sabato 27 giugno 2009

Un sabato pieno pieno pieno...







Grazie a Pino Valente per la chiara esposizione sulla questione delle coordinate geografiche in input nei software di astrologia. Sia lui che Albertolai hanno ricordato che tutti noi, anche a distanza di anni e pur usando un programma fino a dieci ore al giorno, possiamo digitare male il nome di una località e poi inserire erroneamente i dati della stessa. Vorrei rettificare soltanto leggermente una frase del post di Pino: Astral non è limitato nel chiedere la longitudine di un luogo in ore. In effetti, nel progettarlo, nel lontano 1979, quindi ancora prima perfino dell’avvento prezioso di Luigi Miele, io pensai di offrire agli utenti la possibilità di inserire la longitudine geografica di un luogo sia in gradi che in ore. E così funziona tale software dal 1979. Perché feci ciò? Perché chiunque si occupi di AA ha a che fare, per molte ore al giorno, con la carta geografica e viene del tutto naturale ragionare con le longitudini in ore e non in gradi. Se noi abbiamo eretto una RSM per Torino e abbiamo bisogno di spostare un astro verso est, sapendo che Torino dista circa 40 minuti di tempo, in longitudine da Otranto (che vuol dire che il Sole sorge a Otranto circa 40 minuti prima che a Torino), sarà più facile procedere per tentativi. Inoltre, e credo che ciò sia importantissimo, il cielo di RSM lo dobbiamo far girare “prima nella nostra testa”, ragionando, e poi sullo schermo del computer. Riferendoci alle longitudini espresse in ore e non in gradi, ciò risulta molto più facile. Tuttavia, lo ripeto, la doppia modalità di input è un optional aggiuntivo e non una limitazione.
Sulla precisione dei calcoli esistono vari capitoli in diversi miei libri. Lì viene spiegato che se ci accontentiamo di un primo di grado, tutti i programmi del mondo vanno bene. Se desideriamo lavorare con almeno quattro cifre decimali dopo i secondi di grado, a qualunque latitudine terrestre, allora è tutto un altro discorso. Ma a quel punto occorre anche ricordarsi che più grande è una località e più vistosa può essere una longitudine diversa di AS, calcolata da software a software, perché, magari, uno ha inserito il centro di un’isola come longitudine, e un altro l’estremità est o ovest della stessa.
Comunque si tratta di problematiche vecchie come il cucco e descritte in ogni manuale di base di astrologia.

Questa mattina mi avete messo sotto le fatiche più del solito: è vero che fa piacere to share quando, come dice l’ottima Paola che ringrazio per il suo apprezzamento, è bello parlare la stessa lingua, tuttavia è anche sabato…
Comunque in figura trovate tre consigli che mi sono stati richiesti.

Per Bianca. Saturno in decima ti fa fare sempre un passo indietro, abbastanza marcato, nella direzione emancipazione. Tale passo indietro può essere dovuto a una malattia, a un problema di lavoro, ma anche al cambiamento peggiorativo della propria condizione sociale, come separarsi da un compagno. Potendolo lo evitiamo. Se, invece, la nostra filosofia di vita ci porta ad abbracciare le sofferenze e i sacrifici come specifico target, allora cercheremo di piazzare Saturno in decima ogni anno.
La RSM che vedi (passando il mouse sui grafici, leggete sotto alla pagina il nome della città e a chi si riferisce) mi sembra una buona soluzione.

Per Chandra. Mi chiedi: “… quello delle RSM è un modo per far fare cilecca al male?”. Sì, se confrontiamo la RSM, per esempio, a un antibiotico che impedisce a una broncopolmonite di fare il suo sporco lavoro. Lo stesso dicasi se noi usiamo la conoscenza per scansare migliaia di pericoli. La chirurgia e la chiesa, non solo quella cattolica, combattono il male anche con un trapianto di cuore o con un intervento audace di by-pass cardiaco: se questa cosa la vogliamo leggere come far fare cilecca al male, allora anche noi cerchiamo di far fare cilecca al male. Mi chiedi, poi, un consiglio per una RSM. Essendo il tuo battesimo, avendo tu precisato che non hai mezzi per spostarti, dovendo anche fare un primo test sul tuo orario di nascita, la località dell’Algeria che vedi in figura potrebbe andare bene e così, in un solo colpo, potremmo fare un primo test di tipo assoluto (un primo test, non ottenere la correzione del tuo orario di nascita) e capire, dopo un anno, se quel Marte è caduto in settima, in ottava o in entrambe le Case. Se poi dovessi avere più possibilità prima del compleanno e potessi darci un mandato senza restrizioni geografiche, allora penso che in tanti, su questo spazio, potrebbero consigliarti al meglio.

Per Stefano. Credo che la RSM per Amderma sia un’ottima alternativa alle Mauritius: perché vuoi mettere a rischio il tuo rapporto di coppia con la tua dolce moglie che ci hai presentato a Sant’Agata, infilando, di proposito, un Marte in settima Casa nella tua prossima RSM? Meglio mettere Marte in ottava Casa.

Molti auguri a Luciana de’ Leoni anche da parte mia e, con un paio di giorni di ritardo, alla nostra amica Claudine.


Per Niko sulla morte di Michael Jackson. Siamo, credo, tutti turbati come in tutti quei casi in cui un grande, in ogni settore, muore precocemente. Da un punto di vista astrologico ti consiglierei di lasciar perdere il tentativo di leggere tale avvenimento: a differenza di un Renzo Arbore che sappiamo essere abbastanza stanziale, la star musicale appena scomparsa, si spostava in continuazione con aereo personale e, dunque, qualunque illazione sulla località del suo ultimo compleanno, mi sembra destinata a portarci fuori strada.

Per Paola. I commenti raccolti durante e dopo Sant’Agata sono stati unanimi nell’apprezzamento di una persona squisita, gentile, colta e disponibile. Io, credo, ho apprezzato qualcosa in più che corrisponde a ciò che hai scritto oggi. Solo poche persone, credo, infatti, tra i presenti e gli assenti, hanno colto, forse, il valore delle cose che vi ho spiegato quel sabato pomeriggio. Come vi chiesi a Sant’Agata, a evitare che io debba prendermi della collera inutile, per favore, spiegate a chi continuerà a chiedere nei prossimi dieci anni le stesse cose perché non intendo ripeterle ancora una volta.



Ricevo dalla collega Franca Mazzei, e volentieri pubblico, quanto segue:

Corsi di Astrologia Morpurghiana

di Franca Mazzei

Milano

- Corso 1° Livello (zona Loreto): principianti, una domenica al mese, h.15.00/18.30, sei lezioni (ventuno ore), dal 24 gennaio al 20 giugno ’10. Obiettivo: analisi del Tema Natale e della personalità, attitudini professionali, figure genitoriali, relazioni a due, età della vita, secondo l’Astrologia dialettica. Argomenti: corrispondenze Segni/Stagioni; i quattro Elementi; i quattro emisferi; Sole, Luna e Ascendente; i dodici Pianeti; i sei Assi e i dodici Segni; le Case; gli stellium; gli Aspetti planetari. Metodo: sin dalla prima lezione gli allievi sono messi a confronto col grafico del Tema Natale, per imparare pian piano a decodificarne simboli, significati e influenze. Alla fine di ogni lezione vengono assegnati compiti a casa da discutere all’inizio della lezione successiva. È consentito registrare. Max 12 allievi. Costo (comprensivo di tutte le fotocopie): 300 euro. Iscrizioni: entro il 10 gennaio ’10.

- Corso 2° Livello (zona Loreto): intermedi, un sabato al mese, h:15.00/18.30, sei lezioni (ventuno ore), dal 19 settembre ‘09 al 20 febbraio ‘10. Obiettivo: analisi approfondita del Tema Natale inteso come tragitto evolutivo, con particolare riferimento ai meccanismi psicologici, alle attitudini professionali e alle modalità affettive. Argomenti: rinforzo della griglia interpretativa e delle metodologie acquisite nel Corso di primo livello; analisi dei settori (amore, eros, famiglia, figli, lavoro, talenti, studi, ecc); i Dispositori (di Case e Pianeti). Max 12 allievi. Costo (comprensivo di tutte le fotocopie): 310 euro.
Iscrizioni: entro il 10 settembre ’09.


- Corso 3°Livello (zona Loreto): avanzati, comincia a marzo ‘09 e finisce ad ottobre ’09 (con pausa a luglio e agosto), un sabato al mese, h.15.00/18.30, sei lezioni (ventuno ore). Obiettivo: studio dei Transiti planetari, riflessione sugli avvenimenti del passato e del presente, ipotesi previsionali sul futuro. Argomenti: orbite, meccanismo e influenze dei Transiti planetari, partendo dall’analisi approfondita del Tema Natale. Studio di vari casi (anche relativi agli allievi stessi). Max 12 allievi. Costo (comprensivo di fotocopie): 320 euro.
Iscrizioni: entro il 10 marzo ’09.

- Corso di Approfondimento per esperti (zona Loreto): sei incontri di due ore ciascuno (19.15/21.15), un mercoledì al mese da novembre ’09 ad aprile ’10. Sei lezioni di approfondimento:
1 - come si strutturano i transiti previsionali per un nuovo anno a livello mondiale e individuale;
2 - gli Aspetti Celesti nelle Case; la Luna Nuova nelle Case;
3 - analisi di Temi Natali e di Transiti relativi a fatti e personaggi d’attualità;
4 - pratica dei Pianeti in “trasparenza”;
5 - ricerca della data giusta (matrimoni, inaugurazioni, società, compravendite, investimenti economici, traslochi, operazioni chirurgiche, ecc), sulla base dei Transiti personali e degli Aspetti Celesti;
6 – studio di casi particolari, approfondimento di metodologie e tematiche (anche dietro suggerimento dei partecipanti).

Max 12 allievi. E’ possibile iscriversi anche a 3 lezioni. Costo (comprensivo di fotocopie): sei lezioni 210 euro, tre lezioni 120 euro. Iscrizioni: entro il 31 ottobre ’09.



Franca Mazzei


Info: 0228510984 - 3382716999
francamazzei@infinito.it


Buon weekend a Tutti.
Ciro Discepolo
www.solarreturns.com
www.cirodiscepolo.it
Posta un commento