questo,il consiglio che dai di leggere un po'di tutto e'intelligente,io ho fatto cosi'ma se tornassi indietro tanti autori me li risparmierei e mi concentrerei solo sull'a.a.perche' in pochi anni con i tuoi insegnamenti ho imparato di più che in 25anni di altre scuole.Cose che non tornavano su varie r.s applicando le tue regole si chiarivano nell'immediato(vedi rs mia del 2000 apparentemente inspiegabile prima di conoscere te).Riguardo rm di mio marito la tua ci stuzzica molto!Abbiamo gia' corretto ora di nascita di 12'vorremmo esserne certi e poi saremo pronti per il Madacascar.Ancora grazie di tutto.Cari saluti.Antonellina

Ludovico ha detto...

Caro Maestro,
inizio la mia partecipazione a questo blog con caloroso saluto.
Una domanda tecnica sulle zone Gauquelin nelle RSM: un astro in IX "funziona" al MC fino a 12-13 gradi di distanza (giusto?); e in VI o III c'è un effetto simile a più di 2,5 gradi ? cioè un Urano in VI di RS a, poniamo, 4 gradi dal DS, può avere effetto anche sulla VII ? e se sì fino a quanti gradi di distanza ?
Un cordiale saluto a tutti i partecipanti
Ludovico Bramanti

antonellina ha detto...

Caro Ciro,ho dimenticato di aggiungere che in Madagascar dove dovremmo recarci non vi sono alberghi!Ma credo che basti rimanere poche oree,quindi non dovrebbero esserci problemi no?Ciao Antonellina

eleonora ha detto...

Cara Viola57 come la capisco.Io nel 2004 persi i miei genitori in 10 giorni ed sssendo figlia unica e senza un compagnio rimasi completamente sola,i parenti interessati ai miei beni ,le amicizie sparite ,ho avuto pugnalate alle spalle .ho provato dolore senza anestesia,ho avutoun abbassamento enorme dello stato sociale .[quando si dice esorcizzare un transito,]mi sono aggrappata ai viaggi mirati .è stata dura ma stò intravedendo un pò di luce anche per me.Grazie a Ciro Discepolo che sempre con grande professionalità mi ha seguita[anche se a volte è un poco duro specialmente con la salute e per la paura ho smesso di fumare dopo tanti anni.Buona serata a tutti.

francesca ha detto...

Scusate se irrompo nel blog con una certa ansia,
ma credo di aver perso il passaporto (domani mattina potrò dirlo con certezza).
Considerando che il 7 novembre è fissata la mia partenza per la mia RSM in Canada, sono quasi sull'orlo di una crisi di nervi. Sarà stato uno scherzetto "last-minute" di un urano in 9^ di rivoluzione?
Non lo so, ma se qualcuno degli amici bloggers (e soprattutto Ciro, che è un viaggiatore superesperto) ha avuto la stessa esperienza, può dirmi cortesemente quanto impiega la questura a rilasciare un duplicato?


Colgo l'occasione per dire a Celeste, che qualche post fa aveva chiesto come esorcizzare un transito di saturno su plutone e urano natale, che anche io sto vivendo un simile transito (su plutone al momento). Purtroppo non ho consigli da dare, ma, come dire... esprimo tutta la mia solidarietà: in effetti non è per niente piacevole, tanto per usare un eufemismo.

Sperando in risposte incoraggianti, buonanotte.

Anonimo ha detto...

caro Discepolo, volevo aggiungere una cosa, sempre a proposito della mia R.L. del 3 novembre p.v., è cioè visto che non posso allontanarmi proprio qesto mese che ho l'esame professionale e come dice Lei nel suo libro A.A.non potrei scaricare meglio quel marte in 11 casa che "potrebbe rendermi antipatica agli esaminatori" comprandomi una chitarra, strumento
che so suonare ma che non suono da tanto tempo?saluti carissimi chicca da milano

Anonimo ha detto...

Ciao francesca,

se può esserti utile: so che con il biglietto aereo in mano (ossia con documento attestante l'avvenuto pagamento/prenotazione del volo) le procedure si snelliscono notevolmente. Capisco l'ansia ma, fossi in te, non mi preoccuperei più di tanto.
Beata te che vai in Canada... Buon viaggio!

medusa

Valvola ha detto...

Grazie per avermi risposto subito.
Ho cominciato a studiare.
E ho cominciato anche a preoccuparmi, visto che leggo più di eventi catastrofici da evitare che di eventi positivi da sfruttare... E' chiaro, sono agli inizi e sono ancora molto superficiale, ma ciò che leggo mi preoccupa, anche perchè la configurazione della mia prossima RS sembra la fotografia della catastrofe (avevo pensato di andarmene all'Havana per evitare accumuli sulle "case maledette"...).
Premetto che nella vita ho sempre lottato, non ho mai avuto nè sconti nè regali, mi sono fatta carico anche dei problemi delle persone vicine, perchè per star bene ho bisogno di sapere che ho fatto tutto ciò che potevo per coloro a cui voglio bene. Non è altruismo, non credo, è solo la mia via per essere in pace con me stessa.
So che sono abbastanza forte e testarda da combattere fino all'ultima goccia di sangue e di respiro, ma ciò che mi dà la forza è la speranza della luce in fondo al tunnel, è la visualizzazione dell'obiettivo, è la voglia enorme di una casa tutta mia, di una famiglia solo mia, di un po' di tempo per me su uno scoglio in mezzo al mare. Ma ho BISOGNO di pensare positivo. Mi aiuta a trovare lo spirito positivo dello studio delle RS?
Grazie davvero
Valvola