domenica 30 marzo 2008

Viva il Tibet libero!


È una tragedia che prende tutti noi e non possiamo che essere schierati con questo popolo oppresso.

Il Tibet c'entra molto anche con noi, con l'AA e con questo blog. Vorrei ricordare qualcosa in proposito.
Quando avevo 22 anni ebbi il grande onore (ma lo capii solo molti anni dopo) di praticare lo yoga con il maestro tibetano Norbu, ex principe nel suo paese, grande astrologo e grande iniziato. Pensate che Norbu è talmente una figura importante, a livello mondiale, che già negli anni Settanta, quando molti italiani andavano dai vari santoni indiani, costoro chiedevano loro: "Perché venite qui se in Italia vi è Norbu?".
Norbu mi spiegò un giorno che da loro fanno tutto su consiglio dell'astrologo e, se devono partire, interpellano l'esperto per conoscere il momento giusto per farlo. A volte l'interessato non può partire in quel giorno e in quell'ora e decide di partire lo stesso, con tanto di zaino in spalla, poi fa un chilometro a piedi e torna indietro. In questo modo il viaggio è iniziato e potrà essere ripreso in qualunque momento, anche giorni dopo, perché l'oroscopo del viaggio non è più modificabile.
Diversi miei consultanti sono tibetani e anche l'amico Marco Columbro lo è e nonostante ciò spesso mi chiede consigli su dove trascorrere il compleanno. Qualcuno dei miei "tibetani" ha chiesto al proprio maestro in Tibet cosa pensasse del viaggio di compleanno mirato e le risposte sono state tutte positive e di incoraggiamento a continuare tale pratica.
Su queste pagine ci sono state delle precisazioni da parte di Black Puma, di Massimiliano, di Pasquale Iacuvelle, di Uranio12, di Sabrina e di Marco Celada (spero di non avere dimenticato alcuno). Tutti hanno espresso con pacatezza, mi sembra, la loro posizione e lo stesso Black Puma si è detto interessato a capire e non a polemizzare. Vorrei ribadire che a mio avviso le RSM non sono mai andate contro la religione, da quella cristiana a quella tibetana o di altra origine, nella stessa misura in cui perfino la chiesa cattolica incoraggia i trapianti di organi perché asserisce che è nostro diritto-dovere fare ogni cosa per prolungare la nostra vita e per migliorarne la qualità della stessa. Dunque penso si possa essere assolutamente rispettosi sia della posizione religiosa di Black Puma e di Sabrina e sia di quella di laici come me e altri.
Come ha ricordato Marco Celada, la RSM non va intesa in senso opportunista. Certo ognuno ne farà l'uso che crede e io (vi giuro) che una volta me l'ha chiesta un vescovo perché voleva diventare cardinale e "lo fregavano sempre". Tante persone che per motivi religiosi non volevano partire, alla fine sono partiti perché ho fatto comprendere loro che aiutando sé stessi a stare meglio, avrebbero avuto più risorse, come energia e anche come denaro, per aiutare i familiari, il prossimo o chicchessia.
Sul Karma la nostra carissima amica Luciana Marinangeli potrebbe scriverci delle cose interessantissime, ma non mi sento di forzarla perché è molto impegnata in tanti studi e scritti.
Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com

10 commenti:

Sergio ha detto...

Caro Ciro,
devo dire che hai avuto una grande fortuna ad evere avuto contatti con Norbu. Sono convino che la tua esperienza in qualche modo l'hai trasmessa con i tuoi libri e che tutti i tuoi allievi ne stanno ora beneficiando, anche se inconsapevolmente.
Un caro saluto
Sergio

Graziano Vagnozzi ha detto...

Devo dire che se c'è qualcosa che mi ha fatto veramente vergognare di essere italiano è stata la linea di comportamento delle istituzioni in occasione dell'ultima visita del Dalai Lama.

Marco Celada ha detto...

Sono in contatto da diversi anni con 2 Monaci Tibetani che ho anche ospitato a casa mia nel giro di due anni; proprio oggi i due Monaci di mia conoscenza dovrebbero rientrare in Italia dove normalmente si fermano per alcuni mesi (vengono ospitati ma comunque danno un contributo economico); la loro è una storia veramente particolare e difficile ma ho avuto modo di verificare la loro enorme spiritualità; chi volesse contattarli e ricevere una loro preghiera (è un particolare rito chiamato Guru Puja) può mettersi in contatto con il sottoscritto.

un saluto
Marco

albertolai ha detto...

Caro Ciro,
mi ha fatto un grande piacere leggere “Viva il Tibet libero!” dato che mi sento molto vicino a questo popolo. Sicuramente il Maoismo ha avuto due tragiche scelte, l’occupazione del Tibet e la rivoluzione culturale. Purtroppo mentre ci si è resi conto dello sbaglio della rivoluzione culturale, i vertici politici cinesi ancora non possono accettare di avere compiuto uno sbaglio in Tibet.
Per quanto riguarda rivoluzioni solari e religione, vorrei raccontare la mia ultima RS a Ebeye, una piccola isola dell’atollo Kwajalein, nelle isole Marshall. Dopo 3 lunghi voli sino ad Honolulu, e dopo ancora altri 2 sino a Majuro, piccola capitale delle Marshall, si arriva a Kwajalein, atollo affittato dagli Stati Uniti, a parte la piccola isola di Ebeye, dove l’esercito americano ha postazioni radar e di cruise missiles che controllano tutto il Pacifico. Per transitare verso l’isola di Ebeye, dove su una striscia di 1,3 km per 300 metri vivono 13.000 persone, famiglie dei marshalliani che lavorano sulla base americana, bisogna passare controlli severi della polizia militare americana.
Dal mio volo erano scesi insieme a me dall’aereo alcuni militari americani diretti a Kuajalein, ed alcune persone locali dirette ad Ebeye, oltre ad un prete cattolico in missione ad Ebeye, Father Ray.
La polizia militare non riusciva a capacitarsi di come un viaggiatore occidentale potesse recarsi ed Ebeye per turismo, e dopo molte insistenze dovetti cominciare a spiegare perché ero lì e cosa fossero i Solar Returns. Ad un certo punto Father Ray, visto che la polizia non sembrava dare alcun segno di voler lasciarmi passare, disse: “ma certo, come i Re Magi questo signore sta seguendo le stelle!”. E fu così che, grazie all’intervento divino, ho potuto trascorrere la Rivoluzione Solare nel luogo prescelto.

Alberto B. ha detto...

Caro Ciro e cari bloggers,
questa sera sono stato alla conferenza del Cida Catania "Astrologia Scienza o Credenza"? tenuta dalla dott.ssa Liliana Cosentino.
Ero l'unico giovane presente e la simpaticissima dott.ssa rispondeva alle domande del pubblico composto principalmente da lettori di oroscopi sui giornali.
C'è stato un momento bello ed uno brutto: quello bello, è stato quando l"astrologa" (per così dire) ha citato come miglior libro sulle efferemidi quello del nostro grande Zio Ciro ed il momento brutto, quando invece ha dichiarato che le RSM erano praticate dai re per cambiare il proprio cielo. A quel punto mi sono alzato in piedi ed ho chiesto la parola dichiarando che secondo me lei non aveva letto mai un libro di Discepolo e soprattutto che prima della nascita del trasporto aereo era improponibile fare una RSM perchè logicamente ci volevano mesi per arrivare nelle località. A questa mia replica la dott.ssa ha sviato dicendo una serie di castronerie ed alla fine della conferenza mi sono recato da lei e le ho detto: dott.ssa le ho lasciato il suo momento di celebrità, ma sa benissimo che quello che ha detto alla platea appartiene alla categoria delle sonore stronzate!
Saluti.......

Alberto B. ha detto...

C'è qualcuno tra i bloggers che vive in provincia di CAtania?

Alberto B. ha detto...

Dal forum del CidaCatania il nostro grande Ciro viene paragonato astrologicamente al Papa.
"Visto il tema natale di Discepolo: ha un'esatta coincidenza fra Case terrestri e Case ascendentali, una rara persona "nata già ascesa" (solo Ratzinger gli si avvicina come tipologia del tema natale).

Allora.
E' Urano quello dei grandi stravolgimenti, ok?
Il suo è in XII congiunto a Venere: Giove si oppone alla provenienza di guai da questa congiunzione alla nascita.
Poi, siamo alla fine del 1967, inizi '68, la prima quadratura di Urano (che poteva essere pericolosa perchè in transito su Marte radix) è disattivata (fortunati si nasce) dalla contemporanea quadratura del Marte in transito al Marte radix, proprio mentre Giove in transito passa sul Saturno radix.

E mi fermo qui.

Gli studi di Discepolo potrebbero essere veramente utili se dimostrassero la capacità delle RSM di annullare gli effetti di Urano".

al rami ha detto...

mi associo al pensiero di tutti per criticare le barbarie e i soprusi inflitti dal popolo cinese ai tibetani. questa è una tematica che sento molto a cuore perchè riguarda i diritti umani, che spesso vengono calpestai per motivi economici e sono sicuro che ne vedremo delle belle alle prossime olimpiadi. tra l'altro mi pare di aver letto che la Cina cade sotto il segno del capricorno, e l'ingresso di Giove nel segno, insieme a Plutone, sicuramente darà inizio a forti trasformazioni all'interno del paese, con manifestazioni violente (basti pensare solo alla bandiera sventolata davanti al tedoforo, che rappresentava i cerchi olimpici come manette)Ad Alberto b, vorrei dire che mi piacerebbe partecipare a qualche conferenza del cida e spero di incontrarti presto per chiacchierare un po' (da poco mi sono iscritto sia al cida che alla nave dei feaci)volevo raccontarvi qualcosa di simpatico: l'anno scorso avevo il sole in undicesima casa di riv.la cosa che mi lasciò perplesso, incredulo e sbigottito, fu che iniziarono ad arrivare a casa dei messaggi di condoglianze, perchè qualche amico furbetto aveva sparso in giro la voce che fossi morto!ottima esorcizzazione penso... Un abbraccio a tutti,

Luigi Galli ha detto...

Interessanti le notizie di albertolai sull'atollo Ebeye nelle Marshall.
Ho appena inviato una persona sull'isola Kosrae, a circa 700 km sud-ovest da Kwajalein e non ha trovato nessuna difficoltà ad approdarvi, ma qui non c'è base militare.

gabriele ha detto...

Caro Ciro,
apprendendo dalla Tv, lo schifo che si è abbattuto sul popolo Tibetano, sono fortemente indignato dal comportamento repressivo del governo Cinese. Quindi, voglio gridare "TIBET LIBERO, BOICOTTIAMO LE OLIMPIADI!!!"

GRAZIE UN CARO SALUTO Gabriele