venerdì 16 aprile 2010

Rivoluzione Solare in Tibet



Per Pasquale Iacuvelle. Caro Pasquale, mi spiace doverti correggere nuovamente sulla questione zone Gauquelin. Se ti rileggi i blog degli ultimi mesi, scrivesti qualcosa di simile e io spiegai che non era così e che la cuspide tra terza e quarta Casa, per i motivi che illustrai a Sant’Agata dove fosti presente, vale sempre 2,5 gradi e non 3 o intorno a 3.


Devo dire che sono un po’ preoccupato perché penso tu sia tra i più attenti e promettenti miei allievi e mi hai sempre sorpreso non solo per la lucidità con cui capisci i concetti esposti, ma anche per la memoria cancerina.

Ora, se questo punto non è chiaro a te, ho paura che non sarà chiaro a molte altre persone. Però il tutto è scritto e, allora, magari tu, o altri, fatemi sapere se nello scritto inglese vi è qualcosa che non è chiara.

Per il resto va tutto OK e credo tu dia sempre ottimi consigli a tutti (forse è l’argomento “zone Gauquelin” che solleva delle resistenze in te come in molti altri).




Per Paola. A me va bene tutto, ma credo che tu dovresti deciderti perché prima era prioritario, per te, avere un Giove incollato al MC e l’AS fuori della decima (e nei dintorni di Omsk lo otterresti, togliendo anche Saturno dalla quinta. A proposito: scusami con tuo marito con cui ho anche parlato anni fa al telefono, ma pensavo foste separati da molti anni). Comunque la soluzione di Katia in Tibet è ottima ed è buona anche quella di Albertolai. A questo punto dipende dalla tua sensibilità personale. Io, per esempio, Marte in settima non lo metterei mai perché il giorno dopo mi troverebbero un chilo di cocaina nel cassetto…


Benvenuta a Stefania da Carpi che credo sia stata subito “coccolata” dal gruppo.


Un grosso “In bocca al lupo!” per Cristiana e anche una tiratina di orecchie: non si parte mai con margini di tempo stretti per il compleanno. Avrei decine di aneddoti da raccontarvi…




Per Viola57. Non conosco i dati di nascita di Raimondo Vianello. Se fosse nato il 7 maggio staremmo fuori per poche ore dai venti giorni prima e dai venti giorni dopo del compleanno che, però, sono una realtà tanto schiacciante che non avrebbe bisogno anche della verifica su Vianello. Il compleanno, a mio avviso, è un anodo fortissimo che attira a sé avvenimenti di ogni genere e la curva relativa ai 20 giorni prima e dopo non è come un segnale a gradino in elettronica, ma piuttosto come una campana di Gauss, come quella che ho inserito a pagina 243 del mio libro “Rivoluzioni Lunari e Rivoluzioni Terrestri”, Armenia editore e dove, ovviamente, si vede che la forza degli avvenimenti importanti inizia a decrescere, ma non di colpo, giorno dopo giorno, facendo centro sui famosi 20.



Benvenuta Loredana a cui credo abbia risposto subito e giusto Pasquale Iacuvelle.


Ma come mai, oggi solo una ventina di commenti? Non vi sentite bene? Speriamo, invece, che stiate tutti bene e anche io mi metto a lavorare.


Buona giornata a Tutti.
Ciro Discepolo
http://www.solarreturns.com/
http://www.lunarreturns.com/
http://www.cirodiscepolo.it/
Posta un commento