giovedì 29 ottobre 2009

Chögyal Namkhai Norbu e altro


Per Chicca. Sì litigare con qualcuno andrà bene. Ovviamente non sappiamo se sarà sufficiente. Di nuovo auguri.



Per Valeria. Credo tu stia procedendo bene.


Per Al Rami. Mi chiedi: “Ho letto il libro di E. Bauer ‘terapia astrologica familiare’ e l'astrologo tedesco parla del fatto che i pianeti non esercitano alcun influsso sull'uomo così come le lancette dell'orologio non fanno l'ora, ma che la cosa esiste in se: i pianeti sono come delle lancette dell'orologio nel quadrante dello zodiaco e quando "toccano" un segno o una casa, indicano cosa significa tutto ciò, ma non che han un diretto effetto su ciò. non so se sono stato chiaro. vorrei sapere una cosa: cosa ne pensi di questa teoria?”.

Beh, è il dilemma con cui è morto Carl Gustav Jung: l’Astrologia come fenomeno causalistico o di sincronicità? Sai, quando si dice che non si potrebbe iniziare a studiare astrologia senz’avere prima studiato la storia dell’astrologia, la mitologia, la psicologia, la matematica, la geografia, … non è per fare bella figura, ma solo perché queste discipline rappresentano i fondamentali. Secondo me, sarebbe anche necessario avere fatto almeno una lunga analisi del profondo, prima di iniziare a praticare l’astrologia. E, naturalmente, per analisi del profondo non intendo poche sedute di psicoterapia di appoggio o di psicoterapia di gruppo. La psicoanalisi non è superiore a queste ultime, ma si tratta di cose diverse. Capita, a volte, di leggere sermoni di colleghi/colleghe che parlano del fenomeno della proiezione, ma non sono affatto titolati a parlarne non avendo, appunto, elaborato una propria lunga analisi del profondo che li esenti da tale rischio. Tornando alla tua domanda, potresti prendere una scorciatoia e studiare il magnifico “Dalla psicoanalisi all’astrologia”, di André Barbault, ma faresti molto meglio a studiare prima diverse cose di Jung. Nel mare delle cose scritte da questo grandissimo pensatore (pensa che Luigi Aurigemma ha curato, per tutta la vita, la pubblicazione, per la Boringhieri, delle opere complete di Jung, ma, morendo, ha solo tracciato un piccolo segmento di strada nella direzione del suo progetto).
Dovresti leggere, a mio avviso, “Sogni, ricordi e riflessioni” (la sua autobiografia) e “L’uomo e i suoi simboli” che rappresentano l’alfabeto del pensiero junghiano, per poi passare almeno a una decina di suoi testi importanti.
Personalmente, per una lunga serie di motivi che partono proprio dalle zone Gauquelin e passano anche per le fantastiche scoperte di cui si discusse in quel memorabile convegno di Vico Equense con gli “scienziati alternativi”, mi sono convinto che l’Astrologia vada inquadrata come fenomeno causalistico.
Tuttavia il principio di sincronicità di Jung è una realtà inconfutabile che possiamo applicare continuamente, molte volte, alla nostra vita di tutti i giorni (vedi, per esempio, ciò che scrissi a proposito dell’osservazione dei passeggeri che avrebbero potuto essere i miei vicini di viaggio nel volo Mosca-Petropavlovsk e viceversa, nella prefazione di uno dei miei ultimi libri).

Per Celeste. Grazie, sempre, per le preziose informazioni sui viaggi.


Per Roberto Minichini. Mi chiedi: “Una signora è venuta a parlarmi dei suoi problemi riguardante il ritardo della vendita di un immobile e la richiesta di un mutuo per l'acquisto di una nuova casa.Non le ho fatto alcun consulto perchè non me lo ha chiesto esplicitamente , a questo punto pensavo di contattarla per proporle una RSM. Vorrei provare a fare solo un consulto dove consiglio una RSM per uno scopo specifico , senza analisi di TN e senza i miei usuali metodi di lavoro esoterico.Credo che questa coppia matura di moglie e marito abbia come unico interese la risoluzione della propria problematica economica e burocratica attuale , quindi lascerò perdere con loro altre analisi astrologiche.Volevo chiedere 1) Basta mandare a fare una eventuale RSM solo uno dei due coniugi o è meglio insistere che vadano tutti e due ? 2) In questo caso , se non sarà possibile rafforzare allo stesso tempo la casa seconda e quarta , quale bisogna preferire ? 3) Se nell'eventuale analisi dei transiti e RS scopro altre problematiche gravi o se le RSM per il mutuo e la vendita/acquisto della casa risultano incidere negativamente su altri settori importanti , come bisogna comportarsi ? 4) Io non prometto risultati , in questo caso però credo che esigano una promessa , anche perchè si tratta di una famiglia modesta e sicuramente un eventuale viaggio ( o due) vengono visti come sacrificio da fare per un bene maggiore.In che termini posso incoraggiare la loro partenza , senza automaticamente garantire al 100% esattamente quello che vogliono avere ?”.
Penso che in questo progetto, come nel progetto di avere un figlio, per fare un altro esempio, entrambi i coniugi debbano partire altrimenti potrebbe accadere che uno dei due “remi contro”. Le case da privilegiare sono soprattutto la seconda e l’ottava. Poi la quarta. Credo tu debba evitare di fare consulti specifici, relativi a una singola domanda. In caso contrario sarebbe come fare un giro di carte che non è cosa disprezzabile, se chi lo fa è persona che riesce a ottenere risposte giuste, ma ciò rappresenta tutt’altra cosa rispetto allo studio che ogni astrologo applica nell’esaminare un caso. L’astrologo, credo, dovrebbe avere l’ambizione di abbracciare, con una visione la più olistica possibile, la vita delle persone che segue, non dimenticando mai il loro passato e guardando sempre al futuro. Se deciderai di continuare lungo questa strada difficilissima, dovrai prenderti tante responsabilità e dovrai fare anche delle promesse: esse sono legittime e dovute, nei confronti di chi ti interpella, ma dovrai sobbarcarti anche l’onere di spiegare, abbastanza dettagliatamente, quali potrebbero essere i limiti della tua previsione, nell’ambito della espressione di un simbolo. Ciò ci porta al fatto che non tutti potranno fruire di questo tipo di servizio perché dovrebbero possedere almeno le basi per un tuffo in un universo così magnificamente complesso come l’Astrologia. Da ragazzo ebbi l’onore di praticare yoga per circa un anno, con il celeberrimo (ma allora non era famoso) Chögyal Namkhai Norbu. Nel nostro gruppo c’era anche Felice, il portiere di un istituto universitario. Una persona semplice, ricordo, pieno di piccoli problemi e purtroppo mancante assolutamente della cultura adatta a seguire un uomo come Norbu. Il problema che affliggeva maggiormente Felice era l’eiaculazione precoce. Assistetti al consiglio di Norbu: “La notte, quando stai a letto, fissa quel raggio di luce blu che vedi scendere dall’alto (cito a memoria e non sono le parole precise del grande maestro tibetano) e guidalo nel tuo ombelico, poi fallo penetrare in profondità…”.
Il giorno dopo il poverino veniva e riferiva: “Maestro, non ho visto alcun raggio blu…”.
Insomma, tentando di essere concisi, comincia i tuoi consulti con le persone più colte (filosofi, pensatori, psicologi, scrittori…) e solo dopo, magari, con tanta esperienza, potrai tentare di cucire addosso all’ “uomo della strada” dei consulti prêt-à-porter.


Alcuni mi chiedono l’indirizzo privato di altri blogger. Ciò non è possibile. Vi consiglio di scrivere sul blog un vostro indirizzo e-mail e di invitare chi desiderate a scrivervi per un contatto diretto.



Per Ludovico. Credo che la soluzione Stoccolma, per la tua amica, sia una buona scelta e la consiglierei anche io, ma insisterei sulla necessità che poi lei si sottoponga almeno a un piccolo intervento chirurgico, da trenta a quaranta giorni dopo il compleanno. In questi casi quasi tutti gl’interessati promettono che lo faranno, ma quasi nessuno mantiene l’impegno, a proprio danno.
Mi viene in mente un episodio. Anche io avevo consigliato, tempo fa, qualcosa del genere a una persona cara. L’estrazione di un molare del giudizio cresciuto storto (quasi a 90 gradi rispetto alla sua naturale posizione e “inchiodato” nel molare di fianco). Tante persone, come il sottoscritto, avranno subito a trent’anni o a quaranta, un intervento del genere e sanno che si tratta di operazioni della durata di 3-4 ore, con grande uso di seghetto ultraveloce e altri attrezzi un po’ da brivido, grosso spargimento di sangue, azione di estrazione prolungata e a due mani da parte del medico e via dicendo. Nel caso in oggetto assistetti a qualcosa di quasi incredibile. Il dottore fece aprire la bocca al paziente e osservò con attenzione. Poi infilò due dita nella stessa e io pensavo stesse facendo una ispezione e, invece, nel giro di pochi secondi, quasi senza muovere il polso, estrasse il molare! Il dentista mi spiegò, poi, che oggi si seguono tecniche diverse e si deve cercare di accompagnare il movimento naturale del molare, assecondando il suo percorso già iniziato, e senza tentare di spezzare il dente per poi usare sega, trapano e altro ancora. Probabilmente egli fu troppo modesto nel dire ciò perché non credo che tutti sarebbero capaci di fare quello che vi ho raccontato in sintesi. Ti ho narrato questo episodio per dirti che, a valle di ciò, tale estrazione, ai fini di una occupazione significativa della quarta Casa, non servì a nulla e gli astri interessati dimostrarono, con fatti successivi a tale episodio, che non erano rimasti soddisfatti per niente dell’obolo, davvero miserrimo, offerto loro. Una sorta di intervento ci fu comunque, in seguito, e non era quello scelto dal soggetto.


Per Raffaella. Chiedi: “A quale segno zodiacale corrisponde la circolazione venosa?E il polpaccio?Inoltre,qualcosa intrapresa durante una buona rivoluzione solare ,(se successivamente non ci si può spostare e la rivoluzione non è positiva)potrebbe poi rivelarsi "non buona"?”.


La circolazione del sangue è di pertinenza del segno dell’Aquario (ma, come ha osservato Al Rami, noi ci riferiamo sempre a un segno e al suo opposto). Per polpaccio credo tu intenda riferirti alla zona intorno alla caviglia, sempre di competenza dell’Aquario (ricorda che ciò si può riferire anche a una undicesima Casa forte). Sì, per l’ultima tua domanda. Ci si può sposare in un momento meraviglioso, anche dal punto di vista astrologico e poi, dopo anni, tale matrimonio può fallire, ma ciò non dipenderà necessariamente dall’essersi sposati in un momento celeste inadatto.


Auguri a Francesca che ha ritrovato il passaporto e auguri, sempre a lei, anche di ottimo compleanno.


Buon pomeriggio a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it


Posta un commento