lunedì 17 marzo 2008

Una nuova epoca sta per aprirsi per l'AA


Come tutti sapete, fra un paio di mesi, si passerà dal concetto obsoleto di aeroporto hub a quello di aeroporto point-su-point, con la liberalizzazione dei voli low cost intercontinentali e si potrà volare, per esempio, da Catania o da Brescia, direttamente a Dallas o a Singapore con poche centinaia di euro. Evviva!

Caro Sergio, stavo per rispondere al tuo primo post in cui mi dicevi che non avevo risposto alla tua domanda chiedendomi, allora, quale fosse perché, non trasudando sdegno, avrei potuto scriverti con tranquillità. Poi tu hai postato di nuovo esplicitando il tuo pensiero e allora io ribadisco che Maurice Cotterel, pur con tutto il rispetto per la sua opera, non ha affrontato neanche l'1% di ciò che invece ha trattato Lyall Watson. Infatti il primo si è limitato (si fa per dire) al Sole e alla sua azione, colta in centinaia di manifestazioni, compresa la polarità della Terra e degli altri pianeti. Il secondo si è occupato di ciò e poi ha fatto la stessa cosa con la Luna e con tutti gli altri astri, da Mercurio a Plutone. I due non sono in gara, ma diamo a Cesare quel che è di Cesare. Molti altri interessantissimi studiosi, come Pauwels e Bergier, Giovanbattista Callegari, Renato Palmieri, Nicola ed Emilio Del Giudice, Vincenzo di Napoli, Michel e Françoise Gauquelin, il sottoscritto e Luigi Miele, Didier Castille e numerosi altri ancora, di cui immagino tu abbia studiato benissimo le opere, hanno aggiunto nuovi tasselli al discorso e hanno contribuito a scrivere una possibile teoria di funzionamento dell'Astrologia e delle RS a cui sarà dedicato un capitolo nel mio prossimo libro. Se anche tu, invece di citare un autore, ci vuoi spiegare, secondo il tuo punto di vista, come si spiega perché la legge di gravitazione di Newton non aiuta a capire il "funzionamento" di Plutone e come mai il non peso della distanza nello spazio, secondo la summa di tali teorie lo fa, allora esponici il tuo Sapere e noi saremo felici di abbeverarci a una nuova importante parte della Scienza.

Grazie a Luciano per avere ricordato il link ai suoi ottimi articoli e a Sabri vorrei ricordare che Luigi Galli non è un Pesciolino, ma un Ariete, seppure, avendo il Sole in sesta, egli ragiona e si muove come una Vergine, a tutti gli effetti (cosa che lo rende precisissimo nell'applicazione dell'AA) e gl'impedisce di essere investito dal complesso di Napoleone che spinge molti neofiti a voler cambiare regole collaudatissime sulla base di sensazioni gastriche.
Sempre per Sabri: il mio libro sarà in libreria il 20 settembre.
Buona giornata a Tutti
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it
Posta un commento