martedì 6 aprile 2010

Di nuovo per Manu



Cara Manu,


se le cose stanno così la situazione cambia. Nel tuo primo post, evidentemente, io e altri avevamo letto una tua acquiescenza, un tuo gettare la spugna di fronte al fatto che tuo figlio non sarebbe partito. Per tutti noi, prendersi un Marte all’AS dopo un anno critico, non corrisponde affatto alla filosofia dell’AA. Ora tu ci hai spiegato meglio. Io sto messo peggio di te, da quando, nell’ottobre del 2008, mia figlia minore mi comunicò che non sarebbe mai più partita per i compleanni mirati. Lei nacque con una stretta congiunzione Marte-Urano all’AS e tu puoi capire cosa volle dire, per me, una notizia simile. La RSM 2009/2010 si annunciava terribile e così è stato. Finora la cosa più pesante che ci ha portato è la rottura dei nostri rapporti, ma temo che le cose peggiori dell’anno non siano ancora giunte. Ora tu mi chiedi come esorcizzare e, mentre lo scrivi, capisci la vacuità della tua domanda perché se davvero potessimo esorcizzare un Marte all’AS, allora potremmo anche non partire mai per un compleanno mirato.

Ma io penso di poterti dare un conforto, comunque.

Io feci l’impossibile per farle cambiare idea, poi mi rassegnai, anche perché, nel frattempo, avevo compreso le ragioni di quella sua decisione. Mi assolsi da ogni responsabilità perché lei mi proibì perfino di spiegarle cosa le avrebbe portato il compleanno 2009 di Napoli.

Ora, pur sapendo che per lei l’anno sarà ancora molto pesante e più pesante, sono sereno in quanto il mio dovere di padre l’ho fatto e lei, avendo quasi 26 anni, può decidere da adulta.

Così è per tuo figlio. Tu hai avvertito lui, il padre e i medici: adesso avranno avuto dei sorrisi di sufficienza per te, poi, purtroppo, penso che detti sorrisi spariranno dalla loro faccia e potrebbero fare mea culpa, ma sono anche certo che non lo faranno.

Tu hai fatto quello che potevi, adesso fai fare al destino perché loro hanno rifiutato il libero arbitrio e si sono messi nelle mani del fato.

Accedere a un livello più alto di libertà non è obbligatorio. Come noi rispettiamo chi si rifiuta di prendere gli antibiotici con una polmonite, dobbiamo fare altrettanto quando altri decidono di spegnere la luce e di tornare nel medioevo.

Un augurio affettuoso.


Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
http://www.solarreturns.com/
http://www.cirodiscepolo.it/
http://www.lunarreturns.com/
Posta un commento