martedì 4 marzo 2008

Non perdetevi questa mostra di Bianco-Valente


A Gallarate, da sabato prossimo. Non dimenticate che sono due artisti di fama mondiale (tranne per Wikipedia che non fa testo) le cui opere, davvero splendide, hanno come tema, spesso, l'Astrologia Attiva. Un grosso in bocca al lupo a Pino e a Giovanna!

Cara Giulia, dunque ti ho insinuato il dubbio. Decenni fa mi spostavo solo per piazzare un Giove al Medio Cielo, poi la mia ricerca è divenuta molto più articolata. Relativamente alle RLM non mi sposto solo per evitare qualcosa, ma anche per "piazzare" un astro o due astri in punti precisissimi del mio tema. Come già scrissi sto provando anche combinazioni in cui, teoricamente, mi potrei fare molto male, credo a tutto vantaggio della dimostrazione delle vecchie e nuove regole che leggerete. Per Olrak: in detto libro spiegherò perché, tra i due metodi per calcolare una RLM, io ho scelto quello che vedete riprodotto in tutti i miei libri.
Caro Marco, se posso darti un consiglio, non cercare chi vincerà le elezioni con AstralDetector in quanto è ovvio che quel giorno, sia il gruppo di centro destra che quello di centro-sinistra registrerà un picco: la gioia o la delusione. Secondo il mio parere in questo genere di previsioni le variabili sono troppe ed è inutile, da un punto di vista "scientifico", misurarci su ciò. Molto più interessante, invece, secondo me, è indicare fin dal giorno di nascita, attraverso la curva di AstralDetector, tutti (TUTTI) i periodi critici, in positivo e in negativo, del futuro Governo. Questo mi sembra assai più utile e interessante. Su chi vincerà le elezioni, nel pieno rispetto delle due tifoserie (io non andrò a votare come non ci vado da molti anni), credo non occorra interpellare la zingara...
Caro Sergio, mi trovo perfettamente d'accordo con te quando parli di persone che ingannano sé stesse. Il problema della obbiettività è, a mio avviso, uno di quelli che affascinano maggiormente chi cerca di usare tanto il proprio cervello. Sto andando a rivedere (la sera tardi) più volte il film dei fratelli Coen e ne scriverò ancora. Lo scopo principale di quelli che, come me, hanno sofferto dieci e più anni all'interno di un percorso di psicoanalisi, lo hanno fatto, soprattutto, per proiettare meno e per tentare di leggersi con maggiore chiarezza. Allora eccoti una piccola chicca davvero carina. Un giorno venne da me un architetto del Sagittario che restò sconvolto quando gli dissi che lui era una Vergine e non un Sagittario (aveva il Sole ben centrato nella sesta Casa). Allora, pochi giorni dopo il nostro incontro, mi chiese un nuovo appuntamento. Venne da me con una blocco note nuovissimo e immacolato. Dopo essersi seduto, avvolse la copertina dello stesso intorno al dorso dell'oggetto. Aveva segnato con una grafia di quelle meravigliose che si usavano nel Medioevo una serie di frasi, tutte contrassegnate da un numero progressivo. Estrasse la stilografica come se fosse stata una spada e iniziò: "Adesso le dirò 24 ragioni per le quali non posso essere una Vergine...". E per ogni "prova" che mi leggeva, cassava leggermente, con un segno sempre perfettamente uguale e perfettamente inclinato agli stessi gradi, il rigo in oggetto... Bellissima, non è vero?
Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it
Posta un commento