venerdì 5 giugno 2009

Le difficili domande di Al Rami


Per Eva. Sono certo di parlare anche a nome degli altri. Hai tutta la nostra comprensione per la malattia che ti ha colpito e per le difficoltà di vita che hai davanti. Tuttavia ti esorterei a guardare con una punta di autoironia quello che scrivi perché dovresti immaginare che la più parte di noi ha viaggiato in territori terribili e dove si rischia davvero la pelle. Tu scrivi che forse dovrai attendere delle ore il treno!!! O, addirittura, passare una notte a Mosca! E che sarà mai? Tutti quelli che seguono i miei consigli, e sono tanti, giungono sul posto anche sette giorni prima del compleanno, temendo un blocco dell’aeroporto per ghiaccio o un vento forte che impedisca voli apparentemente facili come alle Azzorre. Ti chiedi se portare calze pesanti o meno, ma nella tua pur giustificabile ansia credo ti stia equiparando alla famosa scenetta di Totò e Peppino che arrivano a Milano vestiti da cosacchi… Allora, per essere positivi e concreti, se vuoi ulteriori consigli, fai come segue. Giungi a destinazione almeno quattro giorni prima del compleanno: quel poco in più di hotel che pagherai ti ripagherà cento volte dell’ansia di non giungere in tempo. Poi ricorda che le stagioni sono cambiate e una mia nipote, a novembre, portò suo figlio a Rovaniemi, nel nord della Finlandia, patria di Babbo Natale, e il bambino, giustamente, protestò perché non c’era neanche un grammo di neve. E in ultimo, se posso ancora permettermi, vai con gioia perché il tuo viaggio è verso la luce e non verso le tenebre…

Per Niko, Pasquale e Tutti. Scusate, ma questa storia delle cuspidi, delle zone Gauquelin e delle dominanti mi sta un po’ esaurendo e trovo vi sia anche della cattiva fede in voi o un non voler ascoltare. Le regole sono scritte in maniera chiarissima, per chi le voglia seguire. Chiunque, volendo, può fare a meno delle stesse e improvvisare o basarsi su statistiche di tre o quattro casi studiati in proprio. Io le ho scritte in buon italiano, in molti libri e le ho corredate con centinaia di esempi pratici. Molti mesi fa qualcuno di voi mi chiese di fare un ulteriore lavoro di sintesi di tutte queste regole e di confrontarle tra loro. Lo feci. Scrissi un capitolo dedicato soltanto a tale argomento e lo pubblicai nel mio “Lunar Returns and Earth Returns”. Questo libro è stato acquistato da due o tre italiani in tutto, a differenza di molti stranieri. Quasi ogni giorno mi capita di leggere interpretazioni errate di quanto da me scritto e mi si chiedono ennesime conferme: che senso ha tutto ciò? Non volete leggere il libro? L’argomento non v’interessa? Padronissimi. Ma almeno non torniamoci sopra ogni giorno. E vi prego di non attribuirmi cose che non ho mai scritto.

Per Al Rami. In effetti non ho capito la tua domanda, ma temo sia una di quelle che mi fai, solitamente (lo so che non lo fai apposta), quando sono in viaggio: quelle di tipo filosofico su cui si arrovellano gli astrologi da almeno duemila anni. Magari ne parliamo a Sant’Agata.
Qui vi anticipo un piccolo problema che però potrebbe essere un non-problema. Certamente il venerdì sera la maggioranza di noi cenerà da “Mimì, la rosticceria” (perché si mangia troppo bene e si spende poco). La seconda sera, se si desidera restare a Sant’Agata, conviene tornare da Mimì e magari chi ha mangiato pesce cambierà il proprio menù con dei fantastici ravioli ripieni e parmigiane di zucchine o viceversa. Se alcuni di voi vorranno allontanarsi (io non potrò farlo perché sarei scortese con tutti gli ospiti), consiglio il ristorante del Relais Blu a Termini (almeno per un aperitivo indimenticabile) oppure la Torre nella piazzetta dell’Annunziata, sempre a 5-6 minuti di macchina da dove siamo.


Avrò un paio di giorni di blackout (forse) informatico per il lungo viaggio, ma cercherò di scrivere ogni volta che potrò.

Vi prego di continuare per proprio conto le discussioni, non dimenticando mai che l’unica cosa bandita da questo sito è la maleducazione.


I am travelling for quite two weeks. We will read ourselves soon, again. Best regards to all.

Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it

10 commenti:

evapalestini@libero.it ha detto...

buongiorno carissimo e ineguagliabile Ciro, così giusto x scherzare una volta tanto potrei risponderle/ti ma da vera scorpione quale sono nn mi piace la luce ma le Tenebre!!!ah ah ah, oggi sono di buon umore e spero ke duri a lungo.. voglio ringraziarla x tutti i consigli ke mi dà x farmi capire xkè sono un pò dura di testa nel senso ke mi prende sempre paura quando nn so quello ke trovo dove vado ma soprattutto sono pesante con lei e le faccio sempre domande stupide xkè ho capito ke gliele pongo x la paura ke ho dentro visto ke soffro ogni tanto anche di vertigini fortissime..e penso se mi vengono là ke faccio ?(a volte penso ma come faccio a ridere sono proprio matta e questo xkè tante persone ke nn so come classificare mi dicono : beata te ke ancora ridi ma ke hai da ridere lo sai ke io al posto tuo con tutti i tuoi malanni mi sarei sparata? allora penso : il mio desiderio di gustarmi anche le piccole cose è sbagliato? sono matta xkè a volte faccio finta ke nn ho niente anche se è difficile pensarlo visto ke i dolori me lo ricordano ogni giorno Ma mi sforzo ? mi rendo conto ora di issermi dilungata pareccjio. scusi. le mando una carezza affettuosa.

pasquale iacuvelle ha detto...

Ciao a tutti.
Andrea Votkinsk in Russia penso sia migliore di Baku,il Sole si avvicina al MC al posto della Luna l'ASC si allontana ancora di un grado dalla decima e Venere si mantiene tra 8a e 9a.
Ciao Pasquale.

Valeria ha detto...

Non vedo l'ora di conoscervi tutti a Sant'Agata, di ascoltarvi e di chiacchierare con tutti voi!
Mi sto "preparando" leggendo tutti i libri di Ciro (almeno 3) che avevo comprato ma non ancora avuto il tempo di leggere e sto imparando moltissimo. Mi stanno anche venendo un sacco di idee e ci sono tante cose di cui vorrei parlare perché voglio proprio iniziare a studiare l'astrologia seriamente, e non a scappatempo, come ho fatto finora.
Allora, buon viaggio a Ciro (non ho capito dove sta andando, suppongo per una RL, ma leggo che c'è chi si preoccupa per lui... spero di poter dire che comunque ci possiamo fidare ormai del suo intuito astrologico e che non andrà certo ad infilarsi nei guai da solo!) e, se ho capito bene, ci vediamo tutti nel primo pomeriggio (verso le 15?) all'Hotel dei due Golfi a Sant'Agata, giusto?
Sarò là con il mio compagno, che porto non perché sia un astrologo, ma perché voglio presentare a Ciro una prova vivente del funzionamento delle RSM!!
A presto!

Valeria ha detto...

Scusate, vorrei farvi una domanda su cui mi arrovello da qualche giorno. Riguarda Eva, la persona che sta scrivendo qui sul blog da tempo e che dovrebbe andare a Pechora in Russia per la sua prossima RSM, ma ha molti timori in proposito.
Ho preso un po' a cuore il caso perché mi metto nei panni di una donna che per la prima volta in vita sua deve affrontare un viaggio da sola per una RSM andando in un luogo così lontano e inospitale, per di più con un sacco di timori per la salute e ansie. Sono sicura della validità della RSM specifica consigliata da Ciro, ma siccome ho dato anche io un'occhiata al tema di Eva, volevo sapere se non basterebbe che andasse per quest'anno a Parigi o a Londra per togliersi quel Marte dalla prima casa, anziché andare in Siberia. Sicuramente l'effetto benefico della RSM sarebbe magari minore, ma intanto si leverebbe l'aspetto più negativo (Marte), non mi sembra ci siano altre cose estremamente pericolose.
Forse sto dicendo una cavolata grande come una casa, nel qual caso chiedo a Ciro di non pensare che io sia "in malafede", ma di capire che la mia è una domanda "esplorativa", fatta da semplice studentessa di astrologia e non da confutatrice di tesi altrui!
Pensavo solo che un viaggio più semplice, come primo viaggio mirato, forse sarebbe un modo più "soft" per Eva per iniziare questa pratica. Poi, una volta rotto il ghiaccio e vinta la paura dei viaggi (cosa che le succederà sicuramente) un altr'anno si sentirà più sicura di sé nell'affrontare anche un viaggio più complesso, no?
Ditemi se e dove sbaglio oppure se è pensabile anche la mia ipotesi... l'ho pensata esclusivamente allo scopo di aiutare Eva, che sento alquanto angosciata e impreparata.
Grazie a chi vorrà commentare questo mio pensiero.

Niko ha detto...

Sono d'accordissimo con Valeria riguardo a quello che dice di Eva, giustamente Discepolo le consiglia di andare a Pechora per migliorare la salute con Giove in sesta ma, a questo punto, credo che l'ultima decisione spetti ad Eva.




Niko

evapalestini@libero.it ha detto...

cara Valeria mi fa molto piacere leggere ke ti sei presa a cuore il mio problema, all'inizio quando ho iniziato a scrivere su questo blog pensa ke anche io avevo deciso di andare a Brest francese in Bretagna se credi puoi controllare,(nn avevo sentito ancora la persona squisita quale è Ciro), ma forse è quel plutone in 6 ke nn va bene xkè x il resto anche io vedo ke andando a Brest mi va marte in 2 saturno 4 venere e sole 5 Plutone 6 giove 8 nettuno 9 urano 10 luna 12 cosa mi potrebbe accadere se nn tolgo quel plutone visto ke nn lavoro e quindi nn è sicuramente qualcosa ke riguarda ciò ? pensavo anzi ke con quel marte 2 e giove 8 mi sarebbero favorite qualche entrate visto ke mi diletto a leggere le carte a casa e a detta di qualcuno ci prendo molto (sarà la passione ke ho sempre avuto anche x questo e tutte le sofferenze ke subìsco da quando ero bambina a farmi essere più sensibile e prenderci!!!) ma forse Ciro ha pensato ke è più importante togliere Plutone da lì altrimenti credo nn ci sarebbero stati problemi. spero ke Ciro ti risponda x spiegarti visto ke x quanto mi riguarda nn si finisce mai di imparare e vorrei capire questa cosa anche io. grazie Valeria x aver scritto di me

andrea ha detto...

grazie mille Pasquale ma non riesco a trovare un volo, nemmeno per Izhevsk, mi potreste aiutare?

doriana ha detto...

Penso Valeria che tu non abbia torto (è solo la mia opinione e tieni conto che sono una eterna studente fuori corso di astrologia) in linea generale, ci sono , però, da fare delle considerazioni.
Dovendosi spostare, perché non farlo per mettersi sotto il cielo migliore possibile?
Tanto di più che si parla di salute/malattia.
Senz’altro la priorità è togliere marte dalla I casa, ma credo convenga anche proteggerla questa benedetta casa della salute, o no?
Credo che se a Eva un medico proponesse una cura, più leggera sia negli effetti sulla malattia sia nei disagi, o una più pesante ma che la protegge assai di più Eva non avrebbe dubbi.
Penso che dovrebbe avere lo stesso atteggiamento sul viaggio di compleanno
Anche io ti sono molto vicina Eva, e, se ti può rassicurare, molte di noi viaggiano sole… E’ sempre un trauma, ma son viaggi che fai con determinazione, nella certezza (poiché credi nelle RSM) che sia il meglio per te…
Io partirei con questo pensiero… in fondo devi solo arrivare a quell’albergo e rimanerci il tempo necessario. Appena iniziato il viaggio l’ansia diminuirà.
Un abbraccio
Incrocio le dita per te
Doriana

francesca ha detto...

Per Eva: è bello sapere che ti stai organizzando per partire...Vedrai che un poco alla volta supererai tutte le paure, e in questo ti sarà sicuramente di aiuto il tuo senso dell'ironia. In bocca al lupo!

Per Pasquale: è possibile contattarti per email per una domanda di carattere astrologico?

buona serata a tutti

pasquale iacuvelle ha detto...

Ciao Francesca,se la domnanda non puoi impostarla sul blog puoi scrivermi via mail,a presto
Pasquale.