giovedì 5 novembre 2009

A beautiful mind


Per B-right. Mi spiace contraddirti, ma gli psicotici non guariscono. Molte volte possono guarire i grossi nevrotici, ma gli schizofrenici, secondo i più grandi studiosi del mondo, a cominciare da Silvano Arieti, non sono mai tornati oltre il confine della loro malattia. In particolare il grande John Nash Junior che tu citi (il personaggio, premio Nobel per la matematica, che ha ispirato il film “A beautiful mind”) non è mai guarito e la sua storia è comunque bellissima. Ebbi il privilegio di conoscerlo personalmente pochi anni fa quando egli fu premiato a Vico Equense, presso la Fondazione Discepolo – Museo Mineralogico Campano (fondazione dedicata al ricordo di mio padre e che ha già premiato diversi premi Nobel). Egli era con sua moglie Alicia, come nel film, e non la lasciava mai. Mi avvicinai per chiedergli un autografo e una conferma della sua ora di nascita. Egli mi guardò, poi chiese alla moglie se mi vedeva anche lei e, rassicurato su ciò, mi parlò.
Il grande studioso assume, da molti decenni, farmaci pesantissimi che gli consentono di convivere con la sua paranoia che gli fa vedere figure irreali partorite dalla sua mente malata, ma pur sempre geniale. Come dicevo egli non è mai guarito, ma l’eccezionalità della sua persona sta nel fatto che egli ha compreso di essere psicotico applicando la semplice aritmetica ai suoi disturbi: si è detto che non poteva continuare a vedere la nipotina del suo presunto compagno di stanza all’università sempre della stessa altezza, nonostante gli anni trascorressero uno dopo l’altro.
Si affidò, allora, alle cure dei medici e accettò una sedazione quasi totale anche della sua vita sessuale. Bellissima, nel film, e credo anche nella vita, la figura di questa moglie eroina, sempre al suo fianco, nella buona e nella cattiva sorte. Davvero due personaggi eccezionali!


Per Raffaella. Comprendo un po’ di difficoltà da parte tua a seguire le mie spiegazioni, ma forse ciò dipende dal fatto che tu vuoi saltare un passaggio. Infatti, se pensi che la mia scuola sia valida, credo che dovresti prima studiare (non leggere) i miei libri e poi farmi delle domande.
In essi troveresti scritto, per esempio, che il segno più importante in un cielo di nascita, non è quello solare o lunare o ascendente, ma quello che ci indica l’indirizzo della libido del soggetto: l’Aquario (ricordate che è più giusto scriverlo senza la ‘c’) per coloro che nascono con il Sole in undicesima Casa, i Gemelli per coloro che nascono con il sole in terza Casa e via dicendo.


Benvenuta Janis. Se hai letto qualcosa di mio, saprai che noi che pratichiamo l’Astrologia Attiva, più che sperare nella buona sorte che ci possa dare un lavoro migliore, un sostegno più forte al nostro amore, la realizzazione di vari progetti, facciamo in modo da costruirci da soli un futuro migliore soprattutto attraverso i compleanni mirati che, però, non possono tentare di ottenere risultati positivi in ogni direzione e ogni anno.
Allora, nel tuo caso, se lo desideri, scegli un target per te e uno per il tuo ragazzo, indicalo in senso assoluto, riposta i dati e cercheremo di aiutarti.


Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it
Posta un commento