mercoledì 19 gennaio 2011

Federico Capone and Me



For Roberto Minichini. I share your opinion. 


Per LauraG., Luigi Galli ed altri. Ieri pomeriggio ho saputo che, quasi certamente, l'editore Armenia ristamperà, nel 2012, le mie Tavole delle Case.


Cinque nuove "Pillole" di Astrologia:


Ciro Discepolo - Io e Federico Capone - I Parte - Pillole di Astrologia

Ciro Discepolo - Io e Federico Capone - II Parte - Pillole di Astrologia

Ciro Discepolo - Io e Federico Capone - III Parte - Pillole di Astrologia

Ciro Discepolo - Io e Federico Capone - IV Parte - Pillole di Astrologia

Ciro Discepolo - Io e Federico Capone - V Parte - Pillole di Astrologia




Buona Giornata a Tutti.
Ciro Discepolo


22 commenti:

Marco Celada ha detto...

Da diversi mesi sto lavorando al fine di studiare una corretta modalità di ricerca dell’orario esatto di nascita; ingredienti di questa ricerca, per un determinato soggetto, sono la raccolta di eventi significativi accaduti ad un soggetto, l’analisi dei transiti, il protocollo di marte, le rivoluzioni solari e lunari, le curve di astraldetector, l’enneagramma
tale ricerca mi ha spesso portato ad individuare tre/quattro importanti momenti nell’intorno temporale del parto che sono il momento in cui il bimbo è pronto per nascere, il momento in cui nasce e quindi non è più ‘alimentato’ dalla mamma (è il dato che serve all’astrologia) ed il momento in cui il bimbo si sente effettivamente nato; ad esempio per uno dei miei ultimi test relativi al una ragazza nata alla 03:27 (vedi estratto di nascita e ricordo preciso dei genitori e soprattutto del padre), sono emersi gli orari 02:59, 03:12, 03:26; 03:39 come ultimi momenti significativi; la bambina ha avuto un parto difficile e ho ipotizzato (come in altri casi) che 02:59 è l’orario in cui il bimbo è pronto per nascere, 03:12 il momento in cui si aspettavano la nascita naturale, 03:26 il momento in cui il bimbo (aiutato con serie difficoltà è nato e questo è l’orario che mi serve), 03:39 il momento in cui il bimbo si è sentito nato o è stato ‘consegnato’ alla mamma;
vi chiedo se avete esperienze dirette relativamente a quanto avviene durante un parto e naturalmente a breve sarò disponibile per studi di correzione dell’orario natale.

Un caro saluto
Marco

Stefano Mastrosimone ha detto...

Buongiorno a Ciro e buongiorno a tutti i bloggers. Il mio è solo un aggiornamento, se può servire, come studio/osservatorio sulle RL.
La nuova RL su Milano si è verificata lunedì 10 gennaio alle 02.10 del mattino. Non mi sono spostato. Alle 13.02 del 10 gennaio 2011 (lo stesso giorno della nuova RL) mi è arrivata notizia della sentenza del giudice: ha rigettato il ricorso delle eredi di Alda Merini (che con un provvedimento urgente avevano fatto richiesta del ritiro immediato del mio libro dal mercato), dando loro torto su tutto, punto per punto.
I'm very happy!!! Un abbraccio e buona giornata a tutti.
P.S.: le mie due precedenti RLM le avevo trascorse rispettivamente ad Atene (16 novembre 2010) e Marrakech (13 dicembre 2010).

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

per Mrco: complimenti vivissimi per l'approfondimento. sei un grande!

per tutti:
cosa ne pensate delle mie vesti da presentatore?
http://alramiastrologo.blogspot.com/2011/01/sogno-e-immaginazione.html?spref=fb

Luigi Galli ha detto...

Caro Ciro,
ho appena guardato le pillole su Federico Capone e sono bellissime.
Grazie per questo spaccato sulla storia dell'astrologia italiana degli anni '70 che, penso, rimarrà unico per i cultori della nostra disciplina.
Ho anche apprezzato la tua testimonianza sull'aspetto umano del grande Federico, che è stato un personaggio straordinario sotto tutti i punti di vista.

uranio15 ha detto...

sarei proprio curioso di conoscere tramite una specie di sondaggio l'ascendente di tutti gli amici che commentano e partecipano a questo blog,chissa' se non ci sia qualcosa che ci accomuna...

Marco Celada ha detto...

per Uranio15: Scorpione

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

PER URANIO15:
io ho notato molti valori sagittario anche se non al'ascendente.

Angelino59 ha detto...

Per Uranio15: Toro

Niko ha detto...

Ciao a tutti, complimenti a Marco Celada per la sua ricerca e a Giuseppe per la sua presentazione in tv!




Niko

katia ha detto...

Caro Uranio15, io ho l'AS Cancro.
Complimenti Marco per il tuo lavoro minuzioso di ricerca dell'ora di nascita, ancora oggi mi sorprendo di come la gran parte degli astrologi prende per buona l'ora che gli viene fornita senza fare alcuna verifica. Credo che la rettifica dell'ora sia la prima regola dell'AA e non smetterò mai di ringraziare Ciro per averle dedicato così tanto spazio nei suoi libri.
Sono felicissima Stefano di sapere che il giudice ha rigettato il ricorso, malgrado il contrattempo legato al Saturno di 3^ casa, Giove come sempre elargisce a piene mani. A tal proposito sarebbe interessante avere un feed back da coloro che hanno potuto mettere questa potentissima congiunzione Giove Urano al MC nella loro RS.
Un caro saluto a tutti

LauraG. ha detto...

Per Uranio15: ASC. Vergine! :)
Peccato che si debba aspettare sino al 2012 la ristampa delle Tavole delle Case! Ormai compro solo i libri del nostro maestro Ciro Discepolo,di tutti gli altri astrologi,sinceramente,non mi fido..
Unica eccezione: "Trattato pratico di Astrologia" di Andrè Barbault,ma ovviamente essendo il maestro del nostro maestro non potevo non averlo!

michele ha detto...

Per marco Celada:

personalmente posso riferire l'esperienza della mia nascita, per come me l'ha raccontata mia madre.
Ma non so se è questo che intendi.
In tal caso potrei riportarla.

Interessante comunque lo studio, anche in riferimento all' enneagramma, di cui parlavi brevemente in un numero di Ricerca'90

Un caro saluto a tutti


P.S.: sono orgoglioso possessore delle tavole delle case di Ciro, libro che mi è stato utilissimo quando all'inizio stendevo i temi a mano.
Credo che la sua ristampa sia veramente una cosa molto buona, anche perché credo che un buon astrologo debba avere confidenza e pratica nel calcolo a mano, per una questione di forma mentis.

michele ha detto...

Per Uranio 15: Sagittario

Per AlRami: sei simpatico, come persona e come presentatore.
Potresti secondo me anche avere un buon successo nel fare oroscopi in TV, anche se la cosa non è prettamente scientifica.
Comunque molti auguri.

Voglio dare un contributo riguardo alla Luna di cui parli nel tuo blog, in relazione alla creatività;
Nel mio tema è in XII, in scorpione e molto lesa, insieme a Nettuno che si oppone al Sole.
Tra le altre cose ho sempre mostrato molto talento nel disegno e nella pittura, ho studiato arte e dipingevo, fino ad un paio di anni fa e forse tra breve riprenderò.
Questi valori sono emersi in dipinti in cui emerge una sensibilità intensa, oscura e sofferta, una visione della realtà in qualche modo magica e trasfigurata. Come sensibilità artistica mi sento molto vicino a Francis Bacon, Lucien Freud, Anselm Kiefer, ecc.
magari troverò il modo di postare qualche foto...

Un caro saluto

Michele

Anonimo ha detto...

Per Uranio15.
ASC Leone. Concordo con Giuseppe sulla presenza di valori sagittario, oltre che aquario.

Per Marco Celada.
Interessandomi all’astrologia da molto, esasperai a più riprese e per anni di seguito mia madre con “Sei sicura? Sei sicura?” sulla esattezza dell’ora della mia nascita. Lei rispondeva immancabilmente le 2.50 come da estratto. Partorì pressoché da sola, anche se in ospedale, ma aveva un orologio tondo appeso alla parete davanti a sé. Ma riportava l'ora esatta o era indietro o avanti di qualche minuto?
Mi sono interrogata spesso su quanto non mi tornava soprattutto rispetto alla lettura dei transiti. Ho creduto fin da subito che il tema di nascita, il tema di rivoluzione e i grafici dei transiti fossero degli specchi che rimandanti verità cristalline o eclatanti errori. Con gli studi avanzati portati avanti dal Maestro per praticare “alla perfezione” le RSM e le RLM è necessario conoscere al minuto la propria nascita. La separazione dalla madre è veramente il momento cruciale. Mia madre aspettò l’ostetrica sostenendomi per vario tempo la testa fuori da sé. Non ha saputo quantificare quanto tempo perché era spaventata di non riuscirmi a tenere nel caso io uscissi completamente. Da quel che dici il momento è la separazione dal corpo della madre: tutto il corpo? Solo una parte? Meglio la testa (come espressione di coscienza del cambiamento in atto) e non il fondoschiena in caso di parto podalico? Il taglio del cordone? Generalmente le giovani coppie interessate all’astrologia registrano il momento della nascita proprio con il taglio del cordone ombelicale, quando presumono che il neonato inizi a respirare da solo.
Attendo un tuo commento.
Complimenti vivissimi per la tua ricerca.
Danila

Anonimo ha detto...

Per Uranio15: Sagittario.

Buongiorno Ciro,
ricollegandomi al precedente post (Urano nella VIIa casa dell'altro in un particolare quadro di aspetti angolari nella sinastria di cui ti ho più volte parlato - io 08/05/1970 ore 22:50 Vimercate MI; lui 18/04/1949 ore 6:10 Trezzo sull'Adda Mi), e proseguendo ad approfondirne lo studio relativamente alle particolarità dei rispettivi TN confluenti nella comparazione, vorrei chiederti che pensi di un paio di circostanze.
La prima questione di cui ti vorrei domandare è quella dei "modelli di aspetti" che a volte (ma non sempre) strutturano un tema natale individuale, fino al suo potenziale di inferenza in una comparazione.
Poiché l'inferenza è una conclusione tratta da un insieme di fatti/circonstanze (nella fattispecie i talenti in genere apportati dai rispettivi TN), la comparazione, ovvio, può risultare più o meno "conclusiva" a partire dai suoi presupposti.
I presupposti vivamente inferenti la sinastria paiono essere, credo, i "modelli di aspetti" che cifrano robustamente i due rispettivi TN.
Entrambi i temi, pur se differentemente, vedono la Luna marcatamente coinvolta quale importante vertice strutturale: l'astro è infatti termine di una fondamentale asse (opposizione) in tutti e due i TN.
Abbiamo infatti che:
- nel primo TN (08/05/1970) è congiunta al DS e si oppone all'AS nel quadro di una cosiddetta "quadratura a T" con Plutone (in larga congiunzione a Urano) al vertice; forma inoltre, sempre in opposizione all'AS, un "punto di Talete" con Giove/MC (dominante del TN); in collegato a questo schema entrano in gioco lo stellium Sole-Mercurio-Saturno e la congiunzione Venere-Marte, oltre che ad un ulteriore potenziale "punto di Talete" nuovamente in Plutone (dubbia opposizione Sole-Mercurio con Nettuno);
- nel secondo TN (18/04/1949), molto caratterizzato da tre "grandi trigoni" pressoché coincidenti (stellium Sole, Venere, Mercurio-Luna-Saturno), l'opposizione Luna-Urano è asse di simmetria a questa sequenza di trigoni, originando nell'insieme un cosidetto "kite" contenente un "grande trigono minore" stellium (Sole, Venere, Mercurio)-Urano-Saturno, e conseguentemente una serie di "punti di Talete" nella sequenza di congiunzioni Sole-Venere-Mercurio-Marte (stellium) su di un versante, e in Saturno nell'altro; il tema presenta un'ulteriore "punto di Talete" in Plutone per l'altra opposizione presente Marte-Nettuno; completano quattro quadrature tra lo stellium (Sole, Venere, Mercurio, Marte) e Giove-MC, nonché altra quadratura Plutone-AS.
(Scara - continua)

Anonimo ha detto...

(Scara - continua)
Accade che gli assi "dispositori" Luna(DS)-AS (08/05/1970) e Luna-Urano, con tutto quello che abbiamo visto coarchitettare nei rispettivi TN, vengono a coincidere in sinastria (vedi post Urano in VIIa casa dell'altro).
Prima conseguenza che viene a verificarsi è l'opposizione di Giove/MC (dominante TN 08/05/1970) con l'intero stellium Sole/Venere/Mercurio/Marte dell'altro tema (18/04/1949), ovvero dominante principale (Giove/MC) opposta a dominante principale (Mercurio/AS).
Seconda conseguenza è la serie di quadrature Giove/MC dell'uno con il Giove/MC dell'altro.
Noto anche un doppio "grande trigono minore" formato dal Giove/MC (08/05/1970) con Saturno (18/04/1949) e Luna (08/05/1970) Urano (18/04/1949) congiunti, valori forti nei due TN, oltre che un "kite" dovuto alla sovrapposizione delle strutture individuali sull'asse dell'opposizione Luna-Luna (dove l'AS mio va a congiungersi alla Luna di lui, e la mia Luna si congiunge al suo Urano, inferendo i termini delle principali architetture di ognuno).
Ignorando quale è la tua opinione sui "modelli di aspetti", e sull'importanza "impostante" che potrebbero avocare (ed evocare) nel quadro interpretativo, ti chiederei:
- se è corretto, aldilà della loro mera enumerazione, usare queste figure quale ulteriore leva interpretativa degli aspetti in ottica particolarmente pregna e sintetica;
- possiamo ritenere innanzitutto il "punto di Talete" una configurazione di una qualche importanza, e se si, una "debolezza" che si carica dell'opposizione che lo sottende? (Se fosse, un TN così armonico come quello del mio lui, avrebbe in realtà ai suoi vertici delle mine..., o meglio, degli "attori", o una compagnia di attori, del conflitto Luna-Urano...);
- nel chiasmo sinastrico Luna-Luna, per via delle congiunzioni agli estremi dell'asse di opposizione, la mia "sensibilità" sembra diventare particolarmente interpretativa (?) del suo intero sistema individuale principale (kite);
- come corollario, cosa significa che A in dominante (Giove/MC) e B in sostanza (stellium+dominante) si fronteggiano? (A "si sostituisce e si vede" in B e viceversa?);
- molti attori... che recitano a soggetto?
Grazie per il tempo che ti rubo, ma mi è di particolare aiuto il tuo rapido sostegno alle letture che vado facendo.
Una buona giornata a te e a tutti
Scara

gabri ha detto...

Per anonimo: credo quasi sicuramente che corrisponda col taglio del cordone.
Per uranio: cancro asc. leone, in sagittario ho urano.

Marco Celada ha detto...

Il momento esatto della nascita (cioè il momento esatto da registrare e utile agli astrologi) mi lascia sempre qualche dubbio in quanto spesso registro un importante momento successivo al primo pianto dove il bimbo 'si sente' effettivamente nato; in ogni caso il tempo t0 dovrebbe essere l'inizio del primo pianto.

Marco

Anonimo ha detto...

Cari amici,
ieri 19 gennaio alle ore 12.45 circa Pasquale Iacuvelle ed io ci interrogavamo appunto su quale fosse il momento preciso della nascita:quello del primo vagito? quello del taglio del cordone? quello della fuoriuscita completa del figlio dal corpo della madre?e, nel caso molto frequente che il bimbo venga poggiato sul corpo della madre e tenuto lì per qualche minuto ancora legato al cordone come va calcolato il tempo?
Abbiamo concluso dicendo che avremmo chisto a Ciro...la sincronicità del post di Marco Celada è stupefacente...Bianca

Anonimo ha detto...

Per Marco.
Si può intendere allora il primo vagito .. I nati secondo il metodo Leboyer sorridono..
Danila

Luigi Galli ha detto...

Io penso che il momento esatto della nascita sia quello che emerge dopo la ricerca del Protocollo di Marte, col supporto dell'entrata nelle case dei pianeti veloci e della verifica attraverso le RS e le RL.
Le altre sono tutte supposizioni.

Per Uranio15: Bilancia

gabri ha detto...

Ma io dico che la nascita corrisponda al taglio del cordone perchè ho 2 dati nel mio tema natale ossia mercurio e giove.Il primo cade in undicesima a tre gradi dalla decima e vedendo la mia vita fino ai giorni attuali mi rivedo per 3/4 nelle caratteristiche di un possibile mercurio caduto se non in decima pienamente almeno sopra la cuspide. Nello stesso modo giove cade in terza a circa 2.45 gradi dal FC. Per quanto ne so giove in quarta parla di un'importante legame coi genitori o cmq il tuo habitat fin dai primi mesi di vita è protetto, spesso tutto va per il meglio, e con grossissime possibilità di nascere agiati. Credetemi la mia infanzia è stata tutt'altro che tranquilla, agiata e"normale" tanto da non considerarmi parte di nessuno cioè non ho senso di appartenza. Quindi ho pensato che uscendo dalla pancia di mia madre alle 9.00 ci sia da tenere conto di qualche minuto in più per il taglio, minuti che vanno a confermare quel mercurio sulla cuspide e quel giove un pò più lontano dal FC. Questa è la mia esperienza, mia madre è davvero molto sicura però dubitare è sempre lecito vista la sofferenza e l'impatto emotivo di quel preciso istante.