giovedì 22 aprile 2010

Fondamentalismi&Fondamentalismi




Per Roberto Minichini. Tutto a posto. Ci hai detto come la pensi e, almeno da parte mia, non vi sono problemi ad accettare il tuo punto di vista. Ti invito, però, se intendi portare avanti una tesi “forte”, a leggere con attenzione e a non travisare ciò che viene detto dagli altri, altrimenti finisci per fare un discorso generalista o qualunquista.


Sì, Uranio14 si è espresso in modo infelice, l’altro giorno, a proposito della cultura musulmana, ma non vi era bisogno di fargli una ramanzina perché, come avrai notato, prima che apparisse il tuo commento, gli avevo fatto notare, con garbo, che la sua ironia non era condivisibile e meglio sarebbe stato studiare e capire le profonde ragioni che esistono nell’Altro. E lui si è subito ravveduto, almeno nelle sue dichiarazioni, e ha compreso che il mondo arabo merita tantissimo rispetto, nella stessa misura di ogni cultura e civiltà.

Poi tu passi al discorso sull’Astrologia Attiva, sulle Rivoluzioni Solari e sulle Rivoluzioni Lunari. Di oltre venti libri e centinaia di articoli su tale specifico argomento da me pubblicati in quarant’anni, estraopoli una sola mia frase che letta nel suo intero contesto, aveva tutto un altro significato. E questo mi fa domandare perché lo hai fatto. Ma ci torniamo dopo.

Io stavo spiegando ad Alberto B che era mia opinione che lui non facesse alcuna Rivoluzione Lunare, potendo bastare quella solare. Anche io, per tutta la vita, ho fatto solo Rivoluzioni Solari e in questi ultimi anni sto facendo anche numerose Rivoluzioni Lunari: per degli scopi precisi. Tu conosci questi scopi? No? E allora di cosa parli? Perché critichi senza sapere? Non sarai come quelle persone del Bar dello Sport che criticano i musulmani senza conoscerli?

La prima ragione per la quale sto facendo diverse Rivoluzioni Lunari è perché sto scrivendo alcuni libri sulle stesse e, al contrario di soggetti che credono di poter parlare senza avere prima sperimentato, mi documento sempre prima di scrivere. Questa è la prima ragione, poi ce ne sono altre che il medico non mi ha prescritto di spiegarti.

Quando tu hai ripetuto la mia frase “13 RL all’anno più una RS”, hai dimenticato anche di citare un “IF” grosso come una montagna che la precedeva e il contesto in cui il tutto era inserito. Mi chiedo: perché l’hai fatto? Hai dimenticato o la tua pseudo-dimenticanza era dolosa?

Io ho scritto, pressappoco: “SE, un giorno avrai mezzi sufficienti per viaggiare ogni mese, fallo, perché viaggiare è bellissimo e apre le menti, prim’ancora di darci risultati sui compleanni solari e lunari mirati”.

Lo confermo, ma confermo anche che nei miei libri, in TUTTI i miei libri, è scritto che non occorre fare RLM compulsivamente”.

Il tuo riferimento alla compulsività credo sia una proiezione e dovresti chiederti perché la attribuisci a me, dato che ho spiegato la principale ragione per la quale io, in un periodo assai ristretto della mia vita, sto facendo diverse RLM.

C’è un’altra cosa che mi fa pensare che tu possa stare proiettando senza accorgertene (è ovvio: altrimenti che proiezione sarebbe?).

Infatti ripeti in continuazione il verbo “fuggire”. E chi ha parlato mai di fuggire? L’Astrologia Attiva è vita, azione, positività, comportamento attivo e non vile, rincorsa per raggiungere un goal, non per scappare dal Demonio.

Volutamente, nel blog di ieri, ho inserito l’immagine di due giovani ragazze arabe, dal sorriso fresco e pulito, piene di vita e sicuramente felici, per sottolineare che i luoghi comuni uccidono la mente delle persone, compresa quella di chi crede che le donne arabe siano solo esseri umani in sofferenza o quella di chi crede che chi pratica le RSM e le RLM stia scappando.

Si tratta di pregiudizi, Roberto Minichini, e i pregiudizi fanno male all’apertura mentale, restringono la mente e lo spirito, non lasciano capire le ragioni dell’Altro e portano a posizioni di fondamentalismo.





Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
http://www.solarreturns.com/
http://www.lunarreturns.com/
http://www.cirodiscepolo.it/
Posta un commento