mercoledì 13 ottobre 2010

You Can Read the 20% of a Book of Mine: "Cancro"



It was my first book: 1977. Here:



Per Emy. Sì potresti essermi molto utile per il mio seminario gratuito di New York, il prossimo 6 gennaio. Potrei organizzare anche tutto da solo, ma se lo facessi sarei indelicato verso i colleghi di New York. Tu potresti contattare la sede newyorchese dell’American Federation of Astrologers e cercare una sala adatta. Se questa fosse in un hotel aeroportuale, organizzando l’incontro – mettiamo – tra le 12 e le 16, potrebbero partecipare anche amici come Neena, come Julie, come Deva e tanti altri, venendo da altri Stati.
Fammi sapere se lavorando un po’ su Internet e incontrando i colleghi di persona sei in grado di farlo. Diversamente ci penserò io.
Io ho anche delle cugine, in gamba (una è avvocato) che sono nate e vivono a New York, ma non sono astrologhe.
Grazie per la tua offerta e spero di incontrarti in quella occasione.





Per Donato. Mi scrivi privatamente per chiedermi se sono d’accordo con la risposta di Niko sul blog alla tua richiesta. Sì Niko è bravo e ti ha anche spiegato che nelle RSM gli aspetti planetari valgono all’incirca zero. Comunque consiglierei a entrambi di considerare una RSM per Kuwait City, dove Venere è stretta al MC (e Venere è più forte del Sole in quella posizione) e dove togliamo un cattivo Saturno dall’ottava Casa che potrebbe rappresentare una inutile emorragia di denaro.
Con molti auguri.


Per Antonellina. Sono lietissimo di quanto scrivi però ricorda quello che ripeto da una vita sul blog e in tutti i miei libri: l’AA si può e si deve affiancare alla Medicina, ma non può sostituirla. Questa è anche la posizione ufficiale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che, fino a pochi anni fa, condannava, soprattutto nelle malattie oncologiche, l’uso della medicina omeopatica, della pet-terapy e di tutte quelle pratiche che funzionerebbero soltanto come effetto placebo. Poi, l’OMS, compiendo una inversione di marcia di 180 gradi, ha raccomandato a tutti i medici del mondo, pochi anni fa, soprattutto nella cura dei tumori, di affiancare alle cure chemioterapiche tradizionali, quelle dell’ “altra medicina” perché ha compreso che l’abbraccio di un nipotino che ti sorride può valere quanto una chemioterapia.
Personalmente credo moltissimo nell’aiuto che possono darci i compleanni mirati. Qualcuno potrebbe dire: “Ma si tratta di effetto placebo!”. Ebbene, come stavo spiegando, in questo caso, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato: “Evviva l’effetto placebo!”.
Naturalmente non si tratta di effetto placebo, ma a noi va bene anche così.
Personalmente faccio da sempre i compleanni mirati, ma da quando avevo trent’anni (oggi ne ho 62) mi faccio praticare una colonscopia e una gastroscopia ogni quattro anni. Lo consiglio a tutti perché sono pratiche come queste che ci possono salvare la vita e/o allungarcela.


Benvenuta Astrella! Vedo che sei subito stata assistita. Buon prosieguo tra noi.


Per Marcello Phoenix che ha postato oggi. Solo per capire: tu sei lo stesso Marcello che scrive contro di me quasi dappertutto sul web?



Per Tutti. Con molti di voi ci vedremo fra soli tre giorni nella bellissima Milano! Ci sono molte richieste di partecipazione da ogni regione d’Italia. Penso che sarà una bella festa e che ci divertiremo e istruiremo. A presto!





Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
  
Posta un commento