sabato 16 aprile 2011

Habemus Papam?











Il punto di domanda, nell’ultima importante opera di Nanni Moretti c’è, ma non si vede.
Le letture, come sempre, possono essere tante e io ve ne propongo una, la mia.
Data la vasta cultura di questo nostro uomo di cinema, non posso pensare a un fatto casuale e mi piace credere, invece, che il film sia nato, prima di tutto, da una considerazione: se Carl Gustav Jung, scrivendo Risposta a Giobbe, si chiese se fosse in grado di fare la psicoanalisi a Dio e la fece, perché uno psicoanalista (e in Moretti c’è, probabilmente, altrettanta psicoanalisi che maestria cinematografica) non potrebbe fare lo stesso a un papa?
E forse l’idea del film prende origine da questa prima citazione importante, importantissima.
Ve n’è, poi, un’altra non meno autorevole: far fuggire il papa appena eletto e farlo nascondere nell’oblio del teatro trasformando il Conclave dei cardinali in tante piccole squadre di pallavolo che goliardicamente inseguono improbabili schiacciate per non pensare al disastro che hanno davanti non è forse seguire il consiglio di Henri Laborit in Elogio della fuga e cercare nei labirinti della mente, come l’incantata isola mediterranea di Salvatores, una via di salvezza al tentativo generale e reiterato di dominanza dell’uomo sull’uomo?
Queste due possibili essenziali citazioni, e al tempo stesso punti di partenza, non mi sembrano possano ritenersi casuali in una pellicola che certamente segna un cambiamento essenziale nelle tematiche del nostro Woody Allen nazionale.
Qualcuno ha scritto che egli, nel film, non è lo psicanalista, ma il Papa. È vero, ma è anche le tante suorine dal volto dolce e innocente che hanno offerto la loro vita a un credo, le centinaia di milioni di fedeli che aspettano trepidanti, i milioni di vittime di quest’ultimo tsunami politico che ha cambiato la faccia della Terra almeno quanto quello che fece cadere il muro di Berlino.
L’ironia di Moretti c’è sempre (magistrale il tentativo goffo di psicoanalizzare, in seduta pubblica e plenaria, il nuovo papa, dando per scontato che non si possa parlare di sesso, ma neanche di infanzia infelice o di sogni e di qualsiasi altro argomento), ma l’ex talentuoso ragazzo del cinema italiano è cresciuto e si astiene da affermazioni che oggi sarebbero fuori luogo (“D’Alema, ti prego, di’ qualcosa di sinistra!”. Come potrebbe farlo in un Parlamento-teatrino dove ci sarebbe da capire se è più scandalosa la iperbolica e pur legittima difesa berlusconiana rispetto a un tentativo di rovesciamento politico senza passare per il voto popolare o il considerare che, probabilmente, tanto assurdo non sarebbe un nuovo schieramento politico nato dalla collaborazione di ex democristiani come Rosi Bindi, ex comunisti come D’Alema & C. e da ex fascisti come Fini e finiani?).
No, il nuovo Nanni Moretti che abbiamo visto ieri al cinema è un autore che si chiede, di fronte alla maestosa facciata del Vaticano ripetutamente inquadrata dal basso, a testimoniare l’immarcescibile potere seduttivo che la dimora di Pietro ha e ha sempre avuto su folle oceaniche dove il dubbio non è mai stato di casa, se, invece, il Papa, il nuovo papa, qualunque papa, non sia tristemente e pateticamente inadeguato di fronte ai problemi immensi di un’umanità in movimento (ricordate La via lattea di Luis Buñuel), barcollante per le terribili scosse di terremoto che un mondo ormai a brandelli, la quale vorrebbe che si potesse ancora trovare un sistema-guida in grado di pilotarci tutti fuori da una crisi infinita.
E, forse, lo stesso Moretti ci ha voluto dire, con il suo film migliore, che anche il totem-psicoanalisi non è più in grado di operare tale miracolo. Lui, infatti, si è dato a fare il coacher di palla al volo di goliardici cardinali in cerca di un capo.

Ciro Discepolo




Seven "Pills" about next Aimed Solar Return of Arnold Schwarzenegger:


Ciro Discepolo - Next ASR For Arnold Schwarzenegger 1







The Pill number 3 is the same of the Pill number 2








Per Uranio15. Fai bene, continua a lavorare molto su te stesso. Non ho ricevuto un tuo post con "A' livella". L'AS in settima c'entra sicuramente con l'aggressività, ma con me non ne hai avuto.



Per Giuseppe Galeota. La tua creatura è nata bene, ma avresti potuto fare di più. Io avrei rinunciato alla 

seconda dominante Plutone al DS e avrei posizionato Venere a destra del MC, possibilmente in un giorno

in cui Venere e la Luna non ricevevano aspetti negativi. Il Sole non leso e congiunto a Giove è ottimo. Gli

astri al centro di una Casa non valgono nulla, né in positivo né in negativo: nell'Astrologia Elettiva valgono

solo le dominanti ai quattro angoli. Con molti auguri.






Per Mario A. Perché la 9^ Casa oltre ad essere la più potente e utilizzabile, relativamente al discorso Zone Gauquelin, in una RSM, è anche, insieme alla Terza Casa, dove Marte e Saturno fanno meno danno. Perché? Non lo so. Io l’ho imparato su decine di migliaia di casi pratici e non dalla teoria.

Relativamente alla tua seconda domanda, la risposta è: sì. (Chiedo scusa per la formattazione del blog di oggi, ma penso si sia messo di mezzo il demonio a cui deve avere dato fastidio il film di Moretti e sono ore che cerco di formattare per bene, senza risultati).


Dear Réka, don’t mention it. It is also as tutor, for All.





Cara Pina Grasso, noi sul blog siamo al 16 aprile senza avere saltato neanche un giorno. Se tu vedi fino al 6 aprile mi fai preoccupare. Tutto bene? Anche io ti voglio bene.



Per Perla da Firenze. Ti suggerisco nuovamente di emancipare il tuo "bambino" e di mandarlo solo in Russia. Gli unici pericoli, in quel Paese, nella stragrande maggioranza dei casi, sono dovuti a vizi burocratici tipo il visto. Nel peggiore dei casi resterà a Mosca oppure impererà a "ungere".











Buona Giornata a Tutti.
Ciro Discepolo




  

12 commenti:

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

Grazie per la risposta. In realtà non potevo scegliere la data e l'ora che erano indipendenti dalle mie decisioni e dal mio volere. Diciamo che il momento della firma è stato "casualmente" fortunato se consideriamo che stava per accadere alle 8.30, orario in cui Nettuno sarebbe stato congiunto al MC. Il ritardo del notaio è stato provvidenziale. Due domande: 1)Quanto potrebbe contare il tema elettivo corrispondente al giorno dell'inaugurazione del locale, rispetto a quello della costituzione della società?
2)come leggeresti quel Saturno in X^ casa nella mia RL? Per me è molto importante comprenderlo giacchè so che porta decrescite. Una mia possibile chiave di lettura risiede nel fatto che all'ultimo momento è stato cambiato il nome della società e io non ero stato interpellato. Questo mi ha fatto sentire "l'ultima ruota del carro".
Dovresti avere i miei dati ma per eccesso di zelo eccoli qui:
21/12/1975, 21.58 Fasano (BR) RL del 12 aprile a Fasano.

angelino59 ha detto...

Ciao Ciro, sono tornato dalla tailandia e Venere di rilocazione al mio discendente si è espressa ai masimi livelli... Penso proprio che prima o poi mi trasferirò là.
Il problema è amletico stare qui ed iniziare una attività oppure farla là...
avrei bisogno di un tuo parere per la mia prossima R.L. Digione avrei Venere al M.C. e Giove in 9a casa puo andare bene? oppure e meglio piazzare Giove al M.C. e spostare Venere in 10a casa?
3 gennaio 1959 Torino ore 12:50
Ciao e grazie... e un affettuoso abbraccio

uranio15 ha detto...

Ciao Ciro,
nel post perduto semplicemente ti confermavamo cio' che tu avevi gia' detto,cioe' che con un saturno al Mc non si trova un lavoro,quindi sono molto piu' importanti le posizioni astrali di rs rispetto ai transiti.
Mi e' veramente piaciuto il tuo post di oggi,da quanto hai scritto lo penso adesso come un film geniale,fino a ieri pensavo invece che fosse una cacca,almeno così si presenta dal trailer...non hanno saputo lavorarci gli adetti ai lavori nel presentarcelo in una maniera che invogli a guardarlo.

uranio15 ha detto...

Ciao Angelino,sicuramente Giove al medio cielo e Venere in decima,ottime!

Anonimo ha detto...

Buonasera Dott.Ciro,
in una RSM volendo mettere in risalto la quinta casa,non disponendo di uno stellium, quale pianeta è più forte e appropriato piazzarvi il sole, venere o marte? inoltre è meglio posizionarlo cong.all'asse o,non essendo un asse fondamentale, è indifferente? Ringraziamenti,Antonio

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

per Antonio: Venere. Piazzarla in cuspide è meglio perchè il potere del pianeta agisce in due case contemporaneamente: dunque in IV^-5^ agisce in direzione della famiglia e l'amore; sulla cuspide 5^-6^ amore e lavoro. Io però la piazzerei in una delle due cuspidi solo se fossi sicuro dell'orario di nascita.

uranio15 ha detto...

Stavo guardando che nel tema natale del Moretti spicca proprio Nettuno congiunto a Saturno in prima:la spiritualità istituzionalizzata o la figura spirituale con piu' potere politico al mondo,ed inoltre Giove in nona (la chiesa) ed uno stellium in decima tra cui un urano sovversivo ed indipendente da dogmi e restrizioni che ottiene il successo ma che poi lo respinge per amore di libertà e di un sano vivere quotidiano.

Ma gli altri bloggers sono in sciopero o sono in giro per il mondo?

gabri ha detto...

Ciao ciro, volevo chiederti se ad esempio in una RS mettiamo giove al mc e nel tema natale si ha venere in decima casa, essa viene "stimolata"? se si subisce l'effeto positivo anche se venere natale è distante di molti gradi da Giove e MC di riv? Es. venere radix a 2° dei gemelli in decima radix, e RS con giove incollato al MC a 3° gradi del toro.
grazie e buona domenica.

Giuseppe Galeota Al Rami ha detto...

per Gabri: non devi considerare la sovrapposizione dei pianeti di rivoluzione con quelli del tema natale e nemmeno devi raffrontare la differenza in gradi tra pianeti del tema natale e pianeti della rs. Giove in X^ di riv. senz'altro ha la funzione di attivare i significati di venere in X^ nel tema radix.

Anonimo ha detto...

Ciro, solo oggi è ricomparso il tuo blog, non so per quale motivo ma fino a questa notte, il tuo blog era Bloccato al 6 aprile. Sono felicissima che stai bene, e di rivedere il blog, certo ho tanto da leggere visto che sono arrettrata di 14 giorni!!!! Felice Pasqua a tutti. Pina Grasso.

Eva ha detto...

Thank you Ciro for the Cape Verde SR, but the problem I'm having with my friend is that he cannot leave the U.S. this year.
I am also curious about why do you thing that the Cape Verde ASR is better than Las Vegas. I am scared of placing the stellium in the IV house for a 70 year old man, and Mars in second is going to be hard on his finances, don't you think so? Can you please tell me your thoughts on this?
Could you please tell me the issues you see as problematic in the Las Vegas return; is that Mars too close to the VI house? Is there anywhere in the U.S. the would be better for him (I'm concerned about his health)?
Again his date is born 5 October 1941 at 19hr45min. in Springfield, IL, USA.
I know I ask many questions but I learn a lot from your answers. Thank you again.

Eva

Valeria ha detto...

Cambiando argomento, sono molto d'accordo su quanto scrivi sull'ultimo film di Moretti. Non l'ho ancora visto (ma ci andrò presto), ma avendone sentito abbondantemente parlare, mi sono fatta anche io l'idea che dipingendo questa figura umana di papa fragile e tremebondo di fronte alla grandezza impossibile del compito di cui si vuole incaricare un papa, Moretti abbia voluto proprio affermare, in modo molto sottile, se vogliamo indiretto (anche per non essere apertamente polemico o offensivo nei confronti di chi crede), l'inutilità o l'inefficacia della religione e del ruolo abnorme che un'istituzione come quella della chiesa cattolica vuole avere... per quanto riguarda poi gli scandali, lo ha detto ieri sera a "Parla con me", la trasmissione di Serena Dandini, ci sono tante altre fonti di informazione per chi li voglia conoscere, che non debbano essere necessariamente un film di Moretti...