venerdì 7 marzo 2008

Un altro dono musicale da Stefano Panzarasa



Cari Amici,
ricevo e pubblico volentieri: "Caro Ciro, quella che hai definito "La canzone di un innamorato" ha avuto un seguito... Eccola con la voce di Mariagrazia che sta sempre nei cori e nel nanana insieme alla mia. Invece quando parla la vecchia signora è una collega del mio ufficio, Giuseppina che fa anche parte del mio gruppo Orecchio Verde, a cantare (e MG fa il coro). In qualche spettacolo anche MG si è esibita con noi, come in occasione di un'esibizione addirittura al palazzo dei Congressi a Roma in occasione della presentazione del Premio letterario Rodari - Città di Roma (a dicembre). Vi era anche Maria Teresa Ferretti Rodari, moglie del poeta e ormai nostra cara amica che apprezza moltissimo il mio lavoro. Un saluto, Stefano".
La trovate a questo indirizzo:



Grazie a Paola che ci ha fatto condividere alcune sue esperienze importanti di RSM (pensate che secondo alcuni colleghi la nostra amica ed eccellente scrittrice si sarebbe inventato tutto...). Per la strage di Erba e per la terribile tragedia dei bambini di Gravina vi inviterei ad attivarvi e a chiedere gli estratti come vi ho già dettagliato precedentemente. Poi, se lo vorrete, inserirò i loro grafici e la curva di AstralDetector.
Grazie anche a Elisabetta per le parole di stima e affettuose e condivido pienamente quando scrive: "Registro come, creare nella pubblica opinione americana, e non solo, un humus favorevole alla violenza attraverso un fiume di films storici ispirati all'antica Roma e Grecia (lotta, onore, rispetto, gloria) ed eroi senza paura, sia stato un mezzo efficace attraverso il quale il potere ha gestito negli ultimi anni le campagne in Medioriente ed Asia. Tutto questo ha lasciato il segno ed a mio avviso, mai come oggi molta gente, schermata dal cinismo, anela a qualcosa di autentico, di vero. Sembra un paradosso, ma nel mondo ormai quasi omologato dall'aggressiva furbizia, ciò che seduce è la bontà, merce rarissima e quindi preziosa; altro che elezioni, forse avremo la prova del vero cambiamento stando attenti alle locandine". Utili anche il link che ci segnala e l'altro segnalatoci da Giulia.
A proposito della mia recensione di ieri, dimenticavo di dire che forse, a mio parere, l'Oscar come migliore attore non protagonista andava dato, pari merito, anche al cattivo (eccezionale) di Apocalypto di Mel Gibson.
Caro Alberto la tua idea ha avuto subito successo e credo molti saranno restati sorpresi dal fatto che hai iniziato a 24 anni a spostarti per il compleanno, ma forse dovevi anche dir loro che ne hai 25... (scherzo, naturalmente).
Buona giornata a Tutti.

10 commenti:

Sabri ha detto...

Cari Ciro e Stefano, grazie ancora per questo gradito dono.
Mi chiedevo se fosse possibile vedere pubblicato in questo blog il testo della canzone in oggetto (che non riesco a sentire nitidamente, forse per problemi della mia scheda audio).
Sono anche io una estimatrice di Gianni Rodari, ci ha lasciato un notevole contributo in spirito e letteratura sempre centrato sui bimbi.
Per l'argomento film "pulp" o "trucidi" che dir si voglia, devo ammettere che li evito grandemente perche' non amo vedere tutto questo soffermarsi su immagini violente fino all'eccesso (ho visto qualcosa di Tarantino e mi e' bastato). Nella mia modesta opinione si puo' riuscire a trasmettere lo stesso messaggio senza dover "scadere" in tali particolari: il maestro Alfred Hitchcock insegna molto in materia secondo me.
Al momento non ho risorse di tempo ed energia da dedicare alla ricerca degli estratti di nascita delle vittime di Erba e di Gravina di Puglia, ma non sapete quale "colpo al cuore" sento quando se ne parla.

Un caro saluto,
Sabrina.

Franca ha detto...

Buongiorno a tutti.Cosa ne pensate della notizia diffusa dalla BBC inglese, che riguarda un astrologo tale Louis de Wohl..."L’Intelligence britannica ha cercato di scoprire i piani militari di Hitler in un modo del tutto inaspettato: studiando il suo oroscopo. La rivelazione, comunicata al mondo dalla BBC News, arriva da alcuni documenti rilasciati dagli archivi nazionali.

Per carpire i piani dei nemici durante la Seconda Guerra Mondiale, gli inglesi fecero ricorso a Ludwig von Wohl, un romanziere con conoscenza della lingua tedesca che si presentava come un discendente di nobile famiglia ungherese...."
C'è qualcuno che ne sa di più?
ciao Franca

Heres ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Heres ha detto...

Ciao Franca,
se cerchi con google Ludwig von Wohl vedrai che ti si apriranno diverse pagine, gia' su Wikipedia inglese potrai trovare dei link esterni in argomento.
Di piu' al momento non saprei suggerirti, ma ti faro' sapere se trovero' altro.

Buona ricerca.

al rami ha detto...

Un caloroso saluto a tutti i "discepoli". Volevo ringraziare il maestro per la sua pazienza nel rispondere alle mie domande. Ho controllato le pagine alla quale mi ha indirizzato e ho capito di aver fatto di tutta l'erba un fascio. Quindi, da oggi in poi prenderò effettivamente alla lettera tutto quello che c'è scritto nei suoi libri. Volevo sollevare un'altro problema, però: a proposito di pianeti isolati (nel tema natale)come vi conportate nell'analizzarli? Sono pianeti "monchi", che non garantiscono la loro efficacia? Per esempio, nel caso di Venere isolata,il pianeta dovrebbe limitare al soggetto le capacità amatorie o di salute? Qualcuno ha un'idea in proposito? La bibliografia alla quale sono venuto in contatto, non è molto esaustiva a tal proposito (ho quasi tutti i libri della collana Armenia)e per arricchire la mia conoscenza ho bisogno di un confronto con voi.Un 'ultima cosa: a proposito dei gradi sabiani, cercavo commenti, smentite o conferme sulla loro efficacia. Per quanto riguarda il caso di Gravina,cercherò di ritagliarmi un po' di tempo per trovare il materiale necessario. Un caloroso saluto di cuore a tutti i blogger.

Giulia ha detto...

Caro Ciro, intanto oggi sono contenta perchè ho trovato nella cassetta della posta la tua rivista, mi riservo un fine settimana in relax a leggermela da cima a fondo.
Anzi per la verità ho già letto il tuo articolo su Dracuala, la caduta dell'ICP etc.
Mi sono venute da fare alcune considerazioni, che poi magari esporrò in seguito, dopo un'ulteriore attenta rilettura.
Siccome la mia mente, quando non è impegnata in occupazioni che comportino la massima attenzione, è solita girovagare spesso intorno a temi astrologici, ho avuto un flash ed un grosso interrogativo.
Probabilmente può essere nato dalla mia ignoranza sulla modalità del funzionamento del tuo programma AstralDetector, e nel caso, vorrai perdonarmi.
La domanda, credo fondata, che mi è balzata alla mente, è questa:
"quando tu analizzi gruppi di persone con AstralDetector, se ho capito bene, inserisci solo i dati di nascita di
tutti, per esempio di un nucleo familiare come hai fatto per il maresciallo caduto in Afghanistan.
Questo ti dà un grafico, con dei picchi significanti l'andamento dell'anno del gruppo in oggetto.
Ma se, poniamo, tutto il gruppo in oggetto si è fatto la RSM, questo dato viene inserito oppure no?
Se viene inserito immagino che tutto ciò porta a dei cambiamenti nel grafico, vero? E di che entità? Hai mai valutato le differenze, grafico con persone con RSM e con le stesse senza?
E se no, come si concilia tutto ciò con l'Astrologia Attiva che molti mettono in pratica?
Grazie dell'attenzione, e nel caso il mio quesito sia infondato, causa ignoranza tecnica, ti prego ancora di scusarmi.

pianetaterra ha detto...

Cara Sabrina, grazie per i tuoi complimenti ed ecco il testo...
Ti segnalo una interessante iniziativa a Monterotondo sull'archologia e il matriarcato per domani 8 marzo. Se vuoi saperne di più vai sul mio blog: www.orecchioverde.ilcannocchiale.it
Ciao, Stefano

IL TRENO DELL’AVVENIRE

“Presto, signori, in vettura, si parte!
È pronto il rapido per Marte!
Proseguendo, verso le nove,
faremo tappa a Venere e a Giove.
Sull’anello di Saturno
cena, teatro e ballo notturno.
Il Giro del Sole potremo fare,
sulla Via Lattea andremo a sciare,
e incroceremo, senza timore,
il Gran Carro dell’Orsa Maggiore”.
Una signora arriva adesso:
“Che disdetta, ho perduto l’espresso!”
“Niente paura, cara signora,
ce n’è un altro fra un quarto d’ora”.
“Oh, io vivo vicino, per fortuna:
prenderò il filobus per la Luna”.

uranio12 ha detto...

Ciao a tutti,sono mancato in questi giorni a causa di problemi di linea,annunciati tra l'altro dal transito si mercurio al quadrato di saturno e il sole di transito in terza.Comunque vedo che sono arrivati tanti nuovi amici,bello!

Ciao Alrami,prima di definire isolati certi pianeti hai provato ad osservare i vari aspetti tra i quali il semi-quadrato(che e' come il quadrato ma di 45°)e il sesquiquadrato che e' di 135°?
Comunque in linea di massima il pianeta isolato e' sempre da interpretare perche' e' sia in un segno sia in una casa,ma "il simbolo"rimane solo in quell'ambito e non si incanalizza bene.
A livello di dominante,credo,che abbiano scarsa rilevanza anzi completamente nessuna.

Ragazzi,appena ho tempo mi leggo i trascorsi...a quanto pare non vedo la mia sorellina Celeste...

Sergio ha detto...

Salute a tutti.

Per quanto riguarda i pianeti isolati che non presentano aspetti con gli altri pianeti e che non sono angolari, direi che possono essere delle mine vaganti, non è facile definirli nei loro risvolti concreti. Ma devo dire che ne ho visti pochi, e devo dire che nei libri che ho ci sono pochissime osservazioni in merito.

In merito ai film "pulp" direi che non sono da criticare, io sono dell'opinione che la realtà debba essere come il maiale per i contadini di una volta: non si deve buttare via niente. Per questo molte volte avrei voglia di prendere a bastnate 3/4 (minimo)dei cattolici che vogliono tutt'oggi eliminare il male come si elimina la polvere buttandola sotto il tappeto.

Non vado altre con le mie osservazioni altrimenti "le sparo troppo grosse" per la maggior parte di quelli che dicono: "io ho la coscienza pulita".

Ovviamente se una persona si impressiona nel vedere erte scene non deve essere colpevolizzata, ma la realtà quando viene rappresentata degnamente non deve essere nascosta.

E se ci sono delle cose nascoste è solo perchè qualcuno di ipocrita le nasconde.

Cari Saluti

Graziano Vagnozzi ha detto...

Devo dire che sono tra coloro che non si turbano facilmente davanti alle scene violente. Ultimamente invece sono rimasto molto scosso nel vedere trasmessi i colloqui di Rosa Bazzi con il criminologo.
C'è tutto sommato qualcosa di morboso in questa tv che censura i corpi scempiati delle vittime ma espone la mente scempiata dei carnefici (almeno presunti).