sabato 21 settembre 2013

There are no dangers for road accidents







Dear Ciro
Once again circumstances with my solar return bring me to the feet of the master!
July 15, 1950 4:37 AM
New Britain Connecticut USA
I have been told that there is an issue with accidents particularly to do with speed
automobile accidents etc with this chart
also with the death of a sibling (!)
I am doing a fair amount of traveling now.
On Sunday September 23rd I go in a car i am not driving to Provincetown Massachussettes to do a play for one week returning to NY on Sunday September 29th or Monday September 30th
Is there a safer day to travel?
on October 1st I fly with MY BROTHER (!!) to Rome from NY NY
and we will travel by train and car from October 4th to October 19th when we fly back to NY
Are there days I should pay special attention to when traveling by car, train or Airplane?
Any way to excorise this negativity?
have also been told two different things regarding launching my coaching business this year (acting and life coaching) one says it is a great year to launch it because of my 11th house another says it is an awful time to launch it and counseling business will fail this year...your opinion Maestro?
or excorise this negativity?
Next year I am going to be where you tell me to be!!!
I will look for your council in your blog!
Susana



Dear Susana,
your Aimed Solar Return this year presents no particular alarm for travel, but some alarm for the money and for the affections (Venus in the 12th House).

You can travel safely, and also to Italy ...
I hope that next year will depart.

Many greetings


















Hello Ciro!
This is my 3rd year asking your solar return advice!
I am planning a trip for my birthday, probably needing to stay in the US if possible, was considering Hawaii? My birthday is Feb 1, 1967, suffern, ny, 1:27pm.
Is there anything you can see that would be the best placement for me, as I am hoping to maximize health first, lovelife second!
Thank you so much for your astrological wisdom Ciro!!


Julia, Suffern, New York





Dear Julie,
it is true: the best Aimed Solar Return for you is Lahaina, Hawaii!
You are a good colleague.
Best wishes.














I'm sorry if I missed a message, I remember someone else in the comments stating something about time zones when I was born. I know I was born at 12:58 AM in Kokomo Indian on 7/17/1976. I dont know what the time zone was then. Today, we change time zones twice a year. Currently we are in Eastern Standard Time, we are always the same as New York, if this helps you. If its a problem with you calculating I wont bother you going forward. Many Thanks

Lisa US



Dear Lisa,
I know that today the time zone of Indiana is the same as that of New York, but the problem is  about your year of birth. Let's do this: you tell me to what degree of Ascendant is your heaven and I will do the calculations based on that. Of course this entails a responsibility for you, but we can not do otherwise.

Many greetings.













Bonjour Ciro,
Je te remercie pour ton étude. C'est encore Valérie de Belgique;). J'aimerais éclaircir un point, quand tu me parles de "pénalité d'amour", tu interprètes une rupture par défaut ou des difficultés mais qui peuvent s'améliorer ? Je te remercie encore une fois. Il est rare de voir des personnes aussi disponibles dans le monde ;)

Valérie

Dear Valerie,
in the case of ASR that I have recommended the pains of love don’t mean absolutely a separation of love, but could also be problems of your partner or a momentary cooling in your relationships. This can also mean that you will have to struggle and suffer for him.

Many good wishes.










Dear Mr Discepolo

Thank you for your blog which i have just discovered.The first astrology book i've ever read was from Barbauld !

I was unable to connect to your e-mail so this is why i 'd like to ask your opinion on my SR here.
I worry because it seems not good.

My main focus this year has been health which i'm trying to improve, and money: i am owed a big sum from the governement which they are withholding while i am in penury.

I 've been living in London for many years.

What do you advise me to do?Should i stay in London,is my health at risk, will i recover this money soon or at all?

My birth data is 12 october 1965 in liezey france 18h50pm, female.

Thank you for your attention.

I am looking forward to reading the whole of your blog!

best wishes and thank you again

EAH

P.S. my e-mail: peringeva@hotmail.co.uk 



Welcome EAH from London!

Dear EAH,
I advise you Pualaha, Hawaii (if possible a little more toward East), very well for health.
Best wishes.










Relativamente alle allarmanti notizie sui rifiuti tossici seppelliti a nord di Napoli e di Caserta








Mi sembra di grande attualità questo mio scritto di 10 anni fa, ma che raccoglie osservazioni, studi e ricerche di molti anni prima. Particolarmente inquietante – a mio avviso – il fatto che proprio dall'Istituto Pacale di Napoli io ricevetti una negazione alla domanda se a Napoli e dintorni ci fosse un numero superiore di casi di cancro rispetto alle altre parti d'Italia. Oggi l'allarme veleni cancerogeni ci viene esattamente dal Pascale!
Leggete.





Questa mia breve relazione tende a individuare quella che, secondo me, è l’attuale stato di salute del pianeta e dell’umanità che in esso abita. Raccomando di leggerla nel suo giusto significato, vale a dire di non considerarla relativa a singole persone particolari, a Tizio, a Caio, a Sempronio o a me, al Presidente del Consiglio o al leader dell’opposizione, ma a tutta quanta l’umanità, nessuno escluso, partendo dai bambini fino a giungere alle persone più anziane. Devo riconoscere che queste mie considerazioni possono sembrare piuttosto allarmanti e forse angoscianti, però sono anche convinto che esse possano essere di una notevole utilità pratica. Se così non fosse, si tratterebbe semplicemente di un lamento a tutto campo per spingere le persone alla depressione e al suicidio, mentre invece, nell’ottica dell’Astrologia Attiva, si tratta di tentare di raggiungere un obbiettivo esattamente opposto, cioè di proteggere la vita delle persone.
Questa mia dissertazione vuole stimolare le reazioni del Lettore, spingendo quest’ultimo a mettere in campo tutte quelle risorse che ognuno di noi ritiene utili per migliorare la situazione della propria salute.
A questo punto dobbiamo fare un passo indietro e, come preambolo, partire da un dato oggettivo. Qual è, di fatto, questo dato oggettivo? Io sto scrivendo nel luglio del 2003, sono 33 anni che pratico le Rivoluzioni Solari Mirate e, facendo una stima per difetto, ho inviato almeno 16.000 (sedicimila) persone a trascorrere lontano, in un luogo opportuno, il proprio compleanno mirato, con dei risultati che adesso esamineremo. Fermiamoci un attimo a tre anni fa: erano circa trent’anni che indirizzavo vari soggetti a festeggiare il compleanno mirato (circa dodicimila persone). Ebbene, in questo rapporto veniva fuori che, su dodicimila persone partite per il compleanno mirato e in trent’anni di tale pratica, io avevo avuto soltanto il caso (un solo caso) di una giovane donna poco più che trentenne (una mia carissima amica, romana), che l’anno successivo - se ricordo bene - al suo primo compleanno mirato, fu vittima di un carcinoma al seno, un cancro piuttosto difficile da trattare e in stato avanzato, che rese necessaria una mastectomia totale.
In quella occasione io rimasi molto sconcertato: in un primo tempo pensai che l’orario di nascita che mi era stato fornito fosse sbagliato, poi però, studiando i documenti e le testimonianze del soggetto e rivedendo il cielo natale di questa persona, mi convinsi che l’orario era giusto e che, se errore c’era stato, esso non poteva essere in quel dato. D’altra parte ritenevo - e ritengo ancora oggi - di non aver commesso alcun errore di metodo sulla scelta di quel compleanno. In ogni caso, anche a fronte di tale episodio, la statistica era a mio favore in maniera schiacciante, perché un solo caso su dodicimila persone partite, in trent’anni di pratica, poteva significare solo due cose: o che Nostro Signore mi vuole un gran bene, e quindi mi ha aiutato in maniera straordinaria, oppure che il metodo funziona. Ora, escludendo il primo caso, perché non penso di meritare tanta stima o affetto o protezione da parte di Nostro Signore, credo invece che sia valida la seconda ipotesi e cioè che il metodo funzioni davvero. Devo dire che in quell’occasione, anziché cercare di coprire la brutta notizia, io le diedi la massima diffusione, come potete verificare andando a leggere le fonti: infatti io scrissi di questo caso contemporaneamente su Internet, sulla mia rivista (Ricerca ’90) e sui miei libri, naturalmente senza fare il nome del soggetto e senza pubblicare i suoi dati di nascita. In tale occasione, se io avessi avuto “scheletri nell’armadio”, questi scheletri sarebbero saltati fuori: voglio dire che, avendo scritto che avevo avuto un solo caso di insuccesso, quello “di una giovane donna, avvocato, di Roma” sarebbero saltati fuori gli altri “cadaveri”, in quanto verosimilmente qualcuno si sarebbe fatto vivo sul web, dove possono avere accesso tutti, ricordandomi, magari, di essermi “dimenticato del ragioniere di Canicattì”, di avere “cancellato il caso della massaia di Cuneo e dell’architetto di Ferrara” e via dicendo. Tuttavia, come spiegavo prima, questi ipotetici scheletri nell’armadio non sono mai venuti fuori, il che è fortemente indicativo del fatto che - e questo è un punto fondamentale - la succitata statistica a cui mi riferivo prima è vera. In altre parole, su dodicimila persone partite per il compleanno mirato fino a circa tre anni fa, avevo avuto un solo caso di malattia seria. In quella occasione, io scrissi: “Non so spiegare cosa sia successo: quando sarò in grado di farlo, se un giorno sarò in grado di farlo, allora vi racconterò come sono andate le cose”.
Adesso facciamo un altro piccolo passo avanti e arriviamo al marzo del 2002. In quel mese, nel giro di dieci giorni circa, vidi crollarmi il mondo addosso. Infatti cinque giovani donne che seguivo astrologicamente, donne dai quaranta ai cinquant’anni circa, vennero da me, appunto a pochi giorni di distanza l’una dall’altra, e mi dissero di essere state colpite dal cancro. Ora, quattro di queste donne avevano delle Rivoluzioni solari terribili e non erano volute partire, anche se erano state avvertite con molta enfasi da chi scrive, e devo dire che esse lo riconobbero spontaneamente, senza difficoltà: ricordarono anzi che io, accompagnandole fin fuori alla porta, insistetti molto perché partissero, ma non ci fu alcun margine di trattativa. In quel caso avemmo quattro tumori al seno e uno alla gola.
La quinta donna partì per la prima volta per il compleanno mirato e il giorno dopo il suo compleanno, tornata in Italia, le scoprirono un cancro al seno che evidentemente aveva già da prima. Allora io non restai scioccato per eventuali responsabilità che potessero riguardarmi, perché oggettivamente non c’erano responsabilità da parte mia, ma rimasi assai turbato e pensai “Se in uno spazio così piccolo come quello del mio studio, in un tempo così breve come quello di una decina di giorni e in una popolazione così ristretta come quella che fa capo a me per i consulti astrologici, ho registrato cinque casi di cancro, allora vuol dire che questa malattia sta scoppiando letteralmente in tutto il mondo (ho studiato statistica e so che non è così che si procede a ragionare con tale scienza, ma il mio intuito mi spingeva a investigare).
Da tale profonda angoscia iniziò per me una ininterrotta ricerca, che io condussi non andando a fonti labili o discutibili quali potevano essere gli articoli sensazionalistici di Novella 2000 o di Eva Express, ma attingendo alle fonti primarie e originali come i maggiori centri di ricerca sul cancro del mondo, tra cui il sito del National Cancer Institute (www.cancer.gov), cioè il centro mondiale di ricerca sul cancro gestito dal governo degli Stati Uniti d’America, oppure il sito della fondazione del grande oncologo Umberto Veronesi (www.fondazioneveronesi.it) e dell’istituto di oncologia da lui fondato (www.ieo.it), oppure i siti di altri istituti francesi, che in fatto di ricerca e cura del cancro, secondo me, sono all’avanguardia, ancora più degli Stati Uniti, e altri ancora.
In quei mesi mi soffermai in particolare sul cancro al seno, inviando ai maggiori centri mondiali un e-mail in cui chiesi: “Per favore, per motivi di studio, potete indicarmi, relativamente alle donne che abbiano superato i cinquant’anni di età, dal 1980 al 2002, anno per anno, quanti casi di tumore al seno avete registrato nel vostro istituto?”. Ebbene, i vari centri di ricerca interpellati mi risposero subito e molto gentilmente, via e-mail, ciascuno nella propria lingua, e mi dissero che senz’altro mi potevano fornire questi dati, ma fino al 1997. Allora mi procurai una “raccomandazione” presso l’oncologo addetto alle statistiche dell’Ospedale Pascale di Napoli (specializzato nella ricerca e nella cura dei tumori), gli telefonai e gli domandai: “Dottore, perché fino al 1997?”. E costui mi rispose: “Sa, la burocrazia, le statistiche, l’epidemiologia, noi siamo sempre indietro di un paio di anni rispetto ai dati reali…”. Ma io incalzai: “Scusi, ma quale paio d’anni, qui stiamo parlando di cinque anni, dal 1997 al 2002, non di due anni, e poi, mi perdoni, io non le ho domandato quanti casi di recidive avete archiviato, o quanti casi di mortalità, o quanti casi di complicazioni, di metastasi ecc. ecc. ci sono stati. No, io vi ho chiesto solo quante pazienti sono entrate nel vostro ospedale, giorno per giorno, nel 1988, nel 1989, nel 1990 ecc. e lei avrebbe anche potuto prendere il registro e leggere tre oggi, due ieri, tre l’altro ieri; poi avrebbe potuto sommare i dati con la calcolatrice e darmi subito un numero. Lei me lo può dare questo numero?”.
“No!”. “E perché?”. “Sa, la burocrazia, l’epidemiologia, le statistiche…”. “Va bene, grazie, arrivederci”.
Allora cominciai a pensare, da quel momento, che i dati che ci stavano sciorinando pubblicamente erano tutti falsi. Devo dire che la mia ricerca è continuata e, al di là dei dati che sono pubblicati (che, ripeto, penso siano falsi), ci sono le testimonianze di molti medici, tra cui quelli colpiti dal cancro, o di alcuni oncologi che io conosco e che, venendo da me, mi chiedono di spegnere il registratore e mi bisbigliano: “Io le dirò qualcosa, a registratore spento, però, se lei lo pubblica, io la smentirò pubblicamente”. E poi, a registratore spento, confessano: “Sì, noi siamo convinti che non si tratta di una donna ogni sette, come nel 1997 (donne che abbiano superato i cinquant’anni), ma valutiamo l’ipotesi di essere vicini al rapporto di una a tre”. Una a tre significa che una donna ha il cancro e altre due lo avranno entro breve tempo, nel giro di quattro o cinque anni o comunque in futuro, e la cosa è piuttosto impressionante.
Ora, nel continuare tale ricerca io avevo una mia idea sulle cause che potevano stare alla base del crollo di questo “muro di Berlino”, diciamo così, per quanto riguarda l’avanzata, in tal caso, non del capitalismo e/o della libertà, a seconda dei punti di vista di chi vuole commentare quel particolare evento storico, ma il progredire della malattia rispetto alla situazione sanitaria dell’intera umanità.
E i conti, il ragionamento, erano piuttosto semplici. Io pensavo: “È lievitato enormemente l’inquinamento negli ultimi anni, sono diminuite di molto le nostre difese immunitarie ed ecco che la malattia dilaga”.
È da notare che oltre al cancro (che da quel momento in poi è stato, per me, come una diga crollata, per cui ogni giorno ricevo due, tre, quattro telefonate di persone che conosco, le quali mi riferiscono di essersi beccate un tumore) tanti soggetti mi informano di essersi ammalati – per esempio – di noduli alla tiroide, di morbo celiaco (intolleranze alimentari, in particolare al glutine), di avere sviluppato fortissime allergie alla pelle, agli organi di respirazione e agli occhi; di essere stati colpiti da epatiti virali o da altre malattie virali. Inoltre, mi risulta che siano tornate a diffondersi forme endemiche di tubercolosi, di sifilide, di varie malattie infettive. Altre malattie “nuove”, come la SARS, hanno debuttato per la prima volta (come sapete, quella che abbiamo avuto lo scorso inverno è solo la prima, ma temo che ce ne saranno altre). Addirittura ci sono state epidemie di Citomegalovirus o di altre malattie dovute a un virus che, preso nell’aria che respiriamo, ci fa stare un mese a letto con la febbre a 40°C; forme di astenia generale colpiscono tantissime persone; una metà della popolazione oltre i quaranta è diventata sterile; numerosissimi uomini accusano impotenza sessuale prima dei quarant’anni o, nel migliore dei casi, un abbassamento enorme del desiderio sessuale, delle forze fisiche e si potrebbe continuare per pagine intere con questa indagine poco divertente.
Senza parlare poi del mare di depressioni, di cefalee, di dolori reumatici, di dolori alle ossa e chi più ne ha, più ne metta (tutto, ovviamente, in misura assai maggiore rispetto ad una decina di anni fa).
Allora, quello che a me serviva per poter dimostrare il presente teorema era un dato oggettivo, e il dato oggettivo “finalmente” l’ho trovato. Nello scorso inverno, parliamo quindi del 2003, è uscito, prima negli Stati Uniti (Washington Post) e poi in Italia (Corriere della Sera), un articolo che ci dice che un gruppo di leader ambientalisti americani (quindi persone che fanno questo lavoro a tempo pieno, che sono addetti ai lavori, che sono espertissimi della materia, tra cui la compagna di un leader ambientalista americano, una signora che mangia soltanto macrobiotico da dieci anni) hanno avuto una brillante idea e si sono detti: “Noi, fino ad oggi, abbiamo monitorato l’inquinamento della pattumiera terra e abbiamo esaminato l’inquinamento delle acque, dell’aria e del terreno, ma non siamo mai andati a esaminare l’inquinamento della pattumiera uomo… e allora questa volta lo facciamo”. Così queste persone si sono sottoposte a un esame specialissimo, che è possibile effettuare solo in poche università al mondo, con sofisticate analisi in una delle più prestigiose università americane e con un costo di 5.000 dollari a persona. È venuto fuori che ognuna di loro aveva in corpo 101 sostanze altamente cancerogene, cominciando dalla diossina, continuando con il cianuro, l’arsenico, il piombo, il mercurio e via dicendo. E ciò in misura uguale, sia per gli uomini che per la donna che si illudeva di mangiare macrobiotico da dieci anni. Dico “si illudeva” perché, poverina, lei coltivava il suo riso integrale nell’orticello della sua casa a nord-est di San Francisco, in quelle foreste sterminate dove hanno girato il film Rambo, dove non ci sono presidi industriali importanti e non vengono neanche segnalati inquinamenti atmosferici di rilievo, dove non passano cavi di alta tensione, ecc.
Lei, naturalmente, nel suo terreno non utilizzava sostanze chimiche però non capiva che, ogni volta che pioveva, nel suo orto ci finiva la diossina, il cianuro, l’arsenico, il piombo, il mercurio, ecc. Ora questo ci dice due cose: primo, che ognuno di noi ha le suddette 101 sostanze altamente cancerogene nel proprio corpo (con piccolissime oscillazioni nei valori misurati) e, secondo, che non le potremo mai più eliminare. Il livello di inquinamento è di gran lunga superiore a quello che subirono coloro che furono investiti dalla nube tossica di Seveso, tanto per fare un esempio. Noi vedemmo con orrore quelle immagini al telegiornale, ma oggi siamo più inquinati di quelle sfortunate persone.
Allora cosa penso, in sostanza? Io penso che con un simile, spaventoso inquinamento che abbiamo nel nostro organismo, almeno per quanto riguarda gli over 50, gli over 55-60 come me, nei prossimi dieci anni, - ne sono convinto - ci beccheremo tutti il cancro. Tutti significa dal primo all’ultimo. Però, sono anche dell’avviso che la medicina ha fatto notevoli passi in avanti e che quindi una buona parte delle persone colpite dal tumore maligno si salverà.
Adesso, ricostruendo un po’ il percorso dal punto di vista dell’Astrologia Attiva, devo dire che se noi abbiamo la malattia in corpo che sta viaggiando già da dieci anni, il compleanno mirato non ci può proteggere al 100 per cento ma ci può proteggere all’80 per cento (grosso modo) e ci può proteggere per il futuro, ma non per il passato: così adesso mi spiego il caso di quella mia amica di Roma, che aveva questo cancro probabilmente già da tre o da quattro anni, in progress, e si è manifestato sotto una buona Rivoluzione solare, cosa che credo abbia contribuito fortemente a salvarla, dato che ormai siamo al quarto (se non erro) suo compleanno mirato, lei sta benissimo in salute e non ha avuto alcuna recidiva.
Per questo, come prima cosa, io vi invito ancora di più a prendere in considerazione l’idea di spostarvi tutti gli anni, non un anno sì e uno no, e come seconda cosa, siccome noi non possiamo proteggerci dalle malattie pregresse, a mettere in campo tutta una serie di protezioni che noi riteniamo utili al fine di difendere la nostra salute, supporti che per alcuni potranno essere la medicina omeopatica, per altri i fiori di Bach o la pranoterapia, l’agopuntura, i massaggi shiatsu e - perché no? - anche la preghiera a Padre Pio, alla Madonna, a Maometto, a Buddha. Per altre persone un’ottima medicina potrebbe essere l’amore, che è un fortissimo antiossidante (quando si è innamorati è difficile ammalarsi). Per altri ancora si può trattare dei mezzi tradizionali della scienza: per esempio ormai quasi tutti i medici sono convinti che dosi massicce di vitamina C ed E, come pure di melatonina, hanno una forte azione antiossidante e aiutano a combattere il cancro. Inoltre ricordiamo che, di fronte alla domanda “Dato che tutti i cibi sono avvelenati, qual è il modo giusto di alimentarsi?” la risposta di grandi medici è: 1) mangiare pochissimo; 2) cambiare ogni giorno quello che si mangia, perché piccole dosi di veleni differenti presi ogni giorno fanno molto meno male di uno stesso veleno preso continuamente.
Secondo questo modo di vedere, colui che mangia in maniera fissa mozzarelle, e ne ingurgita grandi quantità ogni giorno, probabilmente morirà prima di altri che non hanno queste abitudini alimentari, perché mangerà sempre lo stesso tipo di veleno, che si accumulerà in una misura troppo forte e lo ucciderà. Chi invece ingerirà un po’ di veleno dalla verdura, un po’ di veleno differente dalla pasta o dalla carne o dal pesce, avrà più chance di salvarsi.
A monte o a valle di ciò, inoltre, io raccomando anche di non chiedermi assolutamente sconti sul chilometraggio del viaggio per il compleanno mirato, perché non ha senso, di questi tempi in cui dobbiamo affrontare un nemico che ha i denti affilatissimi, pensare di potersi spostare solo fino a Londra o fino a Parigi. Dovremmo invece domandare: “È possibile andare sulla Luna per difendermi meglio? Perché, se è possibile, io vado anche sulla Luna”.
Ecco allora, detto ciò, è evidente che invito tutti ad essere più aggressivi nei confronti del nemico costituito dall’inquinamento e dalla malattia. Naturalmente invito tutti soprattutto a evitare quelle tossine che ingeriamo volontariamente, fumando, bevendo alcool, prendendo droghe, farmaci, eccetera.
Vorrei anche osservare che personalmente nutro una certa speranza per i ragazzi di oggi, ritenendo che noi stiamo mutando geneticamente: così come i topi si sono abituati alle esche avvelenate, e quindi non li uccidiamo più e abbiamo perso la guerra con loro, analogamente penso che anche noi esseri umani ci stiamo abituando lentamente al veleno. Però in noi esseri umani credo che il processo sia lunghissimo, molto più lungo di quello che può avvenire nei topi e allora, probabilmente, quando i ragazzi e le ragazze di oggi avranno sessant’anni, forse andranno dal medico, vedranno i risultati delle analisi e il medico dirà: “Signora, lei mi sta tenendo questa diossina un po’ troppo alta, la deve far scendere!”, così come un medico di oggi direbbe “Lei ha valori troppo alti di glicemia e deve provvedere!”. Credo però che ciò riguarderà soltanto i ragazzi del futuro e che noi (over 50/60) siamo, purtroppo, fortemente esposti. Pertanto, ripeto, a mio avviso la Rivoluzione solare mirata non è la lampada di Aladino, Lourdes o Padre Pio, ma è uno dei supporti più importanti, uno degli scudi più protettivi che esistano per difenderci dalla malattia, in una misura di efficacia che potremmo indicare vicina all’ottanta per cento rispetto al pericolo. Sono consapevole del fatto che quel venti per cento che resta scoperto è terribile comunque, però, in ogni caso, la differenza fra la protezione con uno scudo all’ottanta per cento e l’assenza totale di protezione, trascorrendo ogni anno il compleanno nel nostro luogo di abituale residenza e beccandoci delle posizioni astrali che a volte sono alquanto insidiose, è evidente. Io credo che in questo caso non possiamo assolutamente, dico assolutamente, correre tale rischio e quindi, decisamente, vi invito a operare in questa precisa direzione e a continuare con la pratica del compleanno mirato, come anche con quella dell’esorcizzazione del simbolo.
Infine desidererei anche ricordare, relativamente al discorso sulla salute (che spero abbiate letto con attenzione, senza annoiarvi), che sconsiglio fermamente di tentare di convincere gli scettici a partire. Ci sono legioni di miei allievi, e anche bravissimi colleghi, che costringono genitori ottantenni a mettersi sull’aereo per partire per il compleanno mirato quando questi poveracci non credono minimamente a tale operazione e, pur di far contenti i figli, si sottopongono a sofferenze terribili.
Quando io fui convinto, nel 1995, che nel giro di un anno avrei perso mio padre e mia madre, non feci nulla per farli partire per il compleanno mirato, perché loro non credevano assolutamente alla suddetta tecnica. Allora la mia esortazione è: voi partite, partite, partite e, se potete, fate partire i vostri figli, perché di quelli avete una responsabilità diretta, ma non costringete mai alcuno, perché si tratterebbe di violenza mentale, a cominciare dai genitori o dalle persone anziane, quando i primi o le seconde non credono alle Rivoluzioni solari mirate.
Ecco, questo è tutto, ma naturalmente, sia sul mio sito, sia attraverso la mia rivista, potrete aggiornarvi sulla presente ricerca che io considero un file temporaneo e che quindi devo aggiornare continuamente cercando, per il futuro, di trasmettervi tutte le notizie che sono utili a noi tutti per difenderci meglio.










Non dimenticate di portare con voi le lamette per le vene se andate al cinema a vedere l'ultimo film di Gianni Amelio










Un film gravido di angosce a tutto campo. Di una tristezza infinita, forse più duro e pesante di Ladri di biciclette e di Umberto D.
Certo il finale… Pochi fotogrammi in fondo a un percorso di pene e di afflizioni. Una piccola, tenue luce che non può illuminare più di tanto. Un messaggio abbastanza chiaro:

Datevi una mossa e fate qualcosa!


Ma non mi sembra poi tanto ottimista. Un regista che amo e di cui rivedo volentieri più volte, spesso, La stella che non c’è e Lamerica, ma che stavolta mi ha lasciato davvero scioccato. Non cerco il lieto fine, ma neanche una istigazione alle lamette da barba.
Una storia tristissima, in una Milano algida e semi-invernale, con tanto buio, tanti spazi enormi con edifici anonimi e anche tetri, quasi a voler sottolineare la solitudine umana di un uomo buono e gentile in un deserto di sentimenti.
Perché tanta angoscia?


Forse per l’attuale Rivoluzione Solare del grande regista che si è preso – probabilmente – un Ascendente in 12ª Casa e un Saturno congiunto all’Ascendente.  









PER CARONTE9
Sono da poco tornato dall'isola di Rodrigues per la RSM della mia compagna e se ti interessano dei consigli di viaggio te li posso dare volentieri. Ci possiamo eventualmente sentire per e-mail. (bramanti.lu@gmail.com)
Ciao
Ludovico











Ciro tante grazie della risposta.
Ti chiedo un'ultima cosa, cn l'impegno di evitare continue visto che sl punto mi hai già abbondantemente risposto..

Vista la mia configurazione, ritieni che possa riuscire a realizzarmi magari anche in una professione importante nella pubblica amministrazione settore giustizia, raggiungibile quindi a mezzo concorsi pubblici?

Quindi, posto che devo avere soprattutto pazienza ed impegnarmi molto, ritieni che questa strada serva solo ad esorcizzare i simboli negativi oppure potrebbe anche portarmi alla realizzazione?....

Un caro saluto e tantissime grazie per ciò che fai

Poseidon 83





Caro Poseidon,
ti confermo quanto scrissi in passato per te e cioè che una ricerca di realizzazione nelle pubbliche amministrazioni, a mezzo concorsi, non solo ti aiuta ad esorcizzare le posizioni cattive del tuo cielo, ma può essere effettivamente la migliore strada per la tua realizzazione.

Molti auguri.












Buondì Ciro, scrivo perché leggendo il blog ho notato con preoccupazione la congiunzione Plutone/Saturno. Mia figlia Clà è nata il 25/05/1983 a Milano alle 11.10 e si ritrova una congiunzione Plutone/Saturno congiunta al fondo cielo. Mi devo preoccupare? Le succederà qualcosa di brutto? Come può esorcizzarla?
Grazie e un caro saluto.
Antonella 6/1/1961 Milano 14.20










Cara Antonella,

sì, è una congiunzione non buona, ma non è al Fondo del Cielo in quanto è oltre 2,5 gradi dallo stesso. Essendo in una Casa non particolarmente problematica, ti direi di non preoccuparti eccessivamente. Essa può significare problemi dai fratelli o dalla mancanza degli stessi oppure problemi dagli studi o uno sforzo enorme e intensissimo per studiare.










Molti auguri.
grazie signor maestro...ma fino in brasile nn so se potra essere possibile..primo xke e troppo onerosa come spesa e secondo valentina e una ragazza che nn ha mai fatto viaggi cosi lunghi e da sola..so che e un provlema nostro e nn suo..la rigrazio moltissimo... x la sua pazienza e la sua gentilezza... ma se ci fosse la possibilita di un paese in europa... so come la pensa xke la leggo sempre....grazie

Anonima


Cara Anonima,
l'unica alternativa 2013 in Europa, per Valentina, è Kulusuk, Groenlandia. Ma temo che costi di più del Brasile.
Molti auguri.













Gentilissimo Ciro,
eccomi qui a fare il conto alla rovescia: -20 al mio compleanno. Vengo fuori da uno degli anni più difficili della mia vita. Non ho nessuna possibilità di spostarmi per la prossima Rivoluzione Solare, tranne forse un salto a Lisbona, che comunque mi costerebbe enorme sacrificio!Ricorro al tuo generoso consiglio di cui mi fido ciecamente.Venti anni fa accompagnai da te a Napoli per una Rivoluzione Solare una mia amica e tu trovasti il tempo di gettare uno sguardo al mio tema natale dicendomi un particolare che si è poi puntualmente verificato! Tornando al mio prossimo compleanno,quanto è necessario che mi sposti? Quanto è negativo l'anno che mi si prospetta se rimango nel luogo natale? Quante ore prima e dopo il ritorno del Sole dovrei trovarmi nel luogo prescelto? I miei dati sono:11/10/1967 ore 22.00 Roma. L'ultimo compleanno l'ho trascorso a Roma. Avrei bisogno di conseguire una stabilità lavorativa.Sentimentalmente sono sola e vorrei non esserlo più.
Grazie del tempo e competenza che vorrai dedicarmi.
Buon proseguimento di tutto il tuo lavoro!
B.


Benvenuta B. da Roma!




Cara B.,

ammetterai che vi è una grande sproporzione tra la tua situazione attuale, le tue aspettative e ciò che sei disposta a fare per raggiungerle. Apprezzo lo sforzo di essere disposta a recarti a Lisbona, ma sfortunatamente ciò non servirebbe a nulla perché lì avresti, comunque, un Ascendente in Prima Casa. Pur non volendoti spostare di molto, se vorrai mettere almeno un argine alla tua prossima ASR che si presenta assai cattiva, dovresti recarti almeno a Porto, Portogallo. Lì ti dovresti trovare alle ore 0.19 di Greenwich del giorno 11 Ottobre (notte tra il 10 e l'11 Ottobre). Se sei certa dell'ora di nascita puoi giungere lì anche 1 minuto prima e ripartire un minuto dopo. Diversamente prenditi qualche ora di margine.

Molti auguri.










salve Maestro,
sono una dei tanti blogger che non scrivono mai ma la leggono sempre. Questa prima volta le scrivo per chiederle due cose; anche per la Luna come per il Sole la Casa in cui si trova è più importante del Segno? mi spiego; una Luna in Toro in 3 Casa va letta solo come Luna in Toro o anche, o soprattutto, come una Luna in Gemelli?
Seconda cosa; Giove di transito è bistabile anche se è di transito? cioè se Giove transita la 7 Casa porta un cambiamento della situazione sentimentale o agisce solo come benefico, quindi migliora la situazione sentimentale?
Spero di non aver fatto domande troppo stupide e la ringrazio in anticipo,

Giovanna


Cara Giovanna,
hai osservato con attenzione, vedendo dei documentari sui predatori, come essi fissano la preda prima di attaccarla e di sbranarla? I predatori, siano essi leoni, tigri, giaguari o altro, a differenza delle predi che hanno una vista a grand'angolo, hanno un raggio visivo assai limitato e guardano perfettamente in avanti, per puntare la preda. Ecco, questo è un esempio di libido: mirare precisamente! Nel caso del Sole nelle Case ciò si sposa perfettamente con l'esempio appena fatto. Diversamente per la Luna che ci parla di ciò che vorremmo fare e non di ciò che facciamo. Dunque per la Luna non valgono assolutamente i riferimenti relativi al Sole, compreso il discorso sulla Casa.
Per quanto riguarda l'effetto bistabile di Giove esso si esprime soprattutto nei transiti e nelle posizioni della RS, ma soltanto nelle tre Case che conosci.
Molti saluti.









Carissimo Ciro, un'altra domanda di natura teorica:
Se sono assicurato per la grandine, ad esempio, e la mia macchina viene grandinata (come mi è successo), l'evento alla fine è assolutamente positivo, poiché mi trovo la macchina riverniciata e messa completamente a nuovo senza spendere una lira, e con i vari graffietti tolti, usando l'auto sostituiva del carrozziere per una settimana! Dunque, per un evento del genere dovrei aspettarmi degli aspetti di RS positivi o l'evento deve risultare comunque negativo a livello astrologico e sono io che l'ho prevenuto? Avevo venere di RS in terza quest'anno.
Cari saluti e grazie,
Alberto Torino




Caro Alberto,
penso che se stessimo parlando di una frattura alla gamba non avremmo alcun dubbio. Come tu osservi, invece, relativamente all'evento in oggetto, la posizione astrale che descrive l'evento è strettamente collegata al modo di vivere lo stesso da parte del soggetto: se ciò fosse capitato a me, quando guidavo l'auto, avrei imprecato moltissimo...









Sono Alberica ,ciao Ciro sono nata il 22/7/66 alle 13 circa a Gallarate Va, ho avuto un grande amore con un uomo nato con la cong.marte saturno mercurio, al di la di qualche bugia, questa persona era veramente buona e caritatevole, 24 2 64 como 10,30, grazie e buona serata.
Alberica


Ne sono assai lieto per te.






 



Grazie mille!!! 
Alessandra








Caro Ciro, cari Bloggers.
Una segnalazione a mio avviso interessante, riprendendo l'argomento di qualche giorno fa sugli animali.
Due dei miei otto gatti, nati a pochi minuti di distanza, presentano una caratteristica particolare.
Conosco l'ora esatta della loro nascita in quanto, nati in casa, ho assistito al parto . La madre ne partorì solo due, uno nero e uno biondo, così la registrazione può dirsi precisa.
Il primo, Morghy (vedete link) è nato a Settimo Torinese il 23 ottobre del 2006 alle 9.53 del mattino. La femmina Zazou Piz alle 9.58.
Morghy ha la caratteristica di una lieve convergenza degli occhi pur non essendo un Siamese (Sole in cuspide 11ª/12ª). Zazou Piz no, ma soffre di micosi alle orecchie se si imbatte in troppa polvere (Sole in 11ª).

MORGHY.JPG

Un caro saluto a Tutti.
Danila 


Molto interessanti e in tema le osservazioni della collega Danila Madau Perra.














Continua il nostro quiz a premi. Sotto vi trascrivo tre numeri: provate a indovinare a cosa corrispondono e vinca il più bravo.


347 8235483
345 7707604
06 2414533









Per Tutti. Non è una notizia importante, ma vi invito a leggerla perché potrà spiegare, a qualcuno, il perché di un certo rumore di fondo che disturba, da qualche anno, l’Astrologia:





For Everybody. It is not an important news, but I invite you to read it because it can explain, to someone, the why of a certain noise leading that disturbs, from a few years, the astrology:









Buona Giornata a Tutti.
Ciro Discepolo



Tutto il materiale contenuto in questo blog, testi, grafici e foto, rigo per rigo, è coperto da Copyright. È vietata ogni riproduzione parziale o totale senza previa autorizzazione dell’owner.



STATE MOLTO ATTENTI A DARE I VOSTRI RISPARMI ALLE POSTE ITALIANE SE NON VOLETE PERDERLI




Notizie di servizio


Per postare una domanda o un commento, visualizzare la pagina con il blog di quel giorno e portarsi sotto a tutta la pagina. Quindi entrare nella scritta “Posta un Commento” oppure “Tot Commenti” e lasciare il pallino nero su Anonimo. Quindi scrivere il messaggio e, dopo averlo firmato con il proprio nome e cognome o con un nickname, spedirlo. Occorre sempre che aggiungiate luogo, giorno, mese, ora e anno di nascita. Solitamente rispondo nel blog del giorno dopo.


To post a Query or a Comment

To post a question or a comment, visualize the page with the blog of that day and go under to the whole page. Then enter the writing “Sets a Comment” or “Tot Commenti” and leave the black little ball on Anonymous. Then write the message and, after having signed it with your own name and last name or with a nickname, send this message. It always needs that you add place, day, month, time and year of birth. I answer usually in the blog of the day after.


Per vedere bene i grafici zodiacali e le foto, occorre cliccarci sopra: si ingrandiranno.

To see well a graph, click on it and it will enlarge itself.


Passando il puntatore del mouse su di un grafico, leggerete, in basso a destra dello schermo, il nome della località consigliata. Se ciò non dovesse avvenire, vi consiglio di usare come browser Chrome di Google che è gratuito e, a mio avviso, il migliore.

Where it will be my birthday?
Passing the mouse pointer on a graph, you will read, in low to the right of the screen, the name of the recommended place. If this didn't have to happen, I recommend you to use as browser Chrome of Google that is free and, in my opinion, the best.



A che ora sarà il mio compleanno? (At what time I will have my Solar Return?):





Qual è l’Indice di Pericolosità del Mio Anno?
CALCULATE, FREE, YOUR INDEX OF RISK FOR THE YEAR (as explained in the book Transits and Solar Returns, Ricerca ’90 Publisher, pages 397-399):




Quanto Vale il Mio Rapporto di Coppia?
Test Your Couple Compatibility:



Sabi Sabi Selati Camp: Where I Have Lost Everything:




Posta un commento