sabato 16 ottobre 2010

Oggi L’Incontro di Milano





Discorso di presentazione

Ringraziamo tutti voi per essere qui con noi in questo giorno molto speciale, speciale non solo per noi allievi della scuola di Astrologia Attiva ma per tutti coloro che amano e praticano l’Astrologia, oggi festeggiamo i 40 anni di attività astrologica di un grande astrologo che all’Astrologia ha dato tantissimo e ha lasciato una traccia indelebile nella storia dell’astrologia moderna. E’ un onore per noi allievi oggi introdurre il maestro Ciro  Discepolo e vorremmo farlo riassumendo brevemente quelle che sono state le tappe più importanti della sua carriera e i principi che hanno ispirato il suo cammino di studioso e ricercatore.

Per chi non sapesse nulla di Astrologia Attiva e della tecnica dei Compleanni Mirati ideata da Ciro Discepolo e conosciuta e apprezzata in tutto il mondo, vorremmo riassumere in poche parole di che cosa si tratta e vorremmo farlo con le sue parole chiare, semplici che non lasciano mai spazio al dubbio.

 “Quando si nasce è come se fissassimo dentro di noi l´istantanea del cielo che ci sovrasta a quell´ora precisa e in quel luogo preciso. Con i pianeti messi così e così, la Luna, il Sole, le Case ai posti ben definiti. Una specie di scheda elettronica, la nostra memoria siderale. Andando avanti negli anni, il nostro compleanno ‘riflette´ il cielo che è sopra di noi nel giorno e nel luogo in cui siamo. Diverso dal cielo della nascita. Cambiando, il cielo invia influssi nuovi e diversi". 

Da questa geniale osservazione, sostenuta dagli studi del francese Alexander Volguine, che la teorizzò nel notissimo saggio sulle "Rivoluzioni Solari", Ciro Discepolo, arricchendola con una pratica di decine di migliaia di compleanni assistiti in 40 anni di attività, è giunto al "Compleanno Mirato" imponendosi all´attenzione mondiale dei suoi colleghi.

“Bisogna contrastare i cieli che, nel giorno del nostro compleanno, dovessero risultare avversi. Anziché rimanere fermi dove siamo, subendo l´influsso negativo dello zodiaco, possiamo spostarci verso quei luoghi della Terra bene identificati dove il cielo presenta combinazioni più favorevoli”.

Attivarsi quindi e scegliere di trascorrere il proprio compleanno sotto un cielo migliore, ma non solo, la pratica dell’Astrologia Attiva consiste anche nell’attivare consapevolmente e vivere giorno per giorno i simboli che i pianeti incarnano. L’esorcizzazione del simbolo è anche il tema dell’ultimo libro che Ciro Discepolo ha scritto insieme al suo amico psicoterapeuta Michele Rossena, Simboli Planetari, edito dall’editore Armenia.

Riguardo all’esorcizzazione del simbolo riteniamo importante fare una precisazione, molti ignorano che Ciro Discepolo oltre ad essere un uomo legato alla scienza, dato il contesto culturale e familiare nel quale è cresciuto e si è formato, è un profondo conoscitore della psicologia Junghiana oltre al  fatto di essere stato in analisi per diversi anni. La seconda parte del libro spiega come il rapporto tra uomo e simbolo sia andato perduto e di come sia fondamentale per l’uomo ricontattare questo legame “magico”,  riappropriarsi del simbolo e riuscire a viverlo nel proprio quotidiano.    

L’Astrologia Attiva si fonda sulla concezione di un essere umano che rifiuta quindi di subire passivamente il suo destino e che si attiva per cogliere delle opportunità. L’azione, la positività, la fiducia, sono le parole chiave che animano tutto il pensiero di Ciro Discepolo.

l’Astrologia Attiva è innanzitutto un’astrologia che si basa sulla pratica e sulla continua sperimentazione, un laboratorio dove la conoscenza non ha il tempo di sedimentare e diventare dogmatica ma è continuamente nutrita da nuovi stimoli e soprattutto da nuovi riscontri. Noi la chiamano una conoscenza in progress e tutta la comunità di Astrologia Attiva giorno per giorno contribuisce a migliorarla attraverso l’esperienza diretta.  



Ricerca
Non poteva che non essere così visto che il suo fondatore è innanzitutto un ricercatore, un ricercatore appassionato, la sua carriera professionale inizia infatti al CNR. Il Ciro Discepolo astrologo nasce nel 1970 e l’incontro con André Barbault segna indelebilmente il suo cammino di uomo e di astrologo, ne diviene l’allievo prediletto e il primo congresso internazionale di Astrologia a Milano nel 1975, al quale partecipa come relatore insieme al suo maestro Barbault, segna l’inizio della sua brillante e fortunata carriera astrologica. Diverse sono le ricerche che portano il suo nome, da quelle condotte sugli schizofrenici e sulle epatopatie all’indagine compiuta su oltre 30.000 coppie, ma la ricerca più importante che lo impegna per diversi anni è quella attraverso la quale dimostra, su un campione di ben 75.000 casi, che esiste una correlazione astrale tra i componenti di un sistema familiare. La ricerca che condusse insieme a Luigi Miele sulle eredità astrali è l’unica ricerca che può essere confrontata, per quantità di casi esaminati e per il rigore scientifico con cui è stata condotta, a quella delle dominanze planetarie dei coniugi Gauquelin, la più importante ricerca realizzata in ambito astrologico. Ecco, non per fare polemica, ma permetteteci di farvi osservare che le ricerche realizzate negli ultimi anni dai nostri colleghi astrologi, presentano a sostegno un campione di qualche decina di dati di nascita, a volte con un po’ di fortuna qualche centinaia.   

 

Sperimentazione

Ciro Discepolo è stato anche un astrologo attivissimo sul fronte della consulenza, solo recentemente ha deciso di abbandonarla per dedicare il suo tempo alla ricerca e alla scrittura. Mantiene comunque il contatto con il grande pubblico attraverso il suo blog che cura con successo da diversi anni. 
Per 40 anni ha sperimentato sul campo le sue teorie prima su se stesso, si stima che abbia percorso in volo diverse volte la distanza tra la terra e la Luna, e in seguito assistendo decine di migliaia di consultanti nella pratica dei compleanni mirati, e diversamente da altri colleghi astrologi, Ciro Discepolo fa astrologia predittiva, le previsioni riguardano fatti che attengono al mondo reale non psichico, quindi i risultati o ci sono o non ci sono. Molte delle sue importanti scoperte, come l’alta percentuale di lutti riscontrati in concomitanza di valori di 11^ casa, la frequenza di patologie legate alla vista in presenza di lesioni sull’asse 6^ 12^ e l’effetto “relais bistabile” di Giove sono frutto della sua innata capacità di analisi dei dati e della costante pratica e sperimentazione.

Divulgazione

Ciro Discepolo è uno scrittore ed un maestro generosissimo, nessun astrologo ha divulgato con tanta dedizione e continuità i suoi studi e le sue ricerche, elemento distintivo dei suoi libri è la quantità di esempi riportati, le teorie che presenta sono sempre suffragate da centinaia di casi, se leggete i libri dei colleghi stranieri anche piuttosto famosi come Stephen Arroyo e Liz Greene, vi capiterà raramente sfogliando il libro di trovare una carta del cielo.
Inizia a pubblicare nel 1977 con il suo primo libro “Cancro”, da lì in poi non c’è anno in cui non venga pubblicato un suo nuovo titolo, una ristampa o un’edizione tradotta. La bibliografia è vastissima, tra le opere più importanti vogliamo ricordare Transiti e Rivoluzioni Solari, Nuovo Trattato sulle Rivoluzioni Solari, Astrologia Attiva, Nuovo trattato di Astrologia, Rivoluzioni Lunari e Terrestri, Interpretazione del Tema Natale, ma la lista è lunghissima se si contano anche le sue pubblicazioni di Ricerca ’90 trimestrale che editò per diversi anni e tutte le edizioni in lingua straniera, i suoi libri sono stati tradotti in inglese, spagnolo, francese, tedesco, russo, ungherese e sloveno. Ciro Discepolo è l’unico astrologo italiano riconosciuto e apprezzato a livello internazionale soprattutto per il suo stile chiaro e diretto che piace moltissimo agli anglosassoni. I suoi libri possono essere acquistati su Amazon anche in formato kindle book e novità tramite Google books è possibile scaricare e leggere gratuitamente interi capitoli dei suoi libri, probabilmente molto di voi non sanno nemmeno che esiste Google books e cosa sia. Quello che ci affascina di Ciro Discepolo è che ringiovanisce con l’età, pochi uomini hanno la capacità come la sua di vivere in sintonia con il proprio tempo e di cogliere con grande apertura mentale e tempismo il “nuovo”.

 

Gli strumenti

Fu così anche negli anni ’80 quando comprò uno dei primissimi computer HP che ai tempi costava un patrimonio ed era in grado di stampare in automatico la carta del cielo, pensate per un istante cosa voleva dire per un ricercatore redigere a mano centinaia di cieli natali. Quello fu l’inizio di una serie di importanti investimenti che fece per acquisire macchine sempre più potenti e realizzare strumenti informatici che gli restituissero in pochi minuti risultati che ancora oggi richiederebbero intere giornate di lavoro. I programmi di Ciro Discepolo sono dei veri gioielli e cosa importantissima sono unici, non esistono programmi in circolazione che hanno le medesime funzioni, la stessa precisione e i regimi orari mondiali corretti a partire dal 1900.  Nel corso del seminario verrà presentato Aladino che, a breve sarà accessibile per sessioni di un’ora tramite il sito astrologia in linea, una dimostrazione pratica vi consentirà di apprezzare le incredibili potenzialità del software che fu presentato ufficialmente nel 2004 ma che Ciro Discepolo ideò più di 20 anni fa, quando alcuni suoi colleghi redigevano ancora a mano le carte del cielo.
Oltre ad Aladino Ciro Discepolo ha realizzato strumenti estremamente innovativi e di grande efficacia come Astral Detector che oggi consente di fare previsioni affidabilissime per un insieme di soggetti, parliamo di previsioni con uno scarto di qualche giorno, come quella recentissima che Ciro Discepolo ha pubblicato sul suo blog, diversi mesi prima della rottura tra Fini E Berlusconi. E di grande utilità sono anche i numerosi algoritmi che ha realizzato come quello del punteggio relativo alla coppia, dell’indice di pericolosità dell’anno, dell’agenda astrale che evidenzia i giorni si e i giorni no.
  

Metodologia

Ciro Discepolo spesso si definisce un “radiotenico” e lo fa con orgoglio, come un buon contadino, sa che non sta a lui spiegare il perché il vino è più buono quando si travasa con una certa fase lunare, il suo compito è quello di fare un buon vino. Noi allievi della scuola di Astrologia Attiva sappiamo come fare il buon vino, abbiamo avuto un buon maestro che ci ha scritto una per una le regole su come si fa.
 Le 33 regole, che non sono più 30, proprio perché la nostra è una conoscenza in progress, costituiscono la metodologia che Ciro Discepolo ha elaborato in 40 anni di ricerca, studi e sperimentazione. Una metodologia chiara, precisa, che non lascia spazio a possibili interpretazioni personali perché ha prodotto risultati e li ha prodotti nel tempo, una metodologia che ha un valore inestimabile perché chiunque volesse riscriverla avrebbe bisogno di altrettanti anni e decine di migliaia di casi sui cui sperimentare, oltre agli strumenti informatici per farlo e la possibilità di viaggiare e fare ricerca.
Noi allievi conosciamo il rigore di certi protocolli, come quello della rettifica dell’ora di nascita e della tolleranza oltre alla quale un pianeta si considera all’interno di una casa, ma è come il professionista che scala la vetta, sa che il prezzo che pagherebbe per un’eventuale leggerezza o improvvisazione sarebbe troppo alto e quindi si attiene alla procedura, si fida di quello che ha già sperimentato e funziona.

Il motto di Woody Allen “basta che funzioni” è ormai diventato anche il nostro motto perché per noi astrologi attivi contano soprattutto i risultati, i riscontri delle persone comuni che ogni giorno si confrontano con problemi reali, come riuscire a pagare il mutuo della casa, mantenere il proprio posto di lavoro, raggiungere un equilibrio ed una stabilità nei propri rapporti affettivi e familiari.

Ed è con la testimonianza di un uomo comune che vogliamo concludere questa presentazione, un uomo comune che aveva un sogno nel cassetto e grazie all’astrologia attiva è riuscito a realizzarlo:



Caro Ciro Discepolo,
le scrivo con grandissima gioia, dopo essere risultato il vincitore assoluto, ieri, del concorso a cattedra per professore presso l’Università di … (omissis). La Rivoluzione Solare Mirata e le Rivoluzioni Lunari Mirate recenti in Islanda ed in India sono state un’assoluta bomba: la Commissione mi ha votato all’unanimità, senza esitazioni; i miei concorrenti (non tutti, ma molti) si sono complimentati e rallegrati; la lezione è stata quasi perfetta; qualche amico dell’uditorio, mentre parlavo, si è commosso. Mi sembra troppo, tutto questo …
Dietro lo studio e l’applicazione c’è, ne sono convinto, l’Astrologia Attiva, che mi ha accompagnato e condotto in questi ultimi dieci anni. Pratico la sua Scuola dal 2000 e, in questi pochi lustri, la mia vita si è completamente rivoluzionata.
Cercherò molto brevemente, per non annoiarla, di fare un resoconto emotivo di quello che mi è successo.
Astrologia Attiva come effetto placebo? Niente affatto.
Ricordo molto bene il giorno di agosto, di qualche anno fa, in cui la incontrai. Lei mi parlò di esorcizzazione del simbolo, di compleanni mirati, di dominante in MC, ma anche di Jung, di mitologia, di epistemologia.
Rimasi colpito dalla sua cultura ma prevalse lo scetticismo, all’inizio: partii per il mio primo compleanno mirato quasi con il desiderio di smentirla; di dimostrarle che le previsioni analitiche e circostanziate da Lei formulate si sarebbero sciolte come neve al sole.
Ed invece, puntualmente, si verificò per filo e per segno quello che la Rivoluzione solare mi annunciava. Lo stesso accadde per il secondo anno, e così via.
… Lo confesso apertamente: sono stato, all’inizio, un San Tommaso, convinto dall’Astrologia soltanto da quanto la stessa, sul campo, mi ha saputo dimostrare.
Il che mi porta a dire, quando parlo con le persone che deridono questa materia, che le parole contano poco; conta invece provare. Poi ognuno faccia come vuole.
Tuttavia, non riesco a non dire quello che di stupefacente l’Astrologia mi ha donato in questi ultimi anni. Si tratta di molto di più del concorso a cattedra …
Astrologia Attiva come strumento di conoscenza di se stessi.
La vera Rivoluzione, per me, è stata questa.
La vita, prima, mi sfuggiva di mano. Gli eventi accadevano, improvvisi, e condizionavano senza alcun filo conduttore le giornate. Ero incapace di determinare le mie azioni, come una barca che vaga senza meta fra le onde di una tempesta.
Ero “vissuto” e pensavo che i miei giorni, infelici, non potessero che essere quelli.
Nel corso degli anni l’Astrologia Attiva mi ha ridato in mano il destino o, come pure posso dire, ha aperto il mio cuore. Rivoluzione dopo Rivoluzione mi sono interrogato su quale fosse il mio destino e, soprattutto, quali fossero le cose in grado di farmi felice.
Non certo il denaro, il potere, il successo, che invece negli anni prima dell’incontro con l’AA erano le dominanti assolute. La felicità, per me, non passava attraverso il lavoro di … (omissis), i clienti, le grosse imprese, i progetti ambiziosi, ma lo studio, la ricerca, la scrittura, l’insegnamento.
Come fare a realizzare tutto ciò? Non ho mai avuto santi in paradiso e in Università non conoscevo nessuno. Ho fatto, forse, l’unica cosa possibile in questi casi: ho venduto la mia bella macchina, lasciato lo studio, cambiato città, fidanzata, amici, e ho cominciato a lavorare gratuitamente in una capitale straniera, dove un professore ha deciso di farmi fare l’assistente.
Ero povero (ma davvero povero, tanto da non avere da mangiare) ma sapevo che questa era la strada giusta. Poi piano piano è arrivato un piccolo assegno di ricerca, poi il posto da ricercatore, l’affidamento di un corso e oggi la cattedra…
In questi dieci anni ho scritto libri, fatto conferenze, tenuto numerosi corsi, viaggiato in posti magnifici e sperduti. Ma soprattutto, pur facendo diverse cose, ho la giornata tutta per me: non dipendo dal telefono, dagli orari, da nessuno. Mi alzo e, al di là degli impegni istituzionali, decido cosa fare.
Che libertà, e che assaporamento quotidiano delle piccole cose.
Togliendomi la maschera, e diventando niente, un libro bianco tutto da scrivere, ho incontrato l’amore, quello vero: mia moglie è una luce d’amore continua, la donna che mai avrei pensato di poter incontrare. Con lei ho avuto due splendidi bimbi, uno dei quali è in braccio a me, ora, mentre scrivo. E oggi sono contento ancor di più, perché per il prossimo compleanno tutti i componenti della famiglia partiranno.
… Non sarò mai in grado abbastanza, caro Ciro, di ringraziarla per questa mia rinascita. Si può rinascere ad ogni età, in ogni momento: questo lei ce lo insegna con i suoi libri e con le parole severe e calorose che ogni giorno leggiamo sul blog.
Con enorme affetto,
Diocleziano



Ecco rubiamo ancora qualche istante per riprendere le ultime parole di Diocleziano che riteniamo siano estremamente significative “si può rinascere ad ogni età”, e ci viene spontaneo paragonare l’approccio di Ciro Discepolo a quello di un contadino o di un giardiniere che non può far crescere il mais, ma può procurargli il terreno giusto e piantarlo nella zona giusta e vedere che abbia abbastanza acqua; può coltivarlo di modo che possano accadere cose emozionanti. Tutti noi allievi oggi vogliamo rivolgere al maestro un ringraziamento speciale per averci sempre spronato a crescere e a migliorarci per averci dimostrato che cose straordinarie possono accadere se solo ci crediamo e lo permettiamo. 

Presentazione a cura di: 

Katia Benedetti
Marco Celada
Luigi Galli


Domani le prime foto della manifestazione.


Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo



Posta un commento